Succedono strane cose la vigilia di Ferragosto

La vigilia di Ferragosto, guarda caso la stessa data scelta, per non dare troppo nell’occhio, dal governicchio Gentiloni che si calava completamente le brache davanti al dittatore e torturatore Al Sisi (a “great leader” secondo un noto leccaculi piddino) riallacciando i rapporti diplomatici con l’Egitto, e dal governatore De Luca che “premiava” con sostanziosi aumenti di stipendio i manager della sanità pubblica campana per i livelli di eccellenza raggiunti (rispetto agli standard del Terzo Mondo, nda), lo sfortunato e prono popolo italiano subiva una terza solenne fregatura, la quale ha indignato ancora meno delle due precedenti perché la notizia, riportata solo da qualche sito specializzato, si è letteralmente sciolta come neve al sole.

Si tratta di questo. Con una decisione arbitraria e del tutto imprevista dagli addetti ai lavori, il Pentagono, nell’ambito del programma F-35, ha assegnato all’Olanda il servizio logistico dei ricambi e della manutenzione per i nuovi cacciabombardieri destinati ai paesi dell’area euro-mediterranea (al momento circa 500 velivoli commissionati alla Lockheed Martin). Un business che a regime potrà valere circa 1 miliardo di dollari l’anno a vantaggio di una settantina di aziende olandesi. Dove sta la fregatura? Sta nel fatto che l’Italia era, sulla carta, il paese di gran lunga più accreditato per aggiudicarsi questo appalto. A parte il fatto che le nostre aziende del settore avionico (sono circa 80 quelle interessate al programma F-35, in primis Leonardo-Finmeccanica) non sono certo inferiori a quelle olandesi, tutt’altro, noi abbiamo realizzato a Cameri in provincia di Novara, presso il grande aeroporto militare e per l’appunto in prospettiva di quel fantomatico ritorno economico e occupazionale strombazzato dai fautori dell’onerosa partecipazione al programma F-35, un modernissimo, sofisticato e faraonico impianto di assemblaggio e manutenzione dei caccia americani e di loro parti, una delle poche cosiddette FACO (Final Assembly and Check-Out Unit) distribuite sul pianeta, l’unica prevista in Europa. Secondo il recente audit della Corte dei Conti questo impianto, tuttora in fase di completamento, ci è costato, fino al 2016, la bellezza di 819 milioni di euro e sono stati stanziati ulteriori 63 milioni per il 2017 e 2018. Lo stabilimento appariva già fortemente sovradimensionato dopo i tagli alle commesse di vari paesi (al momento vi lavorano meno di 1000 persone, che potranno salire a un massimo di 1450 secondo l’audit citato), ma le prospettive occupazionali subiscono un ulteriore duro colpo con l’inopinata decisione del Pentagono. Per inciso, anche i cosiddetti ritorni tecnologici, cui la Corte dei Conti dedica un paragrafo in chiaroscuro della sua relazione, sembrano alquanto aleatori. Per esempio a Cameri oggi in sostanza si assemblano e si verniciano ali del caccia americano. Lavorazioni che comportano l’impiego di tecnologie sofisticatissime perché l’F-35 è un aereo stealth (fantasma) che deve risultare invisibile ai radar. Ma, come scrivevo in una recente discussione

http://forum.virgilio.it/argomento/8073-f-35-un-pessimo-affare-uno-spreco-o-solo-un-pezzo-da-museo/

le tecnologie radar antistealth si stanno evolvendo rapidamente e potrebbero presto annullare il maggiore punto di forza dell’F-35, mandando nel contempo in soffitta le tecnologie impiegate a Cameri, nonché indurre i paesi committenti e la stessa amministrazione USA a ulteriori drastici tagli nelle ordinazioni. Mi spingevo addirittura a scrivere, motivando, che il nuovo e costoso caccia americano potrebbe diventare un letterale “pezzo da museo” ancora prima di uscire di produzione. Insomma, la previsione fatta fin da subito da molti inascoltati esperti, ovvero che la FACO di Cameri sarebbe diventata una cattedrale nel deserto, appare oggi molto realistica. Ma torniamo alla decisione del Pentagono che ha scelto l’Olanda e non l’Italia per la gestione dei ricambi e della manutenzione. Alcuni ci vedono una sorta di “punizione” per il taglio, a suo tempo deciso dal governo Monti, che abbassò da 131 a 90 il numero dei caccia commissionati dall’Italia alla Lockheed. Ma in realtà la punizione per quello “sgarro” di un paese per una volta non del tutto prono al potente alleato c’è già stata. Infatti, come si legge nell’audit della Corte dei Conti, fu revocato alla FACO di Cameri l’appalto per la costruzione dei wing box (importante componente strutturale). Inoltre anche l’Olanda aveva pesantemente tagliato la sua commessa di F-35, anzi l’aveva più che dimezzata portandola da 85 a 37 unità. Ma invece di essere penalizzata è stata premiata dal Pentagono con il nuovo e ricco appalto soffiato all’Italia.

 

Secondo voi, cari forumisti, il governo Gentiloni ha ufficialmente protestato con l’amministrazione USA? La nostra ministra della Difesa ha emesso sillaba? No, non mi risulta, al massimo avranno risposto come al solito, cioè con un belato di assenso e di sottomissione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

16 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

La vigilia di Ferragosto, guarda caso la stessa data scelta, per non dare troppo nell’occhio, dal governicchio Gentiloni che si calava completamente le brache davanti al dittatore e torturatore Al Sisi (a “great leader” secondo un noto leccaculi piddino) riallacciando i rapporti diplomatici con l’Egitto, e dal governatore De Luca che “premiava” con sostanziosi aumenti di stipendio i manager della sanità pubblica campana per i livelli di eccellenza raggiunti (rispetto agli standard del Terzo Mondo, nda), lo sfortunato e prono popolo italiano subiva una terza solenne fregatura, la quale ha indignato ancora meno delle due precedenti perché la notizia, riportata solo da qualche sito specializzato, si è letteralmente sciolta come neve al sole.

Si tratta di questo. Con una decisione arbitraria e del tutto imprevista dagli addetti ai lavori, il Pentagono, nell’ambito del programma F-35, ha assegnato all’Olanda il servizio logistico dei ricambi e della manutenzione per i nuovi cacciabombardieri destinati ai paesi dell’area euro-mediterranea (al momento circa 500 velivoli commissionati alla Lockheed Martin). Un business che a regime potrà valere circa 1 miliardo di dollari l’anno a vantaggio di una settantina di aziende olandesi. Dove sta la fregatura? Sta nel fatto che l’Italia era, sulla carta, il paese di gran lunga più accreditato per aggiudicarsi questo appalto. A parte il fatto che le nostre aziende del settore avionico (sono circa 80 quelle interessate al programma F-35, in primis Leonardo-Finmeccanica) non sono certo inferiori a quelle olandesi, tutt’altro, noi abbiamo realizzato a Cameri in provincia di Novara, presso il grande aeroporto militare e per l’appunto in prospettiva di quel fantomatico ritorno economico e occupazionale strombazzato dai fautori dell’onerosa partecipazione al programma F-35, un modernissimo, sofisticato e faraonico impianto di assemblaggio e manutenzione dei caccia americani e di loro parti, una delle poche cosiddette FACO (Final Assembly and Check-Out Unit) distribuite sul pianeta, l’unica prevista in Europa. Secondo il recente audit della Corte dei Conti questo impianto, tuttora in fase di completamento, ci è costato, fino al 2016, la bellezza di 819 milioni di euro e sono stati stanziati ulteriori 63 milioni per il 2017 e 2018. Lo stabilimento appariva già fortemente sovradimensionato dopo i tagli alle commesse di vari paesi (al momento vi lavorano meno di 1000 persone, che potranno salire a un massimo di 1450 secondo l’audit citato), ma le prospettive occupazionali subiscono un ulteriore duro colpo con l’inopinata decisione del Pentagono. Per inciso, anche i cosiddetti ritorni tecnologici, cui la Corte dei Conti dedica un paragrafo in chiaroscuro della sua relazione, sembrano alquanto aleatori. Per esempio a Cameri oggi in sostanza si assemblano e si verniciano ali del caccia americano. Lavorazioni che comportano l’impiego di tecnologie sofisticatissime perché l’F-35 è un aereo stealth (fantasma) che deve risultare invisibile ai radar. Ma, come scrivevo in una recente discussione

http://forum.virgilio.it/argomento/8073-f-35-un-pessimo-affare-uno-spreco-o-solo-un-pezzo-da-museo/

le tecnologie radar antistealth si stanno evolvendo rapidamente e potrebbero presto annullare il maggiore punto di forza dell’F-35, mandando nel contempo in soffitta le tecnologie impiegate a Cameri, nonché indurre i paesi committenti e la stessa amministrazione USA a ulteriori drastici tagli nelle ordinazioni. Mi spingevo addirittura a scrivere, motivando, che il nuovo e costoso caccia americano potrebbe diventare un letterale “pezzo da museo” ancora prima di uscire di produzione. Insomma, la previsione fatta fin da subito da molti inascoltati esperti, ovvero che la FACO di Cameri sarebbe diventata una cattedrale nel deserto, appare oggi molto realistica. Ma torniamo alla decisione del Pentagono che ha scelto l’Olanda e non l’Italia per la gestione dei ricambi e della manutenzione. Alcuni ci vedono una sorta di “punizione” per il taglio, a suo tempo deciso dal governo Monti, che abbassò da 131 a 90 il numero dei caccia commissionati dall’Italia alla Lockheed. Ma in realtà la punizione per quello “sgarro” di un paese per una volta non del tutto prono al potente alleato c’è già stata. Infatti, come si legge nell’audit della Corte dei Conti, fu revocato alla FACO di Cameri l’appalto per la costruzione dei wing box (importante componente strutturale). Inoltre anche l’Olanda aveva pesantemente tagliato la sua commessa di F-35, anzi l’aveva più che dimezzata portandola da 85 a 37 unità. Ma invece di essere penalizzata è stata premiata dal Pentagono con il nuovo e ricco appalto soffiato all’Italia.

 

Secondo voi, cari forumisti, il governo Gentiloni ha ufficialmente protestato con l’amministrazione USA? La nostra ministra della Difesa ha emesso sillaba? No, non mi risulta, al massimo avranno risposto come al solito, cioè con un belato di assenso e di sottomissione.

Solito articolo copiaincollato da qualche sito anti PD e chiosa finale del Cazzaro Fosforo  !! 

IMG_3506.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, mark20172 ha scritto:

Solito articolo copiaincollato da qualche sito anti PD e chiosa finale del Cazzaro Fosforo  !! 

IMG_3506.JPG

cogli+one perchè tu che fai ? Il copia incolla da qualche sito o giornaletto lekkakulo come te comandato dal PDL.2 !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, monello.07 ha scritto:

cogli+one perchè tu che fai ? Il copia incolla da qualche sito o giornaletto lekkakulo come te comandato dal PDL.2 !

Ahahahahaha 

IMG_3506.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Monello, ho già sfidato una volta il babbeo fazioso del forum (ma soprattutto vigliacco) a indicare una sola riga che avrei copiaincollato, come da lui insinuato. In risposta, lui si è limitato ai consueti insulti. Non lo farò più. Le sfide sono cose per uomini seri.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Caro Monello, ho già sfidato una volta il babbeo fazioso del forum (ma soprattutto vigliacco) a indicare una sola riga che avrei copiaincollato, come da lui insinuato. In risposta, lui si è limitato ai consueti insulti. Non lo farò più. Le sfide sono cose per uomini seri.

Saluti

Ahahahaha , allora mi leggi , impostore bugiardo ? ? Te che ti meravigli delle lauree farlocche di chi ti sta sulle pal.le , fai peggio ed andresti preso a calci nel Ku.lo e cacciato dal forum !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eheheheheh

Il somaro acciambellato si lancia in improbabili sfide dove esce sistematicamente SBERNOCCOLATO.

Figurarsi quando si lancia in improbabili copiaincolla, degni del suo assistente e sempre MAZZOLATO, PoveroMangiapanini610 

BaS

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, shinycage ha scritto:

Eheheheheh

Il somaro acciambellato si lancia in improbabili sfide dove esce sistematicamente SBERNOCCOLATO.

Figurarsi quando si lancia in improbabili copiaincolla, degni del suo assistente e sempre MAZZOLATO, PoveroMangiapanini610 

BaS

 

La grande accozzaglia si ingrandisce ed assume nelle proprie fila pure la Shinycaghetta cecata . Mi avessero detto , un po' di tempo fa che : Monellebete , Shinycaghetta, Fosforuccio , DocGalileo e Uvetta Bianca , dicessero le stesse cose , giuro non ci avrei creduto!! Ahahahaha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963