grazie sindacati per il vostro interessamento

La crisi si fa sentire anche in alta quota. La compagnia aerea a basso costo irlandese Ryanair prevede di tagliare 3.000 posti di lavoro a causa della crisi del settore provocata dalla pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato oggi la stessa società che ha inoltre confermato in un comunicato che gran parte dei suoi aerei rimarranno a terra almeno fino a luglio ed ha previsto che la domanda nel settore non riprenderà fino all’estate del 2022.

Esuberi tra piloti e assistenti di volo – Gli esuberi, che riguarderanno soprattutto i piloti e gli assistenti di volo, sono previsti dal prossimo luglio. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

43 minuti fa, director12 ha scritto:

La crisi si fa sentire anche in alta quota. La compagnia aerea a basso costo irlandese Ryanair prevede di tagliare 3.000 posti di lavoro a causa della crisi del settore provocata dalla pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato oggi la stessa società che ha inoltre confermato in un comunicato che gran parte dei suoi aerei rimarranno a terra almeno fino a luglio ed ha previsto che la domanda nel settore non riprenderà fino all’estate del 2022.

Esuberi tra piloti e assistenti di volo – Gli esuberi, che riguarderanno soprattutto i piloti e gli assistenti di volo, sono previsti dal prossimo luglio. 

SIG. FRIZZ, CI PARLASSE DEL TRIVULZIO

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963