sbarca alampedusa..comincia la sua storia

La sua storia in Italia è quella tipica dell’immigrato arrivato col barcone. Clandestino, la sua permanenza è costellata di reati dello stesso tipo: resistenza e violenza sessuale. Ma niente espulsione, aveva chiesto asilo.

Nel Sistema d’Indagine della polizia compare per la prima volte il 21 gennaio 2019. Era stato accusato di atti persecutori ai danni di una donna che lavorava in un centro d’accoglienza straordinaria di Palermo. Presumibilmente l’aveva conosciuta lì, dopo il suo arrivo via mare in Sicilia.

Questo ha iniziato a tentare di stuprare appena sbarcato, e invece di rimandarlo in Nigeria è sempre in Italia. Roba da matti.

Per tutto il 2019 ha collezionato tre denunce per resistenza a pubblico ***. Poco più di un mese fa, il 14 marzo, era stato indagato per aver molestato e palpeggiato una donna nei pressi di un supermercato di Tradate, in provincia di Varese. E ancora pochi giorni fa: era stato portato in questura a Milano per essere identificato. Poi negli uffici di via Fatebenefratelli aveva opposto la sua classica resistenza. Ora per il lui, mai espulso probabilmente perché costantemente sotto processo, si sono aperte le porte del carcere.

Più uno stupra meno ti espellono. Perché i magistrati  devono processarti ma non ti tengono in carcere. Stato di m.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

1 ora fa, director12 ha scritto:

La sua storia in Italia è quella tipica dell’immigrato arrivato col barcone. Clandestino, la sua permanenza è costellata di reati dello stesso tipo: resistenza e violenza sessuale. Ma niente espulsione, aveva chiesto asilo.

Nel Sistema d’Indagine della polizia compare per la prima volte il 21 gennaio 2019. Era stato accusato di atti persecutori ai danni di una donna che lavorava in un centro d’accoglienza straordinaria di Palermo. Presumibilmente l’aveva conosciuta lì, dopo il suo arrivo via mare in Sicilia.

Questo ha iniziato a tentare di stuprare appena sbarcato, e invece di rimandarlo in Nigeria è sempre in Italia. Roba da matti.

Per tutto il 2019 ha collezionato tre denunce per resistenza a pubblico ***. Poco più di un mese fa, il 14 marzo, era stato indagato per aver molestato e palpeggiato una donna nei pressi di un supermercato di Tradate, in provincia di Varese. E ancora pochi giorni fa: era stato portato in questura a Milano per essere identificato. Poi negli uffici di via Fatebenefratelli aveva opposto la sua classica resistenza. Ora per il lui, mai espulso probabilmente perché costantemente sotto processo, si sono aperte le porte del carcere.

Più uno stupra meno ti espellono. Perché i magistrati  devono processarti ma non ti tengono in carcere. Stato di m.

Embè ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Embè ?

capisco la tua perplessita'....difatti,se uno violenta,stupra,spaccia,gli viene imposto il decreto di espulsione e lui lo strappa....non va mai in galera...difatti,dovè il problema?? le leggi le avete fatte voi!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un altro di quelli che salvini si è dimenticato di rimandare indietro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, sempre135 ha scritto:

Un altro di quelli che salvini si è dimenticato di rimandare indietro...

sbarco-elicottero-672x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963