RENZI SEI UNA JENA.

Renzi al premier Conte: «Se i morti di Bergamo e Brescia potessero parlare ci direbbero di riaprire»

Adesso ascolta le parole di due Sindaci. Quelli di Alzano e Nembro.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://m.facebook.com/ReportRai3/videos/677955689626126/&ved=2ahUKEwjmuuObqo3pAhULAxAIHXwvBpQQo7QBMAJ6BAgBEAE&usg=AOvVaw2_Y3UENkfEfFGUt_6LNpdv

PERCHÉ TANTI A BERGAMO E BRESCIA SONO MORTI PERCHÉ I SERVI DI CONFINDUSTRIA NON VOLLERO CHIUDERE IN FRETTA.

Modificato da cortomaltese-im
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Ahi, ahi, sig cortomaltese, temo si sia fatto un nemico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma non si era detto che Renzi non contava un caz.z.o ?? Di cosa vi preoccupate ?? Mettere in moto il cervello prima di sputare idiozie. Quella frase , inserita in un contesto più ampio , vuol dire esattamente l’opposto di quel che i nipotini renziossessionati tentano di far passare . Quella frase rende onore a quei poveretti di Bergamo e Brescia che sono morti . Dispero che possiate capirlo e non ve ne farò una colpa . Gli sciacalli hanno sempre la bocca impregnata di sangue senza saperne il perché . 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ma non si era detto che Renzi non contava un caz.z.o ?? Di cosa vi preoccupate ?? Mettere in moto il cervello prima di sputare idiozie. Quella frase , inserita in un contesto più ampio , vuol dire esattamente l’opposto di quel che i nipotini renziossessionati tentano di far passare . Quella frase rende onore a quei poveretti di Bergamo e Brescia che sono morti . Dispero che possiate capirlo e non ve ne farò una colpa . Gli sciacalli hanno sempre la bocca impregnata di sangue senza saperne il perché . 

 

I morti sono morti. Qualcuno di loro perché si è chiuso troppo poco e troppo tardi.

Difficile onorare quei morti riaprendo troppo e troppo in fretta.

Non vorrei onorare i morti di marzo con le bare di giugno.

Ma questo i servi di Confindustria non lo possono capire.....

Comunque una cosa è vera. Non conta un c.a.z.z.o.

Tra lui e il kaporale Rosario Mojito Lamadonna, le massaggiatrici continueranno a votare il Kapitone.

 

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quei morti se potessero tornare in vita prenderebbero a calci in Q.lo leopoldino e il suo sciocco maggiordomo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti


C’e’ una Italia un po’ bugiarda ed incosciente che vive di pregiudizi e poi , fortunatamente , un’altra Italia che ragiona . 
Renzi al Senato ha ricordato gli anziani morti di Covid -19 dicendo che “quando chiediamo di riaprire, con gradualità e in sicurezza, che non sia sottovalutazione del virus, pensiamo di onorare la gente di Bergamo e Brescia che non c’è più, che ci avrebbe detto ripartite anche per noi, perché ha fatto della vita, in tutti i momenti, un’occasione di sacrificio e di fatica.”.
Che cosa c’è di poco dignitoso a ricordare chi ha contribuito, come loro, a costruire la nostra società col proprio lavoro e la propria intelligenza, aggiungendo che avrebbe di certo voluto vedere questa società “ripartire”, magari crescere, non declinare. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:


C’e’ una Italia un po’ bugiarda ed incosciente che vive di pregiudizi e poi , fortunatamente , un’altra Italia che ragiona . 
Renzi al Senato ha ricordato gli anziani morti di Covid -19 dicendo che “quando chiediamo di riaprire, con gradualità e in sicurezza, che non sia sottovalutazione del virus, pensiamo di onorare la gente di Bergamo e Brescia che non c’è più, che ci avrebbe detto ripartite anche per noi, perché ha fatto della vita, in tutti i momenti, un’occasione di sacrificio e di fatica.”.
Che cosa c’è di poco dignitoso a ricordare chi ha contribuito, come loro, a costruire la nostra società col proprio lavoro e la propria intelligenza, aggiungendo che avrebbe di certo voluto vedere questa società “ripartire”, magari crescere, non declinare. 

C'è che molti di quei morti sono imputabili al fatto che in Val Seriana e nel bergamasco le ragioni dell'impresa hanno prevalso su quelle della salute.

O lei è di coccio, oppure non ha ascoltato le parole dei due Sindaci di Nembro e di Alzano.

L'egoismo della Confindustria ha fatto già i suoi morti. Il tributo al "YESWEWORK" è già stato pagato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963