Zagrebelshy

21 MARZO 2020 07:33

Coronavirus, Zagrebelsky: giusti divieti se tutelano diritto a vita

Sono "giuste" le misure restrittive del governo per contrastare l'emergenza coronavirus. "Se tutelano il diritto alla vita. Non vedo prove di dittatura". Lo afferma Gustavo Zagrebelsky, 76 anni, presidente emerito della Corte Costituzionale a Repubblica. "Alcuni temono il protrarsi dei divieti, anche oltre lo stato d`emergenza attuale, quasi che questa fosse una prova generale di repressione globale, ma non è così".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

Il professor Gustavo Zagrebelsky – intervistato da Liana Milella sulla Repubblica del 21 marzo – vive, come tutti noi, l’emergenza di queste ore. E con Repubblica riflette sul nostro destino. Di oggi. Di domani. Di chissà quanti giorni...

Prim’ancora di parlare di diritti e di doveri, di libertà della persona e di Costituzione, qual è il suo stato d’animo rispetto a questa peste del 2020 che è intorno a noi, che è nel mondo, che si propaga e produce morte? «In questo momento mi pare che si debba fare attenzione alle parole, perché le parole a loro volta possono diffondere pesti psicologiche.

Peste evoca scenari storici, come la peste bubbonica, la peste nera, la peste polmonare del passato, che venivano rappresentate pittoricamente nelle tante danze macabre, in cui i viventi danzavano abbracciati agli scheletri. Mi pare che oggi non siamo in queste condizioni. Innanzitutto perché siamo di fronte a una pandemia viralpolmonare che a me non fa pensare alla peste, e poi perché di fronte a quella che lei chiama peste il mondo scientifico e ospedaliero è mobilitato e ha strumenti nelle sue mani».

Quindi lei è tranquillo? «Tutt’altro. Ma penso che si debba reagire ragionando e non delirando».

Cosa direbbe ai complottisti che pensano a una montatura con intenti repressivi delle libertà democratiche? Addirittura con l’esercito in campo? «Mi rallegro di vedere l’esercito che non combatte una guerra, ma la diffusione di una malattia e le sue conseguenze».

Anche se i militari trasportano le bare oppure potrebbero girare per strada per costringerci a stare a casa, mentre più d’uno evoca il coprifuoco? «Anche qui attenzione alle parole. Non c’è bisogno di chissà quale perspicacia per capire la differenza del coprifuoco a Santiago del Cile imposto da Pinochet e le limitazioni alla circolazione per motivi di salute pubblica. Nei regimi antidemocratici si trattava di una misura poliziesca subita come un violento sopruso; qui invece, già a prima vista, è un’altra cosa. Addirittura sarebbe superflua se ciascuno di noi spontaneamente, liberamente, si rendesse conto di una necessità a favore della nostra salute».

Siamo di fronte a un bivio spaventoso tra la salute e i diritti democratici? «Alcuni temono il protrarsi dei divieti, anche oltre lo stato d’emergenza attuale, quasi che questa fosse una prova generale di repressione globale. Per ora, almeno sospendiamo il giudizio. Per ora mi paiono misure a favore della più democratica delle libertà: libertà dalla malattia e dalla morte».

Sta dicendo che non viviamo ore in cui i diritti fondamentali sono sacrificati all’emergenza? «Non direi. Quale diritto è più fondamentale del diritto di tutti alla vita e alla salute?».

Ma le restrizioni in vigore, e quelle eventualmente future, sono coperte dalla Costituzione? «Cerchiamo, come giuristi, di non fare gli azzeccagarbugli. Intanto la Costituzione prevede che la libertà di circolazione e la libertà di riunione possano essere ristrette per motivi di salute, sicurezza, incolumità pubblica. In ogni caso, la Costituzione consente l’adozione di decreti di urgenza in casi “straordinari di necessità”.

Non siamo forse in uno di questi? Il governo nazionale si deve assumere le sue responsabilità, sia pure di concerto con le autorità regionali».

Le Regioni non stanno esagerando nel pretendere eccessiva autonomia? «Sono le ragioni di sanità, sicurezza e incolumità a determinare la competenza. Se sono nazionali, come incontrovertibilmente in questo caso, le misure spettano allo Stato».

I giuristi cavillano... «È il mestiere di alcuni». Il governo e le opposizioni... «La fermo subito. Penso che tutti dovrebbero avere un comune atteggiamento costruttivo, ma ciò non esclude né la pluralità delle proposte, né il diritto al dissenso (che non è da confondere con l’ostruzionismo)».

A proposito, il Parlamento e il voto sui decreti, a partire dal Cura Italia. Ritiene che si possa aprire la stagione del voto telematico, senza deputati e senatori presenti e votanti nell’emiciclo? «Al di là degli escamotage tecnologici, per me è essenziale, proprio perché siamo in emergenza e in presenza di misure eccezionali, che il Parlamento sia in piena efficienza nella sua funzione di controllo».

L’emergenza giustifica qualunque cosa? «Nelle situazioni di emergenza lo scopo giustifica i mezzi. Ma certamente non tutti. Solo quelli che abbiano ragionevolmente quella finalità. In particolare non sarebbero ammissibili i mezzi contrari alla dignità degli esseri umani e quelli discriminatori».

E quali sarebbero? «Per esempio quelli che violassero il principio di uguaglianza, che non consente di distinguere gli anziani dai giovani. Parlo non per conflitto di interessi...ma per ragioni costituzionali. Non risulta che il principio di uguaglianza consenta una simile barbara e spietata discriminazione».

Leggendo le cronache è stato forse colpito dal fatto che tra due malati, un giovane e un anziano, si scelga di mettere in terapia intensiva il primo lasciando andare il secondo? «Sarebbe sconvolgente se si affermasse il principio che i giovani siano “più uguali degli anziani”. La Costituzione non distingue. Sarebbe una posizione molto vicina all’eugenetica». Tuttavia il problema esiste, c’è un solo respiratore e due pazienti. Che si fa? «È nell’etica medica che si debba, finché possibile, salvare entrambi. In quella tragica situazione il medico deve chiedersi, rispetto ai due pazienti, per quale la terapia è presumibilmente più efficace. Non esistono due situazioni perfettamente uguali. E l’età è semplicemente una componente. Poi i nostri discorsi astratti, alla fine, valgono poco e spetta agli operatori sanitari e alla loro coscienza professionale la scelta, quando è inevitabile».

Ma se ci fossero stati meno evasori fiscali e si fosse investito di più negli ospedali oggi magari non saremmo a questo punto. «Certamente. La questione della scelta tragica deriva dall’insufficienza delle risorse pubbliche alle quali provvedono le entrate fiscali. Facile trarre le conseguenze sulle responsabilità e sull’irresponsabilità degli evasori».

Se il governo dovesse chiedere a tutti noi ulteriori e soprattutto lunghi sacrifici non si rischia la giungla? «L’emergenza deve essere per natura temporanea, più dura più l’esperienza dimostra che si manifestano sentimenti del tipo “mors tua vita mea”. La solidarietà è una virtù, una virtù dei santi, religiosi o laici che siano, ma nessuna società umana si regge soltanto sulla santità. Ergo, auspichiamo che le misure prese mostrino la loro efficacia e che tra di noi non venga meno la convinzione che la salute e la salvezza di tutti dipende da ciascuno».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cari Forumisti , sono perfettamente conscio che , senza fare molta fatica , sapete riconoscere al primo colpo chi , su questo forum , può vantarsi Di aver conseguito il titolo di idio ta. Su uno dei più alti gradini del podio , più che meritatamente , occupa lo spazio il forumista ahaha.ha per i frequentatori del forum Sanchino . Eccone una prova : Antefatto : Ieri scrivevo in in post che con il Dpcm di Conte c’era un sostanziale vulnus della democrazia . A supporto di questa tesi portavo i pareri di autorevolissimi costituzionalisti quali due emeriti presidenti della Consulta (Cassese e Baldassarre ) e quello attuale (Cartabia). A questi aggiungevo pure quello di Zagrebelsky che in un articolo di fondo sulla Stampa del 29 di Aprile , diceva , più o meno, le stesse cose . Apriti cielo . Sanchino , ancora dolorante al Kuletto per i colpi ricevuti , furente per quel che stava capitando , considerando che Zagrebelsky e’ considerato dalla parte idiotoide del forum , un mantra insostituibile , si mette alla ricerca sul Web di qualcosa che possa smentire quelle affermazioni . Incurante del comportamento del Cazzaro Napoletano che tace perché sa che Zagrebelsky quelle cose le ha dette e quindi e’ meglio starsene in silenzio , Sanchino da servetto senza stipendio , cerca cerca e cerca . Cerca fino a che non gli si illuminano gli occhi ed agita tutto contento il kuletto . Cosa trova , Sanchino , per smentirmi ?? Un vecchio articolo ma , aime’, pubblicato in data 21/3/2020 ( che potete acquisire in capo all’articolo pubblicato dal servo Sanchino)ovvero 1.080 ore fa mentre io facevo riferimento ad un articolo del 28/4/2020 ovvero 48 ore fa . Ora pubblico il primo stralcio. Chi volesse proseguire nella lettura totale dell’articolo non avrà’ che da spendere che una piccola somma . 

 

 

 

Ritrovare l’equilibrio tra poteri
VLADIMIRO ZAGREBELSKYPUBBLICATO IL29 Aprile 2020
 
 
 
 
 

A differenza di altre Costituzioni, la nostra non prevede lo stato di emergenza, come base per speciali deroghe al funzionamento dei poteri dello Stato e ai diritti e libertà delle persone. Il nostro sistema costituzionale stabilisce analiticamente che per questo o quel diritto o libertà siano possibili limitazioni in considerazione di legittime necessità, come la sanità o la sicurezza pubblica. Centrale, nel sistema, è il Parlamento, poiché ogni limite che si voglia (o si

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa mattina il torsolo di cazzaro pisano si risveglia con il Q.lo che gli prude più del solito, e dimenticandosi ignominiosamente del pitale che lo aspetta per essere vuotato, si precipita a leggere se c'è qualcosa che lenisca il bruciore che gli pervade  il fondo delle terga.

Lo trova nel mio post di ieri sera. Un post che inizia con una data  21 MARZO 2020 07:33 .  e con una intervista al prof Zagrebelsky.

Al torsolo di maggiordomo vengono immediatamente le lacrime agli occhi mentre con la mano destra continua a stuzzicare le terga per lenire quello sfrigolio che gli proviene dal fondo della schiena: "Dio ti ringrazio" dice con una delle sue solite seghementali " ti ringrazio di darmi la possibilità di rintuzzare le archibugiate che solitamente mi colpiscono sul deretano e che bruciano da morire"

Ecco dunque che il torsolo di maggiordomo, dimentico del pitale che necessita di essere vuotato e disinfettato, si lancia al galoppo per fiondare la sua filippica:

"Sapete cosa ha combinato il sig ahaha.ha, ha pubblicato una intervista del 21 marzo 2020 a Zagrebelsky, pensate: una intervista vecchia di 45 giorni pari a 1080 ore ( nemmeno contare sulle dita sa fare, sto torsolo di cazzaro pisano. I giorni  dal 21 marzo compreso al 29 aprile sono 40, SO-MARO!) per smentire il mio post dove accusavo Conte di aver commesso il delitto di violazione della costituzione più bella del mondo, come ha sempre sostenuto Leopoldino, mio padrone e signore, che Dio me lo conservi a lungo, e a conferma di questo delitto ho portato le testimonianze dei migliori costituzionalisti sul mercato, compreso appunto quel Zagrebelsky  che faceva parte di quella accozzaglia che ferì, colpendoci al Q.lo,  l'amor proprio del mio padrone e signore e  anche il mio ".

A questo punto non mi resta che invitare il torsolo di maggiordomo alla calma,  di rileggere l'intervista e se trova qualche mio riferimento al al Suo post di ieri, ce lo comunichi, altrimenti, come io penso, questo torsolo di cazzaro pisano, per sentirsi vivo, è costretto, suo malgrado, alleseghe mentali e alle insolenze.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ce la fai idio ta !! Puoi dimenarti quanto vuoi ma con il pipo dentro l’orifizio , le tue possibilità di riuscire a liberartene si riducono a meno che quelle al lumicino . Parti in quarta e finisci in retromarcia . Non ti devi preoccupare !! E’ la classica reazione degli idio ti ( non sei il solo , nda). Di fatto hai consumato tempo e fatica e non sei stato in grado di dimostrare che Zagrebelsky abbia detto cose diverse da Cassese , Baldassarre e Cartabia dei quali , non solo non ne hai mai ricordato manco il nome , ma non ne hai potuto contestare neanche il merito . Sei il solito personaggetto che da il meglio di se solo il sabato nelle osterie . Ahahahaha . Ora vai che ieri per decorare le caga te scritte non hai ne’ munto le giovenche ne’ ramazzato la stalla . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi torsolo di maggiordomo, cosa propone? Conte lo processiamo e lo fuciliamo subito o preferisce metterlo in galera? 

Dica, sig torsolo di cazzaro pisano, dica pure, cosa hanno detto Cassese e Zagrebelsky al riguardo.

Ma permetta un domanda con la dovuta umiltà, sig torsolo sputacchiato: " Come mai, improvvisamente; apprezza un appartenente all'*** che ha affondato il suo signore e padrone?"

PS: ma le dita le usa solo per battere i tasti a casaccio? Perchè non le usa anche per contare? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahaha , io non apprezzo nessuno tantomeno Zagrebelsky. Mi sono limitato a dire che tutti e 4 ammettono che i Dpcm , così come proposti sono incostituzionali e che violano l’art. 16 della Costituzione. Va bene Sanchino ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahaha , io non apprezzo nessuno tantomeno Zagrebelsky. Mi sono limitato a dire che tutti e 4 ammettono che i Dpcm , così come proposti sono incostituzionali e che violano l’art. 16 della Costituzione. Va bene Sanchino ?? 

Ok, Ok, lei apprezza solo Leopoldino. E allora Leopoldino che fa? Licenzia Conte?

Ma noto che non ha risposto alla domanda:   ma le dita le usa solo per battere i tasti a casaccio? Perchè non le usa anche per contare? Se non bastano quelle delle mani può usare anche le dita dei piedi che nessuno le farà contestazioni se usa anche quelle.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahaha , io non apprezzo nessuno tantomeno Zagrebelsky. Mi sono limitato a dire che tutti e 4 ammettono che i Dpcm , così come proposti sono incostituzionali e che violano l’art. 16 della Costituzione. Va bene Sanchino ?? 

Ma perché insiste?  Le Camere hanno votato la fiducia al Governo. Anche col voto favorevole di Italia Morta.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/amp/ContentItem-5e416a5f-84ac-475a-ab24-e89d21699e2e.html&ved=2ahUKEwiSgev7_Y_pAhXl-yoKHTrvAywQFjABegQIAxAB&usg=AOvVaw3fT9vKzrqstl2hvy2yMwi8&ampcf=1

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.ansa.it/amp/sito/notizie/politica/2020/04/09/cura-italia-esame-al-senato.-verso-voto-di-fiducia_f7260c57-3b91-47f4-91ec-0beb5b820997.html&ved=2ahUKEwi66sGM_o_pAhXN-ioKHQftCQYQFjABegQIAhAB&usg=AOvVaw2r_f1fi-0AqDLXaYnhjaC0&ampcf=1

Cosa aspetta a proporre una mozione di sfiducia il Leopoldino ?

Perché strepita con la Meloni, e poi vota a favore del Governo con Di Maio ???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Scusi , eh ?? Ma de che sta a parla’ ?? Cosa c’entra la fiducia al governo ?? Che attinenza c’è con il fatto che i DPCM sono incostituzionali anche in momenti di emergenza . Chiedo per un amico eh ,  caro Rasputin . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Scusi , eh ?? Ma de che sta a parla’ ?? Cosa c’entra la fiducia al governo ?? Che attinenza c’è con il fatto che i DPCM sono incostituzionali anche in momenti di emergenza . Chiedo per un amico eh ,  caro Rasputin . 

I Decreti Ministeriali traggono legittimità solo da una legge che li autorizza.

Questa legge esiste: la n. 13 del 05.03.2020, votata dal Parlamento.

Se questa legge (la più restrittiva) viene attenuata dal DCPM assunto in forza di delega ricevuta, non ci trovo nulla di così grave.

Altrimenti cancella pure tutti i DCPM e torni chiuso in casa, come da legge votata dal Parlamento.

La Costituzione?

Art. 16. Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche.

QUINDI SOLO UNA LEGGE MI PUÒ OBBLIGARE A STARE CHIUSO COME UN CRICETO NEI 200 METRI DA CASA.

Questa legge esiste: la n. 13 del 05.03.2020, votata dal Parlamento.

APPROVATA CON VOTO FAVOREVOLE DI ITALIA MORTA.

Quindi perfettamente legittimo imporre limiti alla "libertà" anche a tutela degli imbe-cilli  e degli incoscienti.

Leopoldino ritiene incostituzionale non poter andare a Messa ? Poteva dirlo per Pasqua.....si è fatto fregare sul tempo dal kaporale Rosario Mojito Lamadonna.

 

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Scusi , eh ?? Ma de che sta a parla’ ?? Cosa c’entra la fiducia al governo ?? Che attinenza c’è con il fatto che i DPCM sono incostituzionali anche in momenti di emergenza . Chiedo per un amico eh ,  caro Rasputin . 

E se è incostituzionale ora cosa fanno Cassese e Zagrebelski e Leopoldino?

Dica, dica sig torsolo di maggiordomo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

I Decreti Ministeriali traggono legittimità solo da una legge che li autorizza.

Questa legge esiste: la n. 13 del 05.03.2020, votata dal Parlamento.

Se questa legge (la più restrittiva) viene attenuata dal DCPM assunto in forza di delega ricevuta, non ci trovo nulla di così grave.

Altrimenti cancella pure tutti i DCPM e torni chiuso in casa, come da legge votata dal Parlamento.

La Costituzione?

Art. 16. Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche.

QUINDI SOLO UNA LEGGE MI PUÒ OBBLIGARE A STARE CHIUSO COME UN CRICETO NEI 200 METRI DA CASA.

Questa legge esiste: la n. 13 del 05.03.2020, votata dal Parlamento.

APPROVATA CON VOTO FAVOREVOLE DI ITALIA MORTA.

Quindi perfettamente legittimo imporre limiti alla "libertà" anche a tutela degli imbe-cilli  e degli incoscienti.

Leopoldino ritiene incostituzionale non poter andare a Messa ? Poteva dirlo per Pasqua.....si è fatto fregare sul tempo dal kaporale Rosario Mojito Lamadonna.

 

Ah vabbè , ho capito . Guardi che i Dpcm sono tutto fuori che decreto legge e addirittura leggi . Sono roba da dittatura sudamericana visto che gli stabilisce solo un “dittatorello” senza passare dalle Camere è relativo voto favorevole a maggioranza e che pure il Presidente della Repubblica ha il potere di ratificargli in legge. Prendo atto che in questo forum c’e qualcuno che ne sa di più di due presidenti emeriti della Corte Costituzionale (Cassese e Baldassarri) e di quello attuale (Cartabia). Come costituzionalista ne sa di più Rasputin 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

E se è incostituzionale ora cosa fanno Cassese e Zagrebelski e Leopoldino?

Dica, dica sig torsolo di maggiordomo.

Sanchino , taccia !! Lei non capisce unasega se non per stabilire se un distillato puro e’ digeribile o meno . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ah vabbè , ho capito . Guardi che i Dpcm sono tutto fuori che decreto legge e addirittura leggi . Sono roba da dittatura sudamericana visto che gli stabilisce solo un “dittatorello” senza passare dalle Camere è relativo voto favorevole a maggioranza e che pure il Presidente della Repubblica ha il potere di ratificargli in legge. Prendo atto che in questo forum c’e qualcuno che ne sa di più di due presidenti emeriti della Corte Costituzionale (Cassese e Baldassarri) e di quello attuale (Cartabia). Come costituzionalista ne sa di più Rasputin 

Puoi sempre affidarti all'Avv. Carlo Taormina e denunciare il Governo alla Corte Costituzionale per attentato alla Costituzione. Vedi come ti va a finire....

Secondo me, fate una figuraccia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Sanchino , taccia !! Lei non capisce unasega se non per stabilire se un distillato puro e’ digeribile o meno . 

Io faccio, parli lei sig torsolo di cazzaro pisano, dica, dica cosa cosa farete lei, Leopoldino, Cassese e Zagrebelski?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Io faccio, parli lei sig torsolo di cazzaro pisano, dica, dica cosa cosa farete lei, Leopoldino, Cassese e Zagrebelski?

Finora Italia Morta ha votato TUTTI i provvedimenti del Governo.

Il Leopoldino starnazza come il kaporale Mojito Rosario Lamadonna, ma poi vota in Parlamento come Di Maio e Toninelli.

😁😁😁😁😁😁😁

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963