2 messaggi in questa discussione

C'è un rischio altissimo. Secoli di dominazioni straniere hanno iniettato nel patrimonio genetico degli italiani il Dna dello sciacallo e dei peggiori parassiti. C'è un esercito di furbi e un altro di delinquenti (abituali e occasionali) pronti a fare man bassa degli aiuti pubblici. Sbaglio certamente per eccesso dicendo che 10 su 100 degli imprenditori e dei commercianti che oggi piangono miseria hanno reali motivi per piangere miseria. Centinaia di notai e decine di migliaia di avvocati hanno chiesto il sussidio di 600 euro al mese. 99 su 100, come minimo, dovrebbero solo vergognarsi perché sottraggono il denaro pubblico a chi ne ha molto, ma molto più bisogno di loro. Non un solo euro a fondo perduto dovrebbe essere regalato senza filtri basati non solo sul reddito personale ma anche anzi soprattutto sul patrimonio personale e sul reddito e patrimonio familiare. Giusto accorciare i tempi con le autocertificazioni, ma chi bara deve andare in galera + confisca del 98% del patrimonio + ritiro definitivo della licenza commerciale o dell'abilitazione professionale. Insomma, i parassiti devono essere ridotti alla FAME, ma sul serio! Un imprenditore che ha azzerato il fatturato ma che ha 1 milione di euro in banca (magari sul c.c. della moglie), non ha diritto a un centesimo, anzi deve essere OBBLIGATO a usare fino ai 9 decimi del patrimonio personale e familiare per pagare la cassa integrazione ai suoi dipendenti. À la guerre comme à la guerre, diceva uno statista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963