liberta' religiosa

21 messaggi in questa discussione

3 minuti fa, director12 ha scritto:

Messa-1024x724.jpg

Mi trova del tutto d'accordo. Le chiese vanno aperte ANPI o Lega o Meloni.

All'ingresso ognuno dovrà firmare una autocertificazione:

"Accetto in caso di contagio di non essere curato dai medici con le cure, ma dai preti con le preghiere".

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Mi trova del tutto d'accordo. Le chiese vanno aperte ANPI o Lega o Meloni.

All'ingresso ognuno dovrà firmare una autocertificazione:

"Accetto in caso di contagio di non essere curato dai medici con le cure, ma dai preti con le preghiere".

Mi sembra una cosa giusta sig cortomaltese, si, si condivido pienamente. Ekkekaxzo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io condivido. A patto che chi si ammala dopo aver visitato una Libreria dichiari che vuole essere curato dal Libraio . 

Modificato da mark222220
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le chiese sono aperte, le librerie no.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le librerie sono aperte dal 14 Aprile , idio ta !! 

› CORONAVIRUS

Coronavirus. Librerie, cartolerie e negozi per bambini: ecco chi riaprirà

Coronavirus. Librerie, cartolerie e negozi per bambini: ecco chi riaprirà
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
 
 

 
 
Lunedì 13 Aprile 2020 
 
16:08
 
 

Passate le festività per la Pasqua, ecco cosa succede per l'emergenza coronavirus. Riaprono domani le librerie, le cartolerie e i negozi di vestiti per neonati e bambini. Ripartono le attività forestali, l'industria del legno e anche la produzione di computer. Ecco i primi spiragli nel lockdown

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che norme chiare che non si prestino a interpretazioni non riescono a farle; hanno previsto che si possano fare spostamenti all'interno della stessa regione, però occorre una autocertificazione che giustifichi il motivo dello spostamento ma non dicono quali cause di spostamento sono lecite e quali no; se un cittadino si vuole spostare all'interno della stessa regione per andare a controllare una seconda abitazione, per controllare che non ci sia entrato nessuno, che non ci sia piovuto dentro, che non si sia rotto nessun tubo, ci può andare? e se non ci può andare qual'è il motivo? se il proprietario sale in auto,  viaggia sino alla seconda abitazione, controlla e torna via, chi contagia o da chi è contagiato?  e perché si può andare al supermercato ma non alla messa? se in chiesa si distanziano le panche a due metri l'una dall'altra, se si mette una sola persona per panca, se si fa entrare un numero massimo di persone in base al numero delle panche e per consentire a tutti di partecipare alla messa se ne fa una ogni ora dal pomeriggio del Sabato sino al pomeriggio della Domenica, che problemi ci sono?  Divieti messi così a casaccio  senza una logica razionale   divieti inventati  tanto per metterli?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio Etrusco, forse non hai capito alla perfezione che in Italia e nel mondo si sta combattendo una guerra. Contro un nemico invisibile, ma sempre una guerra. Con i supermercati aperti e gli scaffali pieni, ma sempre una guerra. Tappati in casa e non in trincea, su un comodo divano e non sotto le bombe, ma pur sempre una guerra. E in guerra bisogna fare dei sacrifici, anche grossi, talora molto grossi, e coltivare l'amore per la patria più che l'amor proprio.

Se la tua seconda casa è in un condominio, e se non hai il telefono di nessun condomino residente, puoi contattare l'amministratore per sapere se è segnalata qualche perdita o qualche intrusione. Peraltro dovrebbe essere l'amministratore stesso a controllare periodicamente e a segnalarti gli eventuali problemi visibili dall'esterno. Se non è in un condominio, nella peggiore delle ipotesi puoi chiamare i vigili urbani del Comune dove la casa è ubicata e chiedergli di effettuare una ispezione oppure di rilasciarti un permesso via fax (inviato al Comando del tuo Comune).

La tua idea di celebrare una messa ogni ora dal sabato alla domenica per consentire la partecipazione di tutti i praticanti, personalmente la trovo pleonastica e forse anche, perdonami, un po' ridicola. Mi hai fatto ritornare in mente un vecchio e piccolo cinematografo che era situato a due passi dalla casa dei miei genitori. Mio padre mi ci portava spesso, negli anni '60, a vedere i peplum, un genere di film all'epoca di moda, con i vari Ercole, Maciste, Sansone, Ursus e gladiatori vari. Era una saletta molto piccola, 50 posti scarsi, e allora il gestore il sabato e la domenica proiettava 7 spettacoli al giorno, il primo alle 10 del mattino, l'ultimo alle 22. Noi andavamo sempre al primo spettacolo, quando l'aria era più respirabile (all'epoca i cinema erano pericolose fumerie). Ma i preti non vendono spettacoli. Se non erro un sacerdote, normalmente, è autorizzato a celebrare una sola messa al giorno, in casi particolari due, in casi eccezionali tre. E se c'è una causa di forza maggiore il rito va sospeso. Per es. se il soffitto è  pericolante, la chiesa DEVE rimanere chiusa. E un anziano che non ha i mezzi per raggiungere un'altra chiesa non pecca contro il terzo comandamento. I più assidui cattolici praticanti sono proprio gli anziani, e gli anziani sono i più facili bersagli del virus. Quindi le pretese dei vescovi mi sembrano assurde e pericolose. E mi sorprende che il Papa non sia ancora intervenuto per dire che la vita e la salute sono cose molto più importanti del culto e del rito religioso, e che la fede può benissimo nutrirsi di altre cose: la preghiera in famiglia, la lettura del Vangelo, le opere di carità. Peraltro oggi non c'è solo la messa domenicale in tv. Ci sono messe sul web, via social, in radio, etc. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Certo si deve rinunciare all'eucaristia, ma non alla confessione perché molte chiese, almeno qui a Napoli, sono aperte una o due ore al mattino. Si entra, si cerca un sacerdote e ci si confessa ad almeno 2 metri di distanza in una sala interna, come ha fatto un paio di volte mia moglie durante il lockdown. Io non sono credente ma accompagno spesso mia moglie a messa e ho frequentato abbastanza chiese e sacrestie per capire che la chiesa probabilmente è l'ultimo posto dove si riconoscono i veri cristiani. Ogni tanto leggo il Vangelo. Ecco un brano che a mio avviso dovrebbero leggere e meditare i vescovi della CEI e i tanti bigotti, farisei e talebani che oggi attaccano il presidente del Consiglio:

MATTEO, 6, 5-8

Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ai preti manca l'apporto delle offerte che puntualmente ricevono ad ogni messa...:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, sempre135 ha scritto:

Ai preti manca l'apporto delle offerte che puntualmente ricevono ad ogni messa...:D

Come tutte le attività commerciali anche loro hanno bisogno di aprire.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Egregio Etrusco, forse non hai capito alla perfezione che in Italia e nel mondo si sta combattendo una guerra. Contro un nemico invisibile, ma sempre una guerra. Con i supermercati aperti e gli scaffali pieni, ma sempre una guerra. Tappati in casa e non in trincea, su un comodo divano e non sotto le bombe, ma pur sempre una guerra. E in guerra bisogna fare dei sacrifici, anche grossi, talora molto grossi, e coltivare l'amore per la patria più che l'amor proprio.

Se la tua seconda casa è in un condominio, e se non hai il telefono di nessun condomino residente, puoi contattare l'amministratore per sapere se è segnalata qualche perdita o qualche intrusione. Peraltro dovrebbe essere l'amministratore stesso a controllare periodicamente e a segnalarti gli eventuali problemi visibili dall'esterno. Se non è in un condominio, nella peggiore delle ipotesi puoi chiamare i vigili urbani del Comune dove la casa è ubicata e chiedergli di effettuare una ispezione oppure di rilasciarti un permesso via fax (inviato al Comando del tuo Comune).

La tua idea di celebrare una messa ogni ora dal sabato alla domenica per consentire la partecipazione di tutti i praticanti, personalmente la trovo pleonastica e forse anche, perdonami, un po' ridicola. Mi hai fatto ritornare in mente un vecchio e piccolo cinematografo che era situato a due passi dalla casa dei miei genitori. Mio padre mi ci portava spesso, negli anni '60, a vedere i peplum, un genere di film all'epoca di moda, con i vari Ercole, Maciste, Sansone, Ursus e gladiatori vari. Era una saletta molto piccola, 50 posti scarsi, e allora il gestore il sabato e la domenica proiettava 7 spettacoli al giorno, il primo alle 10 del mattino, l'ultimo alle 22. Noi andavamo sempre al primo spettacolo, quando l'aria era più respirabile (all'epoca i cinema erano pericolose fumerie). Ma i preti non vendono spettacoli. Se non erro un sacerdote, normalmente, è autorizzato a celebrare una sola messa al giorno, in casi particolari due, in casi eccezionali tre. E se c'è una causa di forza maggiore il rito va sospeso. Per es. se il soffitto è  pericolante, la chiesa DEVE rimanere chiusa. E un anziano che non ha i mezzi per raggiungere un'altra chiesa non pecca contro il terzo comandamento. I più assidui cattolici praticanti sono proprio gli anziani, e gli anziani sono i più facili bersagli del virus. Quindi le pretese dei vescovi mi sembrano assurde e pericolose. E mi sorprende che il Papa non sia ancora intervenuto per dire che la vita e la salute sono cose molto più importanti del culto e del rito religioso, e che la fede può benissimo nutrirsi di altre cose: la preghiera in famiglia, la lettura del Vangelo, le opere di carità. Peraltro oggi non c'è solo la messa domenicale in tv. Ci sono messe sul web, via social, in radio, etc. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Certo si deve rinunciare all'eucaristia, ma non alla confessione perché molte chiese, almeno qui a Napoli, sono aperte una o due ore al mattino. Si entra, si cerca un sacerdote e ci si confessa ad almeno 2 metri di distanza in una sala interna, come ha fatto un paio di volte mia moglie durante il lockdown. Io non sono credente ma accompagno spesso mia moglie a messa e ho frequentato abbastanza chiese e sacrestie per capire che la chiesa probabilmente è l'ultimo posto dove si riconoscono i veri cristiani. Ogni tanto leggo il Vangelo. Ecco un brano che a mio avviso dovrebbero leggere e meditare i vescovi della CEI e i tanti bigotti, farisei e talebani che oggi attaccano il presidente del Consiglio:

MATTEO, 6, 5-8

Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Al tuo lungo scritto rispondo con poche righe: seconde case:  forse non hai presente la situazione di molte località turistiche di mare con centinaia o migliaia di seconde abitazioni situate nelle realtà più diverse, condomini, villette, villaggi turistici, sei sicuro che i vigili urbani del comune siano in grado o abbiano il tempo di andare a controllare tutto? in una nazione dove persone che vengono ricoverate in ospedale si vedono la casa occupata da persone con figli che con l'astuzia dei figli minorenni sanno di non potere essere buttate fuori, permetti che qualche piccolo dubbio per chi ha una seconda abitazione a  decine o centinaia di chilometri distante da dove abita  qualche piccolo dubbio venga, visto che non tutti hanno un impianto di telesorveglianza controllabile a distanza per vedere l'interno dell'abitazione,

per quanto riguarda le messe, il Papa o il vescovo può senza dubbio dare delle licenze per consentire a un prete la celebrazione di un numero di messe superiore a quello attuale;  diciamoci la verità: ci sono *** o persone alle quali della messa Domenicale non importa niente, anzi hanno fastidio che ci siano persone che sentono il bisogno di andare la Domenica alla Messa e che la Domenica vadano alla Messa.

Non ci dobbiamo tuttavia meravigliare di quello che sta accadendo, nel messaggio del 25 Luglio 2019 quello che sta avvenendo era stato in qualche modo preannunciato, ma le profezie, tutte le profezie, sono destinate a essere comprese dopo che si sono avverate

. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù. Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Al tuo lungo scritto rispondo con poche righe: seconde case:  forse non hai presente la situazione di molte località turistiche di mare con centinaia o migliaia di seconde abitazioni situate nelle realtà più diverse, condomini, villette, villaggi turistici, sei sicuro che i vigili urbani del comune siano in grado o abbiano il tempo di andare a controllare tutto? in una nazione dove persone che vengono ricoverate in ospedale si vedono la casa occupata da persone con figli che con l'astuzia dei figli minorenni sanno di non potere essere buttate fuori, permetti che qualche piccolo dubbio per chi ha una seconda abitazione a  decine o centinaia di chilometri distante da dove abita  qualche piccolo dubbio venga, visto che non tutti hanno un impianto di telesorveglianza controllabile a distanza per vedere l'interno dell'abitazione,

per quanto riguarda le messe, il Papa o il vescovo può senza dubbio dare delle licenze per consentire a un prete la celebrazione di un numero di messe superiore a quello attuale;  diciamoci la verità: ci sono *** o persone alle quali della messa Domenicale non importa niente, anzi hanno fastidio che ci siano persone che sentono il bisogno di andare la Domenica alla Messa e che la Domenica vadano alla Messa.

Non ci dobbiamo tuttavia meravigliare di quello che sta accadendo, nel messaggio del 25 Luglio 2019 quello che sta avvenendo era stato in qualche modo preannunciato, ma le profezie, tutte le profezie, sono destinate a essere comprese dopo che si sono avverate

. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù. Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Traduzione: speriamo che me la cavo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Traduzione: speriamo che me la cavo.

MA FORSE ; SALVINI HA PRESO "LA CHIAMATA" UN PO TROPPO SERIAMENTE . 

Salvini-rosario-840x420.jpg

08-discorso-salvini.jpg

matteo-salvini-con-il-rosario-1159779.jpg

salvini-rosario.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Al tuo lungo scritto rispondo con poche righe: seconde case:  forse non hai presente la situazione di molte località turistiche di mare con centinaia o migliaia di seconde abitazioni situate nelle realtà più diverse, condomini, villette, villaggi turistici, sei sicuro che i vigili urbani del comune siano in grado o abbiano il tempo di andare a controllare tutto? in una nazione dove persone che vengono ricoverate in ospedale si vedono la casa occupata da persone con figli che con l'astuzia dei figli minorenni sanno di non potere essere buttate fuori, permetti che qualche piccolo dubbio per chi ha una seconda abitazione a  decine o centinaia di chilometri distante da dove abita  qualche piccolo dubbio venga, visto che non tutti hanno un impianto di telesorveglianza controllabile a distanza per vedere l'interno dell'abitazione,

per quanto riguarda le messe, il Papa o il vescovo può senza dubbio dare delle licenze per consentire a un prete la celebrazione di un numero di messe superiore a quello attuale;  diciamoci la verità: ci sono *** o persone alle quali della messa Domenicale non importa niente, anzi hanno fastidio che ci siano persone che sentono il bisogno di andare la Domenica alla Messa e che la Domenica vadano alla Messa.

Non ci dobbiamo tuttavia meravigliare di quello che sta accadendo, nel messaggio del 25 Luglio 2019 quello che sta avvenendo era stato in qualche modo preannunciato, ma le profezie, tutte le profezie, sono destinate a essere comprese dopo che si sono avverate

. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù. Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Egregio Etrusco, potrei sbagliarmi ma a me non risulta che in Italia sia permesso a una famiglia con minori di andare a occupare a sbafo un'abitazione privata altrui. I minori saranno consegnati a un istituto, i genitori dovranno rispondere di un grave reato. 

Sulla messa forse non mi sono spiegato bene. Io non ho nulla contro questo rito, a parte una certa avversione verso il ritualismo in generale e quello eccessivo e vistoso tipico del culto cattolico (i protestanti e altri sono assai più sobri). Tanto è vero che pur non essendo credente vado (andavo) a messa quasi tutte le domeniche con mia moglie ascoltando con interesse il Vangelo e l'omelia. Secondo me, l'esistenza si esaurisce in questo mondo (ma non escludo anzi spero che ce ne sia uno migliore), tuttavia ritengo che una vita cristiana e una pratica religiosa condotte con serietà siano un modo più che decente di stare al mondo e di trovare motivazioni per aiutare se stessi e gli altri. Ma qui il punto è un altro. In teoria ogni credente dovrebbe essere liberissimo di andare a messa anche rischiando di contagiarsi e di morire. D'altra parte non c'è vera fede senza sacrificio, senza una croce. Purtroppo nel triste frangente che attraversiamo questo diritto individuale del credente cozza con il principio costituzionale della tutela della salute pubblica. Chi si contagia durante un rito religioso collettivo (il rischio può essere ridotto non certo azzerato) può a sua volta contagiare altre persone e queste a loro volta altre ancora. Come ho scritto più volte, davanti a una pandemia come questa non siamo 7 miliardi di individui ma un unico grande organismo malato. I comportamenti sbagliati di un singolo mettono a rischio la salute di tutti. Per questo io ammiro mia moglie e tutti i cattolici praticanti come lei che hanno già responsabilmente deciso che riprenderanno la partecipazione alla messa in chiesa solo dopo la fine dell'epidemia. Come ho già scritto, ci sono alternative (tv, web, preghiera in famiglia) mentre non ci sono alternative alla spesa almeno settimanale per gli alimenti e altri generi di prima necessità. Io non di rado uscivo la mattina presto per comprare il giornale e fare colazione al bar. Mi spiace molto per i baristi, ma io non rimetterò piede in un bar prima del 2021. Idem per i ristoranti.  Quando ci sono alternative bisogna sfruttarle: la vita e la salute prima di tutto. E mi dispiace moltissimo per il mio barbiere, che è uno dei miei migliori amici, ma ho già prenotato presso un negozio che fa consegne a domicilio (mai su Amazon) un regolabarba elettrico più preciso di quello che avevo e un tagliacapelli di precisione della Braun. Barbieri e parrucchieri per forza di cose lavorano a meno di un metro: per almeno 6 mesi i capelli me li taglierà mia moglie e le mie figlie li taglieranno a lei. Il mio amico barbiere dovrà stringere la cinghia, ma ti assicuro che almeno 6 mesi li regge. Non morirà di fame. Gli esercenti che piangono miseria e pretendono aiuti dallo Stato quando hanno case e auto di lusso e corposi conti in banca mi fanno nausea

 Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Egregio Etrusco, potrei sbagliarmi ma a me non risulta che in Italia sia permesso a una famiglia con minori di andare a occupare a sbafo un'abitazione privata altrui. I minori saranno consegnati a un istituto, i genitori dovranno rispondere di un grave reato.

In uno stato serio dovrebbe essere così. ma se si leggono  i giornali nella cronache locale  si trovano quotidianamente notizie di case occupate da  Rom , da extracomunitari e anche da Italiani, gente che abbatte la porta di un appartamento, entra dentro, e se arriva la polizia la donna di turno mostra di essere incinta di avere con se due o tre bambini minorenni e a quel  punto nessuno la manda via; quanto al discorso della revoca della patria potestà e dei minori consegnati a un istituto dovrebbe essere così,  ma IN ITALIA NON ACCADE  ci sono purtroppo visioni ideologiche di parte che impediscono fare quello che sarebbe logico fare; tempo fa andò su tutti i giornali la notizia di un cardinale che era andato personalmente a riattaccare la corrente in un palazzo di Roma occupato, palazzo dove  all'interno  c'era anche una discoteca  ovviamente abusiva e che  ovviamente non pagava la corrente; non vorrei quindi che quando verrà consentito agli Italiani di rientrare nelle seconde case che sono ormai non presidiate da mesi, ci possano essere in molti casi delle sorprese : per quanto riguarda le chiese ci sono evidentemente delle incongruenze, si sta parlando di riaprire i musei ma non le chiese; forse che in un museo non ci si può contagiare mentre nelle chiese si? 

per quanto riguarda gli esercenti che piangono miseria e hanno case e auto di lusso  non credo che tutti  gli esercenti siano ricchi altrimenti non si spiegherebbe come anche prima del coronavirus ogni anno migliaia di negozi fallissero e  chiudessero (bisognerebbe parlare della concorrenza dei grandi magazzini,  della grande distribuzione e del commercio via internet ma il discorso si farebbe lungo)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dipende molto dai giornali che si leggono.

Certe notizie vengono ampliate per fini politici.

le forze dell'ordine poi, non possono lasciar occupare un appartamento privato perché una donna incinta con tre bambini sfonda una porta per occuparlo.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/4/2020 in 07:31 , ahaha.ha ha scritto:

Come tutte le attività commerciali anche loro hanno bisogno di aprire.

L'hanno trasformata in un attività commerciale...non è proprio quello che dovrebbe essere, ma si...non hai torto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/4/2020 in 10:03 , boxster2013 ha scritto:

MA FORSE ; SALVINI HA PRESO "LA CHIAMATA" UN PO TROPPO SERIAMENTE . 

Salvini-rosario-840x420.jpg

08-discorso-salvini.jpg

matteo-salvini-con-il-rosario-1159779.jpg

salvini-rosario.jpg

SALVINI  CI PARLASSE DEL TRIVULZIO. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma l'avete sentito ieri papa Francesco da Santa Marta? 

UMILTÀ E OBBEDIENZA ALLE DISPOSIZIONI!

Una bella, sonora, esplicita stoccata ai vescovi della CEI che avevano dato un pessimo esempio sia come cittadini insofferenti alle direttive del governo sia come pastori poco sensibili al diritto alla salute delle pecorelle. 

https://ilmanifesto.it/il-papa-sconfessa-i-vescovi-obbedire-alle-disposizioni/

La libertà di culto ovviamente qui non c'entra un tubo. L'hanno capito il papa, il premier e i cattolici seri. Non l'hanno capito i vescovi, i politicanti che usano la religione a fini politici o di propaganda (che  andrebbero scomunicati) e i tanti fondamentalisti cattolici che hanno sbagliato religione, che hanno capito poco del Vangelo e che farebbero molto meglio a convertirsi all'Islam. 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il sig Frizz che si converte all'islam? Naaaaaaaa!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

SALVINI  CI PARLASSE DEL TRIVULZIO. 

CERTAMENTE PER UN PARTITO CHE VORREBBE "SCALZARE" IL GOVERNO , SOSTITUENDOSI  A LORO

MOSTRANDO , POI LA SCARSA CAPACITA' ORGANIZZATIVA  , NELLE REGIONI GOVERNATE , MILIAIA DI MORTI

NELLE CASE DI RIPOSO , CHE SI POTEVANO EVITARE , NON DOVREMMO PERMETTERE DI GOVERNARE A POLITICI ,

L'ITALIA CHE SI "AFFIDANO"  ALLA RELIGIONE PER LE DECISIONI , PER UN POLITICO E' UN SEGNALE DI DEBOLEZZA .

CHE SI PAGA . O SI PAGHERA' IN FUTURO.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ma l'avete sentito ieri papa Francesco da Santa Marta? 

UMILTÀ E OBBEDIENZA ALLE DISPOSIZIONI!

Una bella, sonora, esplicita stoccata ai vescovi della CEI che avevano dato un pessimo esempio sia come cittadini insofferenti alle direttive del governo sia come pastori poco sensibili al diritto alla salute delle pecorelle. 

https://ilmanifesto.it/il-papa-sconfessa-i-vescovi-obbedire-alle-disposizioni/

La libertà di culto ovviamente qui non c'entra un tubo. L'hanno capito il papa, il premier e i cattolici seri. Non l'hanno capito i vescovi, i politicanti che usano la religione a fini politici o di propaganda (che  andrebbero scomunicati) e i tanti fondamentalisti cattolici che hanno sbagliato religione, che hanno capito poco del Vangelo e che farebbero molto meglio a convertirsi all'Islam. 

Il Papa ovviamente fa i ponti (il nome ponte-fice  significa questo)  e quindi invita ovviamente al rispetto delle leggi e delle istituzioni; parrebbe però che ci fosse stata una trattativa sulla riapertura delle chiese con precise norme da rispettare e poi qualche ministro all'interno del governo pare abbia affossato tutto  https://gloria.tv/post/si2Fr8mBRj7n3ufmM636Au89c

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963