Acclarata e solidificata l’incapacità di Wanda Giuseppi Conte ..


Con i virus in attesa di un vaccino si impara a convivere. Si pone sotto controllo la loro diffusione e la si limita. Nel nostro paese la stragrande maggioranza dei contagi da CV19 e dei decessi é avvenuta all'interno di Rsa e di ospedali. In queste strutture per imperizia ed impreparazione sono stati mandati al macello medici ed operatori sanitari, senza adeguate protezioni ed ***. Sono stati inseriti infettati tra anziani e malati per altre patologie ed é esplosa la pandemia. É stato autorizzato lo svolgimento di una partita, Atalanta Valencia con relativa movimentazione di migliaia di persone ad  inizio epidemia e guarda caso Bergamo e Valencia sono diventati due focolai del virus. Detto questo gli italiani hanno responsabilmente accettato restrizioni e sacrifici. Era lecito aspettarsi che durante la fase emergenziale il Presidente del Consiglio  che ha avocato a se poteri straordinari e a giudizio di molti costituzionalisti fuori misura, iniziasse a pianificare una strategia di uscita dall'emergenza che da sanitaria si sta trasformando in ecatombe economica, per un paese il nostro, giá in piena crisi. Tutto questo con l'avallo di molti italiani che paiono non cogliere la gravitá della situazione e continuano a giustificarne l'inadeguatezza. Gli italiani non hanno bisogno di paternali moraleggianti ma di una politica decidente. Regna invece sovrana approssimazione e disorganizzazione, in un rimpallo di responsabilitá tra regioni e Stato imbarazzante. Nessun piano per la viabilitá, nessuna traccia di mappature e tamponi diffusi, nessun progetto a lungo termine per salvare l'economia del paese. La scuola relegata a comparsa. Restrizioni esasperate ed immotivate. Chi pone questi problemi per gli adoratori di Vanda &C. é un irresponsabile untore che ha in odio la salute pubblica e persegue solo il profitto. Informo lor signori, di cui sarebbe interessante conoscere occupazione e fonti di  sostentamento, che le entrate di un paese normale provengono dalle imprese.  Che grazie alle loro tasse si finanziano servizi, (compresa la sanitá), pensioni e stipendi dei dipendenti pubblici.  Inoltre l'attivitá di chi fa impresa permette attraverso gli stipendi mensili ai dipendenti di garantire loro  pagamento di affitti, mutui, bollette ed istruzione per i loro figli, servizi. Bloccando il sistema produttivo questo circuito entra in crisi. A pagarne le spese come sempre i piú deboli ed esposti. Quindi smettetela con le prediche e le frasi fatte perché almeno che non usufruiate di lasciti o beni al di fuori del vostro stipendio mensile a breve sarete, saremo con le pezze al kulo. Vivi, sani,senza mascherine e guanti perché non avremo neppure i soldi per comprarle, con le case messe all'asta perché non avremo piú un lavoro e soldi per pagare il mutuo e senza niente da mettere nel piatto. Tutto questo mentre in Europa "ci guardano" e le aziende producono occupando le fette di mercato lasciate libere dalle nostre imprese bloccate. Ma noi che critichiamo siamo dei rompicoglioni catastrofisti...!!                   D.N.

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963