i nostri porti no n sicuri..ma le navi da "crociera" per la quarantena devono avere il wi-fi

Il 19 aprile, la De Micheli ha pubblicato un “avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse per il servizio di noleggio di unità navali battenti bandiera italiana e/o comunitaria, funzionali all’*** e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza relativa al rischio sanitario da agenti virali trasmissibili” Nell’allegato tecnico troviamo il costo: “Il corrispettivo complessivo stimato è pari a 1.199.250 euro, Iva esclusa, per i 30 giorni di esecuzione dell’appalto, di cui 900.000 euro, Iva esclusa., da corrispondersi a corpo, ed 299.250 euro, Iva esclusa, da corrispondersi a misura”. Il corrispettivo stimato riguarda un’unità navale che possa accogliere “285 persone, di cui 250 migranti, per un periodo di 30 giorni”. Stando a questi parametri, il costo della quarantena a bordo delle navi per singolo immigrato sarà di circa 200 euro al giorno (50.000 euro al giorno per i 250 immigrati). Al costo della locazione, bisogna aggiungere quelli relativi al personale sanitario e di sorveglianza impiegato a bordo, quelli relativi al trasbordo degli immigrati e alle possibili evacuazioni mediche d’urgenza e quelli connessi alla sicurezza intorno alla nave, nonché il corrispettivo dovuto alla Croce Rossa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

17 minuti fa, director12 ha scritto:

Il 19 aprile, la De Micheli ha pubblicato un “avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse per il servizio di noleggio di unità navali battenti bandiera italiana e/o comunitaria, funzionali all’*** e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza relativa al rischio sanitario da agenti virali trasmissibili” Nell’allegato tecnico troviamo il costo: “Il corrispettivo complessivo stimato è pari a 1.199.250 euro, Iva esclusa, per i 30 giorni di esecuzione dell’appalto, di cui 900.000 euro, Iva esclusa., da corrispondersi a corpo, ed 299.250 euro, Iva esclusa, da corrispondersi a misura”. Il corrispettivo stimato riguarda un’unità navale che possa accogliere “285 persone, di cui 250 migranti, per un periodo di 30 giorni”. Stando a questi parametri, il costo della quarantena a bordo delle navi per singolo immigrato sarà di circa 200 euro al giorno (50.000 euro al giorno per i 250 immigrati). Al costo della locazione, bisogna aggiungere quelli relativi al personale sanitario e di sorveglianza impiegato a bordo, quelli relativi al trasbordo degli immigrati e alle possibili evacuazioni mediche d’urgenza e quelli connessi alla sicurezza intorno alla nave, nonché il corrispettivo dovuto alla Croce Rossa.

Io su questo aspetto non avrei molti dubbi. Chiederei subito la consulenza di Toti.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/23/coronavirus-per-la-nave-ospedale-di-toti-a-genova-piu-di-un-milione-di-euro-a-carico-della-protezione-civile-un-posto-letto-sulla-terraferma-costa-fino-a-dieci-volte-di-meno-ecco-tutte-le-cifre-fi/5779400/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963