i rinci trulliti producono rinci trullate

Generalmente i rinci trulliti producono delle rinci trullate. - passo a verificare questo importante assioma. Prendiamo un ambiante aperto e ventilato, meglio ancora in presenza di una brezza salina di origine marina. A questo si aggiunge uno spontaneo irraggiamento solare diretto ed uno indiretto dovuto alla sabbia. Possibilità di sopravvivenza virus quasi zero. Ora creiamo delle zone quadrate chiuse da pareti in vetro plexiglas. Tralascio i fattori costi e cementazione al suolo, così pure il fatto di un sicuro abbattimento in caso di vento forte. In tal modo si verifica una situazione stagnante con rapido sviluppo virale. Da aggiungere che questi box si trasformerebbe in camini termici con temperature superiori a sessanta gradi. Vi è da aggiungere l'effetto lente specchio con quasi sicura concentrazione di riflessi luminosi e termici con lo sviluppo di incendi anche a distanza. Vi ricordate l'incendio delle navi nel porto di Siracusa. Durante a stagione turistica le attività di pulizia della spiaggia verrebbero impedite proprio dalla presenza di questi box. A fine stagione come e dove verrebbero riposti sia i box e sia le cordonate in cemento per fissarle al suolo, sono fattori non ancora analizzati. - in chiusura mi torna in mente un saggio proverbio – meglio non fare nulla che fare danni – 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

La proposta dei pannelli in plexiglas è assurda, resta irrisolto il modo di come possono essere gestire le spiagge; prima di tutto bisognerà vedere se sarà obbligatoria la mascherina sulle spiagge... anche quando uno fa il bagno?... poi bisogna distinguere fra spiagge libere e stabilimenti balneari, ci sono spiagge libere deserte dove il problema non esiste e spiagge libere super affollate dove non si sa bene chi e come dovrebbe controllare il distanziamento fra gli ombrelloni;   negli stabilimenti balneari i distanziamento degli ombrelloni avrà come conseguenza  il dimezzamento delle persone presenti negli stabilimenti e  i gestori degli stabilimenti per rientrare perlomeno in parte dei costi dovranno raddoppiare i prezzi; stesso problema per alberghi e pensioni, per ogni camera c'è un tavolino dove vengono serviti pasti e colazioni, se il numero dei tavolini si dimezza conseguentemente dovranno restare non affittate metà delle camere e quindi anche in questo caso raddoppio dei prezzi  poi ci sono gli appartamenti in affitto che potrebbero essere scelti da chi preferisce restare in famiglia e non rischiare  contagi nelle pensioni e negli alberghi, ma a ogni cambio dei villeggianti presenti  nell'appartamento il proprietario o l'agenzia che gestisce l'appartamento dovrà provvedere a sanificarlo contro il coronavirus  sempre che ci siano agenzie di pulizia attrezzate per farlo (immaginiamo al cambio di  settimana o di quindicina centinaia  di appartamenti che devono essere essere tutti sanificati nel giro di poche ore) e comunque anche in questo caso aumento dei costi e dei prezzi degli affitti.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/4/2020 in 11:31 , etrusco1900 ha scritto:

La proposta dei pannelli in plexiglas è assurda, resta irrisolto il modo di come possono essere gestire le spiagge; prima di tutto bisognerà vedere se sarà obbligatoria la mascherina sulle spiagge... anche quando uno fa il bagno?... poi bisogna distinguere fra spiagge libere e stabilimenti balneari, ci sono spiagge libere deserte dove il problema non esiste e spiagge libere super affollate dove non si sa bene chi e come dovrebbe controllare il distanziamento fra gli ombrelloni;   negli stabilimenti balneari i distanziamento degli ombrelloni avrà come conseguenza  il dimezzamento delle persone presenti negli stabilimenti e  i gestori degli stabilimenti per rientrare perlomeno in parte dei costi dovranno raddoppiare i prezzi; stesso problema per alberghi e pensioni, per ogni camera c'è un tavolino dove vengono serviti pasti e colazioni, se il numero dei tavolini si dimezza conseguentemente dovranno restare non affittate metà delle camere e quindi anche in questo caso raddoppio dei prezzi  poi ci sono gli appartamenti in affitto che potrebbero essere scelti da chi preferisce restare in famiglia e non rischiare  contagi nelle pensioni e negli alberghi, ma a ogni cambio dei villeggianti presenti  nell'appartamento il proprietario o l'agenzia che gestisce l'appartamento dovrà provvedere a sanificarlo contro il coronavirus  sempre che ci siano agenzie di pulizia attrezzate per farlo (immaginiamo al cambio di  settimana o di quindicina centinaia  di appartamenti che devono essere essere tutti sanificati nel giro di poche ore) e comunque anche in questo caso aumento dei costi e dei prezzi degli affitti.

pensare sempre e solo a fregare il prossimo è il male più grosso di noi italiani... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci penseranno i dieci milioni di uomini di colore che sono in Italia a far rispettare la distanza sociale tra i bagnanti come nei supermercati uguale come ti muovi arriva il negrone regolarizzato dalla ministra ti misura la febbre e se vuoi fare il bagno devi fare la fila , se ti lamenti sei razzista vergognati sei Italiano !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963