malasanita' napoli:ricoverato codice rosso muore

 Ricoverato in codice rosso, aspetta quattro ore per essere trasferito in un altro ospedale per l’esecuzione di una agioTac. Ore che sarebbero risultate fatali per un 23enne che, a Napoli, è morto il giorno dopo il ricovero.è sempre lo stesso ospedale dove si covavano i furbetti del cartellino; che provvedimenti ha preso la struttura nei loro confronti??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

purtroppo la malasanità nn ha regione anke se, bisogna riconoscerlo, in certe zone i disatri accadono + frequentemente di altre parti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli infermieri del Loreto Mare litigavano tra loro per ore su chi dovesse prendersi la briga di accompagnare sull'ambulanza per un esame urgentissimo quel ragazzo in codice rosso, e intanto quel ragazzo si aggravava e poi moriva, sfortunata vittima di malasanità più che di incidente stradale. L'unica piccola attenuante, non certo giustificazione, per quei dipendenti cialtroni che andrebbero licenziati in tronco, è che nel paese di Pulcinella (che non è solo Napoli ma l'Italia intera) gli infermieri sono come gli insegnanti: sono i più sottopagati d'Europa. Lo scorso febbraio lo stesso Loreto Mare, che era uno dei maggiori ospedali di Napoli, tra l'altro uno dei pochi vicini al centro della città, prima di essere privato negli ultimi tempi di posti letto e di attrezzature di vitale importanza, subiva una retata dei carabinieri degna di un'operazione anticamorra. Ma era solo un blitz antiassenteismo: 94 indagati, tra cui 6 dirigenti medici, 55 dipendenti agli arresti domiciliari ma con l'obbligo di coprire i loro turni di lavoro per non paralizzare l'intero nosocomio. In giugno un'anziana paziente, ricoverata al San Paolo con il corpo martoriato dalle piaghe e dalle ferite, rischiava di essere letteralmente divorata dalle formiche che a migliaia avevano invaso il suo letto, nell'indifferenza di medici e infermieri. Mentre il pronto soccorso del San Giovanni Bosco veniva invaso dagli scarafaggi. Ultimamente al Cardarelli, il più grande nosocomio del Sud, si è riaperta la vecchia piaga dei pazienti parcheggiati nei corridoi, sulle barelle o su brandine di fortuna, per mancanza di posti letto in corsia. Una piaga vergognosa, intollerabile nel 2017 in un paese civile, che i dirigenti sanitari, quelli che nel paese di Pulcinella sono i più profumatamente pagati d'Europa, i più corrotti, i più incapaci di gestire il denaro pubblico e i più ammanigliati con i politici, avevano più volte promesso di debellare una volta per sempre.

Ebbene, visto che la sanità in Campania funziona così bene, cosa decide di fare il nostro generoso (coi soldi nostri) governatore De Luca (Pd)? Da navigato mestierante approfitta del ferragosto per non dare nell'occhio (esattamente come il governo Gentiloni che sotto ferragosto ha riallacciato i rapporti diplomatici con il dittatore e torturatore Al Sisi) e "premia" con apposita delibera i manager delle Asl e delle aziende ospedaliere campane - manco a dirlo buoni amici suoi, chissà quante cenette insieme a base di "fritture di pesce" - con aumenti di stipendi tra i 20.000 e i 30.000 euro lordi l'anno. Ecco, questo è il governo del Pd della Campania e della Sanità campana che il precedente governatore, Stefano Caldoro, aveva provato a risanare sia sotto l'aspetto qualitativo che sotto quello economico (e io gliene avevo dato atto con un post nel vecchio forum). Un berlusconiano onesto e capace, rara avis, ma forse proprio per questo vittima di falsi e infamanti dossier fabbricati da un altro berlusconiano dell'epoca, oggi molto amico, guarda caso, del segretario del Pd. Che dire ancora su De Luca? Sbaglia di grosso chi lo considera un quasi innocuo incapace, un personaggio folcloristico, una barzelletta vivente. Questo qui è una iattura, è un familista spudorato, un amico degli abusivisti e dei parassiti, è una sciagura vivente per la Campania. Dire pubblicamente: "Bindi infame, da ucciderla" non è una battuta, è una frase che nei paesi seri e nei partiti seri e democratici troncherebbe la carriera di qualsiasi politico. Dire esplicitamente, senza pudori o scrupoli di sorta, a 300 sindaci della Campania: portate voti per il Si' al referendum con le vostre clientele, con i vostri amici della sanità privata e convenzionata con lo Stato, e con ogni altro mezzo incluse le "fritture di pesce", è una cosa che ai cittadini onesti della Campania fa vomitare e fa rimpiangere la peggiore Dc, quella dei Gava e degli Alfredo Vito (alias mister 100.000 preferenze). Nel 2018 i cittadini onesti della Campania voteranno in massa contro il Pd (come hanno già fatto il 4 dicembre) ma non sarà solo un voto contro l'incapace e bugiardo Renzi e contro i suoi amichetti e amichette (dal sindaco di Ercolano che portava gli immigrati di un centro d'accoglienza a votare Renzi alle primarie, alla candidata sindaca di Napoli che pagava la gente per votare per lei alle primarie e poi metteva in lista elettorale cittadini inconsapevoli), ma sarà anche un voto contro questo disastroso e vergognoso governatore che francamente, pur con tutti i nostri difetti, non meritiamo.  

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Gli infermieri del Loreto Mare litigavano tra loro per ore su chi dovesse prendersi la briga di accompagnare sull'ambulanza per un esame urgentissimo quel ragazzo in codice rosso, e intanto quel ragazzo si aggravava e poi moriva, sfortunata vittima di malasanità più che di incidente stradale. L'unica piccola attenuante, non certo giustificazione, per quei dipendenti cialtroni che andrebbero licenziati in tronco, è che nel paese di Pulcinella (che non è solo Napoli ma l'Italia intera) gli infermieri sono come gli insegnanti: sono i più sottopagati d'Europa. Lo scorso febbraio lo stesso Loreto Mare, che era uno dei maggiori ospedali di Napoli, tra l'altro uno dei pochi vicini al centro della città, prima di essere privato negli ultimi tempi di posti letto e di attrezzature di vitale importanza, subiva una retata dei carabinieri degna di un'operazione anticamorra. Ma era solo un blitz antiassenteismo: 94 indagati, tra cui 6 dirigenti medici, 55 dipendenti agli arresti domiciliari ma con l'obbligo di coprire i loro turni di lavoro per non paralizzare l'intero nosocomio. In giugno un'anziana paziente, ricoverata al San Paolo con il corpo martoriato dalle piaghe e dalle ferite, rischiava di essere letteralmente divorata dalle formiche che a migliaia avevano invaso il suo letto, nell'indifferenza di medici e infermieri. Mentre il pronto soccorso del San Giovanni Bosco veniva invaso dagli scarafaggi. Ultimamente al Cardarelli, il più grande nosocomio del Sud, si è riaperta la vecchia piaga dei pazienti parcheggiati nei corridoi, sulle barelle o su brandine di fortuna, per mancanza di posti letto in corsia. Una piaga vergognosa, intollerabile nel 2017 in un paese civile, che i dirigenti sanitari, quelli che nel paese di Pulcinella sono i più profumatamente pagati d'Europa, i più corrotti, i più incapaci di gestire il denaro pubblico e i più ammanigliati con i politici, avevano più volte promesso di debellare una volta per sempre.

Ebbene, visto che la sanità in Campania funziona così bene, cosa decide di fare il nostro generoso (coi soldi nostri) governatore De Luca (Pd)? Da navigato mestierante approfitta del ferragosto per non dare nell'occhio (esattamente come il governo Gentiloni che sotto ferragosto ha riallacciato i rapporti diplomatici con il dittatore e torturatore Al Sisi) e "premia" con apposita delibera i manager delle Asl e delle aziende ospedaliere campane - manco a dirlo buoni amici suoi, chissà quante cenette insieme a base di "fritture di pesce" - con aumenti di stipendi tra i 20.000 e i 30.000 euro lordi l'anno. Ecco, questo è il governo del Pd della Campania e della Sanità campana che il precedente governatore, Stefano Caldoro, aveva provato a risanare sia sotto l'aspetto qualitativo che sotto quello economico (e io gliene avevo dato atto con un post nel vecchio forum). Un berlusconiano onesto e capace, rara avis, ma forse proprio per questo vittima di falsi e infamanti dossier fabbricati da un altro berlusconiano dell'epoca, oggi molto amico, guarda caso, del segretario del Pd. Che dire ancora su De Luca? Sbaglia di grosso chi lo considera un quasi innocuo incapace, un personaggio folcloristico, una barzelletta vivente. Questo qui è una iattura, è un familista spudorato, un amico degli abusivisti e dei parassiti, è una sciagura vivente per la Campania. Dire pubblicamente: "Bindi infame, da ucciderla" non è una battuta, è una frase che nei paesi seri e nei partiti seri e democratici troncherebbe la carriera di qualsiasi politico. Dire esplicitamente, senza pudori o scrupoli di sorta, a 300 sindaci della Campania: portate voti per il Si' al referendum con le vostre clientele, con i vostri amici della sanità privata e convenzionata con lo Stato, e con ogni altro mezzo incluse le "fritture di pesce", è una cosa che ai cittadini onesti della Campania fa vomitare e fa rimpiangere la peggiore Dc, quella dei Gava e degli Alfredo Vito (alias mister 100.000 preferenze). Nel 2018 i cittadini onesti della Campania voteranno in massa contro il Pd (come hanno già fatto il 4 dicembre) ma non sarà solo un voto contro l'incapace e bugiardo Renzi e contro i suoi amichetti e amichette (dal sindaco di Ercolano che portava gli immigrati di un centro d'accoglienza a votare Renzi alle primarie, alla candidata sindaca di Napoli che pagava la gente per votare per lei alle primarie e poi metteva in lista elettorale cittadini inconsapevoli), ma sarà anche un voto contro questo disastroso e vergognoso governatore che francamente, pur con tutti i nostri difetti, non meritiamo.  

 

Li sapevo , lo sapevo che il Cazzaro Napoletano , alla fine del la sua digressione avrebbe dato la colpa dell'episodio di malasanità al Governstore della  Campania De Luca . Quando uno e' una mer da oltre che uno ***.lo , lo rimane per sempre. Mer .da e ***.lo !! Quanto poi all'aumento dei compensi dei manager , uno dei motivi dei tanti casi di malasanità in Campania ero proprio quello che mancavano manager di qualità e preparati. La Campania era la regione dove c'erano gli stipendi dei manager più bassi d'Italia e se vuoi i migliori devi pagarli a prezzo di mercato . Non puoi avere Hyguain e pagarlo meno di un centravanti di serie B. Diffidate del Bufalaro Fosforo ora anche pexxo di mer da e ***.lo . Con quelli come lui al potere l'Italia diventerebbe come il Venezuela in pochi mesi . Quanto alle prossime elezioni vedremo come andranno a finire . Fossi nel Cazzaro ***. Lo andrei più cauto 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo di allegare questo illuminante articolo del Fatto Quotidiano, no pardon, l'articolo è di Repubblica, che può a dare a chi non vive in Campania una idea approssimativa di come funziona il pernicioso e vergognoso "sistema De Luca", di come vengono tartassati i cittadini campani con i superticket per avere in cambio una sanità a livello di Terzo mondo, e delle ragioni per cui il gigantesco debito pubblico nazionale continua crescere (nuovo record in giugno: 2281 miliardi).

Leggete attentamente e non vomitate, ma meditate e soprattutto memorizzate per quando sarete nella cabina elettorale. Ora basta! Questi sconci devono finire, questi sono peggio della peggiore Dc e della peggiore Forza Italia: alle elezioni il Pd, parafrasando De Luca sulla Bindi, deve morire.

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/08/18/news/de_luca-173270434/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Dimenticavo di allegare questo illuminante articolo del Fatto Quotidiano, no pardon, l'articolo è di Repubblica, che può a dare a chi non vive in Campania una idea approssimativa di come funziona il pernicioso e vergognoso "sistema De Luca", di come vengono tartassati i cittadini campani con i superticket per avere in cambio una sanità a livello di Terzo mondo, e delle ragioni per cui il gigantesco debito pubblico nazionale continua crescere (nuovo record in giugno: 2281 miliardi).

Leggete attentamente e non vomitate, ma meditate e soprattutto memorizzate per quando sarete nella cabina elettorale. Ora basta! Questi sconci devono finire, questi sono peggio della peggiore Dc e della peggiore Forza Italia: alle elezioni il Pd, parafrasando De Luca sulla Bindi, deve morire.

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/08/18/news/de_luca-173270434/

Ahahahaha , il Cazzaro ha i nervi a pezzi !! Ne dice di cotte e di crude di De Luca , considerato forse il miglior amministratore italiano , ne paventa essere responsabile di reati e  reati e la  Magistratura lo assolve continuamente per non aver commesso il fatto . Ahahahaha , poveraccio come vivi di mer.da , Bufalaro . Hai fatto scorte di Maalox ?? No , vero ?? Allora prega le tue donne quando vanno a fare shopping mentre pulisci il cesso di casa di approvigionartene un abbondante quantità . Idio ta !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Dimenticavo di allegare questo illuminante articolo del Fatto Quotidiano, no pardon, l'articolo è di Repubblica, che può a dare a chi non vive in Campania una idea approssimativa di come funziona il pernicioso e vergognoso "sistema De Luca", di come vengono tartassati i cittadini campani con i superticket per avere in cambio una sanità a livello di Terzo mondo, e delle ragioni per cui il gigantesco debito pubblico nazionale continua crescere (nuovo record in giugno: 2281 miliardi).

Leggete attentamente e non vomitate, ma meditate e soprattutto memorizzate per quando sarete nella cabina elettorale. Ora basta! Questi sconci devono finire, questi sono peggio della peggiore Dc e della peggiore Forza Italia: alle elezioni il Pd, parafrasando De Luca sulla Bindi, deve morire.

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/08/18/news/de_luca-173270434/

Cosa cazxo c'entra De Luca in quel triste episodio di malasanita' a Napoli, solo il Cazzaro Fosforo lo sa !! La solita è vomitevole campagna denigratoria contro un valido amministratore che ha solo una colpa . Essere del PD. Basta solo quello ed avanza per far vomitare a frustrato Napoletano i soliti taglio al cielo spinto ed accecato da un irrefrenabile odio personale verso tuttocio' che ha a che fare con il PD. La solita solfa anti PD !! Invece qui vi sono delle precise responsabilità personali ed individuali antico retaggio di un Sud che e' rimasto al 1800, degli amministrativi che se ne ***.no, qui, dove non c'è un angiografo e i medici si insultano tra loro, senza collaborazione, e idem per gli infermieri!!!!
I peggiori disastri in sanità avvengono quando il capo, il direttore di un reparto, è un incapace la cui autorità non è riconosciuta, oppure è un facente funzioni, incarico instabile, e quindi non può comandare. Ed e' la classica sceneggiata di Meroliana memoria dove tutti si atteggiano a vittime dove il "Ue guaglio' vaccinne tu a fatiga". Ed allora arriva un grande De Luca che capisce che per uscire da questo circolo vizioso , per portare la sanità campana almeno a livello sufficiente , ci vogliono amministratori e manager preparati e di livello . Gente che conosce il suo mestiere e da come riorganizzare il tutto per impedire che quelli che vi sono ora ,Messi lì per fare numero da qualche potentato locale ma inetti ed incapaci, vengano spazzati via . Ci vuole gente competente e soprattutto che non sia legata al malaffare territoriale e non guardi in faccia a nessuno . Che se ne "fot.te" dei Cazzari e Bufalari abili solo a denigrare ed ad un proporre un cazxo. Ma questi nuovi manager hanno un costo di mercato . Vanno pagati di più di quelli inetti che c'erano prima e che sono i veri responsabili se il Sud e la Campania , sono maglia nera anche in questo campo . Costano di più ma si ripagheranno con l'efficienza , con una ristrutturazione ad ampio raggio , dove finalmente chi e' stipendiato per fare professionalmente il proprio lavoro , inizi a farlo oppure pedata nel Ku.lo o a casa ad ingrossare le fila degli adepti del Cazzaro Fosforo. Vai De Luca !! La parte sana e seria dei napoletani e dei campani sani e seri sta con te e non con gli odiatori e pexxi di mer da come il Cazzaro Fosforo. Saluti 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963