Italia, agosto 2037

Italia, agosto 2037, una estate secca e torrida per i mutamenti climatici, da far rimpiangere ai meno giovani l'estate di fuoco di 20 anni prima. In compenso gli italiani si consolano con il magnifico boom economico della nazione (crescita del PIL al 18%, piena occupazione) che ai molti ultranovantenni ancora in vita (la vita media si è allungata sopra i 90 anni nonostante la legge Fornero) ricorda quello degli anni '50 e '60 del XX secolo. Questo sorprendente boom dell'Italia è legato alle formidabili innovazioni tecnologiche introdotte nei campi della green economy, dell'intelligenza artificiale e della guida autonoma (queste ultime abilmente valorizzate dai cinesi proprietari della ex Fiat) da un gruppo di giovani e geniali "cervelli di ritorno" (i figli dei cervelli messi in fuga e dileggiati da un incapace ministro del Lavoro degli anni '10, tale Poletti). Grazie a questi geni italiani del XXI secolo l'umanità si libera una volta per sempre del carbone e degli idrocarburi, la concentrazione dei gas serra in atmosfera ricomincia a scendere e le esportazioni italiane letteralmente volano. Nel caldo e nell'euforia generale pochissimi notano su FB il post di un ex politucolo da tempo caduto nel dimenticatoio, che a 60 anni suonati e perduto il suo grigio impiego presso Jp Morgan (i cui dirigenti sono stati tutti arrestati per bancarotta e corruzione di politici), ammazza il tempo in attesa della pensione (che per lui scatterà a 85 anni) smanettando su un vecchio pc recuperato da un deposito di via del Nazareno (un tempo sede di un partito politico ormai disciolto). Ecco il testo del post, annotato appena in tempo da uno studente che sta preparando una tesi in storia e da un altro che prepara una tesi in psichiatria:

“Il tempo è galantuomo: basta saper aspettare. Oggi i dati Istat ci dicono che la strategia di questi anni produce risultati. Flessibilità, non austerity. Giù le tasse a ceto medio e imprese che investono. Scommettere sulla crescita, non sul declino. I risultati arrivano, il tempo è davvero galantuomo. Il passato è passato, la realtà ha smentito i gufi, la verità non si cambia con le fake news. Ma noi oggi, proprio oggi, noi non possiamo permetterci di guardarci indietro. Non possiamo, amici. Dobbiamo guardare davvero avanti”.

Dicevo annotato appena in tempo perché il sistema di intelligenza artificiale di Facebook versione 12.0  ha riconosciuto l'utente (noto e storico panzanaro), ha rilevato il carattere obsolescente, ingannevole e delirante del post e ha provveduto dopo pochi minuti alla cancellazione automatica.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

    Quello sopra e'quello che scrive il mito del Cazzaro Fosforo circa il Codice Minniti . Minniti ha una colpa per il sinistrorso al caviale Montanari , idolo , lo ripeto , del Cazzaro Partenopeo : Fa parte del PD ed e' un Renziano . Per Tomasino e Fosforuccio , andrebbe preso a calci in nome e per cosa non si sa . Va preso a calci nel ku.lo solo perché e' del PD. Bene bene bene . Chiedo : notate nelle parole di Tomasino una proposta alternativa ? Qualcosa di condivisibile degna di un confronto? Qualcosa che possa solo avvicinarsi ad una auspicabile soluzione del problema ? No , vero ? E' la solita sx sx sx che dal dopoguerra chiacchiera e basta , teorizza ma non conclude un cazxo , si trincera dietro i soliti No che alla fine fa vincere le destre . Quelle vere , i razzisti , ii fascisti vecchi e nuovi . Stambecille di Montanari , al pari del Cazzaro Fosforo , e' pure orgoglioso perché secondo i 2 emeriti co@lioni hanno contribuito , a sx , di aver inferto una legnata al Caudillo Renzi con un referendum del fucembre scorso . Peccato che si dimenticano di dirci che hanno raggiunto il grandioso risultato del 59% alleandosi con Salvini , Grillo , là Meloni , Berlusconi , Forza Nuova e Casa Pound . Eh sì , c'è proprio da essere orgogliosi !! Adesso , però , vi spiego da dove nasce l'odio , il rancore e li schifo che Montanari nutre verso Renzi , ma prima alcuni cenni di cronaca di chi sia l'esimio novello Marx della sx sx sx . Nasce a Firenze e frequenta le stesse scuole di Renzi di cui e' quasi coetaneo . Non brilla in niente come critico d'arte e anche come Profesore associato potremmo considerarlo uno dei tantissimi .  Scrive qualche librettinon paragonabile ai Bignami e di distingue per una possibile vendita tramite internet . E', però , un grande ambizioso , un tipo alla " Lei non sa chi sono io ". Invece in Toscana , soprattutto tra Pisa e  Firenze lì sanno bene chi e' !! Lo sanno talmente bene che viene etichettato come Mr. Apericena . Ogni fine settimana , dopo essersi informato sul meno , decideva quale salotto frequentare. L'importante era che ci fossero tartine al caviale , culatello di zibello , si pasteggiasse a Chianti d'annata e si terminasse con champagne Krug riserva e lui era lì . Era lì , in quei salotti , dove con il bicchiere in mano , si parlasse di lotta di classe , operai sfruttati , rivoluzione , ma , soprattutto , affinché qualche personaggio in vista di quell'amniente potesse sponsorizzarlo verso Renzi affinché potesse tramutare il suo sogno in realtà . Il suo sogno era quello di diventare  Direttore degli Uffizi . Viveva per quello e sapeva che nel 2015, al vecchio Direttore , Antonio Natali , sarebbe scaduto il mandato ed avrebbe dovuto essere sostituito . Ergo : in quel periodo , Tomasuccio Montanari , niente dice contro il PD e tantomeno contro Renzi . Anzi apprezza la virtù e la verve del suo concittadino , fa qualche capatina alla Leopolda e , nel frattempo , continua a frequentare ed ad ingrufiarsi di cibo di qualità nei salotti toscani . Purtroppo il suo sogno viene infranto nel settembre 2015 quando il Minustro Franceschini nomina Durettore degli Uffizi Elke Smhidt , tedesco , con un curriculum 1000 volte superiore a quello di Tomasino . Ecco che nel mediocre professorino su scatena l'odio verso Renzi secondo lui il vero colpevole della sua trombatu.ra . Rancore e scki.fo ( toh , proprio come quello del Cazzaro Fosforo ) . Smette gi frequentare quei salotti ed incomincia a preferire quelli Romani , strizza l'occhio al M5S dove rischia di diventarne assessore nel governo Raggi a Roma . Si batte come un leone sbufaleggiando ( toh, come il Cazzaro Fosforo ) contro Renzi in qualsiasi consesso e' possibile ( toh , come fa il Cazzaro Partenopeo con il suo barbiere , pizzaiolo e cassiera del cinema ). Questo e' la persona a cui Il Bufalaro Partenopeo vorrebbe affidare il Paese . Tranquilli , il Cazzaro porta male ed ultimamente alle precedenti elezioni politiche si e' schierato , nell'ordine , con Di Pietro , Ingroia e Tsipras . Tutti scomparsi con percentuali da prefisso telefonico . Succederà anche con Tomasino Montanari . Saluti e buon Ferragosto . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963