La viceministra guarita dal virus:"E' stata una battaglia durissima"

Anna Ascani, viceministro dell'Istruzione, racconta la sua battaglia col virus: "Sì, ho avuto paura. Specie la notte, quando senti ancora di più il peso dell'isolamento. Dormivo con il saturimetro al dito: era la mia coperta di Linus, che mi dava sicurezza sul livello di ossigeno nel sangue. È stata una battaglia durissima. Il 14 marzo, stavo male da due giorni e il tampone ha confermato il contagio. All'inizio avevo solo un pò di febbre, che poi è salita fino a 39 e non andava giù. Poi sono arrivati dolori alle ossa e alla schiena. Sentivo in particolare la pressione sul petto. Il mio terrore era finire in ospedale. Soffro di asma fin da bambina. Sono fortunata, mio fratello Andrea vive accanto a me e mi ha fatto da infermiere a distanza, il suo affetto è impagabile, mi lasciava la spesa fuori. Poi cucinavo io, soprattutto carne. Non me lo diceva il dottore ma come sempre ho seguito i consigli di mia madre, anche se non avevano a che fare con la soluzione del problema.Mi sono arrivati molti messaggi dall'opposizione e da tutto il governo. C'è stata una valanga di affetto. È stato fondamentale, perché il brutto di questo virus è che bisogna combatterlo da soli."
Si è vero si è da soli purtroppo, Felice che ne sia uscita da questa dura provaCoronavirus, Anna Ascani (Pd) dopo il tampone positivo: "Grazie al ...

https://www.ilmattino.it/primopiano/politica/anna_ascani_viceministro_coronavirus_ultime_notizie_oggi_14_aprile_2020-5169948.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963