Coronavirus, l’Oms: “Isolare a forza i contagiati dalle loro famiglie”

questi non stanno bene

 

Washington, 8 apr – La settimana scorsa il dottor Mike Ryan, direttore esecutivo dell’Oms, ha annunciato che in risposa al veloce diffondersi del virus, le autorità potrebbero essere autorizzate a entrare dentro casa delle famiglie e a portare via i contagiati.

 
 

Ryan (Oms): “Prelevare e isolare i malati”

Lo riferisce il canale Fox News, che riporta un intervento dello stesso Ryan: “A causa del lockdown, nella maggior parte dei Paesi, la trasmissione del virus ora avviene in casa” dichiara il rappresentante dell’Oms. “Il contagio avviene in famiglia. In un certo senso, il contagio è stato tolto dalle strade e messo a forza nelle famiglie. Adesso dobbiamo andare da questa famiglie e rimuovere fisicamente chi potrebbe essere ammalato, per isolarlo in maniera sicura e dignitosa”. Anche il commentatore di Fox News appare sconcertato dalle dichiarazioni di Ryan: “Quindi, in pratica, ci stanno minacciando di venire a prendere i nostri figli anche se “in maniera sicura e dignitosa”“, dice il conduttore.

L’ira di Trump verso l’Oms

In sovraimpressione, per tutto il corso del servizio, Fox News manda foto del quarto emendamento della costituzione americana, quello ciò che tutela i cittadini Usa da “perquisizioni, arresti e confische irragionevoli”. Non da ultimo, Fox manda in onda una citazione di Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d’America: “Coloro che sacrificano la libertà per una temporanea sicurezza non meritano né la libertà né la sicurezza”. Come è noto, Fox News è un’emittente molto vicina alla Casa Bianca e proprio ieri il presidente Usa Donald Trump ha accusato l’Oms di essere stata “filocinese” nella gestione dell’emergenza da coronavirus, minacciando l’organizzazione di tagliare i fondi che provengono dal governo.

Ilaria Paoletti

 

https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/coronavirus-loms-isolare-a-forza-i-contagiati-dalle-loro-famiglie-152550/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

22 ore fa, fabrizio7dgl6 ha scritto:

Washington, 8 apr – La settimana scorsa il dottor Mike Ryan, direttore esecutivo dell’Oms, ha annunciato che in risposa al veloce diffondersi del virus, le autorità potrebbero essere autorizzate a entrare dentro casa delle famiglie e a portare via i contagiati.

…. I contagiati , i positivi, ecc, dovrebbero essere isolati dal resto della famiglia ,che non ha sintomi, fino a guarigione completa dell' ammalato ,  se si parla di qualche caso si può isolarli completamente,  quando invece si comincia a parlare di es. di 100 200 300 mila casi dove si possono sistemare tutte quelle persone ….. il dott. Mike non lo dice. 

entrare dentro casa bisogna valutare il caso … se un tizio vive da solo e non ha la forza di alzarsi dal letto … in qualche modo se possibile va aiutato . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Guardate il  filmato presente in questo articolo e dite cosa ne pensate  la  malata che parla è una consigliera comunale di un comune della Toscana colpita dal virus

https://www.quinewsvolterra.it/video/volterra-familiari-in-casa-col-positivo-ci-ammaliamo-rossella-cambi-coronavirus-covid-positivo-emergenza-video

 

In passato la regione Toscana aveva imboccato la strada del depotenziamento   dei piccoli ospedali con diminuzione dei posti letto e dei reparti e adesso ci sono comitati che chiedono che la regione faccia marcia indietro e riveda le sue posizioni 

https://it-it.facebook.com/gazzettavolterra/videos/579304939602460/

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

In passato la regione Toscana aveva imboccato la strada del depotenziamento   dei piccoli ospedali con diminuzione dei posti letto e dei reparti e adesso ci sono comitati che chiedono che la regione faccia marcia indietro e riveda le sue posizioni 

https://it-it.facebook.com/gazzettavolterra/videos/579304939602460/

 

 

La Vicenda è arrivata a anche a "striscia la notizia"    https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/volterra-e-l-ospedale-senza-terapia-intensiva_67013.shtml  ma la risposta che è stata fornita dalla ASL non sembrerebbe andare nella direzione di quanto richiesto dai sindaci della zona

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Servono medicine specifiche , cure adatte allo scopo ed efficaci .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Servono medicine specifiche , cure adatte allo scopo ed efficaci .

medicine specifiche non ci sono, stanno tentando di usare farmaci usati in passato per curare altre malattie nella speranza che funzionino; quanto ai vaccini pare che il virus muti frequentemente e che attualmente ci siano nel mondo  ben cinque varianti del virus, quindi al momento sarebbero necessari ben cinque vaccini differenti; potrebbe  accadere quello che avviene con i vaccini contro l'influenza, vaccini che generalmente  funzionano poco  perché prodotti sulla base dei virus che viaggiavano nell'inverno precedente e che hanno poca efficacia nei confronti di nuovi ceppi influenzali; inoltre non si sa se il coronavirus produca immunità in chi ne è colpito e guarito e quanto tempo duri questa immunità, non sappiamo neppure se  nei pazienti guariti  il virus scompaia da quell'organismo o se invece rimanga nascosto da qualche parte nell'organismo  come fa, per esempio, il virus della varicella che rimane nascosto per anni  nell'organismo di chi ne è stato colpito e produce a distanza di anni il cosiddetto  fuoco di sant'Antonio 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi il covid potrebbe produrre dei retovirus .... possibilissimo  attualmente mi è giunta notizia che stanno sperimentando del plasma sanguigno ottenuto da pazienti già guariti , penso però che si dovrà aspettare ancora per ottenere qualche risultato valido ... poi sembra sia partita questa sperimentazione dei farmaci ... ma secondo me altro non è che testare nuovamente tutti i farmaci che conosciamo su questo virus ... E comunque è un dramma vivere o convivere con uno o due famigliari ammalati la soluzione sarebbe separare i sani dai contagiati ma come si fa ? anche costruendo o aprendo un nuovo ospedale poi alla fine ci vuole il personale qualificato e quello affinchè  sia preparato ci vogliono anni ... 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, mylord611 ha scritto:

alla fine ci vuole il personale qualificato e quello affinchè  sia preparato ci vogliono anni ... 

Un vecchio detto romano diceva: "se vuoi la pace prepara la guerra"  quello che i romani intendevano in termini militari lo possiamo oggi  intendere anche in senso "civile"  a certe cose bisogna  ..."bisognava"  pensarci prima, si viveva nel "quotidiano"  si sapeva che statisticamente ci sarebbero  stati un certo numero di ricoveri per appendicite,  ernie, cataratte, tumori e le strutture ospedaliere erano strutturate per supportare quei dati statistici , si erano ridotti i posti letto, il numero dei medici e degli infermieri, non c'era nessun piano "B" che prevedesse quello che è accaduto. è come quello che succede con le autostrade, sono studiate e strutturate per il traffico medio e quando si arriva a Natale o a Ferragosto vanno in Tilt perché non sono in grado di reggere le punte top del traffico, con la sanità è la stessa cosa , non erano previste scorte strategiche di mascherine,di respiratori, di strutture di quarantena   da usare come emergenza, si pensava che  cose come le pestilenze appartenessero al medioevo, la febbre spagnola apparteneva al secolo scorso, oggi eravamo moderni  padroni del nostro destino e al di sopra di tutto.. eppure le notizie che arrivavano sulla febbre ebola avrebbe dovuto farci  riflettere.. ma si sa , con il senno di poi siamo tutti profeti...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi il covid potrebbe produrre dei retovirus .... possibilissimo  attualmente mi è giunta notizia che stanno sperimentando del plasma sanguigno ottenuto da pazienti già guariti , penso però che si dovrà aspettare ancora per ottenere qualche risultato valido ... poi sembra sia partita questa sperimentazione dei farmaci ... ma secondo me altro non è che testare nuovamente tutti i farmaci che conosciamo su questo virus ... E comunque è un dramma vivere o convivere con uno o due famigliari ammalati la soluzione sarebbe separare i sani dai contagiati ma come si fa ? anche costruendo o aprendo un nuovo ospedale poi alla fine ci vuole il personale qualificato e quello affinchè  sia preparato ci vogliono anni ... 

38 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Un vecchio detto romano diceva: "se vuoi la pace prepara la guerra"  quello che i romani intendevano in termini militari lo possiamo oggi  intendere anche in senso "civile"  a certe cose bisogna  ..."bisognava"  pensarci prima, si viveva nel "quotidiano"  si sapeva che statisticamente ci sarebbero  stati un certo numero di ricoveri per appendicite,  ernie, cataratte, tumori e le strutture ospedaliere erano strutturate per supportare quei dati statistici , si erano ridotti i posti letto, il numero dei medici e degli infermieri, non c'era nessun piano "B" che prevedesse quello che è accaduto. è come quello che succede con le autostrade, sono studiate e strutturate per il traffico medio e quando si arriva a Natale o a Ferragosto vanno in Tilt perché non sono in grado di reggere le punte top del traffico, con la sanità è la stessa cosa , non erano previste scorte strategiche di mascherine,di respiratori, di strutture di quarantena   da usare come emergenza, si pensava che  cose come le pestilenze appartenessero al medioevo, la febbre spagnola apparteneva al secolo scorso, oggi eravamo moderni  padroni del nostro destino e al di sopra di tutto.. eppure le notizie che arrivavano sulla febbre ebola avrebbe dovuto farci  riflettere.. ma si sa , con il senno di poi siamo tutti profeti...

Già ebola , sars, n1h1 ,aviaria, vi sono poi virus che attaccano anche i vegetali ..... Furono usati deliberatamente anni fa (se non ricordo male l'Austalia) per disboscare aree verdi paludose dove era difficile entrarvi con le macchine ... una volta bonificata la palude con la piantumazione di alberi questa successivamente andava disboscata e per accelerare i tempi ... far morire solamente quel tipo di albero ... Già col senno di poi ... si sa tutto ... Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963