Quindi,passiamo al piatto tipico

Pasta al forno con ragu' d'agnello e burrata

500 g di pasta formato anelli siciliani o maccheroncini; 500 g di polpa d’agnello macinata; 500 g di polpa di pomodoro; 1 burrata da 400 g; 100 g di parmigiano grattugiato; 100 g di pecorino grattugiato; 100 g di pangrattato; 1 cipolla; 1/2 bicchiere di vino rosso aglianico; olio extravergine d’oliva; 1 mazzetto di timo fresco; basilico; sale; pepe nero.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata per metà del tempo di cottura previsto sulla confezione.

Nel frattempo preparare il sugo: in un tegame far dorare la cipolla tritata con due cucchiai d’olio, unire la carne di agnello e rosolare a fuoco vivo per qualche minuto. Sfumare con il vino rosso, lasciar evaporare e unire la polpa di pomodoro.

Cuocere per 10 minuti, salare e pepare e unire qualche fogliolina di timo. Scolare la pasta e condirla con il ragù. Ricavare tutto il ripieno della burrata e tenerlo da parte, tagliare a cubetti la parte esterna e unirla alla pasta insieme al pecorino e al parmigiano (lasciarne da parte due cucchiai).

Ungere d’olio uno stampo grande o degli stampini d’alluminio o di ceramica e spolverare con il pangrattato. Riempire a tre quarti dal bordo con la pasta unire una cucchiaiata di burrata per stampino (stenderla uniformemente in uno strato per il timballo unico) e qualche fogliolina di timo.

Coprire con una foglia di basilico e completare con altra pasta. Spolverare con pangrattato e parmigiano e finire con un filo d’olio. Continuare la cottura in forno per 10 minuti. Servire la pasta calda o tiepida.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Inviata (modificato)

Ricetta molto interessante, di che regione è? 

Propongo qui un piatto molto più semplice, il capretto alla napoletana (in alternativa va benissimo anche l'agnello, e perfino il petto di pollo o di tacchino se non siamo a Pasqua).

Disosso e sgrasso con cura circa 1,5 kg di capretto, o quanto basta per ricavarne almeno 500 grammi di polpa magra (per 4 persone). La faccio marinare un'ora nel vino bianco con aglio tritato, rosmarino, sale e pepe. Trito finemente una grossa cipolla (o due medie) e la soffriggo in olio evo (4 cucchiai). Sgocciolo la carne e la taglio a pezzettini (1-2 cm). Li aggiungo alla cipolla appena comincia a imbiondire e rosolo delicatamente, poi abbasso la fiamma e aggiungo un mestolo o due di acqua calda e sale q.b. Lascio cuocere almeno una mezz'ora o q.b. per intenerire la carne e quasi asciugare il sugo. Dopo di che aggiungo una confezione da 4 etti di piselli surgelati Findus (ottimi e più pratici di quelli freschi), uso quelli medi, evito i finissimi. Da parte batto 4 uova con 60 gr. di parmigiano, un pizzico di sale e uno di pepe. Quando i piselli sono quasi cotti aggiungo le uova con il formaggio mescolando velocemente affinché l'uovo si rapprenda in modo uniforme. Quando tutto l'uovo si è ben rappreso spremo mezzo limone, elimino i semi, mescolo e servo ben caldo. Suggerisco un rosso di Gragnano.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963