Questa volta il Capitano Volante è stato battuto sul tempo.

Certe volte è questione di un attimo e il Capitano Volante non ce l'ha fatta.

Ovviamente Giorgia si rende utile sempre un attimo dopo i disastri e mai un minuto prima ma, dopo aver votato si alla Fornero, si al taglio alla scuola, si al taglio della sanità col Governo Monti, si alla nipote di Mubarak, si entusiastico a qualunque cosa proposta da Monti (salvo poi dire che non ha mai conosciuto Monti), non c'è da meravigliarsi. L'unica cosa che crea meraviglia è la velocità supersonica con cui ha preceduto l'equipe formata da Capitano Volante, dal Capitano Citofonista, dal Capitano Religioso.

Dopo di che, ovviamente, non è che se l'è presa contro chi ha fatto i controlli e ha detto che andava tutto bene...quando mai.

NB; Bolt non si è ritirato per l'età ma semplicemente perché... ha avuto una fifa matta di essere stracciato fa Giorgia.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://m.gazzettadellaspezia.it/%23!/index.php%3Fdo%3Dpost%26id%3D110110&ved=2ahUKEwjy4LyAlNnoAhVp_SoKHVxbCXQQqOcBMAB6BAgIEAQ&usg=AOvVaw1B8lVFFZICh3JEkd9J2kEj

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Forse  si  scorda  che  faceva  parte  di  quei  governi  che  hanno tagliato  tutto , ma  non   ai  ricchi  ai  quali facevano  condoni e  regalavano   concessioni  autostradali e/o Aeroportuali... e  dal  suo  capo   chiamata   come  zoc   cola 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prima di tutto quello crollato oggi era un vero e proprio ponte tra le due sponde di un fiume, il Magra. Mentre il Morandi era tecnicamente un viadotto, pur sovrastando per un breve tratto un torrente, il Polcevera, di modesta larghezza e portata. Nelle foto si vede almeno una pila piantata proprio nel letto del corso d'acqua e almeno altre due in una sponda molto sabbiosa e probabilmente umida. In questi casi non si può escludere che la struttura sia collassata non già per un problema intrinseco delle pile o della travata ma per un cedimento improvviso del sottosuolo. Per inciso, è proprio per evitare un pericolo del genere che i progetti del ponte sullo Stretto di Messina prevedono la campata unica, soluzione molto ardita e senza precedenti per una luce di oltre 3 km. Con ciò non voglio scagionare l'Anas che aveva in gestione il ponte da un anno e mezzo (in precedenza era di competenza della Provincia di Massa e Carrara) e che 6 mesi fa aveva dato l'ok dopo avere riparato una crepa. Ci sarà un'inchiesta e vedremo. Quello che è certo è che il caso del Morandi è molto diverso. Prima di tutto era un grande viadotto sul quale transitavano 25 milioni di veicoli l'anno pagando un pedaggio al gestore che vi lucrava cospicuamente da 20 anni. Inoltre c'erano problematiche strutturali ben note, connaturali al progetto stesso dell'opera (molto particolare: un ponte strallato con gli stralli in calcestruzzo precompresso) e gravi criticità (legate per esempio alla corrosione dei trefoli degli stralli) ben note da anni e oggetto di perizie e di ripetute interrogazioni parlamentari (con un ministro delle Infrastrutture a fare l'orecchio del mercante). C'era poi una esplicita raccomandazione del Politecnico di Milano, caduta nel vuoto, di ripristinare con urgenza i sensori messi fuori uso da lavori di manutenzione. Oggi questo nodo ritorna al pettine. I sensori costano, ma il monitoraggio strutturale sarebbe necessario su tutti i ponti e i viadotti di una certa dimensione e soggetti a un certo traffico. Probabilmente con i sensori il cedimento del ponte sul Magra poteva essere preavvisato, magari solo pochi minuti o pochi secondi prima, mediante un semaforo. Istituirei quasi un'analogia tra il monitoraggio strutturale dei ponti e lo screening di massa sull'infezione da Covid-19. Ambedue non servono solo a informarci sullo status quo ma salvano vite umane.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963