Quello che non era riuscito a Salvini

Inviata (modificato)

. E’ riuscito a questo governo. Complimenti ...

8/04/2020 10:46 CEST

L'Italia chiude i porti

In un decreto firmato da Lamorgese, De Micheli, Di Maio e Speranza il Governo dichiara che non sono "luogo sicuro"

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Si ma per i motivi opposti a quelli del kaporale verde.

Nel 2018 l'ex ministro degli Interni di estrema destra Matteo Salvini - osserva il The Guardian, che aveva anticipato la notizia con un pezzo firmato da Lorenzo Tondo - ha dichiarato i porti italiani "chiusi" alle navi di salvataggio dei migranti, sostenendo che i migranti rappresentavano una minaccia alla sicurezza nazionale. Due anni dopo, il governo italiano ha dichiarato che il Paese rappresenta una minaccia per la salute dei migranti a causa del coronavirus".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

15 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Si ma per i motivi opposti a quelli del kaporale verde.

Nel 2018 l'ex ministro degli Interni di estrema destra Matteo Salvini - osserva il The Guardian, che aveva anticipato la notizia con un pezzo firmato da Lorenzo Tondo - ha dichiarato i porti italiani "chiusi" alle navi di salvataggio dei migranti, sostenendo che i migranti rappresentavano una minaccia alla sicurezza nazionale. Due anni dopo, il governo italiano ha dichiarato che il Paese rappresenta una minaccia per la salute dei migranti a causa del coronavirus".

Infatti  non  ci  vogliono  proprio  più  venire   nonostante   gli  inviti e la  messa   a  disposizione   dei  barconi  pakati dalla  sinistra  naturalmente...  poi  non  sono  più  un  problema  infatti   anche   il capitan fracassa alias  coso  non  ne  parla  più...

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

povero pissano,oramai in andropausa cronica..vedi,saro 'anche sbadato ma mi ricordi se una paio di anni fa vi era una emergenza planetaria sanitaria?? intanto,pe  te credulone europeista,magnate questa:

A dimostrazione che è un bluff:

I porti italiani sono chiusi e non considerati sicuri per via dell’emergenza sanitaria: il sottosegretario all’interno Carlo Sibilia, ha proposto di far effettuare la quarantena a bordo delle navi che portano i migranti nel nostro Paese

“Le Ong hanno salvato delle vite in mare? Ok, se la destinazione più vicina siamo noi, allora si entra in porto, ma la quarantena dei richiedenti asilo va fatta sulla stessa nave della ong che ha prestato soccorso”. Ad affermarlo è stato il sottosegretario all’interno Carlo Sibilia, il quale ha dunque avanzato la proposta di una quarantena a bordo delle navi Ong.

Nella sua intervista all’AdnKronos, Sibilia non ha parlato nello specifico del caso Alan Kurdi, tuttavia ha toccato i punti riguardanti le eventualità di approdo di migranti da mezzi delle Ong: “È questa la soluzione da mettere in campo – ha proseguito il sottosegretario riferendosi alla quarantena sulle navi – Ammesso che si possa considerare il nostro Paese ancora un Place of Safety, un posto sicuro. Con un’emergenza di tale portata ancora in corso, non credo possiamo più garantirlo”.

Possibile quindi che i 150 migranti a bordo della Alan Kurdi siano i primi a rimanere in quarantena a bordo della nave. Successivamente potrebbe arrivare lo sbarco. Ma anche in questo caso sorgerebbe un problema: immettere nel sistema di accoglienza, reso fragile per via dell’inadeguatezza di molti centri, dall’attuale crisi legata al coronavirus potrebbe rappresentare un nuovo pericolo sanitario non indifferente.

Un Paese con milioni di disoccupati che invece di espellere gli 85mila fancazzisti oggi in hotel ne importa altri. Abbattere questo governo. Toc toc, c’è un’opposizione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L’accoglienza ed il rispetto dei diritti umani va garantita sempre e comunque e non c’è e non ci puo’ essere nessuna emergenza Covid 19 ad interromperla . I porti debbono rimanere aperti ed ai migranti deve essere garantito lo stesso trattamento a cui viene sottoposta ogni persona che si trova sul territorio italiano . 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi il post iniziale è una bufala, rispetto all'ultimo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, mark222220 ha scritto:

L’accoglienza ed il rispetto dei diritti umani va garantita sempre e comunque e non c’è e non ci puo’ essere nessuna emergenza Covid 19 ad interromperla . I porti debbono rimanere aperti ed ai migranti deve essere garantito lo stesso trattamento a cui viene sottoposta ogni persona che si trova sul territorio italiano . 

Spiegarlo a  diretoinreto  è  tempo  perso 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

povero pissano,oramai in andropausa cronica..vedi,saro 'anche sbadato ma mi ricordi se una paio di anni fa vi era una emergenza planetaria sanitaria?? intanto,pe  te credulone europeista,magnate questa:

A dimostrazione che è un bluff:

I porti italiani sono chiusi e non considerati sicuri per via dell’emergenza sanitaria: il sottosegretario all’interno Carlo Sibilia, ha proposto di far effettuare la quarantena a bordo delle navi che portano i migranti nel nostro Paese

“Le Ong hanno salvato delle vite in mare? Ok, se la destinazione più vicina siamo noi, allora si entra in porto, ma la quarantena dei richiedenti asilo va fatta sulla stessa nave della ong che ha prestato soccorso”. Ad affermarlo è stato il sottosegretario all’interno Carlo Sibilia, il quale ha dunque avanzato la proposta di una quarantena a bordo delle navi Ong.

Nella sua intervista all’AdnKronos, Sibilia non ha parlato nello specifico del caso Alan Kurdi, tuttavia ha toccato i punti riguardanti le eventualità di approdo di migranti da mezzi delle Ong: “È questa la soluzione da mettere in campo – ha proseguito il sottosegretario riferendosi alla quarantena sulle navi – Ammesso che si possa considerare il nostro Paese ancora un Place of Safety, un posto sicuro. Con un’emergenza di tale portata ancora in corso, non credo possiamo più garantirlo”.

Possibile quindi che i 150 migranti a bordo della Alan Kurdi siano i primi a rimanere in quarantena a bordo della nave. Successivamente potrebbe arrivare lo sbarco. Ma anche in questo caso sorgerebbe un problema: immettere nel sistema di accoglienza, reso fragile per via dell’inadeguatezza di molti centri, dall’attuale crisi legata al coronavirus potrebbe rappresentare un nuovo pericolo sanitario non indifferente.

Un Paese con milioni di disoccupati che invece di espellere gli 85mila fancazzisti oggi in hotel ne importa altri. Abbattere questo governo. Toc toc, c’è un’opposizione?

L'opposizione ? Berlusconi sta a Nizza, la fascistella indossa pannolini da mestruazioni sulla faccia e Salvini si fa un raspone della Madonna....

SIETE ALLA FRUTTA ! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963