La Francia sta peggio di noi

Inviata (modificato)

Per tre giorni consecutivi, tra il 2 e il 4 aprile, la Francia ha contato più di 1000 morti (noi al massimo 919, il 27 marzo). Ovviamente i decessi sono un dato shiftato nel tempo rispetto alla reale evoluzione dell'epidemia (determinata dai contagi giornalieri). Quindi questa brusca accelerazione della mortalità in Francia deve essere correlata a infezioni contratte intorno alla metà di marzo. Guarda caso il 15 marzo si votò in tutti i 35.000 comuni francesi per il primo turno delle elezioni comunali. Risultato di quella scellerata e assurda decisione? Probabilmente migliaia di morti e secondo turno rinviato a data da destinarsi. Il CFR (Case Fatality Rate), cioè il rapporto tra i decessi e i contagi accertati, ormai supera l'11% e si avvicina al nostro record mondiale (siamo sopra il 12% anche se ieri c'è stata una prima impercettibile diminuzione). Anche in Francia come da noi si fa il tampone per lo più ai sintomatici gravi, ma credo che se continueranno a farli rallentatore (al 2 aprile avevano testato appena il 3 per mille della popolazione, noi siamo all'1%), presto ci strapperanno questo record. Mentre pare che ci abbiano già superati nei decessi nelle case di riposo: oltre 2000. Altra analogia con noi cugini: la cronica mancanza di mascherine. Per la cronaca, anche il CFR del Regno Unito (altro paese che fa pochi test e che fino a qualche settimana fa teneva tutto aperto) è ormai sopra il 10%. Giova ovviamente ricordare che il CFR è un dato tuttora largamente variabile tra i vari paesi e assai poco significativo in relazione alle reale letalità del Covid-19. Al momento in cui scrivo si va dal nostro 12,32% allo 0,27% dell'Islanda (4 decessi e 428 guariti su 1486 casi) con una media globale del 5,47%. L'Islanda è il paese che ha testato la percentuale di gran lunga più alta della popolazione (circa il 7%) quindi il suo CFR è senza alcun dubbio molto più vicino del nostro e della media mondiale all'IFR (Infection Fatality Rate) del patogeno, cioè il rapporto tra i decessi effettivi e i contagi effettivi, ovvero la probabilità di morire dopo avere contratto l'infezione. Le migliori stime di cui disponiamo di questo parametro cruciale vengono per l'appunto dall'Islanda e dalla Diamond Princess, la nave da crociera che ci fornisce un campione pressoché interamente testato (3700 persone tra passeggeri ed equipaggio) e pressoché giunto al termine del fenomeno epidemico. Il CFR vale 1,69% (12 morti su 712 casi, tutti gli altri sono clinicamente guariti), ma correggendo questo dato in base alla stratificazione della popolazione (l'età media dei crocieristi era elevata) si è stimato un valore atteso per IFR pari allo 0,5%. Ma io penso che anche questo valore sia sovrastimato dato che finché sono rimasti a bordo i malati non hanno potuto essere curati al meglio. 

https://www.cebm.net/covid-19/global-covid-19-case-fatality-rates/

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

17 messaggi in questa discussione

Se la Francia sta peggio di "noi" non è una vittoria per nessuno! il resto del mondo sta molto meglio; ma molto! Qui ci sono gravissime carenze di repiratori un tempo si chiamavano anche polmoni d'acciaio. In pratica molte volte quando un paziente ha bisogno di essere aiutato a respirare non ci sono le macchine per tutti quindi il medico si vede costretto a lasciarne morire qualcuno …. ecco l'alto numero poi le medicine le industrie sono in grado di produrne per tutti? ed in quantità sufficiente? A volte capita anche di sperimentare qualche cura , è poniamo il caso che l'esperimento non sia proprio quello giusto? … 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Se la Francia sta peggio di "noi" non è una vittoria per nessuno! il resto del mondo sta molto meglio; ma molto! Qui ci sono gravissime carenze di repiratori un tempo si chiamavano anche polmoni d'acciaio. In pratica molte volte quando un paziente ha bisogno di essere aiutato a respirare non ci sono le macchine per tutti quindi il medico si vede costretto a lasciarne morire qualcuno …. ecco l'alto numero poi le medicine le industrie sono in grado di produrne per tutti? ed in quantità sufficiente? A volte capita anche di sperimentare qualche cura , è poniamo il caso che l'esperimento non sia proprio quello giusto? … 

Qui da noi i malati infetti "a bassa intensità" (????) sono stati dimessi dagli ospedali e ricoverati nelle Case di Riposo. Come buttare un cerino acceso nella benzina.

 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fosforo da d/b e buon pomeriggio. Bisogna rendere onore al sig. Giuseppe Conte che ha saputo proseguire diritto con le sue idee. (rinviando le elezioni ad emergenza finita. Ottobre andrebbe bene). Da numerose parti (destra, centro, sinistra) cercavano lo “scontro”, la “lite”, la “azzuffata” elettorale. Ciascuno convinto, non di governare per il bene di noi cittadini, bensì di portare a casa propria il maggior numero di voti, togliendolo agli avversari. Hai presente i bambini che litigano per le caramelle. La nonna regala un bel cartoccio colorato ed i numerosi nipotini litigano. Al posto di aprire il cartoccio con calma, sciogliendo bene lo spago, lo strappano. Non importa le caramelle che cadono per terra e vanno perse. Importa che gli altri ne abbiano meno di te e di me. Ecco, questo sono TUTTI i nostri politici. (TUTTI). Del resto proviamo a leggere questa rubrica. Certi “personaggi” offendono a principio, senza neppure leggere lo scritto. Numerose volte ho fatto riferimento alla saggezza dei nostri avi latini e greci, …. sono convinto che ben pochi siano andati e leggere i riferimenti. - varie volte ho citato un libretto in uso alle prime medie, per avviare i ragazzi ad essere futuri cittadini responsabili – Luigi Garlando ; Camilla che odiava la politica – Interessanti i dialoghi tra Camilla ed il barbone Aristotele – oppure dal libro settimo della Repubblica scritto da Platone duemila trecento anni fa dedicato alla “sete di libertà ed alla repubblica”. - Ed anche i numerosi scienziati e filosofi che vivevano nella antica isola greca di Samo. (interessanti i richiami proprio su questa strana isola, un poco fuori dal mondo). - Ciao Fosforo, se in Italia siamo riusciti (o almeno ci stiamo provando) ad isolarci dal virus, è solo merito di tutti noi. Francesi e Tedeschi prima affondano e meglio starà tutta l'intera Europa. Finalmente libera dalla zavorra di quei due. Si facciano uno stato per conto proprio e lascino vivere Europei Liberi. - Chiudo con una frase del grande poeta Alighieri … non ti curar di loro, ma guarda e passa … riferito a certi polemici della rubrica. Firmato – d/b – 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Se la Francia sta peggio di "noi" non è una vittoria per nessuno! il resto del mondo sta molto meglio; ma molto! Qui ci sono gravissime carenze di repiratori un tempo si chiamavano anche polmoni d'acciaio. In pratica molte volte quando un paziente ha bisogno di essere aiutato a respirare non ci sono le macchine per tutti quindi il medico si vede costretto a lasciarne morire qualcuno …. ecco l'alto numero poi le medicine le industrie sono in grado di produrne per tutti? ed in quantità sufficiente? A volte capita anche di sperimentare qualche cura , è poniamo il caso che l'esperimento non sia proprio quello giusto? … 

La Francia sta peggio di noi perché ha fatto i nostri stessi errori (pochi test, specie nelle case di riposo, poche mascherine, pochi posti in terapia intensiva). In più ha aggiunto le elezioni del 15 marzo. I respiratori mancano un po' dappertutto in Occidente. È uno dei disastri della globalizzazione. Producendoli in Estremo Oriente costavano molto meno. Abbiamo sfruttato il lavoro altrui, ora paghiamo il giusto prezzo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo311 ha scritto:

La Francia sta peggio di noi perché ha fatto i nostri stessi errori (pochi test, specie nelle case di riposo, poche mascherine, pochi posti in terapia intensiva). In più ha aggiunto le elezioni del 15 marzo. I respiratori mancano un po' dappertutto in Occidente. È uno dei disastri della globalizzazione. Producendoli in Estremo Oriente costavano molto meno. Abbiamo sfruttato il lavoro altrui, ora paghiamo il giusto prezzo.

Potete spiegarmi una cosa? 

Visto che gli anziani delle case di riposo vanno poco al supermercato, alla partita e in discoteca, chi li ha contaggiati in maniera così virulenta e drammatica?

In teoria sarebbero dovute essere isole felici....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Fosforo da d/b e buon pomeriggio. Bisogna rendere onore al sig. Giuseppe Conte che ha saputo proseguire diritto con le sue idee. (rinviando le elezioni ad emergenza finita. Ottobre andrebbe bene). Da numerose parti (destra, centro, sinistra) cercavano lo “scontro”, la “lite”, la “azzuffata” elettorale. Ciascuno convinto, non di governare per il bene di noi cittadini, bensì di portare a casa propria il maggior numero di voti, togliendolo agli avversari. Hai presente i bambini che litigano per le caramelle. La nonna regala un bel cartoccio colorato ed i numerosi nipotini litigano. Al posto di aprire il cartoccio con calma, sciogliendo bene lo spago, lo strappano. Non importa le caramelle che cadono per terra e vanno perse. Importa che gli altri ne abbiano meno di te e di me. Ecco, questo sono TUTTI i nostri politici. (TUTTI). Del resto proviamo a leggere questa rubrica. Certi “personaggi” offendono a principio, senza neppure leggere lo scritto. Numerose volte ho fatto riferimento alla saggezza dei nostri avi latini e greci, …. sono convinto che ben pochi siano andati e leggere i riferimenti. - varie volte ho citato un libretto in uso alle prime medie, per avviare i ragazzi ad essere futuri cittadini responsabili – Luigi Garlando ; Camilla che odiava la politica – Interessanti i dialoghi tra Camilla ed il barbone Aristotele – oppure dal libro settimo della Repubblica scritto da Platone duemila trecento anni fa dedicato alla “sete di libertà ed alla repubblica”. - Ed anche i numerosi scienziati e filosofi che vivevano nella antica isola greca di Samo. (interessanti i richiami proprio su questa strana isola, un poco fuori dal mondo). - Ciao Fosforo, se in Italia siamo riusciti (o almeno ci stiamo provando) ad isolarci dal virus, è solo merito di tutti noi. Francesi e Tedeschi prima affondano e meglio starà tutta l'intera Europa. Finalmente libera dalla zavorra di quei due. Si facciano uno stato per conto proprio e lascino vivere Europei Liberi. - Chiudo con una frase del grande poeta Alighieri … non ti curar di loro, ma guarda e passa … riferito a certi polemici della rubrica. Firmato – d/b – 

Se non ricordo male Germania e Francia sono i due paesi verso cui esportiamo di più. Quindi temo che se affondano loro affondiamo anche noi. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ildi_vino ha scritto:

Potete spiegarmi una cosa? 

Visto che gli anziani delle case di riposo vanno poco al supermercato, alla partita e in discoteca, chi li ha contaggiati in maniera così virulenta e drammatica?

In teoria sarebbero dovute essere isole felici....

è un virus misterioso vero? nascosto che contagia alcune persone si e altre no....stranezze del 2020

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Se non ricordo male Germania e Francia sono i due paesi verso cui esportiamo di più. Quindi temo che se affondano loro affondiamo anche noi. Saluti

Però ci costringono a comperare i loro prodotti di basso livello. Tutto il prodotto agro alimentare tedesco è di molto bassa qualità. Quello francese quasi sufficiente. - Ciao Fosforo, a presto da d/b -

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

9 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Però ci costringono a comperare i loro prodotti di basso livello. Tutto il prodotto agro alimentare tedesco è di molto bassa qualità. Quello francese quasi sufficiente. - Ciao Fosforo, a presto da d/b -

Infatti l'unico prodotto agroalimentare tedesco che ricordo di avere mangiato (me lo regalarono) era una specie di panettone di forma allungata composto per lo più di burro, uova, zucchero e miele: una bomba calorica. Il punto è che noi dalla Germania importiamo prodotti tecnologici, soprattutto macchine (automobili) e macchinari. E bisogna convenire che sono fatti bene. Sulla Francia sono d'accordo: i nostri vini e i nostri formaggi sono (molto) migliori dei loro. Saluti

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

Potete spiegarmi una cosa? 

Visto che gli anziani delle case di riposo vanno poco al supermercato, alla partita e in discoteca, chi li ha contaggiati in maniera così virulenta e drammatica?

In teoria sarebbero dovute essere isole felici....

Bastava un infermiere infetto al quale un direttore fascioleghista dimmerda aveva PROIBITO di indossare la mascherina.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

...Sulla Francia sono d'accordo: i nostri vini e i nostri formaggi sono (molto) migliori dei loro. Saluti

 

Urka !! Il Cazzaro questa sera si trasforma pure in esperto agroalimentare , famoso vitivinicolo con propensione al Sommelier ed esperto nell’arte casearia . Beh , certo , per pronunciare un giudizio così netto, “ I nostri vini e formaggi sono migliori , e pure di molto , a quelli francesi, bisogna , perlomeno, aver degustato ed assaggiato almeno cinquanta eccellenze di detti prodotti prima di stilare un simile giudizio . Non voglio nemmeno pensare che il Cazzaro Napoletano abbia decorato la sua solita caga ta frutto di sensazioni patriottiche e/o , peggio ancora , per sentito dire. Ed allora mi piacerebbe sapere , per esempio nei vini, in cosa sono inferiori a noi . Cosa le loro Cru ci invidiano, i retrogusti , le fermentazioni naturali , l’uvaggio, la sapidità , le bollicine naturali , i metodi Charmant . Insomma *** , cosa ?? Lo stesso per i formaggi : cosa hanno in meno dei nostri i formaggi francesi . Parla , Cazzaro , parla !! Il profumo del Caglio , l’erborinatura dei molli , la consistenza di quelli a pasta dura , la cremosita’ dei caprini ...Insomma Cazzaro , cosa ??  Tengo a precisare che in Italia si producono ottimi vini ed eccellenti formaggi . Non e’ questo il problema !! Il problema e’ il Cazzaro che con le sue affermazioni suffragate dal niente intenderebbe dare giudizi netti e categorici senza averne la minima contezza . Per la cronaca : Le autorità internazionali , professionisti dei settori , pur registrando un avvicinamento dei prodotti Italiani a quelli francesi , considerano i transalpini in vantaggio per 56 a 44. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma certo signor fosforo, prima di sparare sentenze si deve informare meglio.

Deve fare anche lei come l'eccelso maggiordomo, correre ad informarsi sulle caratteristiche organolettiche e sulle tecniche di produzione di salumi, formaggi e vini, e poi deve dedicarsi agli assaggi.

Fatto questo e solo dopo averlo fatto potrà ragionare e spiegare il perché i nostri prodotti siano da considerare migliori degli altri.

Secondo me i nostri prodotti non sono migliori o peggiori di quelli francesi, ma sono i francesi che sanno reclamizzare i loro prodotti meglio di noi.

Non possono vantare le nostre opere d'arte, i nostri monumenti, le nostre bellezze paesaggistiche, però ci superano di gran lunga anche nella ricezione turistica.

Un motivo dunque ci sarà se arriviamo sempre dopo degli altri. Anche se noi possiamo sempre vantare uno statista che tutti ci invidiano: Leopoldino primo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sanchino , ma di fatto , che caz.z.o  ha blaterato?? ma de che parla ?? Lei , come sempre dimostra di non sapere una mazza di niente pur avendo l’abitudine di intervenire in ogni discussione . Lei e’ un idio ta che non apporta nessuna utilità nel forum, prova ne è che qualche anno fa ne frequentava 4/5 contemporaneamente senza venirne preso in considerazione in nessuno di essi . Guardi Sanchino che le classifiche delle eccellenze gastronomiche mondiali non le facciamo ne io ne lei e nessun altro . Chiarooo ?? Noi possiamo solo manifestare gusti personali ed individuali sulla cui base acquistiamo e consumiamo . L’unico che invece esprime un giudizio netto , assoluto e definitivo e’ il Cazzaro di Napoli nonché suo padrone . E non potrebbe che essere così perché sennò non si spiegherebbe perché lei e’ considerato un bischerone che fa da servo ad un Cazzaro di tale portata . Sono stato chiaro , Sanchino ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per cortesia eccelso maggiordomo di sommo statista, mi può chiarire quello che ha detto? Mi perdoni sa, se le faccio questa richiesta, ma essendo idi ota, non sempre capisco quello che va dicendo

PS: ma non aveva detto che non mi parlava più?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come volevasi dimostrare la Francia, pur essendo in uno stadio dell'epidemia meno avanzato del nostro, ci strappa il triste primato mondiale del CFR con il 13,21% (al momento 10.328 decessi su 78.167 casi) contro il nostro 12,63% (del bollettino di ieri). Praticamente parliamo di tassi di letalità da meningite batterica (molto più severa di quella virale). Il che dimostra che se noi facciamo pochi tamponi in relazione all'entità dell'epidemia (pur essendo il quarto paese al mondo dopo USA, Germania e Spagna nel totale dei test effettuati), la Francia ne fa molti meno di noi. Pensate che nella giornata di ieri (o meglio tra il bollettino di ieri l'altro e quello di ieri) sono morte in Francia ben 1417 persone positive al Covid (fonte Wikipedia). Credo che anche questo sia un record a mondiale.  I conti purtroppo tornano. Tra 2 e 14 giorni è il periodo di incubazione, poi passano (in media) da 1 a 3 settimane per la malattia e la morte. Ieri era il 7 aprile, il 15 marzo il 40% del corpo elettorale francese si recava a votare per il primo turno delle elezioni comunali. Affluenza bassissima ma parliamo di quasi 20 milioni di persone. Un disastro! Una strage che si poteva e si doveva evitare (come quella dei nostri anziani nelle case di riposo). Per giunta oggi la stima preliminare della Banca di Francia parla di un tonfo del PIL del 6%, il dato peggiore dal 1945. E il primo trimestre potrebbe essere molto meno peggio del secondo. Prepariamoci anche noi a una bella botta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 . Lei e’ un idio ta che non apporta nessuna utilità nel forum, prova ne è che qualche anno fa ne frequentava 4/5 contemporaneamente senza venirne preso in considerazione in nessuno di essi 

******""""

Lei che idio ta non è, ma è comunque uno svuotatore di pitali, mi può fare l'elenco dei 4/5 forum che frequentavo?

Solo per dimostrare che lei è meno idio ta di me.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Solo per precisare che il record mondiale dei decessi giornalieri non appartiene alla Francia ma agli USA che ieri ne hanno registrati 1927. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963