aiuti coronavirus:buoni pasto,a chi andfranno?

La solidarietà del governo giallorosso ancora una volta strizza l’ occhio ai cittadini extracomunitari iscritti nelle anagrafi comunali. Infatti stando agli ultimi dati diffusi dai Caf (Centri di *** fiscale) la popolazione più in linea con i requisiti per incassare il voucher per la spesa alimentare è proprio quella straniera, che secondo stime prudenti è tra il 30 e il 40% di tutti gli aventi diritto, scremando chi percepisce reddito o pensione di cittadinanza senza essere italiano.

Per semplificare le procedure per richiedere il voucher le grandi città (Milano, Bologna, Torino, Roma, Bari, Napoli, e Reggio Calabria), si sono affidate a uno strumento tanto semplice quanto facile da usare in modo fraudolento: l’ autocertificazione. Ciascun iscritto all’ anagrafe, compresi i richiedenti asilo, potrà compilare a partire da questa mattina un modulo e inviarlo via posta elettronica o fax, specificare le proprie credenziali al numero di telefono dedicato e precisare se vorrà ricevere il voucher su un conto corrente bancario o postale riportando l’ Iban oppure la stessa cifra in buoni spesa indirizzati al proprio domicilio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Il Mojito ci ha salvati. Papeete patrimonio dell'umanità. 😹😹😹😹 quando era al governo non ha trovato un centesimo per abbassare le accise , non ha abrogato la Fornero , non ha spedito a casa loro i 600 mila clandestini ora è diventato quello della bacchetta magica ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, director12 ha scritto:

La solidarietà del governo giallorosso ancora una volta strizza l’ occhio ai cittadini extracomunitari iscritti nelle anagrafi comunali. Infatti stando agli ultimi dati diffusi dai Caf (Centri di *** fiscale) la popolazione più in linea con i requisiti per incassare il voucher per la spesa alimentare è proprio quella straniera, che secondo stime prudenti è tra il 30 e il 40% di tutti gli aventi diritto, scremando chi percepisce reddito o pensione di cittadinanza senza essere italiano.

Per semplificare le procedure per richiedere il voucher le grandi città (Milano, Bologna, Torino, Roma, Bari, Napoli, e Reggio Calabria), si sono affidate a uno strumento tanto semplice quanto facile da usare in modo fraudolento: l’ autocertificazione. Ciascun iscritto all’ anagrafe, compresi i richiedenti asilo, potrà compilare a partire da questa mattina un modulo e inviarlo via posta elettronica o fax, specificare le proprie credenziali al numero di telefono dedicato e precisare se vorrà ricevere il voucher su un conto corrente bancario o postale riportando l’ Iban oppure la stessa cifra in buoni spesa indirizzati al proprio domicilio.

Coronavirus, Meloni: "Da subito 1000 euro a chiunque ne faccia richiesta"

EMERITO E SQUALLIDO FASCISTA, MA SOPRATTUTTO IGNORANTE COME LE SCARPE, INCAPACE DI CAPIRE PERSINO LA LINGUA ITALIANA. NEPPURE LA FASCISTELLA È RAZZISTA COME TE.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bè, non c'è da meravigliarsi.

Il sig Frizz non è riuscito ad affogarli in mare e allora, da buon samaritano con le corna, ora cerca di farli morire di fame.

Eppure l'ho invitato parecchie volte a sfondare con la zucca, armata di elmetto austroungarico, gli scafi provenienti dall'Africa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963