Ha tre negozi e si ritrova con 20 euro in tasca

Nella rassegna stampa di stamane mi ha colpito questo titolo sulla prima pagina di Repubblica:

Ho tre negozi e mi ritrovo con 20 euro in tasca 

Per partito preso non acquisto Repubblica da anni, con lo zoom sono riuscito a leggere le prime righe dell'articolo. Si tratta di un commerciante palermitano che possiede da decenni tre accorsati negozi di abbigliamento non lontani dal centro. Dice di essere indebitato per 40.000 euro, di essere rimasto con 20 euro in tasca e di non sapere come sfamare le sue figlie. Come è noto noi italiani, in particolare noi meridionali ma non solo, siamo i campioni mondiali del vittimismo. Con ampio distacco. Ma non metto in dubbio le parole di questo signore. So bene che nel commercio ci sono alti e bassi e che un dissesto può arrivare in poco tempo. E ho scritto a lungo dei danni inenarrabili causati ai negozi tradizionali dalla grande distribuzione e dal commercio on line (che da questa crisi uscirà ancora più forte e che va ridimensionato CON PESANTISSIMI AGGRAVI FISCALI per compensare gli enormi vantaggi di cui gode nei confronti della piccola e media distribuzione). Quindi diciamo che questo negoziante di Palermo è un caso sfortunato e doloroso e che ha diritto fin da subito agli aiuti previsti dal governo. Diciamo pure che potrebbe non essere un caso isolato. Ma diciamo anche si tratta di CASI LIMITE. Perché tre settimane di chiusura, eccetto casi estremi, non riducono alla fame un commerciante che possiede da decenni tre negozi in centro in una grande città. Vi garantisco che in Italia un soggetto del genere, in almeno il 95% dei casi, oltre ai tre negozi possiede anche due, tre o più case, automobili e un discreto conto in banca, di sicuro sopra i 40.000 euro, spesso intestato alla moglie, o altre forme di risparmio. A mio avviso un caso limite deve finire nelle pagine interne di cronaca locale, non sulla prima pagina di un grande quotidiano nazionale dove serve solo a stimolare il vittimismo nazionale e a dipingere il quadro più nero di quello che è.

Domenica sera nel programma di Giletti c'era un certo Flavio Briatore che si esprimeva più o meno in questi termini: "Ho 18 ristoranti (immagino 18 ristoranti di lusso, nda) e avrò bisogno dello Stato per ripartire". Caro Briatore, ti avranno pure assolto per evasione fiscale, ma non metterti a carico dello Stato pure tu: FINITA L'EMERGENZA, METTI MANO AL PORTAFOGLIO, ALLEGGERISCILO E RIPARTI. La stessa cosa la dico a migliaia di imprenditori, industriali, etc. che hanno ville, auto e barche di lusso, conti milionari in Svizzera, etc.: ALLEGGERITE LE VOSTRE TASCHE ricapitalizzate le vostre aziende e pagate gli stipendi ai vostri dipendenti invece di chiedere la CIG e di pesare sulle tasche dei lavoratori e dei contribuenti. SMETTETELA DI PIANGERE MISERIA! Vendetevi la Porsche o la Ferrari e compratevi un'utilitaria! Vendetevi il Riva o il Pershing, compratevi una barca a remi, e remate! Vendetevi l'oro e i diamanti delle vostre mogli e delle vostre amanti: vi basterà un clic e andrà tutto a ruba. E non chiedete all'Europa di stampare per voi quantità industriali di moneta per lasciare intatti i vostri patrimoni e i vostri lussi e per affossare la povera gente nell'inflazione a doppia cifra.    

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

La stessa cosa la dico a migliaia di imprenditori, industriali, etc. che hanno ville, auto e barche di lusso, conti milionari in Svizzera, etc.: ALLEGGERITE LE VOSTRE TASCHE ricapitalizzate le vostre aziende e pagate gli stipendi ai vostri dipendenti invece di chiedere la CIG e di pesare sulle tasche dei lavoratori e dei contribuenti. SMETTETELA DI PIANGERE MISERIA! Vendetevi la Porsche o la Ferrari e compratevi un'utilitaria! Vendetevi il Riva o il Pershing, compratevi una barca a remi, e remate! Vendetevi l'oro e i diamanti delle vostre mogli e delle vostre amanti: vi basterà un clic e andrà tutto a ruba. E non chiedete all'Europa di stampare per voi quantità industriali di moneta per lasciare intatti i vostri patrimoni e i vostri lussi e per affossare la povera gente nell'inflazione a doppia cifra.    

Mi perdoni sig fosforo, ma quando dice vendete questo, vendete quello che andrà tutto a ruba, cosa intende dire?

Che si ricomprano l'un l'altro quello che mettono in vendita?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

La stessa cosa la dico a migliaia di imprenditori, industriali, etc. che hanno ville, auto e barche di lusso, conti milionari in Svizzera, etc.: ALLEGGERITE LE VOSTRE TASCHE ricapitalizzate le vostre aziende e pagate gli stipendi ai vostri dipendenti invece di chiedere la CIG e di pesare sulle tasche dei lavoratori e dei contribuenti. SMETTETELA DI PIANGERE MISERIA! Vendetevi la Porsche o la Ferrari e compratevi un'utilitaria! Vendetevi il Riva o il Pershing, compratevi una barca a remi, e remate! Vendetevi l'oro e i diamanti delle vostre mogli e delle vostre amanti: vi basterà un clic e andrà tutto a ruba. E non chiedete all'Europa di stampare per voi quantità industriali di moneta per lasciare intatti i vostri patrimoni e i vostri lussi e per affossare la povera gente nell'inflazione a doppia cifra.    

Mi perdoni sig fosforo, ma quando dice vendete questo, vendete quello che andrà tutto a ruba, cosa intende dire?

Che si ricomprano l'un l'altro quello che mettono in vendita?

Egregio, parlavo di oro e diamanti che sono beni rifugio e che oggi vanno letteralmente a ruba. Per quanto riguarda gli altri beni di lusso, lo sono in parte. Se oggi provi a venderti un'utilitaria non ti offrono nemmeno metà del valore che aveva un mese fa. Diverso il caso di una Ferrari. Uno sceicco o un arcimilionario disposto a comprarla con un clic del mouse lo trovi sempre. In ogni caso questi ricchi (***)prenditori che piangono miseria e che sovraccaricano lo Stato in un momento di difficoltà mi fanno schifo. Se la crisi si prolunga, le prime due misure che servono sono una patrimoniale (molto progressiva: chi ha 10 non deve nulla, chi ha 100 deve 10 e chi ha 1000 deve 500) e una repressione durissima dell'evasione fiscale (a chi ha evaso 100 viene sequestrato e incamerato dallo Stato 500 del suo patrimonio).

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per cortesia, domandare è lecito mentre partecipare è una opzione, briatore ed arbore, per cortesia, vadano a giocare con quei strani palloncini colorati e trasparenti che si vendono nelle farmacie o nei distributori automatici fuori dai benzinai. Riempirlo di grappa, agitare bene, per poi vedere l'effetto che fa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

per cortesia, domandare è lecito mentre partecipare è una opzione, briatore ed arbore, per cortesia, vadano a giocare con quei strani palloncini colorati e trasparenti che si vendono nelle farmacie o nei distributori automatici fuori dai benzinai. Riempirlo di grappa, agitare bene, per poi vedere l'effetto che fa.

Buon giorno d/b. Ho letto che hanno inventato la grappa spray: si spruzza in gola ed elimina il virus. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Faccio un altro esempio. Se io possiedo 18 ristoranti e uno yacht del genere (con bandiera delle Isole Cayman) lo dò in garanzia a una banca per un prestito, e non vado certo a chiedere soldi allo Stato per riavviare i miei 18 ristoranti. Perché lo Stato deve aiutare Gennarino il pizzaiolo, non Flavio il nababbo.

https://www.google.com/search?q=briatore+yacht&oq=b&aqs=chrome.0.69i59l2j69i57j69i60j0j69i60.980j0j8&client=tablet-android-datamatic&sourceid=chrome-mobile&ie=UTF-8#imgrc=NOQpBQl3vFSpwM:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo Forforo, ma come spruzzatore si adopera un "pres erva tivo" ben riempito di grappa, stretto dalla parte larga, con un piccolo foro di spillo dalla parte che di solito funge da "serba toio". - certi personaggi del finto sport, del finto spettacolo, della finta imprenditoria, .... potrebbero brevettare la mia idea ed usarla durante le loro cene di intrattenimento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Faccio un altro esempio. Se io possiedo 18 ristoranti e uno yacht del genere (con bandiera delle Isole Cayman) lo dò in garanzia a una banca per un prestito, e non vado certo a chiedere soldi allo Stato per riavviare i miei 18 ristoranti. Perché lo Stato deve aiutare Gennarino il pizzaiolo, non Flavio il nababbo.

Se fossi un buon imprenditore con 18 ristoranti e uno Yacht chiederei soldi allo stato, se me li dà, bene, se non me li dà faccio senza.

Lei sig fosforo non sarebbe un buon imprenditore.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Faccio un altro esempio. Se io possiedo 18 ristoranti e uno yacht del genere (con bandiera delle Isole Cayman) lo dò in garanzia a una banca per un prestito, e non vado certo a chiedere soldi allo Stato per riavviare i miei 18 ristoranti. Perché lo Stato deve aiutare Gennarino il pizzaiolo, non Flavio il nababbo.

https://www.google.com/search?q=briatore+yacht&oq=b&aqs=chrome.0.69i59l2j69i57j69i60j0j69i60.980j0j8&client=tablet-android-datamatic&sourceid=chrome-mobile&ie=UTF-8#imgrc=NOQpBQl3vFSpwM:

Scusate se mi intrometto nel siparietto : Visto che il Cazzaro sembra informato e soprattutto fornisce r icette e , soprattutto ancora , come esempio , porta Briatore, potrebbe informarci di quante barche e quanti residence , oltre a quante ville delle 8/9 che possiede, si e’ “liberato” Grillo Beppe che , vorrei ricordare al Cazzaro Napoletano, e’ il fondatore e proprietario del Partito in cui ha prestato la mansione ( gratuita a parte le libagioni ) di rappresentante di lista ??  Grazie 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

26 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Faccio un altro esempio. Se io possiedo 18 ristoranti e uno yacht del genere (con bandiera delle Isole Cayman) lo dò in garanzia a una banca per un prestito, e non vado certo a chiedere soldi allo Stato per riavviare i miei 18 ristoranti. Perché lo Stato deve aiutare Gennarino il pizzaiolo, non Flavio il nababbo.

Se fossi un buon imprenditore con 18 ristoranti e uno Yacht chiederei soldi allo stato, se me li dà, bene, se non me li dà faccio senza.

Lei sig fosforo non sarebbe un buon imprenditore.

Bisogna stabilire cosa si intende per buon imprenditore. Secondo la nostra Costituzione la bontà dell'impresa si misura in base alla sua utilità sociale (art.41). Per me un imprenditore che in questo momento molto difficile distoglie i soldi dello Stato da finalità più utili, più necessarie e più urgenti delle sue, non è un buon imprenditore. Per me è simile a un parassita egoista.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Bisogna stabilire cosa si intende per buon imprenditore. Secondo la nostra Costituzione la bontà dell'impresa si misura in base alla sua utilità sociale (art.41). Per me un imprenditore che in questo momento molto difficile distoglie i soldi dello Stato da finalità più utili, più necessarie e più urgenti delle sue, non è un buon imprenditore. Per me è simile a un parassita egoista.

Può essere come dice lei sig fosforo, io sono un imprenditore ma non sono un buon imprenditore.

II buon imprenditore paga le tasse all'ultimo momento magari dopo aver analizzato tutto quel che può dedurre e anche qualcosa in più, lavora con i soldi degli altri e gli utili li mette, subito, sul conto corrente o li trasforma in beni , magari intestati a qualcuno della famiglia.

Io purtroppo lavoro ancora usando due scatole da scarpe: in una metto i soldi che incasso nell'altra metto le spese. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tu sei sicuramente un buon imprenditore, come la grande maggioranza di quelli del settore agricolo (intendo quelli che nella terra ci mettono le mani e la bagnano con il sudore). I parassiti stanno altrove. Io vorrei chiedere a quel signore se per caso ha mai lavorato in una delle cucine dei suoi 18 ristoranti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Tu sei sicuramente un buon imprenditore, come la grande maggioranza di quelli del settore agricolo (intendo quelli che nella terra ci mettono le mani e la bagnano con il sudore). I parassiti stanno altrove. Io vorrei chiedere a quel signore se per caso ha mai lavorato in una delle cucine dei suoi 18 ristoranti.

Lavorato no, ma qualche assaggino lo ha fatto di sicuro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E Grillo quante volte ha fatto il mozzo su una delle sue barche ?? Su idio ta napoletano , facce er conto ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se  è  ridotto   così  non  è  a  causa   delle  tre  settimane   di  fermo  ma  da  scelte   precedenti e  magari  da  qualche   anno  dichiarava   zero  o  in  rosso  addirittura ..

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963