Ringraziare gli Italiani non basta più ...!!

Con il passare dei giorni la legittima preoccupazione di migliaia di famiglie rimaste senza reddito a causa dell’aggravarsi della crisi in corso sta per trasformarsi in angoscia. E dopo l’angoscia arriva sempre la rabbia. Non basta ringraziare i milioni di italiani che con grande senso di responsabilità e al prezzo di enormi sacrifici stanno seguendo tutte le indicazioni per mitigare il contagio restando sigillati in casa e limitando al massimo gli spostamenti anche per andare a fare la spesa. Il dramma vero tuttavia, e lo dico senza retorica, è che per molti nostri connazionali nelle prossime settimane sarà materialmente impossibile pure provvedere economicamente alla spesa. Se la bomba sanitaria ci è ormai esplosa tra le mani e giustamente stiamo tutti quanti facendo il possibile per contenerne gli effetti, adesso è la potenziale bomba sociale a preoccupare. Questa va disinnescata con strumenti economici straordinari e con una comunicazione chiara, sincera e puntuale.  Nessuno e sottolineo NESSUNO deve essere lasciato indietro: penso alle imprese, agli esercizi commerciali, ai precari, alle partite IVA, ai liberi professionisti, ai lavoratori dipendenti, stagionali e autonomi, ma anche tutte quelle persone che, nella stragrande maggioranza dei casi per necessità, in passato hanno fatto ricorso a un lavoro “in nero” pur di non far mancare il pane sulla tavola dei loro figli. A tal proposito questa emergenza potrebbe anzi essere l’occasione per far emergere una larga quota di economia sommersa e aiutarci a risolvere strutturalmente la piaga del lavoro nero una volta terminata. La Costituzione ci impone di rimuovere gli ostacoli di natura economica e di rimuoverli per tutti. Troviamo una misura universale di sostegno per chi vive queste ore nell’incertezza di non poter più provvedere ai propri bisogni primari e facciamo in modo che vengano comunicati con puntualità i tempi e le forme con cui questo sostegno verrà erogato, al fine di consentire alle famiglie interessate di programmare la propria vita nelle prossime settimane di quarantena con un pizzico di serenità in più.                                                                                  F.D. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

6 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Troviamo una misura universale di sostegno per chi vive queste ore nell’incertezza di non poter più provvedere ai propri bisogni primari e facciamo in modo che vengano comunicati con puntualità i tempi e le forme con cui questo sostegno verrà erogato, al fine di consentire alle famiglie interessate di programmare la propria vita nelle prossime settimane di quarantena con un pizzico di serenità in più.                                            

cose giustissime, siamo tutti  d'accordo; mi pongo solo una domanda pratica,  stando con i piedi per terra: se è tutto o quasi tutto chiuso e conseguentemente nessuno sta versando i contributi, nei prossimi mesi i soldi per pagare le pensioni agli Italiani  da dove verranno presi?

https://youtu.be/PxBUMt64V64

Modificato da etrusco1900
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ieri sera il grillino Tridico che e’ pure il Capo dell’Imps ha detto che fino a maggio i soldi per gli stipendi per i dipendenti pubblici ed i pensionati ci saranno . Bene !! Si attinga in modo vorace dal forziere della BCE , si travalichi in modo sostanzioso dai limiti che la UE ci ha imposto ma che ora però non controllerà questi parametri . Poi , a suo tempo , quando tutto sarà passato , ci sarà tutto il tempo per rivedere tantissime cose sul piano finanziario . Niente potrà più essere uguale da dove ci eravamo lasciati . 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

cose giustissime, siamo tutti  d'accordo; mi pongo solo una domanda pratica,  stando con i piedi per terra: se è tutto o quasi tutto chiuso e conseguentemente nessuno sta versando i contributi, nei prossimi mesi i soldi per pagare le pensioni agli Italiani  da dove verranno presi?

https://youtu.be/PxBUMt64V64

Dal debito pubblico. Punto. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, mark222220 ha scritto:

ha detto che fino a maggio i soldi per gli stipendi per i dipendenti pubblici ed i pensionati ci saranno

quindi se non ho capito male i soldi CERTAMENTE ci saranno solo fino a Maggio.....  e poi?  chi è che scrisse:  ...chi vuol esser lieto sia  di doman non c'è certezza?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non facciamo filosofia . Che ci sono sino a maggio lo ha detto Tridico . Poi , almeno credo , ci dovrebbe essere un accantonamento , un tesoretto , di qualche miliardo di euro. Se non bastano si prendono un’altra ventina di miliardi dalla BCE e si fa il punto della situazione . Cosa c’è di strano ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, cortomaltese-*** ha scritto:

Dal debito pubblico. Punto. 

In ragioneria in partita doppia per ognuno che deve dare c'è uno che deve avere per fare il   il  debito pubblico bisogna che ci sia chi lo sottoscrive,  che ci sia  chi è disposto a comperare i nostri titoli di stato a meno che non si pensi a un prestito forzoso, sequestrare cioè una parte dei depositi in banca e alla posta degli Italiani e trasformarli in cartelle fondiarie.. pensa cosa accadrebbe a chi ha un contratto da sottoscrivere e ha predisposto i soldi sul conto per pagare i contratto....  e tutto questo fatto da un governo che in base ai sondaggi non supera il 40 per cento di gradimento fra la gente...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963