culture e tradizioni

Una bimba di cinque anni in Pakistan è stata costretta a sposare un ventiduenne. E’ accaduto, secondo il quotidiano Dawn, nel villaggio di Raman, nei pressi di Dakhan Town.

Qualcuno, alla notizia delle nozze con la sposa di cinque anni, ha chiamato la polizia, che però è arrivata troppo tardi per bloccare la cerimonia. Gli agenti avrebbero quindi deciso di arrestare sia l’officiante che lo sposo e il padre dello sposo. La bambina è stata a sua volta “presa in custodia” dalle forze dell’ordine, assieme alla mamma. (askanews)

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

sono convinto che i vari (ebbetti) tipo pm610,wronschi,e mark non si meraviglia...e no..sono per conservare le culture e tradizioni altrui loro..come suggerisce la Ue e i kompasgni baffoni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, director12 ha scritto:

aggiungiamo anche questa:

Un uomo afghano di 22 anni e due pachistani di 24 e 19 sono stati arrestati ieri a Trieste con l'accusa di aver stuprato e molestato più volte una quattordicenne residente nel capoluogo giuliano.

mi raccomando! hai controllato bene la veridicità della notizia?

sai, i protettori nostrani della feccia straniera nn vedono l'ora poter scrivere ke la ragazzina si é inventata tutto come se carognate del genere quella gentaglia lì, poiké il fatto nn tocca donne della loro famiglia, nn le avesse mai fatte.

quell'altra invece, raglia ke x loro è tradizione e poi lo stupro l'hanno nel DNA quindi,  avanti compagni!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963