SCIACALLO ERA E SCIACALLO RIMANE

Inviata (modificato)

Quanti , come   questa  persona , li  ha  usati  e  buttati  quando  non erano  più  utili  ?  Tantissimi secondo  me  e  tantissimi saranno  ,vedi  i terremotati  che  hanno  preso  in  giro  con   promesse  mai  mantenute ...  già  sempre  colpa   degli    altri  e  ieri  ha  usato una  telefonata  del  PdR    per  farsi  ancora propaganda , ma   non  dicendo  la  verità  ovvero  che  è stato  rampognato e  per  bene... ma  il  COSO  è  così stravolgere  la realtà  e  la  verità  il tutto  per  la  POLTRONA  leggete  e  meditate  gente...

Prendetevi due minuti per leggere. Fidatevi. Perché questa vicenda fa riflettere. E ce la dice lunga su alcuni personaggi.
Era il lontano 2017. Ad una donna invalida e malata terminale, Sandra Pelosi, che poi tentò anche il suicidio, stavano portando via la casa. In quella storia, tutti vedemmo le uniche cose possibili: tristezza, rabbia. Ma qualcuno no. Qualcuno, come fa capire Sandra, ci vide altro: ci vide un’opportunità. Quel qualcuno era Matteo Salvini.
Il 5 dicembre iniziò a coglierla. Su Facebook, con un post, il battesimo del fuoco: “Stamattina hanno portato via la casa a Sandra, invalida al 100% e malata terminale. Questa è VIOLENZA VERA nei confronti degli italiani! La Lega la aiuterà in ogni maniera possibile!”. Il pubblico reagisce bene. La storia è toccante. C’è la retorica sugli italiani. Bene. E quindi da lì, a cadenze regolari, altri post. Video, contenuti. Anche un sit-in della Lega a Siena, dove Sandra risiedeva. Ma i risultati ottenuti furono praticamente zero. E tutto andò avanti per circa un anno. Fino alla prima metà del 2018 circa. Quella prima metà del 2018 quando ci sarebbero state le elezioni politiche. E lì’ accadde qualcosa.
Accadde che, come dice la donna nell'’intervista, Salvini le mandò un sms: le propose di candidarsi con la Lega. Ma lei, ormai attaccata ad un respiratore per vivere, le rispose no. Spiegò ai leghisti che le ragioni erano due. La prima specchio dell'umiltà: “Come fate a candidarmi? Io sono disabile al 100% da 8 anni”. La seconda specchio di un’onestà intellettuale che in pochi avrebbero dimostrato di avere nelle sue condizioni: “le sue idee non sono le mie, non sono una persona violenta e ho fatto volontariato per tutta la vita”.
Lei credette di essersi spiegata bene. Credette di essersi comportata onestamente. Li aveva sempre ringraziati per il supporto dato. Eppure tutto quello non era bastato. Perché quel “no” aveva forse rovinato qualcosa: l’idea di fare uno show candidando una persona che, proprio fisicamente, non avrebbe avuto possibilità di svolgere un lavoro da parlamentare. Il sospetto che loro volessero questo lei l’aveva comunque avuto. Perché quando lei fece presente che era invalida al 100%, loro le risposero “Anche meglio!”. Anche meglio.
E così tutto finì lì. Vicenda chiusa. Da quel momento in poi, messaggini di Matteo finiti. Leghisti spariti. Finito tutto con un po’ di amaro in bocca. Perché quell’anno di "supporto" a Sandra doveva finire diversamente. Doveva finire con quel diavolo di show che sarebbe stato prendere una donna attaccata ad un respiratore e trascinarla a 230 km di distanza, a Montecitorio. Anche a braccia se necessario. Quello sì, cavolo, che sarebbe stato un gran finale! Ma Sandra ha rovinato tutto. Ha detto no e ci ha fregati. E quindi arrivederci e grazie.
E così oggi Sandra è di nuovo sola. Il sipario è calato. La casa è andata all'asta. Non è rimasto niente. Solo la profonda tristezza di una donna strumentalizzata e poi punita per la sua onestà. Ma anche la nostra di tristezza e solitudine. Morale, intellettuale. Umana. Una solitudine che ci deriva dall'idea che queste persone che hanno fatto ciò, potrebbero un giorno trasformare la società in cui viviamo in un enorme, grottesco e disumano palcoscenico dove il più debole non è né protetto né aiutato.
Ma usato. Anzi, per usare un termine più specifico: usato “anche meglio”.
Leonardo Cecchi

 

 

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Il COSO è la vergogna di questo paese.

Deve essere intervenuto il capo dello Stato, per richiamare ad un senso responsabilità il leader della lega, che con motivi totalmente pretestuosi sta di fatto bloccando l'approvazione di decreti salva Italia.E tutto per rubare la scena a chi sta lavorando seriamente per gli Italiani, anche per quelli che sostengono lega. Vergogna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, pm610 ha scritto:

con motivi totalmente pretestuosi sta di fatto bloccando l'approvazione di decreti salva Italia

Guarda che Salvini è all'opposizione  il governo ha la maggioranza, può mettere la fiducia e approvare quello che vuole; in che modo Salvini può bloccare? forse si vorrebbe rovesciare sull'opposizione le incapacità le indecisioni e le contraddizioni  di chi governa? chi è al governo  deve assumersi le sue responsabilità, chi è al governo non può cercare scuse o dare la colpa agli altri

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Guarda che Salvini è all'opposizione  il governo ha la maggioranza, può mettere la fiducia e approvare quello che vuole; in che modo Salvini può bloccare? forse si vorrebbe rovesciare sull'opposizione le incapacità le indecisioni e le contraddizioni  di chi governa? chi è al governo  deve assumersi le sue responsabilità, chi è al governo non può cercare scuse o dare la colpa agli altri

Sono d'accordo con lei. Il Governo deve mettere la fiducia. Dimostrare al popolo che un cre.tino è un cre.tino.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Dimostrare al popolo che un cre.tino è un cre.tino.

 

Sono d'accordo, è come quando Renzi  mise nel suo progetto di  riforma della costituzione cose giuste assieme a cose assurde con il risultato che la sua riforma della costituzione fu bocciata anche nelle poche cose giuste che aveva;  adesso la storia per certi versi si ripete, se nei decreti salva Italia ci mettono cose che non hanno niente a che vedere con il coronavirus come per esempio l'indulto mascherato dello svuota carceri è bene che la maggioranza  con un voto di fiducia se lo voti da sola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

salvini  stava  al  governo  però  è  scappato  davanti  a  dover   arginare  l'aumento  dell' Iva   immaginarsi  cosa  poteva  risolvere   oggi.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Sono d'accordo, è come quando Renzi  mise nel suo progetto di  riforma della costituzione cose giuste assieme a cose assurde con il risultato che la sua riforma della costituzione fu bocciata anche nelle poche cose giuste che aveva;  adesso la storia per certi versi si ripete, se nei decreti salva Italia ci mettono cose che non hanno niente a che vedere con il coronavirus come per esempio l'indulto mascherato dello svuota carceri è bene che la maggioranza  con un voto di fiducia se lo voti da sola

Perché le  carceri  non  hanno  problemi  , ops  li  aveva  risolti  tutti  il Coso , anche  aumentando  le  carceri  ops  no  aveva  solo  aumentato i  possibili fruitori facendo  leggi  demenziali .Mi  sembra   che   di  delinquenti  fuori  ce  ne  sono   parecchi e  alcuni  stanno tranquillamente  in   Parlamento  in  primis    il  COSO   che  anche  lui  ha  la  sua  bella  condanna   ops   è di  soli  sei  mesi...  Mettere  ai  domiciliari  chi  ha  condanne  sotto  i 18  mesi  non  è  un   indulto   ma  è  solo  scaricare   molte  tensioni all'interno  delle  carceri  superaffollate    anche   da  certi   delinquenti   che  hanno  la  sola  colpa  di essere  incappati  nella  becera  legge  Bossi-Fini

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, pm610 ha scritto:

  Mettere  ai  domiciliari  chi  ha  condanne  sotto  i 18  mesi  non  è  un   indulto   ma  è  solo  scaricare   molte  tensioni all'interno  delle  carceri  superaffollate   

spesso gli spacciatori non hanno un domicilio dove andare, scarichi le tensioni dalle carceri e le carichi sulla collettività per le strade

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

spesso gli spacciatori non hanno un domicilio dove andare, scarichi le tensioni dalle carceri e le carichi sulla collettività per le strade

Credo  che   se  non  hanno  fissa  dimora   è  difficile  che  possano  concedere     i  domiciliari , pertanto  rimarranno   in  carcere   oppure  li  manderanno in  soggiorno  obbligatorio da  te  e saranno  sicuramente   ben    custoditi...  spero  che   di  comporterai   da   uomo d'onore  e  non da  becero  maldestro a  fronte   di  un  pagamento   di  € 35    

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

spesso gli spacciatori non hanno un domicilio dove andare, scarichi le tensioni dalle carceri e le carichi sulla collettività per le strade

P.S.  Chi  ha  detto  che   gli  spacciatori  sono  tutti  condannati  con  pene  sotto  i  18  mesi   ?   Non  erano   state  innalzate dai  governi  delle  dx   le  pene    per  tali  reati   ,  come   minimo  l' ergastolo  o  la  pena  di  morte   come  per  il  Cucchi ed  altri  ?  Ops  per  Cucchi e  Aldobrandi    manco  il  processo   avevano  fatto.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salvi è un ottimo fascio...quando c'è dà prendere è sicuramente tra i primi, ma se c'è da dare......poi quella signora rifiutare ad un cosi ottimo movimento...ma perbacco...il salvi che avrebbe dovuto dire?...ma signora non si preoccupi della presenza o meno in Parlamento...guardi me, sono stato deputato al parlamento europeo, eppure non c'ero mai....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia davvero raccapricciante. Spero per il bene dell'Italia che Matteo Salvini venga stroncato dal Covid-19. Non fisicamente, beninteso, ma politicamente. Ma le colpe sono sempre a monte. Come ho scritto infinite volte, la Lega secessionista (per statuto!) andava sciolta e messa fuori legge, e Bossi sbattuto in galera. Abbiamo avuto un'altra occasione: la faccenda dei 49 milioni. Bisognava sequestrare tutto, inclusi i beni privati dei parlamentari. E invece il paese di Pulcinella ha dilazionato in 80 comode rate annuali. Mi duole dirlo ma Salvini è un virus politico che ci meritiamo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963