I “Gismondiani” dove sono andati a finire??

Inviata (modificato)

Già che fine avranno fatto i Gismondiani ?? Quelli che attaccavano il Prof Burioni colpevole di aver definito la Gismondo la Signora del Sacco. Una che aveva paragonato il Corona virus a poco più di una influenza . Una che ripeteva che in giro c’era troppo allarmismo determinato da virologi cha vanno per la maggiore in tv mediaticamente solo per farsi pubblicità. Che definiva eccessive le misure ( sic ) prese inizialmente e che snocciolava il numero dei deceduti per influenza semplice molto più ampio rispetto a quello che si sarebbe verificato per il Corona . A niente servivano i consigli di Burioni che ebbe a definire sbagliato l’atterraggio dei voli provenienti dalla Cina anche se con scali intermedi . Io me le ricordo le ironie di qualche Cazzaro quando Burioni consigliava di estendere la zona  Rossa a tutta Italia e non solo a quelle poche località del Nord. Me li ricordo i giudizi lazzi e frizzi dei soliti noti che ne spulciavano la carriera . Un ebete ciucciariello lo definì pure uno sconosciuto ed invitava a leggere i consigli di Travaglio che , secondo un Cazzaro , avevano contenuti scientifici maggiori di quelli di Burioni negandone una competenza riconosciutali in campo internazionale . E sto Cazzaro aggiungeva like forniti da qualche idiotoide facente parte della sua servitù’ .  Spariti eccetto il Cazzaro di Napoli che addirittura tiene una “rassegna “ giornaliera all’interno del forum dispensando , oltre all’elenco giornaliero di morti, contagiati e guariti , pure ricette miracolose , consigli e fa , udite udite , previsioni relative al futuro , incensamenti vari , giudica , promuove , boccia dando vita al trionfo dei beoti , alla sopraffazione dei palloni gonfiati nei confronti della competenza . Sto imbexxille non ha nemmeno il pudore di starsene zitto zitto !!

 
  1. Inviata 25 febbraio


     

    .....Ma che cos'è l'influenza? È un'infezione virale a carattere stagionale. In inverno raggiunge un picco di diffusione, che può interessare fino a un quarto della popolazione, per poi regredire spontaneamente (senza quarantene e misure straordinarie) fino a scomparire a primavera inoltrata. Come il raffreddore, l'influenza non è causata da un virus specifico ma da vari ceppi che mutano frequentemente. In una singola stagione e in una data regione possono coesistere vari virus influenzali. Per questi motivi il vaccino protegge solo per una stagione e non sempre funziona. Cos'ha di specifico il coronavirus COVID-19? Niente, a parte la mancanza (per ora) di un vaccino e, forse, una virulenza maggiore e una letalità leggermente maggiore rispetto ai più comuni virus influenzali, specie per gli anziani e gli immunodepressi. Ma NULLA DI PARAGONABILE alla Spagnola del 1918-20 (almeno mezzo miliardo di contagiati.....Ma qual è l'impatto di una influenza "normale"? Si stima che, in media, vengano contagiati a livello mondiale circa il 10% degli adulti non vaccinati e il 20% dei bambini. I casi gravi sono dai 3 ai 5 milioni, i morti tra i 300.000 e i 600.000. Il tasso di letalità è dell'ordine dello 0,1%. Secondo l'Istituto Superiore della Sanità, in Italia l'influenza "normale" causa in media 8000 morti l'anno, per lo più vittime delle complicanze, mentre i morti diretti sono 3-400. Nell'epidemia in corso nella regione di Wuhan la mortalità è vicina al 3%, ma è molto più bassa nel resto della Cina e nel resto del mondo avvicinandosi a quella di una comune influenza. A differenza per esempio della Spagnola, che fece milioni di vittime tra i giovani e i non anziani, questo coronavirus è pericoloso in particolare per gli anziani, specie quelli già affetti da altre patologie. Finora non si registrano morti tra i bambini sotto i 9 anni. Fino ai 40 anni la mortalità registrata in Cina è contenuta entro lo 0,2%, poi si impenna fino a oltre il 14% per i contagiati sopra gli 80 anni. Tuttavia è molto probabile che la reale letalità del coronavirus sia molto più bassa dato che spesso i sintomi sono assenti o trascurabili. Per esempio una coppia di italiani positivi al tampone dichiara di non avere avuto una linea di febbre né fatto un colpo di tosse. Al momento in cui scrivo, abbiamo 7 morti in Italia. Ma 6 di questi erano anziani con un quadro clinico già compromesso da gravi patologie, il settimo aveva 88 anni, un'età in cui, anche se si è sani, si va a dormire senza sapere se ci si risveglierà. A qualcuno dei 7 il test è stato fatto addirittura dopo il decesso! È chiaro che PIÙ TEST SI FANNO PIÙ CONTAGIATI SJ TROVANO. In Francia hanno avuto il primo morto in Europa e altri 11 casi, ma sono fermi da settimane a questa cifra, così come la Germania che è ferma a 16 casi. Non è il coronavirus che ce l'ha con gli italiani: siamo noi che, per eccesso di prudenza, gli diamo la caccia e mettiamo in quarantena i portatori e i sospetti portatori. Cosa che non si fa altrove, a parte la provincia di Wuhan e la Corea del Sud. Paradossalmente l'Italia oggi è il paese occidentale più sicuro, quello dove l'epidemia è più controllata, ma stiamo mettendo in fuga i turisti stranieri. Hanno fatto decine di tamponi anche qui a Napoli, per fortuna tutti negativi altrimenti era a rischio pure il big match di stasera con il Barcellona. .....Qualche virologo malato di protagonismo ha lanciato allarmi esagerati, politici e giornali di opposizione hanno vergognosamente strumentalizzato, hanno ricattato il governo e gettato olio sul fuoco. Sono riusciti a innescare, se non il panico, una psicosi collettiva, nazionale, senza precedenti. Ma sono sempre di più gli specialisti seri che cominciano a SMONTARE LA GRANDE BUFALA MEDIATICA DELLA PESTILENZA CINESE. Maria Rita Gismondo, virologa in prima linea, che dirige un laboratorio dove si fanno centinaia di analisi al giorno, ha parlato, evidentemente a ragion veduta, di "FOLLIA" COLLETTIVA innescata da un'infezione "APPENA PIÙ SERIA" di una normale influenza. E oggi ha replicato alle bufale di un collega in prima linea pure lui ma solo negli studi TV:

    https://www.la7.it/laria-che-tira/video/coronavirus-maria-rita-gismondo-i-morti-sono-persone-che-sarebbero-morte-lo-stesso-il-coronavirus-ha-25-02-2020-309435

    ...... Le bacchettate sulle mani che gli ha inflitto il presidente Conte hanno fatto effetto. Mentre scrivo, altri 4 anziani malati purtroppo hanno ricevuto dal Covid-19 l'ultima spinta, come l'avrebbero ricevuta domani o dopodomani da altri agenti patogeni. Gli allarmisti, i catastrofisti, i politicanti in malafede e i loro servi sciocchi, strumentalizzeranno anche questi poveri morti. Ma le loro bugie e le loro bufale hanno le gambe corte. 

     

     

     

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Ciao Mark ... conosci la ideologia religiosa dei "PASTAFARIANI" ... si dice abbia origine in Austria e poi dilagando nelle terre Germaniche ed anche in Italia --- Pastafariani, un nuovo gruppo che vive in modo strano ... a presto da d/b - 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Già che fine avranno fatto i Gismondiani ?? Quelli che attaccavano il Prof Burioni colpevole di aver definito la Gismondo la Signora del Sacco. Una che aveva paragonato il Corona virus a poco più di una influenza . Una che ripeteva che in giro c’era troppo allarmismo determinato da virologi cha vanno per la maggiore in tv mediaticamente solo per farsi pubblicità. Che definiva eccessive le misure ( sic ) prese inizialmente e che snocciolava il numero dei deceduti per influenza semplice molto più ampio rispetto a quello che si sarebbe verificato per il Corona . A niente servivano i consigli di Burioni che ebbe a definire sbagliato l’atterraggio dei voli provenienti dalla Cina anche se con scali intermedi . Io me le ricordo le ironie di qualche Cazzaro quando Burioni consigliava di estendere la zona  Rossa a tutta Italia e non solo a quelle poche località del Nord. Me li ricordo i giudizi lazzi e frizzi dei soliti noti che ne spulciavano la carriera . Un ebete ciucciariello lo definì pure uno sconosciuto ed invitava a leggere i consigli di Travaglio che , secondo un Cazzaro , avevano contenuti scientifici maggiori di quelli di Burioni negandone una competenza riconosciutali in campo internazionale . E sto Cazzaro aggiungeva like forniti da qualche idiotoide facente parte della sua servitù’ .  Spariti eccetto il Cazzaro di Napoli che addirittura tiene una “rassegna “ giornaliera all’interno del forum dispensando , oltre all’elenco giornaliero di morti, contagiati e guariti , pure ricette miracolose , consigli e fa , udite udite , previsioni relative al futuro , incensamenti vari , giudica , promuove , boccia dando vita al trionfo dei beoti , alla sopraffazione dei palloni gonfiati nei confronti della competenza . Sto imbexxille non ha nemmeno il pudore di starsene zitto zitto !!

 
  1. Inviata 25 febbraio


     

    .....Ma che cos'è l'influenza? È un'infezione virale a carattere stagionale. In inverno raggiunge un picco di diffusione, che può interessare fino a un quarto della popolazione, per poi regredire spontaneamente (senza quarantene e misure straordinarie) fino a scomparire a primavera inoltrata. Come il raffreddore, l'influenza non è causata da un virus specifico ma da vari ceppi che mutano frequentemente. In una singola stagione e in una data regione possono coesistere vari virus influenzali. Per questi motivi il vaccino protegge solo per una stagione e non sempre funziona. Cos'ha di specifico il coronavirus COVID-19? Niente, a parte la mancanza (per ora) di un vaccino e, forse, una virulenza maggiore e una letalità leggermente maggiore rispetto ai più comuni virus influenzali, specie per gli anziani e gli immunodepressi. Ma NULLA DI PARAGONABILE alla Spagnola del 1918-20 (almeno mezzo miliardo di contagiati.....Ma qual è l'impatto di una influenza "normale"? Si stima che, in media, vengano contagiati a livello mondiale circa il 10% degli adulti non vaccinati e il 20% dei bambini. I casi gravi sono dai 3 ai 5 milioni, i morti tra i 300.000 e i 600.000. Il tasso di letalità è dell'ordine dello 0,1%. Secondo l'Istituto Superiore della Sanità, in Italia l'influenza "normale" causa in media 8000 morti l'anno, per lo più vittime delle complicanze, mentre i morti diretti sono 3-400. Nell'epidemia in corso nella regione di Wuhan la mortalità è vicina al 3%, ma è molto più bassa nel resto della Cina e nel resto del mondo avvicinandosi a quella di una comune influenza. A differenza per esempio della Spagnola, che fece milioni di vittime tra i giovani e i non anziani, questo coronavirus è pericoloso in particolare per gli anziani, specie quelli già affetti da altre patologie. Finora non si registrano morti tra i bambini sotto i 9 anni. Fino ai 40 anni la mortalità registrata in Cina è contenuta entro lo 0,2%, poi si impenna fino a oltre il 14% per i contagiati sopra gli 80 anni. Tuttavia è molto probabile che la reale letalità del coronavirus sia molto più bassa dato che spesso i sintomi sono assenti o trascurabili. Per esempio una coppia di italiani positivi al tampone dichiara di non avere avuto una linea di febbre né fatto un colpo di tosse. Al momento in cui scrivo, abbiamo 7 morti in Italia. Ma 6 di questi erano anziani con un quadro clinico già compromesso da gravi patologie, il settimo aveva 88 anni, un'età in cui, anche se si è sani, si va a dormire senza sapere se ci si risveglierà. A qualcuno dei 7 il test è stato fatto addirittura dopo il decesso! È chiaro che PIÙ TEST SI FANNO PIÙ CONTAGIATI SJ TROVANO. In Francia hanno avuto il primo morto in Europa e altri 11 casi, ma sono fermi da settimane a questa cifra, così come la Germania che è ferma a 16 casi. Non è il coronavirus che ce l'ha con gli italiani: siamo noi che, per eccesso di prudenza, gli diamo la caccia e mettiamo in quarantena i portatori e i sospetti portatori. Cosa che non si fa altrove, a parte la provincia di Wuhan e la Corea del Sud. Paradossalmente l'Italia oggi è il paese occidentale più sicuro, quello dove l'epidemia è più controllata, ma stiamo mettendo in fuga i turisti stranieri. Hanno fatto decine di tamponi anche qui a Napoli, per fortuna tutti negativi altrimenti era a rischio pure il big match di stasera con il Barcellona. .....Qualche virologo malato di protagonismo ha lanciato allarmi esagerati, politici e giornali di opposizione hanno vergognosamente strumentalizzato, hanno ricattato il governo e gettato olio sul fuoco. Sono riusciti a innescare, se non il panico, una psicosi collettiva, nazionale, senza precedenti. Ma sono sempre di più gli specialisti seri che cominciano a SMONTARE LA GRANDE BUFALA MEDIATICA DELLA PESTILENZA CINESE. Maria Rita Gismondo, virologa in prima linea, che dirige un laboratorio dove si fanno centinaia di analisi al giorno, ha parlato, evidentemente a ragion veduta, di "FOLLIA" COLLETTIVA innescata da un'infezione "APPENA PIÙ SERIA" di una normale influenza. E oggi ha replicato alle bufale di un collega in prima linea pure lui ma solo negli studi TV:

    https://www.la7.it/laria-che-tira/video/coronavirus-maria-rita-gismondo-i-morti-sono-persone-che-sarebbero-morte-lo-stesso-il-coronavirus-ha-25-02-2020-309435

    ...... Le bacchettate sulle mani che gli ha inflitto il presidente Conte hanno fatto effetto. Mentre scrivo, altri 4 anziani malati purtroppo hanno ricevuto dal Covid-19 l'ultima spinta, come l'avrebbero ricevuta domani o dopodomani da altri agenti patogeni. Gli allarmisti, i catastrofisti, i politicanti in malafede e i loro servi sciocchi, strumentalizzeranno anche questi poveri morti. Ma le loro bugie e le loro bufale hanno le gambe corte. 

     

     

     

Ed ora fatevi 2 risate leggendo quel che scriveva il noto virologo Travaglio Calandrino Marco così come ci consigliava il Cazzaro Napoletano ...!! 

Ho visto cose…

Pubblicato su 25 Feb 2020 da INFOSANNIO48 commenti

erjqpr8woaanthb.jpg?w=300&h=226(pressreader.com) – di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano – Sarà anche vero che gli italiani danno il meglio di sé nelle emergenze. Ma stavolta gli italiani che danno il meglio di sé nelle emergenze si vedono poco, impallati come sono da quelli che danno il peggio di sé: migliaia, anzi milioni di sedicenti virologi sbucano in ogni dove, ormai più numerosi dei commissari tecnici della Nazionale di calcio. Utilissimi, fra l’altro, per sopperire alla penuria di virologi certificati, visto che i pochi esistenti sono sequestrati da giorni in tutti gli studi televisivi, inclusi quelli del Segnale orario e di Protestantesimo, per parlare di Coronavirus h 24. Io, che virologo non sono né mai sarò, lascio volentieri a costoro il compito di spiegarmi chi è il vero paziente zero, quando arriva il vaccino, perché l’Italia ha più morti e contagiati degli altri Paesi europei, cos’avrebbe dovuto fare il governo per averne di meno… Nel frattempo, da semplice spettatore preoccupato, ho già visto cose che voi umani…

Ho visto un vero virologo, il borioso Burioni, brutalizzare una vera virologa, la meno boriosa Gismondo (rea di avergli rotto il giocattolo dell’allarmismo dicendo la verità, e cioè che ne ammazza più l’influenza che il Coronavirus), chiamandola “la signora del Sacco”, precisando che “signora sostituisce un altro epiteto che mi stava frullando nelle dita”, ma non specificando quale sarebbe il grazioso e frullante epiteto. Boriosa? Burina? Buriona?

Ho visto Burioni ordinare gli italiani di “non ascoltare i virologi della domenica”. E proprio nella giornata di domenica.

Ho visto tre infettivologi di chiara fame – Feltri, Sallusti e Belpietro – discettare di coronavirus con la stessa enciclopedica competenza con cui disquisivano di bunga bunga e Ruby nipote di Mubarak, per giungere alla stessa conclusione: che anche il Coronavirus, come le toghe, è rosso.

Ho visto rinviare il processo Ruby-ter perché il pm ha notato in Tribunale un eccessivo assembramento di imputati (28, incluso B.), avvocati (il doppio) e magistrati (tre giudici e un pm) “in contrasto con la circolare della Corte d’appello sulle situazioni ambientali a rischio di contagio” da mazzettavirus.

Ho visto Conte, tra una D’Urso e un Giletti, telefonare a Salvini e trovare occupato perché quello stava chiacchierando con la Madonna di Medjogorje, o chi per essa.

Ho visto, con rispetto parlando, Pietro Senaldi spiegare a Conte come si fa il premier (“Conte inetto, Paese infetto”), ma minacciarsi “pronto a collaborare” col governo, come se il virus non facesse già abbastanza danni da solo.

Ho visto Renato Farina, in arte Betulla, titolare sulla prima di Libero “Accogliamo tutti, anche il virus: si spalancano i porti per 274 migranti”, sorvolando che quelli giungevano dal Maghreb e non dalla Cina, con una lievissima confusione non fra Stati, ma addirittura fra continenti, che fa quasi rimpiangere i bei tempi in cui il nostro era il ventriloquo di Pio Pompa, spione senz’altro al corrente della differenza fra Asia e Africa.

Ho visto la giunta forzaleghista della Regione Liguria annullare per sicurezza tutte le manifestazioni affollate da domenica sera e Salvini presenziare domenica sera a Genova una manifestazione affollata da 1500 persone per accusare il governo di lesa sicurezza.

Ho visto Salvini sostenere che “il governo deve chiedere scusa agli italiani perché l’Italia è il terzo Paese al mondo per contagi, davanti persino al Giappone, che confina con la Cina” anche se è un arcipelago e confina col mare.

Ho visto il governatore leghista della Lombardia, Attilio Fontana, forse confuso dalle orecchie che gli fischiavano mentre Salvini denunciava il record negativo di contagiati in Italia, quasi tutti in Lombardia, annunciare di aver “individuato due persone che potrebbero essere i pazienti zero”, senza peraltro escludere che i pazienti zero possano essere pure una dozzina.

Ho visto il governatore leghista del Veneto, Luca Zaia, annullare il Carnevale di Venezia appena in tempo per il Mercoledì delle Ceneri e l’inizio della Quaresima.
Ho visto l’Innominabile, oscurato dall’epidemia e in astinenza da interviste, sciogliere Italia Viva e fondare Italia Virus.
Ho visto inviati dei giornali indaffaratissimi a domandare se per caso qualcuno dei 222 infetti non percepisca il Reddito di cittadinanza.
Ho visto la Rai vietare ai suoi giornalisti di viaggiare da Milano a Roma per non infettare i colleghi romani, anche se i primi casi di infezione si sono registrati proprio a Roma.
Ho visto noti zozzoni perdere il vizio diffuso di andare allo stadio e acquistare quello più raro di lavarsi col sapone.
Ho visto cinesi tenersi alla larga dal Nord Italia per paura di beccarsi il virus cinese.
Ho visto nel Sud Italia i primi cartelli “Non si affitta ai settentrionali”.
Ho visto una deputata di Fratelli d’Italia entrare in aula con la mascherina per passare a Italia Viva senza vergognarsi troppo.
Ho visto parlamentari di centrodestra diventare “responsabili” di centrosinistra a volto scoperto, senza mascherina e senza vergognarsi affatto.
Ho visto parlamentari leghisti chiedere la chiusura delle Camere per migliorare lo score di presenze di Salvini.
Ho visto ignoti sciacalli citofonare alle vecchiette per svaligiare le loro case con la scusa dell’esame del tampone.
Ho visto un noto sciacallo citofonare random a tutti i lodigiani (prima di passare ai padovani): “Scusi, lei è paziente zero?”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Mark ... conosci la ideologia religiosa dei "PASTAFARIANI" ... si dice abbia origine in Austria e poi dilagando nelle terre Germaniche ed anche in Italia --- Pastafariani, un nuovo gruppo che vive in modo strano ... a presto da d/b - 

Da quasi 10 anni vengo in vacanza in Valle del Chiese che non e’ molto distante da dove abiti . Vengo a trovarti e Mi spiegherai meglio i Pastafariani...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Mark ... conosci la ideologia religiosa dei "PASTAFARIANI" ... si dice abbia origine in Austria e poi dilagando nelle terre Germaniche ed anche in Italia --- Pastafariani, un nuovo gruppo che vive in modo strano ... a presto da d/b - 

Li conosco, ma preferisco gli originali. I RASTAFARIANI come Bob Marley. Loro sono onesti e ammettono che quando si credono Dio è perché la roba fumata era davvero buona e il cannone un po' troppo grosso....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mark da d/b – esistono due “Valle del Chiese”, la prima in provincia di Brescia, la seconda in provincia di Trento. La mia zona di residenza è quella con il prefisso telefonico – zero quattro tre otto – e comprende alcuni comuni di confine tra Treviso e Belluno. Certo che da Pisa, la tua città di residenza, salire sino a Trento è impegnativo. Andrai a trovare il tuo “amico” Risata che abita nella zona di Trento.

Rispondendo al corrispondente “Corto Maltese” … hai conoscenze lontane, persino in Etiopia e risali agli inizi del mille novecento. Tranquillo i “pastafariani” sono dei simpatici scommettitori tra di loro. Giocano a chi mangia maggior pasta asciutta in minor tempo. Non sono riuscito a capire se in bianco oppure con ragù e salse varie.

Comunque la più bella bandiera in assoluto rimane quella del Mozambico (nel triangolo rosso verso l'asta vi trova una stella gialla, un mitra ed una zappa neri) … sparare e seppellire gli avversari.

Ciao Ragazzi, la rubrica è anche cultura (alle volte solo coltura) per conoscere e stare in armonia. -

alle prossime da – d/b –

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963