Questa è una bella notizia

Inviata (modificato)

Se non avete capito come sia stato possibile che il corrotto Formigoni & C. (dove C. sta  per Complici, e include i corruttori della sanità privata e le varie giunte di centrodestra) siano riusciti a sfasciare la sanità pubblica lombarda, che negli anni '80 era una delle migliori al mondo, leggetevi molto attentamente questo illuminante articolo:

https://thesubmarine.it/2020/03/10/posti-letto-ospedali-italiani-nuovo-coronavirus/

Ebbene, dopo cotanto sfascio dei suoi predecessori e amici, il patetico governatore Fontana si toglie la mascherina ma, invece di recitare un mea culpa (è in carica da 2 anni), se la prende con il governo Conte e con la Protezione Civile, e chiede aiuto agli altri paesi. Chiede mascherine, macchinari, ma soprattutto medici. Tenuto conto che in questo momento la Lombardia è la nuova Wuhan, ma con strutture pubbliche che al confronto sembrano quasi da terzo mondo, il patetico Fontana non chiede poco. Chiede ai medici stranieri di venire a rischiare la vita in Lombardia e a tappare le falle lasciate dalla feccia politica e imprenditoriale del pianeta. Chi risponde all'appello? Tra i nostri alleati la Germania manda 1 milione di mascherine. Meglio di niente. Il signor Trump è in campagna elettorale, quindi America First! Infatti ha stanziato 50 miliardi di dollari contro il virus sbarcato negli USA, ma a noi ha twittato un messaggio d'amore corredato da una foto delle nostre Frecce Tricolori. Respingiamolo al mittente, teniamoci le Frecce Tricolori e AZZERIAMO SUBITO il resto della commessa degli inutili e costosi F-35. Non un solo centesimo di euro deve essere distratto dalla lotta in difesa della vita per sprecarlo in strumenti di offesa e di morte. Però c'è qualcuno che ha risposto all'appello del governatore Fontana. 

HANNO RISPOSTO I COMUNISTI!

È già arrivato un gruppo di medici cinesi, stanno arrivando in Lombardia altre due squadre di EROI: da CUBA e dal VENEZUELA. Questa è davvero una bella notizia! Per chi non lo sapesse, se si parla di medicina sul campo, di medicina in prima linea contro le peggiori epidemie e nei paesi più poveri, la prestigiosa scuola medica cubana è di gran lunga la più eroica e gloriosa al mondo. Questa grande missione umanitaria fu voluta dal Lider Maximo in persona e non si è mai fermata. I medici cubani sono da decenni nei posti più difficili e sfortunati del pianeta a combattere contro la malaria, la meningite, la febbre gialla, il colera, la lebbra. Curano malati, salvano vite, istruiscono il personale sanitario locale. Oggi vengono a dare una mano alla Lombardia e all'Italia insieme ai loro colleghi del Venezuela. Altro paese comunista affamato dalla dittatura del dollaro, dalle sanzioni e dagli embarghi. E che con il crollo del prezzo del petrolio vede un futuro ancora più nero. Ma la nobile missione di un medico non si ferma davanti a nulla. Oltre 450 tra medici, infermieri e ricercatori cubani andarono in Africa equatoriale nel pieno dell'epidemia di EBOLA. Non pochi si infettarono, qualcuno sacrificò la vita, ma alla fine vinsero una memorabile battaglia contro un mostro al cui confronto questo coronavirus fa la figura del raffreddore.

VINCETE ANCHE QUI, COMPAGNI ED EROI! IL POPOLO ITALIANO VI SARÀ GRATO IN ETERNO.

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE !

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Se non avete capito come sia stato possibile che il corrotto Formigoni & C. (dove C. sta  per Complici, e include i corruttori della sanità privata e le varie giunte di centrodestra) siano riusciti a sfasciare la sanità pubblica lombarda, che negli anni '80 era una delle migliori al mondo, leggetevi molto attentamente questo illuminante articolo:

https://thesubmarine.it/2020/03/10/posti-letto-ospedali-italiani-nuovo-coronavirus/

Ebbene, dopo cotanto sfascio dei suoi predecessori e amici, il patetico governatore Fontana si toglie la mascherina ma, invece di recitare un mea culpa (è in carica da 2 anni), se la prende con il governo Conte e con la Protezione Civile, e chiede aiuto agli altri paesi. Chiede mascherine, macchinari, ma soprattutto medici. Tenuto conto che in questo momento la Lombardia è la nuova Wuhan, ma con strutture pubbliche che al confronto sembrano quasi da terzo mondo, il patetico Fontana non chiede poco. Chiede ai medici stranieri di venire a rischiare la vita in Lombardia e a tappare le falle lasciate dalla feccia politica e imprenditoriale del pianeta. Chi risponde all'appello? Tra i nostri alleati la Germania manda 1 milione di mascherine. Meglio di niente. Il signor Trump è in campagna elettorale, quindi America First! Infatti ha stanziato 50 miliardi di dollari contro il virus sbarcato negli USA, ma a noi ha twittato un messaggio d'amore corredato da una foto delle nostre Frecce Tricolori. Respingiamolo al mittente, teniamoci le Frecce Tricolori e AZZERIAMO SUBITO il resto della commessa degli inutili e costosi F-35. Non un solo centesimo di euro deve essere distratto dalla lotta in difesa della vita per sprecarlo in strumenti di offesa e di morte. Però c'è qualcuno che ha risposto all'appello del governatore Fontana. 

HANNO RISPOSTO I COMUNISTI!

È già arrivato un gruppo di medici cinesi, stanno arrivando in Lombardia altre due squadre di EROI: da CUBA e dal VENEZUELA. Questa è davvero una bella notizia! Per chi non lo sapesse, se si parla di medicina sul campo, di medicina in prima linea contro le peggiori epidemie e nei paesi più poveri, la prestigiosa scuola medica cubana è di gran lunga la più eroica e gloriosa al mondo. Questa grande missione umanitaria fu voluta dal Lider Maximo in persona e non si è mai fermata. I medici cubani sono da decenni nei posti più difficili e sfortunati del pianeta a combattere contro la malaria, la meningite, la febbre gialla, il colera, la lebbra. Curano malati, salvano vite, istruiscono il personale sanitario locale. Oggi vengono a dare una mano alla Lombardia e all'Italia insieme ai loro colleghi del Venezuela. Altro paese comunista affamato dalla dittatura del dollaro, dalle sanzioni e dagli embarghi. E che con il crollo del prezzo del petrolio vede un futuro ancora più nero. Ma la nobile missione di un medico non si ferma davanti a nulla. Oltre 450 tra medici, infermieri e ricercatori cubani andarono in Africa equatoriale nel pieno dell'epidemia di EBOLA. Non pochi si infettarono, qualcuno sacrificò la vita, ma alla fine vinsero una memorabile battaglia contro un mostro al cui confronto questo coronavirus fa la figura del raffreddore.

VINCETE ANCHE QUI, COMPAGNI ED EROI! IL POPOLO ITALIANO VI SARÀ GRATO IN ETERNO.

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE !

 

A parte che siamo al trionfo dell’imbecillita’, al trionfo della panzanita’ , alla ridicolaggine fatta persona , vorrei precisare che questi operatori sanitari meritoriamente sbarcati da noi per dare una mano in questa dolorosa circostanza, “hasta la victoria siempre” unasega , i compagni ed eroi comunisti , invece , unasega doppia. Il compagno marxista comunitarista Cazzaro Napoletano Fosfy 311 volte co@lione , si tolga la camicia rossa con la falce e martello , legga con attenzione la nota dell’Ansa e poi , alle prime tenebre , si rechi sul terrazzino di casa sua e si abbandoni ad una tamurriata nera .                          
“Con impressionante cattivo gusto, l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera ha voluto precisare quanto segue, riportato dall’Agenzia Ansa e Nova: “I medici venezuelani che affiancheranno i nostri professionisti negli ospedali durante l’emergenza ‘coronavirus’ non sono legati all’attuale regime, con il quale non e’ in corso nessuna trattativa. Si tratta invece di operatori sanitari, esuli e autonomi, formatisi e specializzatisi in Europa e che fanno capo all’associazione ‘Venezuela, la piccola Venezia Onlus’ da tempo attiva nel nostro Paese, che per motivi burocratici in questo momento non possono esercitare la professione e che si mettono a disposizione del sistema lombardo per rafforzare gli organici delle nostre strutture”.

Da notare infine che i medici venezuelani citati da Gallera appartengono a una semi-sconosciuta ONG vicina alla destra estremista e golpista venezuelana. La stessa destra che in più occasioni in Venezuela ha assaltato i centri dove operano i medici cubani. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963