"Pufferemo il coronavirus" e si radunano in 3500 in Francia in barba ai divieti

In Francia il numero di contagi da coronavirus ha raggiunto i 1191 casi, che ne fanno il paese più colpito in Europa dopo l’Italia ma decreti e divieti non funzionano in molti casi neanche oltralpe, sopratutto ne sono indifferenti i fan dei puffi

Ieri a Landerneau, in Bretagna, si sono incontrate 3500 persone per battere il record mondiale di un raduno di persone vestite da Puffi

Ai giornalisti hanno affermato: “Per noi è più importante battere questo record . Il coronavirus non è poi così grave”. Anzi, gli ha fatto eco ironicamente qualcuno, “pufferemo il coronavirus”, non c'è che dire non sono solo le piazze della movida in Italia piene di irresponsabili, ci mancavano anche i puffi francesi, vedremo quanti di questi pufferanno in ospedale...

GettyImages-1205676159.jpg

https://www.wired.it/lol/2020/03/09/coronavirus-francia-puffi/?refresh_ce=

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

è questa foto quanti anni fa è stata fatta? quelle persone le ha contate lei personalmente? tutte quante? non so se è venuto/a al corrente ma il bel divieto che da noi è stato emanato ha provocato una rivolta in numerose carceri italiane circa una decina gli uffici di quelle strutture sono stati distrutti… sono morti sei detenuti il motivo della rivolta è stata l'interruzione delle visite dei famigliari ai detenuti , mi sembra che la popolazione carceraria sia più numerosa che un raduno di puffi …. forse pensando diversamente si sarebbe evitata la devastazione ed un eventuale contagio …. soluzione del problema: i detenuti con meno di due anni da scontare sono stati mandati in libertà …. cioè il senso di responsabilità è molto ma molto personale …. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, mylord611 ha scritto:

è questa foto quanti anni fa è stata fatta? quelle persone le ha contate lei personalmente? tutte quante? non so se è venuto/a al corrente ma il bel divieto che da noi è stato emanato ha provocato una rivolta in numerose carceri italiane circa una decina gli uffici di quelle strutture sono stati distrutti… sono morti sei detenuti il motivo della rivolta è stata l'interruzione delle visite dei famigliari ai detenuti , mi sembra che la popolazione carceraria sia più numerosa che un raduno di puffi …. forse pensando diversamente si sarebbe evitata la devastazione ed un eventuale contagio …. soluzione del problema: i detenuti con meno di due anni da scontare sono stati mandati in libertà …. cioè il senso di responsabilità è molto ma molto personale …. 

Ma che c'entrano i detenuti nelle carceri italiane che si sono rivoltati perchè hanno temporaneamente interrotto le visite per proteggerli dal contagio? Una rivolta assurda, se avviene un contagio in carcere può essere molto pericoloso, hanno fatto bene a farlo, Questi sono liberi cittadini francesi che hanno deciso di radunarsi in 3500 per battere uno stupido record, rischiando e mettendo a rischio un sacco di persone. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sarà, si vede che in Francia non si fanno soggiogare come succede da noi, del coronavirus non gliene frega niente, 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

7 minuti fa, mylord611 ha scritto:

sarà, si vede che in Francia non si fanno soggiogare come succede da noi, del coronavirus non gliene frega niente, 

Eh? A questi 3500 imbecill i non ha importato, certamente importa a tutti quelli che sono malati o in quarantena o in terapia intensiva o con le difese immunitarie basse, questi 3500 se li in mezzo ce ne era anche uno solo contagiato si ammaleranno e e diffonderanno enormemente il virus

Modificato da nextext

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963