Prigioniero del virus a Hong Kong:"Le misure sono state determinanti per contenere il virus"

Marco Galimberti, milanese, 34 anni, general manager di Venchi per quaranta giorni è stato “prigioniero” del coronavirus ad Hong Kong. In una intervista ha spiegato perchè occorrono almeno 40 giorni per uscire dall’emergenza:
“Il 24 gennaio la vita è cambiata e il fatturato è crollato. Le misure sono state determinanti per contenere il virus. Ora vediamo la luce alla fine del tunnel. Dobbiamo solo tenere duro. Ci siamo trovati in grande difficoltà. Era il capodanno cinese, un periodo di migrazioni. È stato bloccato tutto. Mancavano le mascherine, mancava l’amuchina. La situazione igienico sanitaria era tremenda. I centri commerciali all’interno dei quali si trovano i nostri negozi ci chiedevano delle misure sanitarie che non eravamo in grado di rispettare. Dall’Italia ci hanno spedito 6.000 mascherine, altrettanto hanno fatto dalla Cina e la nostra vita è cambiata da un momento all’altro.
Discorso diverso per i cinesi che sin dall’inizio, avendo vissuto la Sars, si sono autolimitati e hanno imposto regole molto rigide con la chiusura di tutte le scuole anche a Hong Kong. Guardando i numeri dico che le misure sono state determinanti per contenere il virus. A Hong Kong durante il capodanno c’erano tre milioni di cinesi, eppure i contagiati sono stati solo un centinaio e i decessi due. Su una popolazione di 7 milioni. Mascherine per tutti, guanti per servire i gelati, sanificazioni degli spazi comuni, della cassa, di tutti i tavoli. Anche del pos. Operazione ripetuta ogni due ore con alcol al 75 per cento. Maniglie, porte, tutto quello che veniva a contatto con il pubblico. Adesso a 40 giorni dall’inizio, il business riparte, i negozi sono stati riaperti man mano hanno riaperto scuole e fabbriche".

Seguiamo le regole e stiamo a casa, anche i ragazzi che non stanno andando a scuola, non è una vacanza è una emergenza sanitaria nella quale tutti dobbiamo fare la nostra parte. Che ne pensate?
Risultato immagini per hong kong

 

https://www.huffingtonpost.it/entry/manager-milanese-in-cina-vediamo-la-luce-alla-fine-del-tunnel-ma-abbiamo-sempre-rispettato-le-regole_it_5e620bebc5b691b525f089f5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963