Il Vesuvio in fiamme, che tristezza

Era un piccolo focolaio, circoscritto e ben visibile sul versante di Ercolano. Dopo una settimana non sono riusciti a spegnerlo, le fiamme ardono sempre lì, ma ora anche in molti altri punti. E' passata una settimana. Dov'era la protezione civile nazionale? E quella regionale? Dov'era il governatore De Luca? A festeggiare la sua nomina (assurda) a commissario straordinario? Questi incapaci non sanno gestire l'ordinario, figuriamoci le emergenze. E dov'era il famoso Buonajuto, il renzianissimo sindaco di Ercolano, showman della Leopolda? Dov'erano i suoi famosi volontari? Buoni solo a portare i profughi dei centri d'accoglienza, inconsapevoli ma ordinati e allineati, a votare alle primarie del Pd? E indovinate per quale candidato. Il Parco Nazionale del Vesuvio, la montagna sacra di Ercole, la montagna sacra della libertà degli schiavi di Spartaco, il vulcano attivo più famoso del mondo, il patrimonio mondiale nell'UNESCO è in fiamme. Che triste spettacolo! Che tristezza! Che rabbia! Pinete, macchia mediterranea, specie rare e protette, tutto distrutto. Turisti in fuga. Che rabbia! Si vocifera che i pochi Canadair utilizzati abbiano finito la benzina. Infatti oggi, la giornata più drammatica, hanno cessato di volare molto prima del tramonto. E dov'erano e dove sono le guardie forestali? Hanno lasciato campo libero ai piromani, in una settimana non ne hanno beccato neppure uno. I ragazzi di Fanpage, quelli che sputtanarono i galoppini del Pd alle primarie, oggi ci dimostrano com'è facile nel paese di Pulcinella, che non è la Campania ma l'Italia intera, mandare in fumo un patrimonio dell'Umanità.

 

 

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

49 messaggi in questa discussione

54 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Era un piccolo focolaio, circoscritto e ben visibile sul versante di Ercolano. Dopo una settimana non sono riusciti a spegnerlo, le fiamme ardono sempre lì, ma ora anche in molti altri punti. E' passata una settimana. Dov'era la protezione civile nazionale? E quella regionale? Dov'era il governatore De Luca? A festeggiare la sua nomina (assurda) a commissario straordinario? Questi incapaci non sanno gestire l'ordinario, figuriamoci le emergenze. E dov'era il famoso Buonajuto, il renzianissimo sindaco di Ercolano, showman della Leopolda? Dov'erano i suoi famosi volontari? Buoni solo a portare i profughi dei centri d'accoglienza, inconsapevoli ma ordinati e allineati, a votare alle primarie del Pd? E indovinate per quale candidato. Il Parco Nazionale del Vesuvio, la montagna sacra di Ercole, la montagna sacra della libertà degli schiavi di Spartaco, il vulcano attivo più famoso del mondo, il patrimonio mondiale nell'UNESCO è in fiamme. Che triste spettacolo! Che tristezza! Che rabbia! Pinete, macchia mediterranea, specie rare e protette, tutto distrutto. Turisti in fuga. Che rabbia! Si vocifera che i pochi Canadair utilizzati abbiano finito la benzina. Infatti oggi, la giornata più drammatica, hanno cessato di volare molto prima del tramonto. E dov'erano e dove sono le guardie forestali? Hanno lasciato campo libero ai piromani, in una settimana non ne hanno beccato neppure uno. I ragazzi di Fanpage, quelli che sputtanarono i galoppini del Pd alle primarie, oggi ci dimostrano com'è facile nel paese di Pulcinella, che non è la Campania ma l'Italia intera, mandare in fumo un patrimonio dell'Umanità.

 

 

 

Ahahahaha, quando vi dico che qualcuno del PD ha ***.to la moglie del Cazzaro voi mettetevi pure a ridere . Ma e' la verità !! Non si spiegherebbero , senno', le parole del Bufalaro . Ahahahahaha . Il Vesuvio brucia ?? La colpa è di De Luca , del Sindaco PD di Ercolano !! E' colpa pure della festa dell'Unita' di Afragola , della sezione del PD di Torre Annunziata.  dell'allenatore del Napoli , Sarri , colpevole di votare PD , di Carmine O'Scostumato custode della Federazione PD di via Montegrappa e del cameriere della Pizzeria " Ca nosciuno e' fesso" anch'esso iscritto al PD. Ahahahahaha, che ebe te !! Povero Cazzaro . I focolai , e' stato già stabilito , sono tutti di origine dolosa ed il nufalaro invece di interrogarsi in che *** di città vive , ai primi posti mondiali del malaffare in qualsiasi campo si tratti , da la colpa al PD ed ai suoi esponenti se qualche galoppino della camorra incendia le falde del Vesuvio . A me sembra che Fosfy sia venuto al mondo perché mancava ....uno !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Era un piccolo focolaio, circoscritto e ben visibile sul versante di Ercolano. Dopo una settimana non sono riusciti a spegnerlo, le fiamme ardono sempre lì, ma ora anche in molti altri punti. E' passata una settimana. Dov'era la protezione civile nazionale? E quella regionale? Dov'era il governatore De Luca? A festeggiare la sua nomina (assurda) a commissario straordinario? Questi incapaci non sanno gestire l'ordinario, figuriamoci le emergenze. E dov'era il famoso Buonajuto, il renzianissimo sindaco di Ercolano, showman della Leopolda? Dov'erano i suoi famosi volontari? Buoni solo a portare i profughi dei centri d'accoglienza, inconsapevoli ma ordinati e allineati, a votare alle primarie del Pd? E indovinate per quale candidato. Il Parco Nazionale del Vesuvio, la montagna sacra di Ercole, la montagna sacra della libertà degli schiavi di Spartaco, il vulcano attivo più famoso del mondo, il patrimonio mondiale nell'UNESCO è in fiamme. Che triste spettacolo! Che tristezza! Che rabbia! Pinete, macchia mediterranea, specie rare e protette, tutto distrutto. Turisti in fuga. Che rabbia! Si vocifera che i pochi Canadair utilizzati abbiano finito la benzina. Infatti oggi, la giornata più drammatica, hanno cessato di volare molto prima del tramonto. E dov'erano e dove sono le guardie forestali? Hanno lasciato campo libero ai piromani, in una settimana non ne hanno beccato neppure uno. I ragazzi di Fanpage, quelli che sputtanarono i galoppini del Pd alle primarie, oggi ci dimostrano com'è facile nel paese di Pulcinella, che non è la Campania ma l'Italia intera, mandare in fumo un patrimonio dell'Umanità.

 

 

 

Ehh..bisogna stare attenti quando si gettano le cikke accese xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Al tempo del Gov Prodi 2007 fecero una legge vietava  di costruire sui terreni percorsi dagli incendi, poi il Gov. berlusconi lo modificò dicendo che non si poteva costruire solo se si poteva dimostrare che fossero dolosi, dato che le prove e tutte le conseguenze spesso non sono realizzabili, si pensò fosse un regalino agli amici "stallieri".......forse anche questo è una conseguenza....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

2 ore fa, sempre135 ha scritto:

Al tempo del Gov Prodi 2007 fecero una legge vietava  di costruire sui terreni percorsi dagli incendi, poi il Gov. berlusconi lo modificò dicendo che non si poteva costruire solo se si poteva dimostrare che fossero dolosi, dato che le prove e tutte le conseguenze spesso non sono realizzabili, si pensò fosse un regalino agli amici "stallieri".......forse anche questo è una conseguenza....

 

Giusto, giustissimo, ma cosa hanno fatto lo sciagurato governo Renzi (in quasi 3 anni) e il governo fotocopia Gentiloni (in 7 mesi) per rimediare ai disastri dello sciagurato governo Berlusconi? Cosa hanno fatto per ripristinare le buone cose fatte da Prodi? NULLA. Anzi lo sciagurato di Rignano per prima cosa si sedette a un tavolo per riscrivere la Costituzione (la Costituzione!) con il delinquente che aveva corrotto senatori per far cadere il governo Prodi. Non c'è niente da fare: anche se uno è un pregiudicato e l'altro un incensurato (per ora), i due sono caratterialmente affini, sono moralmente e politicamente sullo stesso identico piano. E hanno dimostrato di essere due incapaci, due tappetari, due sciagure viventi per il paese. Senza la differenza di età potrebbero essere due gemelli. Similia similibus.  

Naturalmente gli incendi, come scrive Wronschi, possono essere colposi (la cicca di sigaretta) ma in realtà sono per lo più dolosi. Le autorità devono occuparsi di prevenzione e di repressione e non lo fanno in modo serio. Si propone una nuova legge contro l'apologia del fascismo (a 72 anni dalla fine del fascismo) ma non si fa nulla per scoraggiare i piromani. Le autorità devono anche occuparsi della cura del territorio (che sarebbe una grandissima opportunità di lavoro, altro che jobs act!) e non lo fanno in modo serio. Le autorità devono fronteggiare le emergenze e non le sanno fronteggiare. Quello del Vesuvio è solo l'ultimo plateale esempio. Un piccolo focolaio nel territorio del Comune di Ercolano in una settimana non è stato spento, una settimana senza vento. Oggi l'incendio divampa sull'intero vulcano. VERGOGNA!

Ecco la triste nota di Legambiente Campania, raccomando all'attenzione soprattutto l'ultima parte:

"Non esiste evento in Italia, ed in particolar modo in Campania più prevedibile e puntuale degli incendi estivi. Non possiamo più considerarli un’emergenza, visto che ogni anno si ripetono le stesse scene; e nonostante ciò questo Paese si fa trovare sempre impreparato alle prime fiamme estive. Caldo , siccità ma sopratutto affari criminali le cause principali che alimentano questa vera e propria industria del fuoco. Le fiamme sul Vesuvio sono un pericoloso segnale di rifiuto di legalità. La quantità di ettari di boschi e pinete distrutti in pochi giorni costituisce un pesantissimo e gravissimo affronto al patrimonio di natura e biodiversità della nostra regione e in particolare del Parco Nazionale del Vesuvio. Il fenomeno degli incendi boschivi resta una terribile piaga del nostro paese perché distruggono habitat e paesaggi, possono mettere in crisi l’esistenza di tante economie locali che hanno scommesso sul turismo ambientale, accrescono il rischio idrogeologico e la desertificazione. Quello che sta accadendo sul Vesuvio e in molte zone della regione dimostra che non bisogna abbassare la guardia e che occorre lottare senza paura contro i piromani utilizzando tutti gli strumenti necessari. Si valuti con grande attenzione se dagli incendi, per le loro caratteristiche, la loro diffusione e gli impatti che causano, oltre alle aggravanti già previste dal delitto regolato dall’art. 423bis del Codice penale, non si debba contestare anche quello di disastro ambientale. Gli incendi estivi si combattono con la manutenzione ordinaria che spesso manca, con la pulizia del sottobosco, il decespugliamento laterale lungo le strade, la manutenzione dei sentieri spartifuoco, il ripristino delle murazioni dei vecchi sentieri. Gli incendi si spengono soprattutto da terra prima che degenerino, ma bisogna avere mezzi e capacità di coordinarli, e bisogna muoversi su un territorio che non sia reso inaccessibile dall'incuria".

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

VERGOGNA!

Si riempiva la bocca anche il berlu con questa parola, anzi innalzava gli animi di coloro che ritenevano tutti gli altri sporchi, solo lui pulito......però anche per cambiare le leggi o modificarle occorre l'appoggio della maggioranza e cambiare le leggi del berlu non credo sia cosa facile....certamente la mala politica è infiltrata ovunque.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Si riempiva la bocca anche il berlu con questa parola, anzi innalzava gli animi di coloro che ritenevano tutti gli altri sporchi, solo lui pulito......però anche per cambiare le leggi o modificarle occorre l'appoggio della maggioranza e cambiare le leggi del berlu non credo sia cosa facile....certamente la mala politica è infiltrata ovunque.

Beh almeno una leggiaccia fatta dal delinquente l'avevano cambiata: la legge elettorale. Ma dovevano cambiarla per forza (anzi era l'unica cosa che si doveva fare in questo parlamento abusivo) perché il Porcellum era incostituzionale. E la cambiarono a colpi di fiducia. Un governo che obbliga il parlamento a votare, quasi senza discuterla, la legge che serve a eleggere il parlamento, sotto minaccia della crisi di governo. Roba non da democrazia parlamentare ma da dittatura fascista (infatti nel 1923 si verificò un caso analogo). Ma la nuova legge scritta dagli incapaci, l'Italicum, era anch'essa incostituzionale, anzi, secondo autorevoli giuristi tra cui il compianto Rodotà, era perfino peggiore del Porcellum. Eppure avevano a disposizione una sentenza della Consulta per non ripetere gli stessi errori. Li hanno ripetuti: la nuova legge ledeva anch'essa, in modo plateale, il principio di rappresentanza democratica. Risultato: oggi, quando restano solo un paio di dozzine di sedute parlamentari utili prima della fine della legislatura, il popolo sovrano non sa ancora con quale legge sarà chiamato a eleggere i suoi rappresentanti. Un caso di inefficienza politica inaudito, direi unico al mondo. Direi anche che è difficile pretendere da questi abusivi, da questi scalzacani e guitti ridicoli che oggi credono di rappresentarci, leggi e regole per prevenire gli incendi. Stiamo sperperando, o meglio stanno sperperando, decine di miliardi di denaro pubblico per salvare banche decotte, nazionalizzarne le perdite e regalare gli utili ai privati, ma nel contempo, come denuncia da anni Legambiente e come dimostrano i fatti, l'efficienza e i mezzi del nostro sistema nazionale antincendio sono poco al di sopra di quelli di una repubblica delle banane.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

speriamo ke l'incendio venga domato e nn arrivi a lambire le case costituendo pericolo x persone ed animali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, mark525 ha scritto:

Ahahahaha, quando vi dico che qualcuno del PD ha ***.to la moglie del Cazzaro voi mettetevi pure a ridere . Ma e' la verità !! Non si spiegherebbero , senno', le parole del Bufalaro . Ahahahahaha . Il Vesuvio brucia ?? La colpa è di De Luca , del Sindaco PD di Ercolano !! E' colpa pure della festa dell'Unita' di Afragola , della sezione del PD di Torre Annunziata.  dell'allenatore del Napoli , Sarri , colpevole di votare PD , di Carmine O'Scostumato custode della Federazione PD di via Montegrappa e del cameriere della Pizzeria " Ca nosciuno e' fesso" anch'esso iscritto al PD. Ahahahahaha, che ebe te !! Povero Cazzaro . I focolai , e' stato già stabilito , sono tutti di origine dolosa ed il nufalaro invece di interrogarsi in che *** di città vive , ai primi posti mondiali del malaffare in qualsiasi campo si tratti , da la colpa al PD ed ai suoi esponenti se qualche galoppino della camorra incendia le falde del Vesuvio . A me sembra che Fosfy sia venuto al mondo perché mancava ....uno !! 

Pensa invece a tua moglie o forse meglio al tuo compagno che voi del PDL.2 al max potete farvi na *** !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Beh almeno una leggiaccia fatta dal delinquente l'avevano cambiata: la legge elettorale. Ma dovevano cambiarla per forza (anzi era l'unica cosa che si doveva fare in questo parlamento abusivo) perché il Porcellum era incostituzionale. E la cambiarono a colpi di fiducia. Un governo che obbliga il parlamento a votare, quasi senza discuterla, la legge che serve a eleggere il parlamento, sotto minaccia della crisi di governo. Roba non da democrazia parlamentare ma da dittatura fascista (infatti nel 1923 si verificò un caso analogo). Ma la nuova legge scritta dagli incapaci, l'Italicum, era anch'essa incostituzionale, anzi, secondo autorevoli giuristi tra cui il compianto Rodotà, era perfino peggiore del Porcellum. Eppure avevano a disposizione una sentenza della Consulta per non ripetere gli stessi errori. Li hanno ripetuti: la nuova legge ledeva anch'essa, in modo plateale, il principio di rappresentanza democratica. Risultato: oggi, quando restano solo un paio di dozzine di sedute parlamentari utili prima della fine della legislatura, il popolo sovrano non sa ancora con quale legge sarà chiamato a eleggere i suoi rappresentanti. Un caso di inefficienza politica inaudito, direi unico al mondo. Direi anche che è difficile pretendere da questi abusivi, da questi scalzacani e guitti ridicoli che oggi credono di rappresentarci, leggi e regole per prevenire gli incendi. Stiamo sperperando, o meglio stanno sperperando, decine di miliardi di denaro pubblico per salvare banche decotte, nazionalizzarne le perdite e regalare gli utili ai privati, ma nel contempo, come denuncia da anni Legambiente e come dimostrano i fatti, l'efficienza e i mezzi del nostro sistema nazionale antincendio sono poco al di sopra di quelli di una repubblica delle banane.

Saluti

Se il Cazzaro non fa una figura di mer.da al giorno , non è contento . Debbo avvertirlo che una legge esiste già ed e' stata promulgata da un governo di csx ...!!  Di seguito allego legge !! 

Legge n. 353 del 2000. 1. Le disposizioni della presente leggesono finalizzate alla conservazione e alla difesa dagli incendi del patrimonio boschivo nazionale quale bene insostituibile per la qualità della vita e costituiscono princìpi fondamentali dell'ordinamento ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi Fosforo ci insegna come sia comodo sfruttare notizie drammatiche per demonizzare colui che tanto odia.  Forse questo rende la notizia più sopportabile, chissà.

Io userei un po' più di cautela e cercherei di usare un po' più di testa ed obiettività.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Oggi Fosforo ci insegna come sia comodo sfruttare notizie drammatiche per demonizzare colui che tanto odia.  Forse questo rende la notizia più sopportabile, chissà.

Io userei un po' più di cautela e cercherei di usare un po' più di testa ed obiettività.

Per tua informazione, egregio Ariafresca, in vita mia io non ho mai odiato nessuno, in compenso ho detestato e detesto molti, ma il verbo esatto è un altro, è quello che usiamo noi napoletani: "schifare". L'odio è un sentimento profondo, un ometto di due soldi, un miserabile, un mestierante senza dignità, senza serietà e senza pudore, io non potrei odiarlo neppure volendo. Ma non ho nessuna difficoltà a dire che il signor Matteo Renzi io lo schifo. Mi fa schifo come persona perché è un mentitore e un ipocrita, e mi fa schifo come politico perché è un incapace privo di senso delle istituzioni e per giunta un traditore della sinistra. Altrimenti, per esempio, non avrebbe firmato accordi capestro che ci vincolano a ricevere nei nostri porti tutti i migranti provenienti dalla Libia e a raddoppiare la spesa militare (entro il 2024, accordo firmato in sede NATO senza nemmeno chiedere il permesso del parlamento); altrimenti non avrebbe messo la fiducia per imporre al parlamento una legge elettorale (come fece Mussolini) per giunta incostituzionale (al contrario di quella di Mussolini che non violava lo Statuto Albertino).  Altrimenti non avrebbe ricattato gli italiani sulla Costituzione e non avrebbe mentito sulla sua carriera politica (che aveva solennemente promesso, in Senato davanti ai rappresentanti del popolo sovrano, di troncare in caso di sconfitta nel referendum). Per inciso, il signor Matteo Renzi è anche un maleducato perché dopo essersi rimangiato una promessa di quella importanza non ha neppure chiesto scusa agli italiani. Altrimenti non avrebbe tolto le bandiere dell'Unione Europea dal suo ufficio di palazzo Chigi per farsi uno spot elettorale degno dei peggiori populisti antieuropei. Altrimenti non avrebbe fatto cacciare Ignazio Marino nello studio di un notaio; ma avrebbe invece cacciato dal Pd quei miserabili senatori che salvarono dalla decadenza il ladro Minzolini calpestando una legge dello Stato. E avrebbe cacciato dal Pd, a calci nel sedere, anche quel suo fedelissimo sindaco di Ercolano che portò i profughi inconsapevoli di un centro di accoglienza a votare per lui alle primarie. Altrimenti non avrebbe cancellato l'art.18 frutto di decenni di lotte dei lavoratori; altrimenti non avrebbe ordinato a Gentiloni e Padoan di salvare le banche decotte nazionalizzando le perdite (per miliardi di euro) e regalando gli utili ai privati; altrimenti non si sarebbe messo d'accordo per cambiare la Costituzione (la Costituzione!) con un delinquente fresco di condanna definitiva, lo stesso che aveva fatto cadere un governo del Pd corrompendo senatori; etc. etc. 

Premesso ciò, io non strumentalizzo affatto il disastro ambientale in atto sul Vesuvio, ma lancio accuse motivate. Come ho scritto, l'incendio è iniziato una settimana fa, era un focolaio circoscritto ma è stato affrontato in modo del tutto inadeguato. Ci sono responsabilità gravissime del sindaco di Ercolano (lo stesso di cui sopra, che in altre occasioni, anche in tv, si era fatto vanto dei suoi volontari), del governatore della Regione e del governo nazionale. Perché la Protezione Civile ha un livello comunale, uno regionale e uno nazionale, e il parco naturale Vesuvio è patrimonio dei Comuni, della Regione, della Nazione e dell'Umanità. A questo proposito mi domando come mai, dato che i predetti non sono manifestamente in grado di affrontare questa emergenza, non abbiano chiesto un aiuto concreto (uomini e mezzi) ai paesi stranieri per salvare quello che resta delle pinete del vulcano. VERGOGNA!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok Fosforo, la solita tiritera su quello che ha fatto o non ha fatto Renzi, che stai scrivendo senza sosta da mesi... Il problema non è il tuo odio in Renzi o il tuo schifarlo, è che questo tuo livore (personale) nei suoi confronti ti ha fatto perdere ogni obiettività e ti fa vedere una situazione irreale e senza fondamento.

Tornando all'incendio, bene incolpare Renzi (tanto per non perdere le cattive abitudini), ma a volte prima di puntare il dito lontano bisognerebbe guardarsi intorno. Provi  a farlo serenamente, potrebbe rimanerne sconvolto.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la regione campania deve munirsi di almeno 28.000mila forestali...coma la sicilia....e spendere almeno 480milioni/annui come la consorella sicula per munirsi di forestali...che giocano a carte,ma evitano!) gli incendi!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutti abbiamo diritto ad avere un'opinione. Se a qualcuno dà noia che sia contro l'amata parte politica, gli dirò: fate la stessa osservazione anche a chi posta in maniera ossessiva offensiva messaggi verso gli altri partiti politici, e sopratutto incivilmente contro gli utenti del forum!

 

A chi non piace essere insultato sul forum, sappia che esistono dei regolamenti, perciò segnali agli amministratori che provvederanno ad insegnare ai maleducati in questione la netiquette!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, thetypewriter ha scritto:

 

Tutti abbiamo diritto ad avere un'opinione. Se a qualcuno dà noia che sia contro l'amata parte politica, gli dirò: fate la stessa osservazione anche a chi posta in maniera ossessiva offensiva messaggi verso gli altri partiti politici, e sopratutto incivilmente contro gli utenti del forum!

 

A chi non piace essere insultato sul forum, sappia che esistono dei regolamenti, perciò segnali agli amministratori che provvederanno ad insegnare ai maleducati in questione la netiquette!

bè...siamo in democrazia..quindi a chi non piace questi stile di forum puo' sempre iscriversi a quello dei cuori solitari!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Dunque sarei io che avrei perso "ogni obbiettività" e vedrei una "situazione irreale e senza fondamento"? Ma per favore! Per lo meno, prova a dirmi la situazione che vedi tu, se hai occhi per vedere (e gentilmente fammi sapere pure in che zona d'Italia vivi, forse nella provincia autonoma di Bolzano?). Per lo meno. Se poi vuoi replicare seriamente alle mie affermazioni, io ti ho portato una serie (molto limitata) di esempi degli errori e dei disastri di Renzi e tu smentiscimi punto per punto, o almeno su qualche punto, se sei in grado di farlo. Il livore, lo schifo, l'odio qui non c'entrano nulla, qui c'è un paese che va a rotoli. Specie qui al Sud. Qui abbiamo un signore che DA SEMPRE ha fatto e fa politica con le sue CLIENTELE, e se ne vanta pure, le quali, se non  lo sai, sono tra le prime cause delle inefficienze e degli sprechi (non solo al Sud), e questo signore viene nominato commissario straordinario alla Sanità (la sanità della Campania dissestata dalle inefficienze e dagli sprechi) pur essendo già governatore e pur avendo anche la delega di assessore alla Sanità. Roba da matti! Questo signore, renziano di ferro, oggi accumula tre cariche e deve fare il commissario, cioè il controllore, di se stesso. Roba da repubblica delle banane! Roba che se l'avesse fatta B. ci sarebbero tutto il Pd e tutti i suoi giornali a sparare a palle incatenate. Mentre 4 tg di Telerenzi (ex Rai) che ho seguito non hanno neppure dato la notizia. Ma per favore! Seguo assiduamente la politica italiana da almeno 40 anni e ti assicuro, egregio Ariafresca, che mai, ripeto MAI, nemmeno all'epoca di B., era caduta a simili livelli.

E poi io non ho mai incolpato Renzi dell'incendio sul Vesuvio, semmai ho incolpato, per non averlo ancora spento dopo 8 giorni, il suo amico sindaco di Ercolano (nonché galoppino alle primarie), ho incolpato la Protezione civile che dipende da Comuni, Regioni e governo, e ho incolpato questi enti anche per la mancata prevenzione e per l'incuria del territorio. Ma in definitiva non ho fatto altro che una sintesi estrema di quello che scrive Legambiente da decenni (ti rimando alla nota di Legambiente Campania postata in precedenza).

Saluti

Caro Fosfy..se vuoi ti posso dire io il perche'  di tanti incendi..ma penso lo sai pure tu e pulcinella...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Ok Fosforo, la solita tiritera su quello che ha fatto o non ha fatto Renzi, che stai scrivendo senza sosta da mesi... Il problema non è il tuo odio in Renzi o il tuo schifarlo, è che questo tuo livore (personale) nei suoi confronti ti ha fatto perdere ogni obiettività e ti fa vedere una situazione irreale e senza fondamento.

Tornando all'incendio, bene incolpare Renzi (tanto per non perdere le cattive abitudini), ma a volte prima di puntare il dito lontano bisognerebbe guardarsi intorno. Provi  a farlo serenamente, potrebbe rimanerne sconvolto.

Dunque sarei io che avrei perso "ogni obbiettività" e vedrei una "situazione irreale e senza fondamento"? Ma per favore! Per lo meno, prova a dirmi la situazione che vedi tu, se hai occhi per vedere (e gentilmente fammi sapere pure in che zona d'Italia vivi, forse nella provincia autonoma di Bolzano?). Per lo meno. Se poi vuoi replicare seriamente alle mie affermazioni, io ti ho portato una serie (molto limitata) di esempi degli errori e dei disastri di Renzi e tu smentiscimi punto per punto, o almeno su qualche punto, se sei in grado di farlo. Il livore, lo schifo, l'odio qui non c'entrano nulla, qui c'è un paese che va a rotoli. Specie qui al Sud. Qui abbiamo un signore che DA SEMPRE ha fatto e fa politica con le sue CLIENTELE, e se ne vanta pure, le quali, se non  lo sai, sono tra le prime cause delle inefficienze e degli sprechi (non solo al Sud), e questo signore viene nominato commissario straordinario alla Sanità (la sanità della Campania dissestata dalle inefficienze e dagli sprechi) pur essendo già governatore e pur avendo anche la delega di assessore alla Sanità. Roba da matti! Questo signore, in un convegno con 300 amministratori campani, gli chiedeva senza giri di parole di portare  VOTI CLIENTELARI per il Sì al referendum e gli indicava pure dove cercarli: in particolare nei centri medici o di analisi convenzionati e nelle cliniche private convenzionate e nel loro personale. Questo spudorato signore, renziano di ferro, oggi accumula tre cariche e deve fare il commissario, cioè il controllore, di se stesso. Questo signore oggi dovrebbe vigilare sulla sanità campana che lui stesso amministra e sulle clientele che succhiano il denaro pubblico, le clientele sue e quelle dei suoi amici sindaci del Pd. Ma ti rendi conto? Roba da repubblica delle banane! Roba che se l'avesse fatta B. ci sarebbero tutto il Pd e tutti i suoi giornali amici a sparare a palle incatenate. Mentre 4 tg di Telerenzi (ex Rai) che ho seguito non hanno neppure dato la notizia. Ma per favore! Seguo assiduamente la politica italiana da almeno 40 anni e ti assicuro, egregio Ariafresca, che mai, ripeto MAI, nemmeno all'epoca di B., era caduta a simili livelli.

E poi io non ho mai incolpato Renzi dell'incendio sul Vesuvio, semmai ho incolpato, per non averlo ancora spento dopo 8 giorni, il suo amico sindaco di Ercolano (nonché galoppino alle primarie), ho incolpato la Protezione civile che dipende da Comuni, Regioni e governo, e ho incolpato questi enti anche per la mancata prevenzione e per l'incuria del territorio. Ma in definitiva non ho fatto altro che una sintesi estrema di quello che scrive Legambiente da decenni (ti rimando alla nota di Legambiente Campania postata in precedenza).

Saluti

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gian Luca Galletti, di professione commercialista, settore com'è noto attiguo all'ecologia, nuclearista convinto (auspicava una centrale in Emilia Romagna), fautore della tesi contraria all'acqua pubblica per il referendum del 2011, dunque nominato ministro dell'Ambiente nel governo Renzi, quello che, secondo Legambiente, "ha affossato le rinnovabili", e dunque confermato nel governo fotocopia Gentiloni, oggi finalmente scende a Napoli, la trova annebbiata dai fumi del Vesuvio "come in una giornata autunnale" (il commercialista ignora che a Napoli non c'è la nebbia, nemmeno in autunno) e a una settimana dall'inizio dell'incendio sul vulcano, che era un fuocherello ma che oggi divampa e si è ulteriormente allargato, rilascia questa esilarante dichiarazione ai tg di Telerenzi (ex Rai):

"La nostra reazione è stata pronta e adeguata".

Reazione pronta? Reazione adeguata? Roba da matti! E se il Vesuvio non fosse stato parco nazionale e patrimonio universale dell'UNESCO, quando sarebbe arrivato il ministro con le sue comiche: con le prime piogge d'autunno? Ma le pinete si sarebbero incenerite prima.

VERGOGNA!

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Per tua informazione, egregio Ariafresca, in vita mia io non ho mai odiato nessuno, in compenso ho detestato e detesto molti, ma il verbo esatto è un altro, è quello che usiamo noi napoletani: "schifare". L'odio è un sentimento profondo, un ometto di due soldi, un miserabile, un mestierante senza dignità, senza serietà e senza pudore, io non potrei odiarlo neppure volendo. Ma non ho nessuna difficoltà a dire che il signor Matteo Renzi io lo schifo. Mi fa schifo come persona perché è un mentitore e un ipocrita, e mi fa schifo come politico perché è un incapace privo di senso delle istituzioni e per giunta un traditore della sinistra. Altrimenti, per esempio, non avrebbe firmato accordi capestro che ci vincolano a ricevere nei nostri porti tutti i migranti provenienti dalla Libia e a raddoppiare la spesa militare (entro il 2024, accordo firmato in sede NATO senza nemmeno chiedere il permesso del parlamento); altrimenti non avrebbe messo la fiducia per imporre al parlamento una legge elettorale (come fece Mussolini) per giunta incostituzionale (al contrario di quella di Mussolini che non violava lo Statuto Albertino).  Altrimenti non avrebbe ricattato gli italiani sulla Costituzione e non avrebbe mentito sulla sua carriera politica (che aveva solennemente promesso, in Senato davanti ai rappresentanti del popolo sovrano, di troncare in caso di sconfitta nel referendum). Per inciso, il signor Matteo Renzi è anche un maleducato perché dopo essersi rimangiato una promessa di quella importanza non ha neppure chiesto scusa agli italiani. Altrimenti non avrebbe tolto le bandiere dell'Unione Europea dal suo ufficio di palazzo Chigi per farsi uno spot elettorale degno dei peggiori populisti antieuropei. Altrimenti non avrebbe fatto cacciare Ignazio Marino nello studio di un notaio; ma avrebbe invece cacciato dal Pd quei miserabili senatori che salvarono dalla decadenza il ladro Minzolini calpestando una legge dello Stato. E avrebbe cacciato dal Pd, a calci nel sedere, anche quel suo fedelissimo sindaco di Ercolano che portò i profughi inconsapevoli di un centro di accoglienza a votare per lui alle primarie. Altrimenti non avrebbe cancellato l'art.18 frutto di decenni di lotte dei lavoratori; altrimenti non avrebbe ordinato a Gentiloni e Padoan di salvare le banche decotte nazionalizzando le perdite (per miliardi di euro) e regalando gli utili ai privati; altrimenti non si sarebbe messo d'accordo per cambiare la Costituzione (la Costituzione!) con un delinquente fresco di condanna definitiva, lo stesso che aveva fatto cadere un governo del Pd corrompendo senatori; etc. etc. 

Premesso ciò, io non strumentalizzo affatto il disastro ambientale in atto sul Vesuvio, ma lancio accuse motivate. Come ho scritto, l'incendio è iniziato una settimana fa, era un focolaio circoscritto ma è stato affrontato in modo del tutto inadeguato. Ci sono responsabilità gravissime del sindaco di Ercolano (lo stesso di cui sopra, che in altre occasioni, anche in tv, si era fatto vanto dei suoi volontari), del governatore della Regione e del governo nazionale. Perché la Protezione Civile ha un livello comunale, uno regionale e uno nazionale, e il parco naturale Vesuvio è patrimonio dei Comuni, della Regione, della Nazione e dell'Umanità. A questo proposito mi domando come mai, dato che i predetti non sono manifestamente in grado di affrontare questa emergenza, non abbiano chiesto un aiuto concreto (uomini e mezzi) ai paesi stranieri per salvare quello che resta delle pinete del vulcano. VERGOGNA!

Senti senti il Cazzaro Fosforo !! Oggi ci viene a raccontare che lui non "odia" lui schifa !! Lui schifa Renzi e tenta pure di motivarne le ragioni . Lui schifa Renzi perché quest'ultimo sarebbe un mentitore, un politico incapace e traditore della sinistra e privo di senso istituzionale dello Stato , uno che avrebbe consentito l'accoglienza dei migranti in cambio di prebende economiche per poterle poi spalmare come mancia elettorale , un maleducato perché doveva sparire dalla scena politica dopo il referendum , uno che tradisce il mandato Costituzionale perché ha tentato di cambiarla assieme ad un pregiudicato ed ad un delinquente in fieri , uno che ha abolito l'art. 18 tradendo lotte di decine di anni dei lavoratori ed altre amenità livorose e strumentali come la Consulta che avrebbe dichiarato incostituzionale l'Italicum e la bufala di un Parlamento abusivo . Bene , bene , bene !! Allora intanto per pari dignità , culturale e di linguaggio , se Fosfy considera Renzi uno schi.fo.so , io considero lui un pez.z.o di mer.da !! Ed anche io vado a dimostrare perché lo e' senza ombra di dubbio . Intanto chiariamo : Renzi , dal Cazzaro Napoletano definito peggiore di Berlusconi , Craxi ed addirittura di Mussolini , e' un signore incensurato con un certificato penale intonso, specchiato e di colore bianco a differenza dei sopracitati dal Cazzaro . Non potendolo " incastrare " direttamente , ci hanno privato , con l'aiuto del Falso Quotidiano e di Calandrino con il padre Tiziano con quella che , come sceneggiata , farebbe impallidire quelle di Merola. Detto ciò  continuiamo bella disamina del perché Fosfy e' un pez.z.o di mer.d.a.  Un mentitore non può essere fino a che il Cazzaro Partenopeo non ci illustra le motivazioni di detto aggettivo . Lo faccia e sapremo rispondergli . Renzi e' skifo.so perché avrebbe tradito la sx . Quale ?? Quale e' quella gradita al Cazzaro nonché pez.z.o di mer.d.a ?? Quella della lotta di classe che non esiste più in nessun paese civile del mondo escluso la Corea del Nord ed il Venezuela di Maduro ?? Quella pre e post 68 classista ed improponibile della nazionalizzazione totale di tutto ?? Quella allo champagne di Tomasino Montanari che in giacca di cachemire dice no a qualsiasi provvedimento di Renzi e del Pd e nel contempo , sorseggiando un rum di annata , non ci illustra 1 (uno) , nemmeno 1 (uno) straccio di programma per come risolvere il problema della disoccupazione , dei migranti , se e' favorevole o no all'euro , dei territori , di quale legge elettorale , di come intende e con quali alleanze vuole governare il Paese . E' un pez.z.o di mer.da perché pur sapendo benissimo che Renzi non ha svenduto l'Italia sul tema dell'immigrazione in cambio di quelle che lui chiama mance è che sa bene non esserlo , continua nella propaganda tentando di farlo credere come solo i pez.z.i di mer.da fanno . Così come fa facendo apparire la Consulta come l'ordine che ha stroncato l'Italicum sapendo di mentire in quanto la Consulta lo fatto solo per la quota del premio di maggioranza e promuovendo tutto il resto è come ha fatto per quel che concerne l'abusivismo dei parlamentari che esiste solo nella testa del Cazzaro nonché pez.z.o di mer.d.a Napoletano avendo la Consulta emesso , nelle motivazioni , una nota che autorizza il Parlamento a poter legiferare liberamente fino alla scadenza del mandato . Renzi e' skifo.so perché ha abolito l'art. 18??  L'art. 18 esiste solo in Italia , da che mondo è mondo e da sempre nelle aziende medio piccole , eventuali  controversie vengono risolte con le transazioni tra proprietà e dipendente . Il reintegro rimane valido per specifici abusi padronali e nel 2016 sono stati ben 17 , su qualche milione di lavoratori , i casi in cui si è fatto ricorso a quello strumento . Renzi fa ski.f.o perché voleva cambiare la Costituzione . Qui il Cazzaro e pez.z.o di mer.d.a si supera . Renzi non avrebbe toccato nemmeno una virgola della prima parte della Cidtituzione, quella che tratta dei diritti e dei dovrai , che sarebbe rimasta identica a come la pensarono i padri costituenti ma cambiare alcuni articoli della parte seconda che avrebbe reso migliore , più moderna e più snella l' Italia avvicinandola ai Paesi più evoluti del mondo . Renzi fa ski.f.o perché avrebbe voluto farlo con la peggiore marmaglia italiana . Vergognati Cazzaro !! Le regole si fanno con tutti coloro che siedono sui banchi parlamentari e Renzi invito' tutti i rappresentanti dell'arco parlamentare a contribuire a farlo . Le regole si fanno tutti insueme e poi ognuno va per la sua strada politica . Mai c'è stato un patto organico con Berlusconi e mai Renzi ha condiviso con il Delinquente una qualsiasi forma di alleanza governativa . Per questo si rivolga a qualche suo beniamino attuale ( Letta e D'Alema).  Spero che sia stato chiaro e chiara la motivazione affinché considero il Cazzaro Napoletano un pez.z.o di mer.d.a . Saluti 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Dunque sarei io che avrei perso "ogni obbiettività" e vedrei una "situazione irreale e senza fondamento"? Ma per favore! Per lo meno, prova a dirmi la situazione che vedi tu, se hai occhi per vedere (e gentilmente fammi sapere pure in che zona d'Italia vivi, forse nella provincia autonoma di Bolzano?). Per lo meno. Se poi vuoi replicare seriamente alle mie affermazioni, io ti ho portato una serie (molto limitata) di esempi degli errori e dei disastri di Renzi e tu smentiscimi punto per punto, o almeno su qualche punto, se sei in grado di farlo. Il livore, lo schifo, l'odio qui non c'entrano nulla, qui c'è un paese che va a rotoli. Specie qui al Sud. Qui abbiamo un signore che DA SEMPRE ha fatto e fa politica con le sue CLIENTELE, e se ne vanta pure, le quali, se non  lo sai, sono tra le prime cause delle inefficienze e degli sprechi (non solo al Sud), e questo signore viene nominato commissario straordinario alla Sanità (la sanità della Campania dissestata dalle inefficienze e dagli sprechi) pur essendo già governatore e pur avendo anche la delega di assessore alla Sanità. Roba da matti! Questo signore, in un convegno con 300 amministratori campani, gli chiedeva senza giri di parole di portare  VOTI CLIENTELARI per il Sì al referendum e gli indicava pure dove cercarli: in particolare nei centri medici o di analisi convenzionati e nelle cliniche private convenzionate e nel loro personale. Questo spudorato signore, renziano di ferro, oggi accumula tre cariche e deve fare il commissario, cioè il controllore, di se stesso. Questo signore oggi dovrebbe vigilare sulla sanità campana che lui stesso amministra e sulle clientele che succhiano il denaro pubblico, le clientele sue e quelle dei suoi amici sindaci del Pd. Ma ti rendi conto? Roba da repubblica delle banane! Roba che se l'avesse fatta B. ci sarebbero tutto il Pd e tutti i suoi giornali amici a sparare a palle incatenate. Mentre 4 tg di Telerenzi (ex Rai) che ho seguito non hanno neppure dato la notizia. Ma per favore! Seguo assiduamente la politica italiana da almeno 40 anni e ti assicuro, egregio Ariafresca, che mai, ripeto MAI, nemmeno all'epoca di B., era caduta a simili livelli.

E poi io non ho mai incolpato Renzi dell'incendio sul Vesuvio, semmai ho incolpato, per non averlo ancora spento dopo 8 giorni, il suo amico sindaco di Ercolano (nonché galoppino alle primarie), ho incolpato la Protezione civile che dipende da Comuni, Regioni e governo, e ho incolpato questi enti anche per la mancata prevenzione e per l'incuria del territorio. Ma in definitiva non ho fatto altro che una sintesi estrema di quello che scrive Legambiente da decenni (ti rimando alla nota di Legambiente Campania postata in precedenza).

Saluti

Vede Fosforo, tralascio il discorso su Renzi perchè parlare ai sordi è solo un inutile spreco di tempo, ed io non ho voglia. C'è comunque chi ha abbondantemente risposto, solo che lei finge di non leggerlo.

Sul fatto che lei non abbia mai incolpato Renzi, beh, se rilegge queste sue parole " E dov'era il famoso Buonajuto, il renzianissimo sindaco di Ercolano, showman della Leopolda? Dov'erano i suoi famosi volontari? Buoni solo a portare i profughi dei centri d'accoglienza, inconsapevoli ma ordinati e allineati, a votare alle primarie del Pd? E indovinate per quale candidato." forse si accorgerà che nascondevano una critica feroce a Renzi ed ai suoi sostenitori.  Ovvio, a lei Renzi sta sulle pa lle e si sfoga così, ognuno ha le proprie lacune.  Ma forse una parolina sui colpevoli (VERI!!) dell'incendio, e su chi sa e tace (e non sarebbe una novità..) non sarebbe stata fuori luogo... Mi dispiace per lei.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/7/2017 in 15:16 , ariafresca123 ha scritto:

Ok Fosforo, la solita tiritera su quello che ha fatto o non ha fatto Renzi, che stai scrivendo senza sosta da mesi... Il problema non è il tuo odio in Renzi o il tuo schifarlo, è che questo tuo livore (personale) nei suoi confronti ti ha fatto perdere ogni obiettività e ti fa vedere una situazione irreale e senza fondamento.

Tornando all'incendio, bene incolpare Renzi (tanto per non perdere le cattive abitudini), ma a volte prima di puntare il dito lontano bisognerebbe guardarsi intorno. Provi  a farlo serenamente, potrebbe rimanerne sconvolto.

egregio 23 perchè il vostro nei confronti del M5S cos'è  ? Allora prima di criticare gli altri guarda nel tuo giardino dove non spuntano rose ma kakka d'invidia !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Vede Fosforo, tralascio il discorso su Renzi perchè parlare ai sordi è solo un inutile spreco di tempo, ed io non ho voglia. C'è comunque chi ha abbondantemente risposto, solo che lei finge di non leggerlo.

Sul fatto che lei non abbia mai incolpato Renzi, beh, se rilegge queste sue parole " E dov'era il famoso Buonajuto, il renzianissimo sindaco di Ercolano, showman della Leopolda? Dov'erano i suoi famosi volontari? Buoni solo a portare i profughi dei centri d'accoglienza, inconsapevoli ma ordinati e allineati, a votare alle primarie del Pd? E indovinate per quale candidato." forse si accorgerà che nascondevano una critica feroce a Renzi ed ai suoi sostenitori.  Ovvio, a lei Renzi sta sulle pa lle e si sfoga così, ognuno ha le proprie lacune.  Ma forse una parolina sui colpevoli (VERI!!) dell'incendio, e su chi sa e tace (e non sarebbe una novità..) non sarebbe stata fuori luogo... Mi dispiace per lei.

Egregio Ariafresca, questa tua risposta è molto deludente. In realtà non mi hai risposto, mi rimandi alle farneticazioni di un fazioso, per giunta maleducato. Cosa disdicevole per un forumista serio come te. Se il tuo  tempo è così prezioso, potevi almeno rispondere a quanto ho scritto su De Luca. Che ne pensi della sua fresca nomina a commissario straordinario? Non pensi anche tu che sia una cosa inaudita e intollerabile?

Un inciso. Da molti giorni è in atto un disastro ambientale in Campania, ma il logorroico governatore fino al momento in cui scrivo non ha emesso sillaba. Forse il signor De Luca teme che nell'incendio del Vesuvio possa prendere fuoco anche la sua coda di paglia?

Ribadisco che finora non ho mai accusato personalmente Renzi su questa vicenda, ho accusato, tra gli altri, il suo amico sindaco di Ercolano, il quale, se avesse usato metà dell'intraprendenza esibita in occasione delle primarie del Pd, forse avrebbe contribuito allo spegnimento del focolaio iniziale, sviluppatosi nel territorio di sua competenza e che solo oggi dal mio binocolo appare finalmente spento.

Le responsabilità dell'ex premier sono di tipo indiretto, ma non per questo lievi. Con la scelta (assurda) del suo governo di smembrare la Guardia Forestale (ddl Madia) accorpandola ai Carabinieri (e a diversi altri corpi) è stata di fatto ridotta l'efficienza del servizio antincendi boschivi. Inoltre ti ricordo che il governo Renzi ha confermato l'intera commessa di 90 F-35 (quella che da sindaco lo stesso Renzi definiva "soldi buttati" e proponeva di dimezzarla) quando la nostra intera flotta antincendi comprende appena 16 Canadair più alcuni elicotteri. Una dotazione che in questi giorni di fuoco a catena dal Vesuvio all'Etna si dimostra drammaticamente insufficiente. Bastava rinunciare ad appena quattro cacciabombardieri per raddoppiare la flotta antincendi. Peraltro basta leggere qualche rivista di aereonautica per capire che i nostri incompetenti e ottusi governanti, invece di importare dal Canada aerei pesanti e costosi, potevano optare per airtankers leggeri disponibili sul mercato, con tempi d'intervento più rapidi e rapporti carico d'acqua/prezzo e carico d'acqua/costo operativo assai più favorevoli.

Infine mi dici banalmente che avrei dovuto parlare dei "veri colpevoli". Ti rispondo altrettanto banalmente che non so chi siano. Potrebbero essere semplici vandali piromani o delinquenza organizzata. C'è perfino chi sussurra che potrebbero essere persone legate ai fornitori di carburante dei Canadair. Di certo i criminali che hanno agito sul Vesuvio sono decine. Solo ieri si è riusciti a catturarne uno, in flagranza di reato. Ma a questo punto dovremmo aprire il triste capitolo della giustizia italiana colabrodo e dell'incertezza della pena, che ci porterebbe troppo lontano.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un piccolo aggiornamento. Al momento con il binocolo vedo solo qualche esigua nuvoletta di fumo sul Vesuvio. Ieri i Canadair dei Vigili del fuoco e della Sécurité Civile francese hanno fatto un buon lavoro. Qualcuno si alza in volo anche stamane. Eccolo, ne vedo uno proprio in questo momento, sta planando sul Golfo dove in 12 secondi si riempirà la pancia di oltre 6000 litri d'acqua (sperando di non succhiare via pure qualche subacqueo).  Vado a zumare il mio Barska (tecnologia russa) sulla fusoliera: è dei Vigili del fuoco. I quali finalmente hanno avuto gli straordinari pagati dalla Regione. Come ha annunciato ieri il governatore De Luca (Pd), che finalmente ha aperto bocca dopo un settimana di strano e indecente silenzio. Ecco il commento del capogruppo alla Regione di Forza Italia:

«Doveva bruciare l’intero Parco del Vesuvio perché Vincenzo De Luca si ricordasse
di firmare la convenzione con i Vigili del fuoco dopo aver più volte, irresponsabilmente, declinato l’invito»
(della serie: efficienza piddina nella pubblica amministrazione, nda).

Ed ecco quello della capogruppo dei 5stelle:

«Dopo giorni di indecente silenzio, terminati gli impegni mondani, anche il presidente della Regione si è deciso a dire qualcosa sugli incendi che da una settimana stanno devastando il Vesuvio».

Interessante questo articolo dal sito di Repubblica: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/07/23/news/il_vesuvio_in_fiamme_ora_e_una_valle_lunare_cenere_e_pini_carbonizzati_una_regia_dietro_il_fuoco_-144678412/

Leggiamo che il Parco nazionale del Vesuvio occupa un'area di 8482 ettari e impiega complessivamente 15 addetti. In altri termini, il Ministero dell'Ambiente del paese di Pulcinella (che non è la Campania ma l'Italia intera) affida la vigilanza e la gestione di un patrimonio universale dell'umanità a 15 persone, ciascuna delle quali deve occuparsi di un'area di 566 ettari, equivalente a circa 700 campi di calcio (e non 600 come scrive Repubblica). Gli ingressi controllati al Parco sono appena due, quelli incontrollati decine, i piromani possono entrare e agire indisturbati. Il disastro del Vesuvio, tra i costi dell'operazione di spegnimento (tuttora in corso) e quelli del rimboschimento, costerà ai contribuenti molte decine di milioni, per non parlare dei danni al turismo. Quando con poco più di 1 milione di euro l'anno il ministero potrebbe quadruplicare il numero degli addetti al Parco e migliorare nettamente la sorveglianza e la cura del territorio e la prevenzione degli incendi (es. con la realizzazione di una rete capillare di sentieri spartifuoco e di piccoli serbatoi d'acqua pronti a all'uso).

 

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Un piccolo aggiornamento. Al momento con il binocolo vedo solo qualche esigua nuvoletta di fumo sul Vesuvio. Ieri i Canadair dei Vigili del fuoco e della Sécurité Civile francese hanno fatto un buon lavoro. Qualcuno si alza in volo anche stamane. Eccolo, ne vedo uno proprio in questo momento, sta planando sul Golfo dove in 12 secondi si riempirà la pancia di oltre 6000 litri d'acqua (sperando di non succhiare via pure qualche subacqueo).  Vado a zumare il mio Barska (tecnologia russa) sulla fusoliera: è dei Vigili del fuoco. I quali finalmente hanno avuto gli straordinari pagati dalla Regione. Come ha annunciato ieri il governatore De Luca (Pd), che finalmente ha aperto bocca dopo un settimana di strano e indecente silenzio. Ecco il commento del capogruppo alla Regione di Forza Italia:

«Doveva bruciare l’intero Parco del Vesuvio perché Vincenzo De Luca si ricordasse
di firmare la convenzione con i Vigili del fuoco dopo aver più volte, irresponsabilmente, declinato l’invito»
(della serie: efficienza piddina nella pubblica amministrazione, nda).

Ed ecco quello della capogruppo dei 5stelle:

«Dopo giorni di indecente silenzio, terminati gli impegni mondani, anche il presidente della Regione si è deciso a dire qualcosa sugli incendi che da una settimana stanno devastando il Vesuvio».

Interessante questo articolo dal sito di Repubblica: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/07/23/news/il_vesuvio_in_fiamme_ora_e_una_valle_lunare_cenere_e_pini_carbonizzati_una_regia_dietro_il_fuoco_-144678412/

Leggiamo che il Parco nazionale del Vesuvio occupa un'area di 8482 ettari e impiega complessivamente 15 addetti. In altri termini, il Ministero dell'Ambiente del paese di Pulcinella (che non è la Campania ma l'Italia intera) affida la vigilanza e la gestione di un patrimonio universale dell'umanità a 15 persone, ciascuna delle quali deve occuparsi di un'area di 566 ettari, equivalente a circa 700 campi di calcio (e non 600 come scrive Repubblica). Gli ingressi controllati al Parco sono appena due, quelli incontrollati decine, i piromani possono entrare e agire indisturbati. Il disastro del Vesuvio, tra i costi dell'operazione di spegnimento (tuttora in corso) e quelli del rimboschimento, costerà ai contribuenti molte decine di milioni, per non parlare dei danni al turismo. Quando con poco più di 1 milione di euro l'anno il ministero potrebbe quadruplicare il numero degli addetti al Parco e migliorare nettamente la sorveglianza e la cura del territorio e la prevenzione degli incendi (es. con la realizzazione di una rete capillare di sentieri spartifuoco e di piccoli serbatoi d'acqua pronti a all'uso).

 

 

Sei stucchevole oltre ad essere un Cazzaro !! Ora che l'incendio di sta favorevolmente devolvendo , devi comunque trovare il modo per infangare De Luca , di cui non ci hai ancora informato quale sarebbe stato il suo interesse a favore ed a vantaggio dell'incendio . Quando ci sarà un esponente del partito di Tomasino Montanari vedremo quel che saprà fare ed ottenere , magari chiedendo una consulenza a te che ti confermi , ancora una volta un Cazzaro perdipiu Kre. Ti . No   !! Ora riprendi in mano il binocolo di fabbricazione russa e ragguagliaci , e be te !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora