LA BUFALA DELLA PESTILENZA CINESE

Ho una sorella che da 40 anni insegna nella scuola primaria. All'epoca si chiamava scuola elementare e bastava studiare 4 anni alle magistrali per insegnarvi. Oggi la chiamano scuola primaria e si pretende la laurea, ma le dottoresse imbottite di nozioni fanno spesso rimpiangere le maestrine d'una volta. E mia sorella fa più fatica a insegnare il mestiere alle giovani colleghe che a leggere e scrivere ai bambini della prima. Oggi tutto è più complicato, inclusa la gestione di un'epidemia influenzale. Come quelle che in gennaio o febbraio, talora anche a marzo, dimezzano le presenze degli alunni per una settimana o due. Non tutti gli assenti hanno l'influenza, spesso solo sintomatologie simili o sono tenuti a casa per precauzione. Si assentano anche molte maestre e spesso non ci sono abbastanza supplenti. In questi casi la preside - mi riferisce mia sorella - è costretta ad accorpare due classi dimezzate in una. Mi dice che tutto questo avviene ogni anno, da 40 anni, salvo rarissime eccezioni. E nonostante i vaccini. 

Ma che cos'è l'influenza? È un'infezione virale a carattere stagionale. In inverno raggiunge un picco di diffusione, che può interessare fino a un quarto della popolazione, per poi regredire spontaneamente (senza quarantene e misure straordinarie) fino a scomparire a primavera inoltrata. Come il raffreddore, l'influenza non è causata da un virus specifico ma da vari ceppi che mutano frequentemente. In una singola stagione e in una data regione possono coesistere vari virus influenzali. Per questi motivi il vaccino protegge solo per una stagione e non sempre funziona. Cos'ha di specifico il coronavirus COVID-19? Niente, a parte la mancanza (per ora) di un vaccino e, forse, una virulenza maggiore e una letalità leggermente maggiore rispetto ai più comuni virus influenzali, specie per gli anziani e gli immunodepressi. Ma NULLA DI PARAGONABILE alla Spagnola del 1918-20 (almeno mezzo miliardo di contagiati, tra i 50 e i 100 milioni di morti) e all'Asiatica del 1957-60 (2 milioni di morti). E nemmeno alle più recenti SARS (2002-2003) e MERS (2012-2014), a diffusione assai più limitata ma con altissimi tassi di letalità (10% e 34% rispettivamente). In Cina la velocità del contagio ha raggiunto il picco un mese fa ed è in progressiva diminuzione. Ma qual è l'impatto di una influenza "normale"? Si stima che, in media, vengano contagiati a livello mondiale circa il 10% degli adulti non vaccinati e il 20% dei bambini. I casi gravi sono dai 3 ai 5 milioni, i morti tra i 300.000 e i 600.000. Il tasso di letalità è dell'ordine dello 0,1%. Secondo l'Istituto Superiore della Sanità, in Italia l'influenza "normale" causa in media 8000 morti l'anno, per lo più vittime delle complicanze, mentre i morti diretti sono 3-400. Nell'epidemia in corso nella regione di Wuhan la mortalità è vicina al 3%, ma è molto più bassa nel resto della Cina e nel resto del mondo avvicinandosi a quella di una comune influenza. A differenza per esempio della Spagnola, che fece milioni di vittime tra i giovani e i non anziani, questo coronavirus è pericoloso in particolare per gli anziani, specie quelli già affetti da altre patologie. Finora non si registrano morti tra i bambini sotto i 9 anni. Fino ai 40 anni la mortalità registrata in Cina è contenuta entro lo 0,2%, poi si impenna fino a oltre il 14% per i contagiati sopra gli 80 anni. Tuttavia è molto probabile che la reale letalità del coronavirus sia molto più bassa dato che spesso i sintomi sono assenti o trascurabili. Per esempio una coppia di italiani positivi al tampone dichiara di non avere avuto una linea di febbre né fatto un colpo di tosse. Al momento in cui scrivo, abbiamo 7 morti in Italia. Ma 6 di questi erano anziani con un quadro clinico già compromesso da gravi patologie, il settimo aveva 88 anni, un'età in cui, anche se si è sani, si va a dormire senza sapere se ci si risveglierà. A qualcuno dei 7 il test è stato fatto addirittura dopo il decesso! È chiaro che PIÙ TEST SI FANNO PIÙ CONTAGIATI SJ TROVANO. In Francia hanno avuto il primo morto in Europa e altri 11 casi, ma sono fermi da settimane a questa cifra, così come la Germania che è ferma a 16 casi. Non è il coronavirus che ce l'ha con gli italiani: siamo noi che, per eccesso di prudenza, gli diamo la caccia e mettiamo in quarantena i portatori e i sospetti portatori. Cosa che non si fa altrove, a parte la provincia di Wuhan e la Corea del Sud. Paradossalmente l'Italia oggi è il paese occidentale più sicuro, quello dove l'epidemia è più controllata, ma stiamo mettendo in fuga i turisti stranieri. Hanno fatto decine di tamponi anche qui a Napoli, per fortuna tutti negativi altrimenti era a rischio pure il big match di stasera con il Barcellona. È noto che i cinesi stanno "colonizzando" mezza Africa. Costruiscono fabbriche, porti, ferrovie, scavano miniere e acquistano terreni a milioni di ettari. Ma il numero dei contagiati in tutto il continente (1,3 miliardi di abitanti) è fermo a 1 caso in Egitto. È evidente che non fanno i test, anche perché molti paesi africani non hanno le attrezzature e i fondi. E hanno ben altri virus da fronteggiare (Ebola, febbre gialla, HIV, etc.). Ma nella stessa Cina, se non avessero avuto la SARS con una mortalità del 10%, molto probabilmentemente non avrebbero messo in quarantena una città di 11 milioni di abitanti e oggi registrerebbero le vittime attribuendole a un virus influenzale poco più letale del solito. Per carità, è giusto proteggere gli anziani e minimizzare i rischi, ma est modus in rebus! Non ha senso sfidare la Morte oltre misura! Quei nostri anziani connazionali molto probabilmente sarebbero morti lo stesso entro poche settimane, anche senza il coronavirus. E qualcuno dovrebbe spiegarmi perché non è stato mai messo in quarantena nessuno, e non si sono mai chiuse scuole e fabbriche per scongiurare gli 8000 morti l'anno delle "normali" influenze. Qualche virologo malato di protagonismo ha lanciato allarmi esagerati, politici e giornali di opposizione hanno vergognosamente strumentalizzato, hanno ricattato il governo e gettato olio sul fuoco. Sono riusciti a innescare, se non il panico, una psicosi collettiva, nazionale, senza precedenti. Ma sono sempre di più gli specialisti seri che cominciano a SMONTARE LA GRANDE BUFALA MEDIATICA DELLA PESTILENZA CINESE. Maria Rita Gismondo, virologa in prima linea, che dirige un laboratorio dove si fanno centinaia di analisi al giorno, ha parlato, evidentemente a ragion veduta, di "FOLLIA" COLLETTIVA innescata da un'infezione "APPENA PIÙ SERIA" di una normale influenza. E oggi ha replicato alle bufale di un collega in prima linea pure lui ma solo negli studi TV:

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/coronavirus-maria-rita-gismondo-i-morti-sono-persone-che-sarebbero-morte-lo-stesso-il-coronavirus-ha-25-02-2020-309435

Oggi anche il prof. Walter Ricciardi, esperto di salute pubblica e membro dell'OMS, non usa mezzi termini: "DOBBIAMO RIDIMENSIONARE QUESTO GRANDE ALLARME". Perfino il governatore della Lombardia Attilio Fontana, che solo due giorni fa paventava uno SCENARIO WUHAN PER MILANO, oggi ammette: "COVID-19 È POCO PIÙ DI UNA COMUNE INFLUENZA". Le bacchettate sulle mani che gli ha inflitto il presidente Conte hanno fatto effetto. Mentre scrivo, altri 4 anziani malati purtroppo hanno ricevuto dal Covid-19 l'ultima spinta, come l'avrebbero ricevuta domani o dopodomani da altri agenti patogeni. Gli allarmisti, i catastrofisti, i politicanti in malafede e i loro servi sciocchi, strumentalizzeranno anche questi poveri morti. Ma le loro bugie e le loro bufale hanno le gambe corte. 

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

Ciao Fosforo da d/b - hai presente il film - cassandra crossing - del settantasei - interessante simulazione attuale proprio oggi - ciao ed a presto

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

 

34 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Fosforo da d/b - hai presente il film - cassandra crossing - del settantasei - interessante simulazione attuale proprio oggi - ciao ed a presto

Un film avvincente, c'era pure una grande Sophia Loren. L'ho visto almeno due volte. La scena in cui la polizia speciale salda le porte e i finestrini del treno, praticamente murando vivi i passeggeri, è ad alta intensità drammatica.

Io farei anche qualche altro paragone, tipo Caccia a Ottobre Rosso, con un monumentale Sean Connery. Lì si dava la caccia per tutti i mari del mondo a un invisibile sottomarino nucleare sovietico. Qui si dà la caccia al paziente zero che ha infettato la pianura Padana. Non si riesce a trovarlo. Non era quell'italiano proveniente dalla Cina che aveva cenato con un contagiato. E non era uno dei tanti cinesi della zona. Dico la mia. Magari era un europeo (che so, un francese o un tedesco senza sintomi) che passava da quelle parti. Come ho scritto, il virus ha infettato anche quei paesi, anche prima di noi, ma poi hanno capito che era poco più di una normale influenza e hanno quasi smesso di fare i test. Saluti

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poco fa la virologa Maria Rita Gismondo intervistata dal TG1:

"Mi sento di dire che finora NESSUNO È MORTO IN ITALIA PER L'INFEZIONE DA CORONAVIRUS, ma solo per gravi patologie preesistenti".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Mauro Corona di Longarone quando parla di - democratura -

una brutta mescolanza tra democrazia e dittatura -

rai tre - martedì ore ventuno e trenta.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mauro è molto simpatico e, al di là delle apparenze, è anche una persona molto intelligente e colta. Nell'aspetto fisico e nello stile mi ricorda un mio zio acquisito, originario delle montagne del Friuli. Che aveva solo la quinta elementare, ma era un gran bevitore anche lui. Quando scendeva da noi a Napoli si faceva scorpacciate di pesce fresco e frutti di mare, ma non rinunciava alla sua abituale colazione: un'abbondante zuppa di pane raffermo, come quella dei napoletani veraci di un tempo, solo che al posto del mezzo litro di latte caldo lui ci metteva, anche in piena estate, mezzo litro di vino caldo. Apprezzo molto la battaglia che Corona conduce nel programma di "Bianchina" Berlinguer (la quale sotto sotto subisce il suo fascino) per il ripristino del glorioso Corpo Forestale dello Stato, abolito dopo 2 secoli di onorato e prezioso servizio da un'incostituzionale e demenziale riformaccia renziana. Però non capisco come faccia un montanaro verace come Corona ad apprezzare un personaggetto da spiaggia come Salvini. Saluti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, fosforo311 ha scritto:

.... Mentre scrivo, altri 4 anziani malati purtroppo hanno ricevuto dal Covid-19 l'ultima spinta, come l'avrebbero ricevuta domani o dopodomani da altri agenti patogeni. Gli allarmisti, i catastrofisti, i politicanti in malafede e i loro servi sciocchi, strumentalizzeranno anche questi poveri morti. Ma le loro bugie e le loro bufale hanno le gambe corte. 

 

 

 

Mi scusi Cazzaro napoletano , ma a parte lo scoprire che salta fuori pure una sorella maestrina che insegna con il metodo Montessori , lei che adesso butta fango sui “catastrofisti “, sugli “allarmisti “  concludendo definendoli bugiardi con le gambe corte , e’ lo stesso Cazzaro che pochi giorni fa scriveva questo ??? No , perché se e’ lo stesso credo che anche lei dovrebbe andare , oltre che in Kulo , ad ingrossare le fila dei bugiardi e dei bufalari ( clubs alla quale , lei , comunque , e socio onorario )

     44

  • Fosforo  311fosforo311
  • 607 messaggi
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Mi scusi Cazzaro napoletano , ma a parte lo scoprire che salta fuori pure una sorella maestrina che insegna con il metodo Montessori , lei che adesso butta fango sui “catastrofisti “, sugli “allarmisti “  concludendo definendoli bugiardi con le gambe corte , e’ lo stesso Cazzaro che pochi giorni fa scriveva questo ??? No , perché se e’ lo stesso credo che anche lei dovrebbe andare , oltre che in Kulo , ad ingrossare le fila dei bugiardi e dei bufalari ( clubs alla quale , lei , comunque , e socio onorario )

     44

  • Fosforo  311fosforo311
  • 607 messaggi

Come scrissi, la mia era una personale stima del CASO PEGGIORE (worst case). Poi ho anche scritto che la rivedrei al ribasso considerato l'andamento della velocità di diffusione del contagio in Cina. In ogni caso, anche quelle cifre non sarebbero affatto eccezionali né drammatiche se confrontate con le CIFRE REALI della vittime della "normale" influenza. Secondo l'ISS ( Istituto Superiore della Sanità), essa colpisce in media il 9% della popolazione italiana con punte fino al 15%. Per la stagione invernale 2019-20 siamo già a 5,6 MILIONI DI CONTAGIATI. In media i decessi sono CIRCA 8.000 L'ANNO, per lo più causati dalle complicanze respiratorie o cardiovascolari in soggetti anziani e già malati. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Come scrissi, la mia era una personale stima del CASO PEGGIORE (worst case). Poi ho anche scritto che la rivedrei al ribasso considerato l'andamento della velocità di diffusione del contagio in Cina. In ogni caso, anche quelle cifre non sarebbero affatto eccezionali né drammatiche se confrontate con le CIFRE REALI della vittime della "normale" influenza. Secondo l'ISS ( Istituto Superiore della Sanità), essa colpisce in media il 9% della popolazione italiana con punte fino al 15%. Per la stagione invernale 2019-20 siamo già a 5,6 MILIONI DI CONTAGIATI. In media i decessi sono CIRCA 8.000 L'ANNO, per lo più causati dalle complicanze respiratorie o cardiovascolari in soggetti anziani e già malati. 

Ah , ecco ecco !! Quindi la sua era una worst case ( il caso peggiore ). Bene , bene !! Volevo solo farle notare che , considerando i numeri ad oggi , dopo circa 2 mesi dall’insorgenza del fenomeno , dove si contano 330 contagi  ed 11 morti e la sua worst case , 100.000 contagi e 2/3.000 morti , qualcosa non torna nella sua , seppur pessimistica previsione . Lei , da enorme Cazzaro e Bufalaro , come da protocollo , dice tutto ed il contrario di tutto che e’ la prerogativa fondamentale per essere considerati Cazzari . Perché tra la sua “worst case” e quel che dicono le previsioni dei suoi “colleghi” virologi  “ballano” 97.000 ( novantasettemila) contagi e 1.800/2.700 (mille ottocento/duemilasettecento) morti. Oltre tutto , la sua non era affatto una previsione pessimista bensì il frutto di un suo conteggio del quale ci diede persino conto così come fanno gli ottimi virologi quali sono quelli come lei . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma da dove saltano fuori tutte queste belle cifre? contagiati, moribondi, ricoverati … da dove escono tutte queste ***?... L'aspettativa media di vita sul pianeta Terra dell'essere umano è di circa 80 anni vuol dire che ogni 80 anni circa sulla Terra muoiono SEI MILIARDI di persone … bella cifra no?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Ma da dove saltano fuori tutte queste belle cifre? contagiati, moribondi, ricoverati … da dove escono tutte queste ***?... L'aspettativa media di vita sul pianeta Terra dell'essere umano è di circa 80 anni vuol dire che ogni 80 anni circa sulla Terra muoiono SEI MILIARDI di persone … bella cifra no?

A me lo chiedi ?? Chiedilo al Cazzaro di Napoli che le ha scritte lui ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi abbiamo finalmente appreso dai tg un dato importante: la percentuale dei positivi sul totale dei "tamponati" cioè degli individui sottoposti al test del Covid-19. Essa risulta pari a un po' meno del 5%. Dato che al momento risultano 374 contagiati, vuol dire che in Italia abbiamo fatto finora circa 8000 esami. Proviamo a immaginare quanti risulterebbero positivi se facessimo 1 milione di test, oppure 15 milioni, cioè a tutti i residenti in Lombardia e Veneto. È vero che il test viene fatto solo sui pazienti potenzialmente a rischio, cioè a chi accusa sintomi e a chi è stato a contatto o in prossimità di contagiati, ma non dimentichiamo che la sola "Zona Rossa" degli 11 comuni in quarantena comprende 54.000 residenti. E non dimentichiamo che moltissimi casi positivi erano persone assolutamente prive di sintomi. Ma, soprattutto non dimentichiamo che in Italia siamo solo all'inizio dell'epidemia (i due focolai sono stati individuati meno di una settimana fa) e che di conseguenza la velocità di diffusione del contagio, pur con tutte le precauzioni prese, probabilmente è in crescita. Tenuto conto di tutto ciò, la mia previsione di 100.000 contagi nel caso peggiore potrebbe perfino rivelarsi ottimistica se intesa in termini di contagi effettivi e non solo di contagi accertati dai test. D'altra parte, se è vero che la "normale" influenza colpisce in Italia e in media 5 milioni di persone l'anno, e se è vero che il Covid-19 è più contagioso dei "normali" virus influenzali (il che peraltro è ancora da dimostrare), non sarà facile tenere sotto i 100.000 il numero dei contagiati. Ricordando sempre, come dice la dottoressa Gismondo, che "contagiati" non significa "ammalati". 

 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963