La macchietta di Crozza controllore di se stesso

Sinceramente soffro nell'essere costretto a criticare duramente e continuamente il partito che, in teoria, dovrebbe essere l'erede del mio partito, quello al quale diedi, con entusiasmo e speranza, il mio primo voto politico nel lontano 1979: il Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer. Ora nessuno può avere dubbi sul fatto che il Pd di Matteo Renzi non è l'erede del Pci. A mio modesto avviso esso è, al contrario, il più grande traditore della sinistra (peggio del Psi di Craxi che, al confronto, oggi sembrerebbe una formazione bolscevica), certamente è il più grande traditore di quelle mie idee e speranze giovanili. Ma nemmeno questo giustificherebbe il mio accanimento. Il punto è che il Pd è come il suo segretario: a prescindere dalla linea politica è un partito poco serio, irresponsabile, maldestro, disastroso, una vera iattura per il paese. L'esempio del giorno. Come sapete la mia regione, la Campania, è governata da una macchietta, un personaggetto noto per i suoi processi, per il suo familismo, per i suoi insulti misogini (tipo: "Raggi bambolina imbambolata", "Bindi infame, da ucciderla!", etc.), ma noto soprattutto per la formidabile imitazione che ne fa Crozza (fedele imitazione, non caricatura, perché l'originale è addirittura più comico). Ebbene questa macchietta oggi aggiunge alla carica di Governatore e alla delega alla Sanità (la macchietta governa da due anni ma non ha mai nominato l'assessore) quella di commissario straordinario alla Sanità (la Campania è una delle regioni commissariate per un grosso buco nei conti). Naturalmente mi direte che non è possibile, che ci deve essere un equivoco, perché solo nelle repubbliche delle banane un controllore (il commissario alla sanità) può controllare se stesso (il governatore con delega alla sanità). In effetti, proprio a rimarcare la differenza tra noi e le repubbliche bananiere esiste (o esisteva) una norma, ineccepibile, logica, sacrosanta, che vieta (o vietava) ai governatori di esercitare la funzione di commissari straordinari nelle Regioni commissariate. Ebbene nel novembre scorso, in piena campagna referendaria, era improvvisamente spuntato un emendamento nella legge di Bilancio che cancellava quel divieto. Fu battezzato emendamento ad Delucam, e i maligni lo interpretarono come un premio del Pd al suo governatore stoicamente impegnato a favore del Sì (culminato nel famoso convegno a porte chiuse con 300 sindaci e con l'appello a raccogliere voti con ogni mezzo, inclusi clientelismo e "fritture di pesce"). Poi vinse il No (anzi in Campania stravinse: evidentemente gli amici di De Luca avevano fritto pesce congelato con olio scandente) e l'emendamento fu ritirato. Tuttavia oggi l'Ansa annuncia che il  governatore Vincenzo De Luca è commissario straordinario alla Sanità in Campania. Gli ultimi illusi che credevano di non vivere in una repubblica delle banane sono serviti.   

L'ennesima vergogna del Pd.

http://www.ansa.it/campania/notizie/2017/07/10/sanita-de-luca-nominato-commissario_0e58a465-f8de-4511-98f2-44d6ab0cd0cc.html

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

41 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Sinceramente soffro nell'essere costretto a criticare duramente e continuamente il partito che, in teoria, dovrebbe essere l'erede del mio partito, quello al quale diedi, con entusiasmo e speranza, il mio primo voto politico nel lontano 1979: il Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer. Ora nessuno può avere dubbi sul fatto che il Pd di Matteo Renzi non è l'erede del Pci. A mio modesto avviso esso è, al contrario, il più grande traditore della sinistra (peggio del Psi di Craxi che, al confronto, oggi sembrerebbe una formazione bolscevica), certamente è il più grande traditore di quelle mie idee e speranze giovanili. Ma nemmeno questo giustificherebbe il mio accanimento. Il punto è che il Pd è come il suo segretario: a prescindere dalla linea politica è un partito poco serio, irresponsabile, maldestro, disastroso, una vera iattura per il paese. L'esempio del giorno. Come sapete la mia regione, la Campania, è governata da una macchietta, un personaggetto noto per i suoi processi, per il suo familismo, per i suoi insulti misogini (tipo: "Raggi bambolina imbambolata", "Bindi infame, da ucciderla!", etc.), ma noto soprattutto per la formidabile imitazione che ne fa Crozza (fedele imitazione, non caricatura, perché l'originale è addirittura più comico). Ebbene questa macchietta oggi aggiunge alla carica di Governatore e alla delega alla Sanità (la macchietta governa da due anni ma non ha mai nominato l'assessore) quella di commissario straordinario alla Sanità (la Campania è una delle regioni commissariate per un grosso buco nei conti). Naturalmente mi direte che non è possibile, che ci deve essere un equivoco, perché solo nelle repubbliche delle banane un controllore (il commissario alla sanità) può controllare se stesso (il governatore con delega alla sanità). In effetti, proprio a rimarcare la differenza tra noi e le repubbliche bananiere esiste (o esisteva) una norma, ineccepibile, logica, sacrosanta, che vieta (o vietava) ai governatori di esercitare la funzione di commissari straordinari nelle Regioni commissariate. Ebbene nel novembre scorso, in piena campagna referendaria, era improvvisamente spuntato un emendamento nella legge di Bilancio che cancellava quel divieto. Fu battezzato emendamento ad Delucam, e i maligni lo interpretarono come un premio del Pd al suo governatore stoicamente impegnato a favore del Sì (culminato nel famoso convegno a porte chiuse con 300 sindaci e con l'appello a raccogliere voti con ogni mezzo, inclusi clientelismo e "fritture di pesce"). Poi vinse il No (anzi in Campania stravinse: evidentemente gli amici di De Luca avevano fritto pesce congelato con olio scandente) e l'emendamento fu ritirato. Tuttavia oggi l'Ansa annuncia che il  governatore Vincenzo De Luca è commissario straordinario alla Sanità in Campania. Gli ultimi illusi che credevano di non vivere in una repubblica delle banane sono serviti.   

L'ennesima vergogna del Pd.

http://www.ansa.it/campania/notizie/2017/07/10/sanita-de-luca-nominato-commissario_0e58a465-f8de-4511-98f2-44d6ab0cd0cc.html

Ditemi voi se ci può essere un ebe te più ebe te del Cazzaro Napolitano .  Lo scopo del suo post era quello di denigrare la nomina di De Luca come commissario straordinario sanitario della Campania , ma poteva o , no , prenderci lo spunto per una nuova cialtronesca e Bufalara polemica contro Renzi . L'idio ta , sbufaleggia partendo da lontano , molto lontano . Addirittura dagli anni settanta , dove , il Cazzaro ci informa , apponeva la sua sigla sul simbolo PCI . Prosegue imperterrito definendo il PD odierno una iattura , peggio di Craxi e Berlusconi . Un partito che ha strozzato in gola al bufalaro campano i suoi sogni giovanili fatti di slogan , lotta di classe , bandiera rossa trionferà . Ha interrotto il suo cammino verso il Sol dell'avvenire , distrutto il suo sogno Marxista , Leninista e Stalinista . Ahi ahi ahi quante purghe mancate per il povero cialtrone Napoletano , costretto , ora , a ripiegare su Tomasino Montanari , un carneade in giacca di cachemire e scarpe Tods, percipiente un reddito annuo di 200.000 euro ( netti) l'anno e quindi va in Ku.lo a Fosforo ed a tutti gli ebe ti Fosforosi che credono che con lui al potere una speranza di controrivoluzione sia possibile . Detto ciò per quel che riguarda De Luca , attenti pronti e via , la prima bufala messa in campo : secondo il bufalaro Partenopeo la Campania non aveva , per volontà di De Luca , un commissario straordinario alla sanità in attesa che lui stesso potesse esercitare quella funzione . Stabufala !! Fino al mese di Aprile 2017 , il commissario c'era e si chiamava Joseph Polimeni . De Luca non è stato nominato da Renzi bensì dal governo Gentiloni , De Luca e' incensurato e le tanto decantate fritture di pesce sono rimaste indigeste al Cazzaro Partenopeo che non ha potuto esultare per la decisione della Magistratura di non vedere alcun tipo di reato nel comportamento di De Luca , tantomeno a quello di voto di scambio a cui credono solo e soltanto i 2 idio ti Napoletani ( Fosfy e Monelkebete.  Rammento , infine che De Luca , prima di assurgere meritatamente alla carica di Givernatore della Campania perché votato da centinaia di migliaia di Napoletani più normodotati dei due idio ti sopracitati e' sempre stato considerato tra i primi 5 sindaci italiani rilanciando Salerno e facendola diventare una città modello di stampo nord europeo in quanto a servizi , pulizia , ordine pubblico e trasporti .  Tutto chiaro , Cazzaro ??

Modificato da mark525

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, mark525 ha scritto:

Ditemi voi se ci può essere un ebe te più ebe te del Cazzaro Napolitano .  Lo scopo del suo post era quello di denigrare la nomina di De Luca come commissario straordinario sanitario della Campania , ma poteva o , no , prenderci lo spunto per una nuova cialtronesca e Bufalara polemica contro Renzi . L'idio ta , sbufaleggia partendo da lontano , molto lontano . Addirittura dagli anni settanta , dove , il Cazzaro ci informa , apponeva la sua sigla sul simbolo PCI . Prosegue imperterrito definendo il PD odierno una iattura , peggio di Craxi e Berlusconi . Un partito che ha strozzato in gola al bufalaro campano i suoi sogni giovanili fatti di slogan , lotta di classe , bandiera rossa trionferà . Ha interrotto il suo cammino verso il Sol dell'avvenire , distrutto il suo sogno Marxista , Leninista e Stalinista . Ahi ahi ahi quante purghe mancate per il povero cialtrone Napoletano , costretto , ora , a ripiegare su Tomasino Montanari , un carneade in giacca di cachemire e scarpe Tods, percipiente un reddito annuo di 200.000 euro ( netti) l'anno e quindi va in Ku.lo a Fosforo ed a tutti gli ebe ti Fosforosi che credono che con lui al potere una speranza di controrivoluzione sia possibile . Detto ciò per quel che riguarda De Luca , attenti pronti e via , la prima bufala messa in campo : secondo il bufalaro Partenopeo la Campania non aveva , per volontà di De Luca , un commissario straordinario alla sanità in attesa che lui stesso potesse esercitare quella funzione . Stabufala !! Fino al mese di Aprile 2017 , il commissario c'era e si chiamava Joseph Polimeni . De Luca non è stato nominato da Renzi bensì dal governo Gentiloni , De Luca e' incensurato e le tanto decantate fritture di pesce sono rimaste indigeste al Cazzaro Partenopeo che non ha potuto esultare per la decisione della Magistratura di non vedere alcun tipo di reato nel comportamento di De Luca , tantomeno a quello di voto di scambio a cui credono solo e soltanto i 2 idio ti Napoletani ( Fosfy e Monelkebete.  Rammento , infine che De Luca , prima di assurgere meritatamente alla carica di Givernatore della Campania perché votato da centinaia di migliaia di Napoletani più normodotati dei due idio ti sopracitati e' sempre stato considerato tra i primi 5 sindaci italiani rilanciando Salerno e facendola diventare una città modello di stampo nord europeo in quanto a servizi , pulizia , ordine pubblico e trasporti .  Tutto chiaro , Cazzaro ??

Salerno città modello di stampo nord europeo quindi come Oslo o Copenaghen ? Mi sa che devi cambiare erba, il mare di Salerno è più sporco di quello del porto di Napoli, strisce blu a pagamento 24h su 24 in entrambi i lati nonostante la legge dice che possono essere a pagamento solo su un lato aggiungiamoci le fritture di pesce sperando che non sia stato pescato nel mare di salerno e il gioco è fatto, forse ti stai confondendo con le zone circostanti come vietri sul mare, amalfi o castellabate ma la i sindaci non sono le fritture di pesce o forse quando parli di città modello nord europeo intendevi sorrento ma, ti comunico che sorrento fa provincia con Napoli no con salerno come pure Capri !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, monello.07 ha scritto:

Salerno città modello di stampo nord europeo quindi come Oslo o Copenaghen ? Mi sa che devi cambiare erba, il mare di Salerno è più sporco di quello del porto di Napoli, strisce blu a pagamento 24h su 24 in entrambi i lati nonostante la legge dice che possono essere a pagamento solo su un lato aggiungiamoci le fritture di pesce sperando che non sia stato pescato nel mare di salerno e il gioco è fatto, forse ti stai confondendo con le zone circostanti come vietri sul mare, amalfi o castellabate ma la i sindaci non sono le fritture di pesce o forse quando parli di città modello nord europeo intendevi sorrento ma, ti comunico che sorrento fa provincia con Napoli no con salerno come pure Capri !

Scusa Monello, come sai io da un pezzo non leggo più i deliranti post del lekkakulo di Renzi (a parte i disgustosi titoli che non posso evitare), ma dalla tua risposta deduco che ha parlato di Salerno. Che in questa discussione non c'entra una mazza. Qui si parlava di un governo (a guida Pd) che nomina un governatore (che ha pure la delega dell'assessorato alla sanità) commissario straordinario alla sanità nella regione che governa. Ora dimmi tu se questa è una cosa seria. A me sembra una cosa indecente, da repubblica delle banane, o da democrazia surrogata, dove i pubblici amministratori vigilano su se stessi. Prova a immaginare se una cosa del genere l'avesse fatta a suo tempo un governo Berlusconi. Il lekkakulo di cui sopra non credo che avrebbe cambiato discorso. Brutta cosa la faziosità, peggio ancora il fanatismo dei lekkini.

Cmq, ritornando al nostro tema, io aspetto i tg di stasera, primo per vedere se ci daranno la notizia, secondo per capire se c'è ancora qualcuno capace di indignarsi.  Questa cosa è gravissima in sé. De Luca può essere una macchietta o il migliore amministratore del mondo, ma un amministratore ordinario non può fare anche il commissario straordinario (cioè colui che deve sostituire o controllare gli amministratori ordinari in una situazione a rischio, es. se c'è il pericolo di un dissesto finanziario, come nella sanità campana, o di una infiltrazione mafiosa). Ma queste cose assurde, vergognose, accadono con il Pd al governo. Ci ricorderemo anche di questo nella cabina elettorale.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo di aggiungere un dettaglio importante. De Luca voleva a tutti costi quella nomina ma la ministra competente Lorenzin si era duramente opposta. Infatti il precedente commissario si era dimesso 4 mesi fa e il Pd ha dovuto sudare per convincerla. Ora la Lorenzin viene dalla file di Berlusconi, ed è tutto un dire. Che io ricordi, nemmeno il piduista e i suoi governi si erano mai spinti a simili indecenze.

Saluti

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Scusa Monello, come sai io da un pezzo non leggo più i deliranti post del lekkakulo di Renzi (a parte i disgustosi titoli che non posso evitare), ma dalla tua risposta deduco che ha parlato di Salerno. Che in questa discussione non c'entra una mazza. Qui si parlava di un governo (a guida Pd) che nomina un governatore (che ha pure la delega dell'assessorato alla sanità) commissario straordinario alla sanità nella regione che governa. Ora dimmi tu se questa è una cosa seria. A me sembra una cosa indecente, da repubblica delle banane, o da democrazia surrogata, dove i pubblici amministratori vigilano su se stessi. Prova a immaginare se una cosa del genere l'avesse fatta a suo tempo un governo Berlusconi. Il lekkakulo di cui sopra non credo che avrebbe cambiato discorso. Brutta cosa la faziosità, peggio ancora il fanatismo dei lekkini.

Cmq, ritornando al nostro tema, io aspetto i tg di stasera, primo per vedere se ci daranno la notizia, secondo per capire se c'è ancora qualcuno capace di indignarsi.  Questa cosa è gravissima in sé. De Luca può essere una macchietta o il migliore amministratore del mondo, ma un amministratore ordinario non può fare anche il commissario straordinario (cioè colui che deve sostituire o controllare gli amministratori ordinari in una situazione a rischio, es. se c'è il pericolo di un dissesto finanziario, come nella sanità campana, o di una infiltrazione mafiosa). Ma queste cose assurde, vergognose, accadono con il Pd al governo. Ci ricorderemo anche di questo nella cabina elettorale.

Saluti

Ahahahaha , ora lo percuoto il Cazzaro . Cosa c'entra Salerno ?? Ahahahaha , ed allora cosa c'entrava Renzi in una nomina governativa ?? Poveraccio e penoso !! A me risulta che PDC si chiami Gentiloni e le nomine le fa lui ed il suo governo mentre Renzi e' solo il segretario del PD. O , no ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963