Patologie a confronto.

Basterebbe fare un parallelo fra patologie e fra pericolosità di patologie per rendersi conto che l'Italia rischia di morire di mali endemici quali ignoranza, pregiudizio e quant'altro.

Qualcuno si preoccupa di contagio galoppante e forse è anche un po' vero ma serve una seria analisi e una altrettanto seria differenziazione fra patologie.

Le patologie sono tante e variegate ma prendiamone in esame, a titolo esemplificativo e per farci un'idea, soltanto due: il coronavirus e il celodurismo e andiamo a confrontarne gli effetti e la velocità di contagio.

Ora, se andiamo a vedere per benino, possiamo osservare che il coronavirus ha contagiato una ventina di persone e, per ora, causato 2 decessi.

Confrontiamolo con la velocità di contagio del celodurismo e con la sua pericolosità sociale. Non c'è paragone....

Dopo di che passiamo ad esaminare ancora una volta il coronavirus e poniamoci alcune domande.

Cosa sarebbe successo se, putacaso e per esempio, fosse capitato che un paziente affetto da coronavirus, invece che presentarsi a un pronto soccorso in Lombardia o Veneto, essere stato mandato già dicendogli di mettersi sotto le coperte e aver infettato 5 medici, si fosse presentato, tanto per dirne una, in un pronto soccorso di Avellino, Caserta , Foggia o Sassari e fosse successa la stessa cosa.

Sarò sicuramente un fissato ma sono anche certo al 100% che sarebbero partiti i paragoni fra la mitica sanità ereditata dal Celeste e quella deleteria dei t@erroni.

Senza parlare poi se, come capitato in Veneto per il povero Signore deceduto, i risultati delle analisi fossero arrivati dopo 15 giorni.

E allora, fatta questa piccola premessa di carattere metodologico, c'è ancora qualcuno che ha il coraggio di mettere a confronto queste due pericolosissime patologie e l'efficacia e la velocità endemica di contagio fra di esse.

O qualcuno ha ancora il barbaro coraggio di affermare che il coronavirus é da considerai più pericoloso e letale del celodurismo oppure che un pacioccone cinese è più pericoloso di un celoduro?

 

 

 

Modificato da ildi_vino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Strano vero che il coronavirus sia scoppiato in due regioni governate dai celoduri.

Non vorrei fosse partito tutto da un piffero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Strano vero che il coronavirus sia scoppiato in due regioni governate dai celoduri.

Non vorrei fosse partito tutto da un piffero.

Una coincidenza, sig. Ahahah, solo una sfortunata coincidenza. Il virus diffuso dal piffero è il Gonococco di Neisser, non il Coronavirus...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

N

2 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Una coincidenza, sig. Ahahah, solo una sfortunata coincidenza. Il virus diffuso dal piffero è il Gonococco di Neisser, non il Coronavirus...

Non sono del tutto convinto, sembra che il coronavirus possa dilagare anche per cause fecali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Strano vero che il coronavirus sia scoppiato in due regioni governate dai celoduri.

Diciamo che il virus è stato scoperto li,   (in quelle regioni)  , .. dove non viene ricercato ovviamente non viene scoperto...  poi ci sono molte cose che non ci dicono o che semplicemente non sanno, visto che essendo un virus nuovo non si sa esattamente come si comporta;  da un lato ci dicono che il virus si trasmette per contatto diretto, pi ci dicono che può rimanere attivo sulle superficie per molte ore e consigliano di disinfettarle con un banale disinfettante come alcol o acqua ossigenata .. ma se rimane sulle superficie cosa accade con la carta moneta e con gli spiccioli metallici? possono essere causa di trasmissione?  io per sicurezza penso che userò il più possibile  la carta di credito, come faccio a sapere chi ha maneggiato prima di me quelle banconote?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Diciamo che il virus è stato scoperto li,   (in quelle regioni)  , .. dove non viene ricercato ovviamente non viene scoperto...  poi ci sono molte cose che non ci dicono o che semplicemente non sanno, visto che essendo un virus nuovo non si sa esattamente come si comporta;  da un lato ci dicono che il virus si trasmette per contatto diretto, pi ci dicono che può rimanere attivo sulle superficie per molte ore e consigliano di disinfettarle con un banale disinfettante come alcol o acqua ossigenata .. ma se rimane sulle superficie cosa accade con la carta moneta e con gli spiccioli metallici? possono essere causa di trasmissione?  io per sicurezza penso che userò il più possibile  la carta di credito, come faccio a sapere chi ha maneggiato prima di me quelle banconote?

Con una piccola variante al ragionamento.

Il virus è estremamente socievole e, volenti o nolenti, si presenta da solo anche senza essere ricercato. Ha caratteristiche di accentuato protagonismo e si presenta senza controfigure. Se c'è si palesa e...lo fa senza nascondersi. Non è timido insomma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per il becero Feltri perfino il coronavirus "lombardo" è un'occasione per insultare i napoletani. Che nel 1973 si liberarono rapidamente e senza troppe isterie da una piccola epidemia di colera causata da una partita di cozze provenienti dalla Tunisia. 

http://www.napolitoday.it/cronaca/vittorio-feltri-coronavirus-colera-ordine-giornalisti.html

E venerdì sera i beceri tifosi del Brescia, invece del solito "NAPOLETANI COLEROSI", insulto molto usato anche dai trogloditi tifosi di Atalanta e Juve, gridavano: "NAPOLETANI CORONAVIRUS". Ma avevano il virus quasi in casa. 

Il governo chiude le scuole e gli stadi in Lombardia, mette in quarantena interi comuni e sospende perfino i concorsi.  Ma oggi il becero Feltri titola su Libero (anzi Occupato):

IL GOVERNO AGEVOLA LA DIFFUSIONE DEL VIRUS

PROVE TECNICHE DI STRAGE

Per me il più grave errore di questo governo è il non avere ancora chiuso i rubinetti a questa CARTA DA CESSO finanziata con i soldi pubblici.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ildi_vino ha scritto:

Se c'è si palesa e...lo fa senza nascondersi. Non è timido insomma.

Non è detto che si palesi, pare che ci siano persone che non si ammalano in modo evidente, una banale febbre e tutto passa, però sono contagiose, passano il contagio ad  altre persone che si ammalano in modo leggero finché in qualche persona ( dalle notizie che arrivano dalla Cina pare che prediliga le persone anziane e eviti i bambini) in qualche paziente. - dicevo - si manifesta in modo forte e magari letale, quindi se non si ricerca non si trova e può benissimo essere già presente in zone o regioni  dove apparentemente il contagio non esiste 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Non è detto che si palesi, pare che ci siano persone che non si ammalano in modo evidente, una banale febbre e tutto passa, però sono contagiose, passano il contagio ad  altre persone che si ammalano in modo leggero finché in qualche persona ( dalle notizie che arrivano dalla Cina pare che prediliga le persone anziane e eviti i bambini) in qualche paziente. - dicevo - si manifesta in modo forte e magari letale, quindi se non si ricerca non si trova e può benissimo essere già presente in zone o regioni  dove apparentemente il contagio non esiste 

Può essere vero anche perché è esattamente quello che poi si è verificato in Lombardia dove non è stato affatto ricercato ma si è presentato da solo.

Suggestiva la tesi che siano stati sguinzagliati i viral-detectiv padani ma non si tratta di una tesi veritiera e, soprattutto, supportata dai fatti.

La realtà è diversa: sono stati i pazienti a presentarsi spontaneamente nelle strutture sanitarie e non viceversa. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Voglio lanciare una provocazione. Immaginiamo per un attimo che il coronavirus fosse nato per una mutazione genetica (NATURALE: la storia del laboratorio militare è una BUFALA) in un pipistrello ITALIANO (a proposito: i pipistrelli sono animali utilissimi, grandi mangiatori di zanzare e insetti nocivi, quindi rispettiamoli e proteggiamoli). A questo punto non ci sarebbe nessun malato in Cina ma due morti quasi 80enni in Italia. Io dico che NESSUNO, eccetto i familiari, ne avrebbe parlato. NESSUNO avrebbe fatto esami al microscopio elettronico. Sarebbero stati considerati le vittime di una banale INFLUENZA (che in Italia fa 300-400 morti l'anno più alcune migliaia per le complicanze). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque, secondo me, si prospetta un rischio estremamente letale.

Cosa succederebbe se si verificasse lo scenario estremo del Capitano in quarantena?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se fosse solo in quarantena ci sfinirebbe di messaggi via internet.

Anzi sarebbe più virulento del coronavirus

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963