Il Capitano denuncia il Presidente della Toscana Rossi.

Però la cosa strana è che i primi casi accertati di coronavirus si sono verificati in Lombardia.

Allora che fammo?

Perché non è stato denunciato ancora Fontana?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

30 messaggi in questa discussione

Temo che il virus si diffonderà in Italia e nel resto del mondo, contagiando fino all'1 o al 2 per mille della popolazione (per ora in Cina siamo a un contagiato accertato su 18.000 abitanti). Quindi prepariamoci ad avere anche 100.000 casi in Italia e fino a 2 o 3mila morti. Teniamo conto che la normale influenza provoca ogni anno dai 300 ai 400 morti in fase acuta e tra i 4.000 e i 10.000 morti per le complicanze cardiopolmonari. Quindi non facciamo drammi e soprattutto evitiamo il panico. La miglior prevenzione consiste nell'igiene personale e nel rinforzare le difese immunitarie. Prima di tutto SMETTERE IMMEDIATAMENTE DI FUMARE: il fumo abbassa le difese e soprattutto indebolisce i polmoni che sono, insieme ai reni, il principale bersaglio del coronavirus. Poi bere molto, dormire bene, fare attività fisica, esporsi molto al sole, consumare yogurt (per la flora batterica), brodo di pollo, frutta e verdure fresche, aglio, consumare pochi grassi animali e poca carne in genere (può contenere antibiotici che abbattono le difese), pochissimi zuccheri raffinati, pochissimo alcol e moderare il sale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ekkekaxzo sig fosforo, voglio il coronavirus.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Temo che il virus si diffonderà in Italia e nel resto del mondo, contagiando fino all'1 o al 2 per mille della popolazione (per ora in Cina siamo a un contagiato accertato su 18.000 abitanti). Quindi prepariamoci ad avere anche 100.000 casi in Italia e fino a 2 o 3mila morti. Teniamo conto che la normale influenza provoca ogni anno dai 300 ai 400 morti in fase acuta e tra i 4.000 e i 10.000 morti per le complicanze cardiopolmonari. Quindi non facciamo drammi e soprattutto evitiamo il panico. La miglior prevenzione consiste nell'igiene personale e nel rinforzare le difese immunitarie. Prima di tutto SMETTERE IMMEDIATAMENTE DI FUMARE: il fumo abbassa le difese e soprattutto indebolisce i polmoni che sono, insieme ai reni, il principale bersaglio del coronavirus. Poi bere molto, dormire bene, fare attività fisica, esporsi molto al sole, consumare yogurt (per la flora batterica), brodo di pollo, frutta e verdure fresche, aglio, consumare pochi grassi animali e poca carne in genere (può contenere antibiotici che abbattono le difese), pochissimi zuccheri raffinati, pochissimo alcol e moderare il sale.

Ue’ guaglio’ !! Ca potimmo scegliere . In quale salsa lo possiamo definire il Cazzaro di Napoli ??  Fosfy O’ Primario ??  Oppure Fosfy O’Dietologo ??  Però la migliore definizione rimane sempre la stessa : Fosfy O’Cazzaro .....!! Aesposizione !!                                                   P.S. Devi scusarmi Cazzaro napoletano . La verdura cotta e’ indicata ?? Lo yogurt alla frutta va bene ??    

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

(per ora in Cina siamo a un contagiato accertato su 18.000 abitanti)

Ma siamo sicuri che i dati che ufficialmente ha fornito la Cina siano esatti e non siano censurati? siamo sicuri che il rapporto che è stato fornito circa il rapporto fra infettati e morti sia corretto? parlano di una mortalità di circa il due per cento, leggevo però di una famiglia di sei persone dove si erano infettati tutti e i morti erano 5;  se su sei muoiono in 5,    su base cento qual'è la percentuale? basta fare 6 sta a cinque come cento sta a x  si moltiplica 5 per cento si divide per sei e si ottiene la percentuale  X

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Ma siamo sicuri che i dati che ufficialmente ha fornito la Cina siano esatti e non siano censurati? siamo sicuri che il rapporto che è stato fornito circa il rapporto fra infettati e morti sia corretto? parlano di una mortalità di circa il due per cento, leggevo però di una famiglia di sei persone dove si erano infettati tutti e i morti erano 5;  se su sei muoiono in 5,    su base cento qual'è la percentuale? basta fare 6 sta a cinque come cento sta a x  si moltiplica 5 per cento si divide per sei e si ottiene la percentuale  X

Credo che sia presente sul campo anche qualche ispettore dell'OMS. Personalmente non mi sembra che la Cina, a parte forse i primi giorni, stia tentando di occultare la gravità della situazione. Tutt'altro. È probabile che il dato dei contagiati sia errato per difetto, dato che molti soggetti possono essere asintomatici o con sintomi lievi. Non dimentichiamo che Wuhan è una città di 11 milioni di abitanti, quindi prima di parlare di 5 morti su 6 ce ne corre. 

Vorrei aggiungere alla lista precedente due alimenti utili per il sistema immunitario: ananas e cavolfiore. Ma il consiglio principale che ripeto è SMETTERE DI FUMARE. Il fumo indebolisce i polmoni e il sistema immunitario.  In Cina il 50% dei maschi sono fumatori.  

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non trascurerei neanche un'altra ipotesi.

E se, zitto zitto, quatto quatto, carponi carponi, il Governatore Rossi stesse portando avanti una strategia diabolica?

Chi può assicurarci che, per esempio, abbia deciso di liberarsi dei contagiato mandandoli in Lombardia e in Padania in genere? Guardate che i komunisti sono capaci di tutto. Ricordatelo.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Poi bere molto, dormire bene, fare attività fisica, esporsi molto al sole, consumare yogurt (per la flora batterica), brodo di pollo, frutta e verdure fresche, aglio, consumare pochi grassi animali e poca carne in genere (può contenere antibiotici che abbattono le difese), pochissimi zuccheri raffinati, pochissimo alcol e moderare il sale.

Ti sei dimenticato quaranta minuti di riflessione zen prima di coricarsi.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ma il consiglio principale che ripeto è SMETTERE DI FUMARE. Il fumo indebolisce i polmoni e il sistema immunitario.  In Cina il 50% dei maschi sono fumatori.  

 

allora sono spacciato, sono 11 lustri che fumo. Il teroldego posso continuare a berlo?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

 

...Vorrei aggiungere alla lista precedente due alimenti utili per il sistema immunitario: ananas e cavolfiore. Ma il consiglio principale che ripeto è SMETTERE DI FUMARE. Il fumo indebolisce i polmoni e il sistema immunitario.  In Cina il 50% dei maschi sono fumatori.  

 

Mi scusi dott Fosfy O’Primario , due domande : Un paio o tre tirate di sigaretta elettronica dopo una camomilla al tiglio può andare bene od e’ controindicata ?? L’ananas e’ sostituibile con la papaya ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Mi scusi dott Fosfy O’Primario , due domande : Un paio o tre tirate di sigaretta elettronica dopo una camomilla al tiglio può andare bene od e’ controindicata ?? L’ananas e’ sostituibile con la papaya ?? 

Io consiglierei un paio di canne al giorno, ma che sia robbadequellabbuona !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Temo che il virus si diffonderà in Italia e nel resto del mondo, contagiando fino all'1 o al 2 per mille della popolazione (per ora in Cina siamo a un contagiato accertato su 18.000 abitanti). Quindi prepariamoci ad avere anche 100.000 casi in Italia e fino a 2 o 3mila morti. Teniamo conto che la normale influenza provoca ogni anno dai 300 ai 400 morti in fase acuta e tra i 4.000 e i 10.000 morti per le complicanze cardiopolmonari. Quindi non facciamo drammi e soprattutto evitiamo il panico. La miglior prevenzione consiste nell'igiene personale e nel rinforzare le difese immunitarie. Prima di tutto SMETTERE IMMEDIATAMENTE DI FUMARE: il fumo abbassa le difese e soprattutto indebolisce i polmoni che sono, insieme ai reni, il principale bersaglio del coronavirus. Poi bere molto, dormire bene, fare attività fisica, esporsi molto al sole, consumare yogurt (per la flora batterica), brodo di pollo, frutta e verdure fresche, aglio, consumare pochi grassi animali e poca carne in genere (può contenere antibiotici che abbattono le difese), pochissimi zuccheri raffinati, pochissimo alcol e moderare il sale.

Ah ecco !!! Quindi il Cazzaro Fosfy O’Primario NON teme proprio niente ma si limita a copiaincolla l’articolo del Professor Pregliasco alla rivista Pagella Politica . il solito metodo !! Poi ci mette qualcosa di suo ed opta’. Chissà la scheda nutrizionista da dove l’ha ricavata ...

I numeri sui morti

"In Italia i virus influenzali causano direttamente all’incirca 300-400 morti ogni anno, con circa 200 morti per polmonite virale primaria", ha spiegato a Pagella Politica Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore all’Università degli Studi di Milano. "A seconda delle stime dei diversi studi, vanno poi aggiunti tra le 4 mila e le 10 mila morti “indirette”, dovute a complicanze polmonari o cardiovascolari, legate all’influenza".

Chi respira già male può prendersi la polmonite per colpa dell’influenza, per esempio quella batterica secondaria".

In generale, spiega l’Iss, si stima comunque che il tasso di letalità dell’influenza stagionale (ossia il rapporto tra morti e contagiati) sia inferiore all’uno per mille.

Abbiamo visto nell’introduzione che su oltre 73.300 contagiati da SARS-CoV-2, i morti per COVID-19 sono stati 1.870. Questo lascerebbe suggerire che il tasso di letalità del nuovo coronavirus sia del 2,5 per cento circa, dunque 25 volte più alto di quello dell’influenza. Tuttavia è ancora decisamente troppo presto per trarre conclusioni in proposito. I dati alla base di questo calcolo sono infatti non definitivi e, secondo gli esperti, probabilmente incompleti.

Conclusione

Secondo le stime del Ministero della Salute e dell’Istituto superiore della sanità, in Italia ogni anno circa il 9 cento della popolazione è colpito da sindromi simil-influenzali, con un numero di morti che oscilla tra i 300 e i 400 decessi diretti dovuti all’influenza, e tra i 4 mila e i 10 mila decessi tra chi sviluppa complicanze gravi a causa dei virus influenzali.

Il tasso di letalità (ossia il rapporto tra morti e contagiati) si attesterebbe quindi intorno allo 0,1 per cento (l’uno per mille). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rivedete Otto e mezzo di ieri sera, parla un virologo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Ma siamo sicuri che i dati che ufficialmente ha fornito la Cina siano esatti e non siano censurati? siamo sicuri che il rapporto che è stato fornito circa il rapporto fra infettati e morti sia corretto? parlano di una mortalità di circa il due per cento, leggevo però di una famiglia di sei persone dove si erano infettati tutti e i morti erano 5;  se su sei muoiono in 5,    su base cento qual'è la percentuale? basta fare 6 sta a cinque come cento sta a x  si moltiplica 5 per cento si divide per sei e si ottiene la percentuale  X

Navigando in rete ho trovato questo interessante articolo  http://www.atlanticoquotidiano.it/quotidiano/le-incognite-del-secolo-cinese-emergenza-coronavirus-rivela-un-esperimento-totalitario-senza-precedenti/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che l'unica difesa che in questo momenti abbiamo è la prevenzione, l'evitare cioè tutte quelle occasioni che possono aiutare la diffusione del contagio; non mi sembra che in Toscana la politica vada in questa direzione, a Prato stanno per arrivare 2.500 persone di ritorno dalla Cina e non è prevista  per queste persone nessuna quarantena che non sia quella volontaria, stanno scambiando le parole razzismo con la parola buonsenso, il pranzo di 500 persone previsto nei prossimi giorni a Prato è una cosa che proprio non si doveva fare https://www.lanazione.it/prato/cronaca/tempio-buddista-prato-offre-cena-per-500-uniti-contro-virus-1.5039213

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/2/2020 in 14:32 , ildi_vino ha scritto:

Però la cosa strana è che i primi casi accertati di coronavirus si sono verificati in Lombardia.

Allora che fammo?

Perché non è stato denunciato ancora Fontana?

L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "Matteo G.P. Flora @lastknight C'è qualcosa di sottilmente ironico nel fatto che mentre si vomitava bile sulle malattie portate dallo sporco povero, il gretto migrante, il barcone affollato, il #coronavirus viaggiava in business con i manager padani. Se Dio esiste ha un fine senso dell'umorismo."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, pm610 ha scritto:

Però la cosa strana è che i primi casi accertati di coronavirus si sono verificati in Lombardia.

però dobbiamo porci alcune domande: visto che è un virus nuovo e a livello mondiale si sa poco su questo virus, qual'è l'attendibilità dei test? possono esserci dei falsi positivi o dei falsi negativi? mi chiedo: quanti Kit  di test specifici per questo virus   esistono in Italia? in Lombardia evidentemente avevano alcuni di questi Kit e hanno scoperto dei portatori del virus, siamo sicuri che da qualche altra parte non si siano accorti del virus e lo scambino per una banale influenza? le  migliaia e migliaia di Kit per fare i test sono disponibili a tappeto in tutte le asl Italiane? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

però dobbiamo porci alcune domande: visto che è un virus nuovo e a livello mondiale si sa poco su questo virus, qual'è l'attendibilità dei test? possono esserci dei falsi positivi o dei falsi negativi? mi chiedo: quanti Kit  di test specifici per questo virus   esistono in Italia? in Lombardia evidentemente avevano alcuni di questi Kit e hanno scoperto dei portatori del virus, siamo sicuri che da qualche altra parte non si siano accorti del virus e lo scambino per una banale influenza? le  migliaia e migliaia di Kit per fare i test sono disponibili a tappeto in tutte le asl Italiane? 

A dire il vero però il problema non sta proprio in questi termini, per il semplice fatto che il paziente di 38 anni (il primo) non è stato riconosciuto affetto da coronavirus ed è stato rimandato indietro con la prescrizione imperativa di stare sotto le coperte. Al caldo e due aspirine al di.

Nel frattempo ha contagiato la moglie e un bel po' di gente, compresi 5 medici.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ildi_vino ha scritto:

A dire il vero però il problema non sta proprio in questi termini, per il semplice fatto che il paziente di 38 anni (il primo) non è stato riconosciuto affetto da coronavirus ed è stato rimandato indietro con la prescrizione imperativa di stare sotto le coperte. Al caldo e due aspirine al di.

Nel frattempo ha contagiato la moglie e un bel po' di gente, compresi 5 medici.

 

Se questo è avvenuto in una regione che è al top della sanità in Italia, cosa può accadere o essere già accaduto nel resto d'Italia?  siamo sicuri che in tutta Italia non ci siano infetti i cui sintomi sono stati scambiati per banali influenze?  quanti Kit per fare la diagnosi esistono attualmente in Italia?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/2/2020 in 19:33 , etrusco1900 ha scritto:

Se questo è avvenuto in una regione che è al top della sanità in Italia, cosa può accadere o essere già accaduto nel resto d'Italia?  siamo sicuri che in tutta Italia non ci siano infetti i cui sintomi sono stati scambiati per banali influenze?  quanti Kit per fare la diagnosi esistono attualmente in Italia?

Allora  ?  il  coso   che  prevede   ?  Oltre  bloccare   gli  sbarchi   che   comunque   vanno e  andavano  in  quarantena   ?  Cosa   prevede   per  quelli   nostrani  che  vanno e  vengono  indisturbati  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, pm610 ha scritto:

Cosa   prevede   per  quelli   nostrani  che  vanno e  vengono  indisturbati  ?

Lei ha detto una cosa giusta usando il termine che vanno e vengono indisturbati; ci sono in Italia realtà dove i Cinesi, ma anche altre etnie,  vivono da separati in casa  e senza integrarsi; a Prato (in Toscana), tanto per fare un esempio, la numerosa colonia Cinese fa razza a parte nel senso che hanno i loro medici, le loro cliniche "clandestine" le loro medicine che fanno arrivare dalla Cina; in passato in tempi non sospetti sono state scoperte decine di queste situazioni, dagli aborti clandestini fatti  in queste pseudo cliniche ai dentisti cinesi clandestini ; ci sono migliaia di  operai Cinesi che vivono  stipati dentro le fabbriche, lavorano nelle fabbriche,  mangiano li,  dormono a turno negli stessi letti all'interno di questi laboratori; sono operai clandestini che per lo stato ufficialmente non esistono, non si sa chi sono, quanti sono, da quanto tempo sono qui;  ora io mi chiedo se uno di questi operai accusa dei sintomi influenzali, esce allo scoperto e va dalla ASL o prima va dai medici Cinesi presenti a Prato? c'è il rischio che in questa situazione Pratese di omertà eventuali infezioni vengano nascoste e escano tutte fuori quando sarà troppo tardi?  nello specifico fino ad oggi quanti test coronavirus sono stati fatti a Prato?  è ovvio che se i test non si fanno i malati  non ci sono.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Lei ha detto una cosa giusta usando il termine che vanno e vengono indisturbati; ci sono in Italia realtà dove i Cinesi, ma anche altre etnie,  vivono da separati in casa  e senza integrarsi; a Prato (in Toscana), tanto per fare un esempio, la numerosa colonia Cinese fa razza a parte nel senso che hanno i loro medici, le loro cliniche "clandestine" le loro medicine che fanno arrivare dalla Cina; in passato in tempi non sospetti sono state scoperte decine di queste situazioni, dagli aborti clandestini fatti  in queste pseudo cliniche ai dentisti cinesi clandestini ; ci sono migliaia di  operai Cinesi che vivono  stipati dentro le fabbriche, lavorano nelle fabbriche,  mangiano li,  dormono a turno negli stessi letti all'interno di questi laboratori; sono operai clandestini che per lo stato ufficialmente non esistono, non si sa chi sono, quanti sono, da quanto tempo sono qui;  ora io mi chiedo se uno di questi operai accusa dei sintomi influenzali, esce allo scoperto e va dalla ASL o prima va dai medici Cinesi presenti a Prato? c'è il rischio che in questa situazione Pratese di omertà eventuali infezioni vengano nascoste e escano tutte fuori quando sarà troppo tardi?  nello specifico fino ad oggi quanti test coronavirus sono stati fatti a Prato?  è ovvio che se i test non si fanno i malati  non ci sono

Allora:
In Veneto 1 cinese infetta 22 italiani;
In Lombardia 1 italiano infetta 110 italiani;
A Prato ?? Dovrebbero esserci migliaia di italiani infettati.
E invece no. I fatti le  danno torto, ma tanto peggio per i fatti.

......Sono coloro che non riflettono, a non
dubitare mai. Splendida è la loro digestione,
infallibile il loro giudizio.
Non credono ai fatti, credono solo a se stessi.
Se occorre, tanto peggio per i fatti.
La pazienza che han con se stessi
è sconfinata. Gli argomenti
li odono con gli orecchi della spia.
Berthold Brecht.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963