certificati medici e marche da bollo

Inviata (modificato)

 

Io espongo i fatti, le conclusioni le lascio ai posteri 

un tempo esisteva la marca da bollo sui certificati medici. Un tempo in lire, poi assai maggiorata in euro. Una tassa sulla salute, anzi sulla malattia, è assurda, ma facciamo finta vada bene. Un tempo questa marca da bollo poteva avere la data di emissione di alcuni giorni prima o alcuni giorni dopo, la sola cosa importante era ci fosse. Poi con il primo gennaio duemilaventi è arrivato l'attuale governo di sbalestrati (ovvero personaggi usciti dalla balestra) che ha stabilito che certificato e marca devono avere la medesima data, pena la perdita di validità del certificato medesimo e pesanti sanzioni economiche. Altra novità. I pagamenti per le visite e le prestazioni ospedaliere vanno pagati solo pochi minuti prima della visita o della prestazione ospedaliera. Quindi niente pagare il giorno prima, per guadagnare tempo al momento della visita. No di no. Proibito. Poi il pagamento va effettuato solamente alle macchinette automatiche e solamente tramite bancomat, niente contante. E coloro che non hanno il bancomat come fanno a pagare.?.?. Vi è poi da aggiungere che delle quattro macchinette in atrio, tre sono bloccate e la quarta funziona solo ad orari prestabiliti. Il tutto per complicare la vita a coloro che già hanno problemi di salute, anzi di malattia. - io mi limito ad esporre i fatti, rimane da pensare che questi gineprai attorcigliati siano stati creati da coloro i quali devono pagarsi le lampadine nuove nelle proprie nuove ristrutturazioni dei palazzi governativi. - oggi giovedì tredici febbraio - 

             

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

5 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Poi con il primo gennaio duemilaventi è arrivato l'attuale governo di sbalestrati (ovvero personaggi usciti dalla balestra) che ha stabilito che certificato e marca devono avere la medesima data, pena la perdita di validità del certificato medesimo e pesanti sanzioni economiche.

mmmmm........ne è sicuro, sig dune buggi? Dove ha trovato sta notizia?

Venga a prendermi con la campagnola color fucsia, poi con pala e piccone andiamo a chiedere lumi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

certo che sono sicuro di essere sicuro. Un paio di settimane fa ho effettuato una visita medica presso un ambulatorio privato ed ho dovuto subito correre dal tabaccaio per il bollo relativo. La prossima settimana ho un esame presso la uls Veneto e mi hanno raccomandato di pagare la quota solo pochi minuti prima della visita, solo alle macchinette automatiche, solo con il bancomat. Queste sono le nuove regole dal primo gennaio, governo di .../...  -- 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

 

Io espongo i fatti, le conclusioni le lascio ai posteri 

un tempo esisteva la marca da bollo sui certificati medici. Un tempo in lire, poi assai maggiorata in euro. Una tassa sulla salute, anzi sulla malattia, è assurda, ma facciamo finta vada bene. Un tempo questa marca da bollo poteva avere la data di emissione di alcuni giorni prima o alcuni giorni dopo, la sola cosa importante era ci fosse. Poi con il primo gennaio duemilaventi è arrivato l'attuale governo di sbalestrati (ovvero personaggi usciti dalla balestra) che ha stabilito che certificato e marca devono avere la medesima data, pena la perdita di validità del certificato medesimo e pesanti sanzioni economiche. Altra novità. I pagamenti per le visite e le prestazioni ospedaliere vanno pagati solo pochi minuti prima della visita o della prestazione ospedaliera. Quindi niente pagare il giorno prima, per guadagnare tempo al momento della visita. No di no. Proibito. Poi il pagamento va effettuato solamente alle macchinette automatiche e solamente tramite bancomat, niente contante. E coloro che non hanno il bancomat come fanno a pagare.?.?. Vi è poi da aggiungere che delle quattro macchinette in atrio, tre sono bloccate e la quarta funziona solo ad orari prestabiliti. Il tutto per complicare la vita a coloro che già hanno problemi di salute, anzi di malattia. - io mi limito ad esporre i fatti, rimane da pensare che questi gineprai attorcigliati siano stati creati da coloro i quali devono pagarsi le lampadine nuove nelle proprie nuove ristrutturazioni dei palazzi governativi. - oggi giovedì tredici febbraio - 

             

Ahahahaha , ma che stai a di ?? Oggi giovedì 13 febbraio hai già fatto il pieno di Teroldego 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gentile signor giornalaio pisano, cortesemente vada a controllare la pendenza della torre civica. Poi consideri che gli specchi curvi sono di due tipi. Concavi e convessi. Entrambi deformano la realtà. Uno rimpicciolisce e uno ingrandisce. Entrambi però deformano la realtà. Quindi, gentile signor giornalaio pisano, prima di scrivere, colleghi la realtà e vada ad informarsi, facendo la coda agli sportelli, presso la sua uls di appartenenza. Si informi e faccia la coda agli sportelli. Oppure gli amici di “zio Nicola” (colui il quale assomiglia ad un famoso attore) godono di corsie agevolate (.?.?.?.) – (ripeto, si tratta di una novità introdotta il primo gennaio di quest'anno).- 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahahah , ma torna al lago ghiacciato , vai 

 
 
 

Imposta di bollo: esenti le ricevute di pagamento dei ticket sanitari

 
 

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che le ricevute di pagamento rilasciate agli assistiti a seguito della corresponsione del ticket sanitario non devono essere assoggettate all'imposta di bollo (attualmente nella misura di 2 euro), anche se d’importo superiore a 77,47 euro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

certo che sono sicuro di essere sicuro. Un paio di settimane fa ho effettuato una visita medica presso un ambulatorio privato ed ho dovuto subito correre dal tabaccaio per il bollo relativo. La prossima settimana ho un esame presso la uls Veneto e mi hanno raccomandato di pagare la quota solo pochi minuti prima della visita, solo alle macchinette automatiche, solo con il bancomat. Queste sono le nuove regole dal primo gennaio, governo di .../...  -- 

Sig dune buggi ma in quale ambulatorio privato è andato a finire, un ambulatorio serio ti dà la fattura e ci appiccica pure la marca da bollo.

Negli ospedali seri, che non sono quelli della val Gallina, hanno sempre un ufficio dove pagare oltre al cassone automatico per l'uso del bancomat.

Buonaserata e cambi uls

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

in quale ambulatorio privato è andato a finire, un ambulatorio serio ti dà la fattura

Sarà uno di quello che cura il saqlvini.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora