Carabiniera licenziata perchè ha una storia col capo, il Tar la reintegra

Avevano licenziato la carabiniera per "scarsa consapevolezza del proprio stato" e per "carenti qualità morali". Motivazioni che il Tar ha giudicato irragionevoli perchè dovuti non a valutazioni di merito ma al fatto che avesse una relazione con un collega sposato.  

La carabiniera aveva avuto buone valutazioni per il suo lavoro ma era stata punita con due giorni di consegna per aver dormito due volte fuori dalla caserma con un suo collega sposato, il collega peraltro non era stato punito come lei.

A seguito di questa punizione la avevano licenziata. Un "licenziamento" che lei non aveva accettato, rivolgendosi al Tar per un ricorso. E il tribunale amministrativo ha accolto questo ricorso. La vicenda è accaduta in provincia di Lucca.
E meno male che il Tar ha emesso questa sentenza, che ne pensi? Possibile nel 2020 licenziare una donna per una relazione sentimentale con un collega sposato e per lui invece nessun provvedimento? Perchè se valuti che ci deve essere una condotta "morale" vale per entrambi, altrimenti, come è giusto che sia, la vita privata non entra nella valutazione e si valuta il rendimento sul lavoro

Risultato immagini per carabiniera

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

11 ore fa, diana-pi ha scritto:

he ne pensi? Possibile nel 2020 licenziare una donna per una relazione sentimentale con un collega sposato e per lui invece nessun provvedimento?

Il corpo carabinieri non è mai stato troppo solidale con le donne, anzi è uno di quei ceppi in cui le donne se potessero non le lascierebbero certo entrare....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, sempre135 ha scritto:

Il corpo carabinieri non è mai stato troppo solidale con le donne, anzi è uno di quei ceppi in cui le donne se potessero non le lascierebbero certo entrare....

a parte questo, comunque, non è stato di certo un comportamento civile, soprattutto responsabile, anche se sempre un corpo militare, quello dei carabinieri, non può di certo non accostarsi alle regole civili di uno stato democratico, che per costituzione tutti i cittadini sono eguali di fronte alla legge; soprattutto loro che sono quelli che devono far rispettare tali regole, ovvero difendere la costituzione italiana, che sarebbe l'anima della stessa repubblica italiana 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, vincent29264 ha scritto:

ovvero difendere la costituzione italiana, che sarebbe l'anima della stessa repubblica italiana 

Purtroppo le anime nere non vanno per il sottile, e ancora troppo radicata la regola che la donna deve stare in un unico ruolo.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963