La casta

La ruota gira". Pier Ferdinando Casini arringa il Senato sul caso Gregoretti e raccoglie applausi a scena aperta a Palazzo Madama. Il senatore del Gruppo Misto annuncia il proprio voto contrario: non manderà a processo Matteo Salvini. E la motivazione è la più "politica" di tutte: "Guardate colleghi, quello che oggi succede per Salvini, un giorno potrà riguardare Zingaretti o qualcun altro... Si tratta di decidere se i principi sono validi sempre o solo a seconda delle persone".

 

in sintesi Casini dice:

fratelli, noi siamo la casta e dobbiamo proteggerci l'un l'altro.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963