Riflessioni sulle foibe

Il popolo tedesco ha sviluppato, rispetto ai crimini commessi durante la seconda guerra mondiale, un elevato "senso di colpa" cui ha fatto seguito, soprattutto a partire dagli anni sessanta, una riflessione critica ed autocritica.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://it.m.wikipedia.org/wiki/Vergangenheitsbew%C3%A4ltigung&ved=2ahUKEwiw2ryyn8znAhWeSEEAHXYLCpYQFjACegQIBxAB&usg=AOvVaw3RFOPTmifXVCSWnTU_-B6K&cshid=1581518562253

In Italia la vergogna per i crimini fascisti, sostanzialmente consistenti nella aggressione armata ad altri Paesi e popoli che non avevano fatto a noi italiani alcun male, è mancata.

Da una parte gli antifascisti del 26 luglio e del 27 aprile, quelli che "...io mai stato iscritto al fascio....",  oppure "....io partigiano combattente...." si sono lavati con questo la coscienza di venti anni di acquiescente silenzio.

La Resistenza fu movimento di minoranze nella Repubblichetta di Salò, che coinvolse al massimo 250 mila persone. Ma fu un ottimo alibi per evitare esami di coscienza approfonditi e lo sviluppo di un pensiero autocritico italiano.

Così una minoranza di italiani, dal fucilatore fascista repubblichino Giorgio Almirante alla sua degna erede Giorgia Meloni, ha indossato i panni della vittima.

Mentre furono essi i boia.

Alla fine della guerra accadde sul confine Italo-Sloveno che i partigiani dell'Armata Yugoslava di Tito si siano vendicati in modo certo esecrabile sugli Italiani.

Ma con quale diritto si ergono a giudici del crimine slavo e comunista gli Almirante e le Meloni?  Essi, eredi impentiti dei due dittatori che scatenarono una guerra costata 55.000.000 di morti all'umanità ?

Le vittime delle foibe furono 11.000 al massimo. Lo 0,02% dei morti del conflitto mondiale scatenato dal loro zio Benito e dal loro nonno Adolfo.

Senza la tragedia delle foibe, i morti per colpa del nazifascismo sarebbero stati solo 54.989.000 invece di 55.000.000.

Quegli 11.000 morti innocenti (non tutti) in Istria e Dalmazia non lavano la nostra sporca coscienza di italiani:

Fascisti, aggressori, criminali.

La colpa fu solo e soltanto NOSTRA.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Veramente gli storici raccontano che sia stato Tito e le sue truppe a buttare gli italiani nelle foibe. In particolare ci finirono i partigiani bianchi, che davano tanto fastidio ai partigiani rossi.

Ma sicuramente deve essere stata una allucinazione collettiva

http://www.storiaxxisecolo.it/DOSSIER/Dossier1a4.htm

Chiaramente il tuo negazionismo è il segno più evidente dell'autorazzismo che ha dominato il pensiero fasciomartellato. Basti ricordare il compagno Togliatti, che come italiano si sentiva un miserabile mandolinista e nulla più.

Tu non sei nemmeno un mandolinista e di conseguenza sei solo un miserabile

Dio non abbia pietà della tua anima.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi aggiungo al miserabile con il quale sono pienamente d'accordo, sig ilsauro.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma poi, sig ilsauro,  di che negazionismo sta parlando?

Qui non c'è alcun negazionismo, ma solo una spiegazione di quell'orrore.

Non tutti sono disposti ad offrire l'altra guancia se ricevono un ceffone, nemmeno lei, credo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Ma poi, sig ilsauro,  di che negazionismo sta parlando?

Qui non c'è alcun negazionismo, ma solo una spiegazione di quell'orrore.

Non tutti sono disposti ad offrire l'altra guancia se ricevono un ceffone, nemmeno lei, credo.

Lui e l'Etrusco sono della razza dei fascisti piagnucoloni. Quelli che scatenano guerre di aggressione dove muoiono DECINE DI MILIONI DI ESSERI UMANI, ma i fascisti piagnucoloni guardano A QUALCHE MIGLIAIO DI CONNAZIONALI ASSASSINATI DAGLI SLAVI COMUNISTI DI TITO.

Sono quelli che di fronte ad una alluvione del Po guardano la pozzanghera davanti a casa.

HANNO BISOGNO DEL CRIMINE DI TITO PER GIUSTIFICARE GIORGIO ALMIRANTE, L'ITALIANO FUCILATORE DI ITALIANI.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Veramente gli storici raccontano che sia stato Tito e le sue truppe a buttare gli italiani nelle foibe. In particolare ci finirono i partigiani bianchi, che davano tanto fastidio ai partigiani rossi.

Ma sicuramente deve essere stata una allucinazione collettiva

http://www.storiaxxisecolo.it/DOSSIER/Dossier1a4.htm

Chiaramente il tuo negazionismo è il segno più evidente dell'autorazzismo che ha dominato il pensiero fasciomartellato. Basti ricordare il compagno Togliatti, che come italiano si sentiva un miserabile mandolinista e nulla più.

Tu non sei nemmeno un mandolinista e di conseguenza sei solo un miserabile

Dio non abbia pietà della tua anima.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La prima caratteristica di un fascista piagnucolone è quella di non saper leggere:

"Alla fine della guerra accadde sul confine italo sloveno che i partigiani dell'Armata Yugoslava di Tito si siano vendicati in modo certo esecrabile sugli Italiani".

Se questo è negazionismo.....

La seconda caratteristica di un fascista piagnucolone è quella di non saper contare.

Le vittime delle foibe sono da sette a dieci volte inferiori per numero rispetto ai caduti dell'ottava armata, mandati da Mussolini a morire di freddo e di fame sul Don e nelle steppe russe al servizio dei nazisti.

Sono lo 0,02% dei morti per colpa di Hitler e del suo servo italiano Benito Mussolini.

Non è affatto negazionismo, sig. Viscidosauro.

È senso delle proporzioni.

La guerra fu imputabile ai nazifascisti.

PUNTO.

Sulle foibe, triste e marginale storia di una criminale ma  minore strage, voi fascisti piagnucoloni ci campate, credendo di bilanciare il vostro gigantesco crimine di guerrafondai assassini in tutto il mondo.

Ma siete gli sconfitti.

Avete perso.

Per sempre.

 

5d94a3b915e9f9771c25ed22.jpg
 
Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963