I bambini che tornano dalla Cina non vengono messi in quarantena obbligata come gli adulti perchè?

A me questa pare una follia perchè si sa i bambini a scuola si contagiano molto facilmente, che senso ha che chi è tornato dalla Cina rimpatriato da un aereo militare stia in quarantena alla Cecchignola e i bambini che hanno fatto un recente viaggio in Cina invece possano tornare a scuola? Fa discutere la nuova circolare per le scuole del ministero della Salute sulla quarantena «volontaria». Di fatto, rimette alle famiglie degli alunni «di ogni nazionalità» che arrivano da zone a rischio della Cina la scelta di mandarli o meno a scuola. Gli alunni che rientrano da zone a rischio potranno infatti non frequentare le classi su base volontaria per due settimane. Le scuole riterranno le assenze «giustificate». Indicazioni pilatesche che riaccendono immediata la polemica politica con i governatori del Nord che rivendicano la bontà della loro proposta. «Ha prevalso la nostra linea, la prudenza non è mai troppa», dice il governatore della Lombardia, Attilio Fontana. Ma anche nella maggioranza c’è insofferenza verso la circolare. Italia Viva chiede al governo di «scegliere» e di non scaricare sulle famiglie il peso delle scelte. Dal ministero della Salute garantiscono che la circolare è ispirata al principio di «massima precauzione», fermo restando il diritto inalienabile di bambini e ragazzi di frequentare in assenza di «evidenti e conclamate controindicazioni di carattere sanitario»

https://www.lastampa.it/cronaca/2020/02/09/news/scontro-sulla-circolare-del-ministero-giustificati-i-bimbi-assenti-da-scuola-1.38443971

Intanto l'OMS ha alzato l'allarme: 

Sul Coronavirus c'è un nuovo campanello d'allarme. I casi, la cui trasmissione è confermata come avvenuta da persone che non hanno viaggiato di recente in Cina, potrebbero essere "la punta dell'iceberg": e a mostrare preoccupazione con un tweet è il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus: "Ci sono stati alcuni casi preoccupanti sulla diffusione del 2019nCoV da persone che non hanno fatto viaggi in Cina", scrive.

"La rilevazione di un piccolo numero di casi potrebbe indicare una più estesa trasmissione in altri Paesi; in breve, potremmo soltanto aver visto la punta dell'iceberg", ha osservato il numero uno dell'Oms. Se all'estero il contagio sembra aver viaggiato a un passo più lento della Cina, Ghebreyesus non ha escluso la possibilità che ci possa essere un'accelerazione dell'epidemia che ha infettato più di 40.000 persone e causato 908 morti in Cina. "Il contenimento resta il nostro obiettivo, ma tutti i Paesi devono usare la finestra dell'opportunità creata dalla strategia di contenimento per prepararsi al possibile arrivo del virus", ha aggiunto ancora.
Fuori dalla Cina ci sono state più di 350 infezioni suddivisi in quasi 30 tra Paesi e regioni. Due le vittime, una a Hong Kong e una nelle Filippine.

Risultato immagini per coronavirus bambini scuola

https://gds.it/articoli/mondo/2020/02/10/coronavirus-nuovo-allarme-delloms-casi-preoccupanti-di-diffusione-da-chi-non-ha-viaggiato-in-cina-c67b4f82-e2a4-4140-b65c-5a84c2b62dc2/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963