In Francia guai a chi critica l’islam. Mila 16 anni non vive più...

Mila in Francia  a soli 16 anni, sta diventando la nuova Asia Bibi, ma la Francia non era un paese democratico e laico? 
Lo scorso 20 gennaio, Mila è apparsa in diretta sul suo profilo Instagram, divenendo oggetto delle avance insistenti e non gradite di un uomo. Lei chiarì di essere omosessuale, sperando che la cosa si chiudesse lì, ma la reazione dell'uomo fu di insulti omofobi e di accuse di islamofobia. A quel punto Mila rispode a sua volta con un nuovo video. "Io detesto la religione. Il Corano è una religione di odio. (...) l'Islam è mxxx, la vostra religione è mxxx. Questo è quanto penso", si sente dire nel filmato. Le reazioni: Insulti, minacce di morte e di stupro. La ragazza è stata costretta a lasciare il suo liceo: "Non ero in sicurezza nella mia scuola. Viste le minacce che ho ricevuto da persone del mio liceo, avrei potuto essere bruciata con l'acido, mi avrebbero fatta picchiare. Mi hanno minacciata di spogliarmi in pubblico, di essere sepolta viva. Mi chiedo come delle persone possano avere tanto odio, io non ho niente contro le persone che non sono Mila senza essere violente. Queste persone provano che si può essere contro di me senza violenza e odio". Quindi ha presentato le sue scuse "a coloro che praticano la loro religione in pace".
Pazzesco, fa davvero paura questa reazione, la religione Islamica non si può criticare in Francia? Le altre si ovviamente, come è giusto che sia per tutte.
Forza Mila! #JeSuisMila

Risultato immagini per Mila
 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

non è solo l'islam a essere violento, non solo quella religione si comporta da perfetta dittatrice delle proprie idee malate, come tutte le religioni d'altronde. Vi assicuro che il cristianesimo non è da meno, tanto meno l'ebraismo , ma qualunque altra religione che nel sopravvivere in una società sempre più istruita e informata, non sempre disposta a credere alle loro assurdità totalitarie, si impongono anche con metodi che sembrerebbero pacifici a prima vista ma che non fanno altro che imporre le loro idee in nome di giustizia e amore divino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora