Bravo Zinga , mi sorprendi ...!!

E ora ?? Gira e rigira , alla fine , e’  sempre il Leopoldino che dice le cose giuste . 

 

Governo, il Pd contro Bonafede sulla prescrizione . E questa volta Conte non sa come mediare

03 FEBBRAIO 2020
Palazzo  Chigi cerca un'idea, magari un nuovo bivio dopo la sentenza di primo grado. Ma si temono imboscate. Anche se si potrebbe lasciare la parola al Parlamento con un voto sulle proposte renziane. Ma il premier non vuole umiliare il M5s che applaude alla resistenza del Guardasigilli

DI TOMMASO CIRIACO

4 / 5
3 COMMENTI
Il Pd è stanco. Nicola Zingaretti esausto, Dario Franceschini irritato. "Io a volte non li capisco, resto senza parole...". Si sono scocciati delle rigidità apparentemente immutabili di Alfonso Bonafede. Di Matteo Renzi, che dice la cosa giusta - cambiare la riforma sulla prescrizione è puro buonsenso - ma incendia il clima. E un po' anche delle promesse del premier, "lavoro a una mediazione - ripete da settimane - datemi tempo", ma il tempo stringe...
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

4 minuti fa, mark222220 ha scritto:

cambiare la riforma sulla prescrizione è puro buonsenso

Peccato che la prescrizione nelle altre nazioni (forse con l'eccezione delle Grecia) non esiste  diciamo che la giustizia VOLUTAMENTE in Italia non funziona e tutti i politici che negli ultimi decenni hanno tentato di farla funzionare hanno fatto una brutta fine; occorrerebbe una seria riforma della magistratura ma i magistrati  fanno quadrato e difendono la loro casta e i loro privilegi; stessa cosa per gli avvocati che siedono in parlamento e che  quando fanno le leggi le fanno piene di cavilli che consentano poi nei tribunali dove difendono i loro *** di approfittare dei cavilli che loro stessi hanno messo nella legge per ottenere rinvii e fare assolvere i loro *** grazie alle prescrizioni; penso ai patteggiamenti, se un imputato patteggia e così ottiene un riduzione di pena si dichiara colpevole,  assurdo quindi che faccia ricorso; invece lo fa perché sa che anche perdendo il ricorso non potrà avere una pena superiore rispetto a quella per la quale ha patteggiato, basterebbe modificare la legge nel senso che se uno che ha patteggiato fa ricorso, in caso di condanna perde i benefici del patteggiamento e quindi rischia una pena superiore a quella che gli è stata inflitta per eliminare tutta una seri di risorsi e alleggerire i tribunali, penso alle cause perse, ad avvocati pagati magari con il patrocinio pubblico che portano avanti cause senza speranza perché tanto loro la riscuotono ugualmente, penso tanto per fare un esempio ai ricorsi fatti da immigrati senza diritto di restare che fanno i ricorsi che poi ovviamente saranno respinti perché gli avvocati quei ricorsi li riscuotono , penso ai vari azzeccagarbugli che quando si presenta un cliente sono in grado di comprendere che il loro cliente in quella causa civile ha torto, ma lo portano comunque in causa ricorso dopo ricorso perché loro la causa la vincono o la perdano la riscuotono lo stesso, leggevo che ci sono più avvocati a Roma che in tutta la francia; se in Italia la giustizia iniziasse a funzionare ed essere rapida come all'estero forse tanti avvocati dovrebbero cambiare mestiere, non ci dobbiamo meravigliare se si ammanettano e protestano

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, mark222220 ha scritto:

E ora ?? Gira e rigira , alla fine , e’  sempre il Leopoldino che dice le cose giuste . 

 

Governo, il Pd contro Bonafede sulla prescrizione . E questa volta Conte non sa come mediare

03 FEBBRAIO 2020
Palazzo  Chigi cerca un'idea, magari un nuovo bivio dopo la sentenza di primo grado. Ma si temono imboscate. Anche se si potrebbe lasciare la parola al Parlamento con un voto sulle proposte renziane. Ma il premier non vuole umiliare il M5s che applaude alla resistenza del Guardasigilli

DI TOMMASO CIRIACO

4 / 5
3 COMMENTI
Il Pd è stanco. Nicola Zingaretti esausto, Dario Franceschini irritato. "Io a volte non li capisco, resto senza parole...". Si sono scocciati delle rigidità apparentemente immutabili di Alfonso Bonafede. Di Matteo Renzi, che dice la cosa giusta - cambiare la riforma sulla prescrizione è puro buonsenso - ma incendia il clima. E un po' anche delle promesse del premier, "lavoro a una mediazione - ripete da settimane - datemi tempo", ma il tempo stringe...

Nel frattempo frustate per i giustizialisti. Schiaffi in pieno volto per i vari Travaglio , Davigo e Bonafede . Schiaffi a ripetizione pure per il Cazzaro di Napoli che però, da questa situazione, un ottimo risultato lo ottiene : E’ guarito dall’isonnia ed ora dorme beatamente tutta la notte per almeno 10 ore filate senza piu’ riempirci  di post lunghissimi e demenziali partoriti dalle 2 alle 3 e mezzo di notte . L’ultimo che resiste e’ Sanchino. Ma questo era prevedibile . I servetti sono sempre gli ultimi a cedere e sono sempre loro a prendere i maggiori ed ultimi ceffoni . Un po’ li capisco. Vedere che il Presidente della Consulta che definisce incustituzionale la “riforma “ che partoriscono,  vedere che appena Davigo prende la parola e tre quarti del Tribunale si svuota non e’ un bel vedere . Il Cazzaro di Napoli , le ultime notizie , lo danno ricoverato in rianimazione al Cardarelli. Per lui , avere visto che proprio nella sua città , i penalisti , prima di uscire dall’aula , hanno sfilato con le manette ai polsi , e’ stato semiletale. Si dispera di salvarlo . Ha più probabilità di riuscirci un colpito da Coronavirus che il Cazzaro . Noi siamo comunque con lui . E poi c’è quel cattivone di Renzi che e’ sempre nel mezzo con la sua presenza fastidiosa a complicare le cose ...Insomma , un tonfo completo!! 

 

  •  

 

 
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insistere sulla prescrizione è solo un modo che ha Leopoldino per far vedere che è ancora vivo.

Faccio presente che la prescrizione,entrata in vigore i primo gennaio 2020,  ( dico bene sig maggiordomo?) comincerà a mostrare i suoi effetti fra tre anni ,e,  Leopoldino nel frattempo, sentito il suo maggiordomo, ci dirà come accorciare i processi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mhmhmhmhm , dice male Sanchino. Non spetta a Renzi . Spetta al Presidente del Consiglio ed al Ministro della Giustizia. Renzi , povero Cristo , che deve fare più di aver dichiarato che voterà per quella che era la riforma Orlando che e’ il Vicesegretario del PD ?? Addirittura con grande senso di responsabilità e’ pure daccordo a votare il lodo Annibali che e’ una Parlamentare sempre del PD . Ma che volete ?? Pure un paio di litri di sangue ??  Ahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un po’ gli capisco. 

********

Mi perdoni sig maggiordomo, se la richiamo a mettere più attenzione in quello che scrive.

Capisco che sia rimasto "choccato" quando è stato corretto la prima volta, dopo lustri di uso improprio dei pronomi, comunque mi permetta di far presente a lei, illustre e preciso diffusore scientifico, che in questo caso avrebbe dovuto scrivere " un po' li capisco" e non "gli capisco".

Quanto a post "lunghissimi e demenziali" mi pregio farle presente che lei non è secondo a nessuno, anche se viene costantemente impegnato ad arrampicarsi sulle lastre lucide del marmo di Carrara.

Lo fa anche lei, come Leopoldino, per sentirsi vivo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si si bravo , ahahahaha . Fai pure il correttore di bozze oltre il mungitore 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ehehehe 

Come " gli" capisco quelli come lei😂😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963