Perché in Emilia ha vinto il Pd e ha perso il Capitone

La ragione più importante della bruciante sconfitta di Salvini in Emilia Romagna (lui e i suoi servi sciocchi erano scioccamente certi di vincere e di dare la spallata al governo) è presto detta. L'intelligenza e il cuore del popolo emiliano e romagnolo hanno nettamente prevalso (quasi 8 punti di scarto) su chi ha votato di pancia e sulle spudorate provocazioni di una campagna elettorale, condotta in prima persona e a ritmi asfissianti dal Capitone, che sarà ricordata come una delle più squallide e vergognose nella storia delle democrazie. Questo senatore della Repubblica, visibilmente malato, gravemente malato di protagonismo e di ingordigia del potere, si è spinto a violare con il citofono e con una troupe televisiva la *** di una famiglia, per calunniarla e per istigare all'odio. Bene ha fatto Facebook, sebbene in grave ritardo, a rimuovere quello stomachevole filmato dalle stomachevoli pagine social dei fascioleghisti. I quali, ben conoscendo la popolarità del basket in E.R., hanno infilato la propaganda elettorale perfino in un tweet di cordoglio per la tragica morte di un campione e di sua figlia. Le scuse di circostanza, riferite a un improbabile "disguido tecnico", non cancellano una figuraccia da vomito! 

Premesso ciò, l'Istituto Cattaneo, analizzando i flussi elettorali (immagino tramite un'indagine a campione), sottolinea il contributo probabilmente decisivo degli elettori del M5S che, responsabilmente come avevo previsto, al voto di bandiera a un candidato privo di chance hanno preferito il sostegno a Bonaccini. Analoga scelta hanno fatto gli elettori a sinistra del Pd. Per non parlare della provvidenziale iniziativa della "Sardine", movimento senza bandiere e certamente non costituito solo da giovani pidini. 

https://www.repubblica.it/politica/2020/01/27/news/elezioni_regionali_2020_ecco_come_ha_vinto_bonaccini_gli_elettori_m5s_hanno_votato_pd-246910792/?ref=RHPPLF-BH-I246724309-C8-P6-S1.8-T1

Irrilevante o marginale invece il contributo dei renziani. Italia Viva non era in campo (scelta saggia: avrebbe allontanato elettori da Bonaccini) ma in una lista civica c'erano 8 candidati di area leopoldina. Uno solo è stato eletto, uno peraltro nemmeno iscritto al nuovo partito. 

https://www.ilfoglio.it/politica/2020/01/27/news/come-sono-andate-le-elezioni-in-emilia-romagna-per-renzi-e-calenda-298658/

Insomma, si conferma ciò che sostengo da mesi: l'ultima scissione, a differenza delle precedenti, ha solo giovato al Pd, in termini di qualità politica e di consenso. E non poteva essere altrimenti. Se n'è andato il corpo estraneo, cioè  l'ex "caudillo" Renzi e una  pattuglia di fedelissimi che confondono la democrazia con l'egoarchia. Il rottamatore se n'è andato prima di riuscire a rottamare il partito. Se ne fosse andato un anno e mezzo prima, Salvini non sarebbe andato al governo. Come è noto, fu proprio Renzi a mettersi di traverso nel partito contro quell'alleanza M5S-Pd che era la prima scelta di Di Maio nel 2018.

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Ma che sta dicendo mio signore, Italia viva ha contribuito con il 6 per cento alla vittoria di Bonaccini e senza una propria lista, ma inseriti in quella del governatore. Si figuri se avevano una lista propria che sfracello avrebbero fatto, o mio signore e padrone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ma che sta dicendo mio signore, Italia viva ha contribuito con il 6 per cento alla vittoria di Bonaccini e senza una propria lista, ma inseriti in quella del governatore. Si figuri se avevano una lista propria che sfracello avrebbero fatto, o mio signore e padrone.

Scherzi a parte, Bonaccini non è fesso. Se l'ex tappetaro del Pd, oggi scissionista, avesse schierato una lista propria, molti elettori invece di votare Bonaccini sarebbero rimasti a casa, come nel 2014. Come ho scritto, nella lista "Bonaccini presidente" c'erano solo 8 candidati più o meno riconducibili all'area renziana. Su un totale di una cinquantina nelle 9 circoscrizioni. Il più votato nonché l'unico eletto di questi 8 è Mauro Felicori (che il correttore automatico del mio tablet interpreta come Mauro Felicità). È un tecnico bolognese in pensione, a suo tempo nominato dal governo Renzi direttore della Reggia di Caserta. Ha ottenuto 5370 preferenze che sono meno dello 0,25% del totale dei voti di lista (2.162.216). Peraltro io scommetterei una piccola cifra che non pochi tra i veri renziani, cioè tra i fanatici dell'egoarca scappato dal Pd che gli andava stretto, abbiano votato per l'altro Matteo. Non solo perché, alla fine, un egoarca vale l'altro, ma per fare un dispetto a Zingaretti e soprattutto a Conte. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vediamo un po’ come risponde ai 2 idio ti una insospettabile !! Si chiama Nadia Urbinati . Dispero che Sancho sappia chi sia , ma il Prof Dott Ing Cazzaro di Napoli dovrebbe saperlo:

“Chi credeva che Renzi fosse l'escluso dalla vittoria emiliana si sbagliava di grosso. La lista Bonaccini e' la lista Renzi, il cavallo di Tro ai dei Vivaisti nella casa dei democratici, il cui ottimo risultato e' oscurato dal personalismo del vincitore.

Ora, tutto dipenderà da quelle parti cruciali dell'elettorato che hanno consentito a Bonaccini di vincere: da Coraggiosa e dal Pd. Se sono strategici e forti possono contenere Bonaccini altrimenti rischiano di essere portatori d'acqua. 
In questo senso, quando la Bellanova dice "Abbiamo vinto" ha ragione.

A tutti i dissenzienti: state calmi (e non usate la brutta espressione "basito/a"). Se non vi va di discutere andate oltre, non fermatevi a questo post. Se invece pensate che viviamo nel migliore dei mondi possibili e che tutto sarà meraviglioso da oggi,  allora non state a discutere perché già sapete tutto e avere certezze granitiche. Nell'un e nell'altro caso  evitate di offendere”.

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetta di aggiungere sig Mark, che le ultime scoperte mediche, la scoperta di nuovi pianeti e del buco nero nella costellazione di Andromeda sinanco i Nobel per la letteratura, rientrano tutti tra i meriti del suo signore e padrone noto ai più come Leopoldino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre lei e’ una bella fetecchia . Lo e’ in condizioni normali e immagino quando si trova all’osteria del paese con la sgnapa ed il vin . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rilevo sig Mark che ha recepito il messaggio forte e chiaro.

Buona serata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente da parte mia ritengo che il voto dei grilli sia stato fondamentale per la vincita della sx in Emilia-Romagna...molti di loro facevano parte proprio di quella sx che in un qualche modo li aveva...non tanto accontentati....ma forse mettendo da parte le idee politiche, tante persone hanno votato più per quella democrazia che certamente la dx non sarà mai in grado di dare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963