40 anni che e’ morto Guido Rossa ...

“ Nessuno sembra ricordarlo. Nemmeno il Cazzaro di Napoli . Ah già , ma lui simpatizza per le BR ed allo scopo si ricordo’ dell’anniversario della morte di chi faceva parte del commando che uccise Guido Rossa . “ Buon riposo compagno Prospero “.  Questo ha scritto un pezzodimmerda napoletano . Si e’ ricordato dell’anniversario di chi lo uccise e non della vittima .                                              “ Guido Rossa, operaio e sindacalista della Fiom-Cgil, è stato il primo in Italia a testimoniare contro un brigatista. Aveva scoperto che un collega dell'Italsider di Genova stava diffondendo nello stabilimento volantini di propaganda della lotta armata e lo ha riferito al Consiglio di fabbrica, ma è stato lasciato solo a firmare la denuncia. E per lui non c'è stata protezione. Il 24 gennaio 1979 tre killer lo aspettarono sotto casa e lo uccisero “   !!   Questa fu la scelta di coerenza che è costata la vita a Guido, le esitazioni che lo hanno lasciato solo, gli slogan di chi esitava a schierarsi contro il terrorismo”. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

46 minuti fa, mark222220 ha scritto:

“ Nessuno sembra ricordarlo. Nemmeno il Cazzaro di Napoli . Ah già , ma lui simpatizza per le BR ed allo scopo si ricordo’ dell’anniversario della morte di chi faceva parte del commando che uccise Guido Rossa . “ Buon riposo compagno Prospero “.  Questo ha scritto un pezzodimmerda napoletano . Si e’ ricordato dell’anniversario di chi lo uccise e non della vittima .                                              “ Guido Rossa, operaio e sindacalista della Fiom-Cgil, è stato il primo in Italia a testimoniare contro un brigatista. Aveva scoperto che un collega dell'Italsider di Genova stava diffondendo nello stabilimento volantini di propaganda della lotta armata e lo ha riferito al Consiglio di fabbrica, ma è stato lasciato solo a firmare la denuncia. E per lui non c'è stata protezione. Il 24 gennaio 1979 tre killer lo aspettarono sotto casa e lo uccisero “   !!   Questa fu la scelta di coerenza che è costata la vita a Guido, le esitazioni che lo hanno lasciato solo, gli slogan di chi esitava a schierarsi contro il terrorismo”. 

images.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

“ Nessuno sembra ricordarlo. Nemmeno il Cazzaro di Napoli . Ah già , ma lui simpatizza per le BR ed allo scopo si ricordo’ dell’anniversario della morte di chi faceva parte del commando che uccise Guido Rossa . “ Buon riposo compagno Prospero “.  Questo ha scritto un pezzodimmerda napoletano . Si e’ ricordato dell’anniversario di chi lo uccise e non della vittima .                                              “ Guido Rossa, operaio e sindacalista della Fiom-Cgil, è stato il primo in Italia a testimoniare contro un brigatista. Aveva scoperto che un collega dell'Italsider di Genova stava diffondendo nello stabilimento volantini di propaganda della lotta armata e lo ha riferito al Consiglio di fabbrica, ma è stato lasciato solo a firmare la denuncia. E per lui non c'è stata protezione. Il 24 gennaio 1979 tre killer lo aspettarono sotto casa e lo uccisero “   !!   Questa fu la scelta di coerenza che è costata la vita a Guido, le esitazioni che lo hanno lasciato solo, gli slogan di chi esitava a schierarsi contro il terrorismo”. 

VOTA

untitled.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963