I nomi degli infami ai quali non dedicare vie e piazze

I nomi degli infami ai quali non dedicare vie e piazze –

proviamo a leggere la vera storia della prima guerra mondiale ed anche delle finte guerre di indipendenza precedenti. Si trovano i nomi di colonnelli e generali liguri e piemontesi in gran parte ed in parte minoritaria di altre regioni. Costoro per ristabilire i voleri di un re padrone si divertivano a sparare contro le popolazioni civili. Donne, anziani, bambini e quanto altro fosse necessario per portare via la terra, la fattoria, gli animali a loro necessari per avere prestigio e potere. - provate a leggere “Angela Romano”, una bimba siciliana di pochi anni – oppure altre stragi di gruppo compite in Puglia, Calabria, Basilicata, ed altre zone italiane. Sia al nord est (leggasi Veneto e Friuli) e sia lungo tutto il sud. - prevedo di avere pestato i piedi a qualcuno, peggio per lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

La storia insegna che per passare alla STORIA bisogna avere il pelo sullo stomaco e magari anche qualche morto sulla coscienza.

Alle volte però basta anche rubare.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

una seria alternativa sarebbe - solo nomi locali, regionali al massimo - indicando sotto cosa abbia fatto di utile alla collettività locale. Il maestro o il medico particolarmente meritevole, o il vigile del fuoco, o altra persona locale importante. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco invece una splendida persona, un italiano esemplare, un grande italiano, cui DEVONO essere intitolate strade e piazze d'Italia, anche tra le più importanti. In primis a Milano, la città in cui lavorò, e lavorò magnificamente, con passione, intelligenza, coraggio, offrendo a un paese corrotto una speranza di riscatto; e a Napoli, la città che gli diede i natali, ma anche in centinaia di altre città, piccole e grandi, affinché vivano il ricordo e l'esempio di questo GIGANTE che con il suo team di coraggiosi spazzò via una manica di ladri e ladroni della politica che avevano ridotto i loro storici partiti in vergognose mangiatoie sulle tasche degli onesti. 

Chi è onesto, chi ama la giustizia e spera in un paese migliore, FIRMI LA PETIZIONE, io l'ho già fatto:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/22/la-petizione-del-fatto-francesco-saverio-borrelli-una-strada-di-milano-per-onorare-il-giudice-di-mani-pulite/5681760/

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/01/22/una-via-per-borrelli/5681272/

In questo filmato alcune testimonianze dell'ammirazione, della gratitudine e dell'amore dei milanesi per il loro procuratore. Sindaco Sala, cosa aspetta? Faccia il suo DOVERE!

 https://youtu.be/PIiewfmyiQY

E adesso ALZIAMOCI IN PIEDI, TUTTI,  PER ASCOLTARE E ONORARE QUESTO GRANDE ITALIANO:

https://youtu.be/SbWoEGaE21A

RESISTERE !  RESISTERE !  RESISTERE ! 

COME SU UNA IRRINUNCIABILE LINEA DEL PIAVE !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963