L'importanza di lavarsi le mani: l'esperimento di un papà scienziato

Come insegnare ai figli che è importante lavarsi le mani? Un papà scienziato ha fatto questo esperimento con sua figlia: Daniel Filho ha separato quattro fette di pane integrale chiudendo ciascuna in un sacchetto. Per tutto il giorno sua figlia ha colorato con le matite, ha giocato sul pavimento e ha mangiato, tutto senza lavarsi le mani, per circa due ore. Poi, con una mano sporca, Maya ha toccato una di queste fette.

La mano destra è stata poi lavata con acqua e sapone e la mano sinistra invece con alcool in gel. Con una e con l’altra sono state toccate rispettivamente la seconda e la terza fetta di pane mentre la quarta è stata considerata quella di controllo, ovvero non è stata in alcun modo toccata.

Diciotto giorni dopo, sono usciti i risultati “preliminari” chiaramente visibili a occhio nudo: un’enorme colonia di microrganismi prosperava sulla fetta con sopra la scritta “Mano sporca“. Le fette rimanenti erano invece intatte.

“Passaggio successivo: attendere l’arrivo di un microscopio e vedere cosa è cresciuto nel pane“, ha commentato Daniel nel suo post.

Grande Daniel, aspettiamo altri esperimenti "educativi". Che ne pensi? Lo farai con i tuoi figli? o sei di quelli che dicono... quel che non ammazza ingrassa...

Risultati immagini per lavarsi le mani daniel

 

https://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/papa-scienziato-esperimento-pane-mani/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Personalmente mi lavo le mani anche troppo. Però sono anche del parere che uno non può vivere sotto una campana di vetro e che nella vita i rischi facciano parte del gioco.

Si dice di lavarsi spesso le mani per prevenire l'influenza stagionale; secondo me serve a poco: quando arriva l'influenza te la prendi e basta.

Per l'influenza io mi regolo così: faccio tutti gli anni il vaccino e più ancora che le mani tengo puliti bocca e denti. Mi lavo sempre i denti dopo ogni pasto principale (la sera anche con il filo) e quando è previsto l'arrivo del picco di influenza mi lavo i denti anche dopo ogni spuntino (es: cappuccino al bar e merenda pomeridiana). E se mi trovo vicino a una persona che starnutisce giro al largo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non faccio il vaccino, soprattutto non mi interessa farlo, quando mi ammalo di influenza tutto da guadagnare, giorni di riposo, ahaha. scherzi a parte, non che sia una mia ricerca scientifica ma dal mio punto di vista, non che i medici smentiscano ma nemmeno confermano, i bambini troppo puliti, ben pasciuti, tenuti sotto controllo continuo dai genitori, se ci fate caso sono quelli che si ammalano per primi. Se ci fate caso, soprattutto, nel loro essere paffuti, rosei e ben profumati da mane a sera, non hanno mai l'aria felice come quella di un bambino zuppo di fango dalla testa ai piedi.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, vincent29264 ha scritto:

non faccio il vaccino, soprattutto non mi interessa farlo, quando mi ammalo di influenza tutto da guadagnare, giorni di riposo, ahaha. scherzi a parte, non che sia una mia ricerca scientifica ma dal mio punto di vista, non che i medici smentiscano ma nemmeno confermano, i bambini troppo puliti, ben pasciuti, tenuti sotto controllo continuo dai genitori, se ci fate caso sono quelli che si ammalano per primi. Se ci fate caso, soprattutto, nel loro essere paffuti, rosei e ben profumati da mane a sera, non hanno mai l'aria felice come quella di un bambino zuppo di fango dalla testa ai piedi.

Lascerei stare quello che dicono i medici (soprattutto quelli generici), talvolta soggetti alle bufale esattamente come chi medico non lo è. I "medici", per dire, sono gli stessi che praticano cure come l'omeopatia, cioè una cura che ha gli stessi risultati dell'acqua fresca. Mi fiderei di più a ciò che consigliano i medici specialisti (in questo caso virologi e affini) e l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Personalmente, la scelta tra 5 vaccini (uno all'anno per 5 anni) e, diciamo, 2 cicli di antibiotici (che potrebbe essere una ragionevole possibilità se non si fa il vaccino per 5 anni), non mi lascia alcun dubbio: meglio un vaccino ogni anno. Per le "normali" influenze perde la vita qualche centinaio di persone ogni anno in Italia.

Leggo quanto segue da un sito: https://www.epicentro.iss.it/influenza/stagione-in-corso

 

" Mortalità: durante la 4a settimana del 2020 la mortalità (totale) è stata in linea con il dato atteso, con una media giornaliera di 234 decessi rispetto ai 240 attesi"

Modificato da lupogrigio1953

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il vaccino anti tetano va bene, lavoro a tempo perso nel settore bricolage. Anzi quando faccio il controllo annuale del sangue inserisco anche il test di controllo tetano. Per il vaccino influenzale (ho scritto di proposito influenzale) non lo faccio e lo ritengo dannoso e fuori luogo. Lo lascio fare ai GRULLI e che si divertano. Gli stessi farmacisti che sono a diretto contatto con tosse e sternuti dei *** NON fanno la vaccinazione influenzale … siamo in libera democrazia. I grulli da un lato ed gli altri dall'altro lato – cordiali saluti. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il vaccino per l'influenza non è che sia inutile, molte persone che soffrono di respirazione, come soprattutto gli anziani sono indispensabili ma che una persona completamente sana, in pieno vigore dei suoi anni si faccia il vaccino per paura di prendere una banale influenza, beh, direi che un gran spreco di risorse. d'altronde lo dicono anche i medici, ma chiunque di loro non spronerebbe nessuno a vaccinarsi se non è indispensabile e a rischio di complicanze in caso di infezione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, vincent29264 ha scritto:

il vaccino per l'influenza non è che sia inutile, molte persone che soffrono di respirazione, come soprattutto gli anziani sono indispensabili ma che una persona completamente sana, in pieno vigore dei suoi anni si faccia il vaccino per paura di prendere una banale influenza, beh, direi che un gran spreco di risorse. d'altronde lo dicono anche i medici, ma chiunque di loro non spronerebbe nessuno a vaccinarsi se non è indispensabile e a rischio di complicanze in caso di infezione.

L'influenza è molto meno "banale" di quanto pensiamo, se è vero quanto riportato in questo sito:

 https://www.epicentro.iss.it/influenza/stagione-in-corso

" Mortalità: durante la 4a settimana del 2020 la mortalità (totale) è stata in linea con il dato atteso, con una media giornaliera di 234 decessi rispetto ai 240 attesi"

Ma se preferisci affidarti a un sito più sicuro (Ministero della Salute) e avere un rapporto più completo, qui il link:

http://www.salute.gov.it/portale/influenza/documenti/flunews/FluNews_2018_4.pdf

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

L'influenza è molto meno "banale" di quanto pensiamo, se è vero quanto riportato in questo sito:

 https://www.epicentro.iss.it/influenza/stagione-in-corso

" Mortalità: durante la 4a settimana del 2020 la mortalità (totale) è stata in linea con il dato atteso, con una media giornaliera di 234 decessi rispetto ai 240 attesi"

Ma se preferisci affidarti a un sito più sicuro (Ministero della Salute) e avere un rapporto più completo, qui il link:

http://www.salute.gov.it/portale/influenza/documenti/flunews/FluNews_2018_4.pdf

 

Non intendevo dire che l'influenza sia una malattia banale che non necessita cure, ma per una persona sana guarisce semplicemente anche senza medicine, basta un po' di riposo, qualche staminico in caso di febbre alta, d'altronde, diciamo la verità, non ci sono veri e proprie medicine contro le malattie virali, il vaccino è l'unica soluzione, ma come ho già detto, il sistema immunitario si una persona sana, nel pieno vigore della sua vita, non ha problemi il suo sistema immunitario farà il normale decorso di guarigione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, vincent29264 ha scritto:

Non intendevo dire che l'influenza sia una malattia banale che non necessita cure, ma per una persona sana guarisce semplicemente anche senza medicine, basta un po' di riposo, qualche staminico in caso di febbre alta, d'altronde, diciamo la verità, non ci sono veri e proprie medicine contro le malattie virali, il vaccino è l'unica soluzione, ma come ho già detto, il sistema immunitario si una persona sana, nel pieno vigore della sua vita, non ha problemi il suo sistema immunitario farà il normale decorso di guarigione.

E' molto difficile definire cosa e quale sia una "persona sana". Una persona sana, ad esempio, è mia madre che, ipertensione da sempre, varie operazoni subite, diabete di tipo 2 nell'ultimo decennio di vita, ma campa (tutto sommato neanche così male) fino a 94 anni, oppure è mio padre che, fino a 75 anni non aveva mai visto un ospedale, ma un tumore se lo porta via in 3 mesi? Oppure una persona sana è uno che magari ha 35 anni e, per colpa di un'influenza trascurata, prende un'otite che degenera in meningite? Oppure un giovane che, a causa di un'influenza piuttosto cattiva, diventa cardiopatico? Poi se uno vuole seguire i consigli di terrapiattisti, no-vax, omeopati, sotenitori di motori ad acqua, ecc ecc, siamo in democrazia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963