CHE NE DITE DI QUESTA INCHIESTA ? NAZIONALIZZARE E' BELLO ?

5 messaggi in questa discussione

che  dicono  quelli del  nazionalizzare  è bello  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In prima battuta non si capisce bene il senso di questo articolo del Corriere. Vi si legge che Anas gestisce oltre 29.000 km di strade e autostrade e che riceve dallo Stato tutti i fondi pubblici necessari per la manutenzione (30 miliardi), però non li spende se non in minima parte. Vi si legge anche che nel 2016 "ci scappò il morto" (addirittura il morto, esattamente un morto, n.1 morti negli ultimi 4 anni) per il crollo di un "cavalcavia" per difetto di manutenzione. Ma probabilmente anche per difetto di comunicazione perché non era chiaro, par di capire, chi fosse l'affidatario di quel cavalcavia (provincia, comune o consorzio) che avrebbe dovuto chiedere la manutenzione all'Anas. Da tutto ciò il Corriere sembra dedurre che nazionalizzare i meno di 3000 km oggi in concessione ad "Autostrade per l'Italia" (cioè Atlantia, Benetton) comporterebbe una riduzione della sicurezza. Roba da matti! Qui si stravolge la Legge dei Grandi Numeri! Nessuna strage da cattiva manutenzione lontanamente paragonabile a quelle recenti di Genova (43 morti nel crollo di un ponte notoriamente a rischio da decenni) e di Avellino (40 morti in un bus precipitato da un viadotto con i guard rail in pessime condizioni) si è mai verificata sulle strade e autostrade curate da Anas. Un solo morto negli ultimi anni su una rete di oltre 29.000 km contro 83 morti su una rete di meno di 3000 km in concessione ai Benetton. I numeri dicono senza ombra di dubbio che NAZIONALIZZARE È BELLO ANCHE (O SOPRATTUTTO) SOTTO IL PROFILO DELLA SICUREZZA. Le strade gestite dallo Stato sono tenute molto meglio di quelle gestite dai privati. Ed evidentemente, essendo in migliori condizioni, necessitano di minori spese. Nazionalizziamo dunque al più presto Autostrade per l'Italia (ma io nazionalizzerei TUTTE le autostrade italiane), così miglioriamo la sicurezza per gli utenti e creiamo migliaia di nuovi posti di lavoro spendendo i fondi Anas per la manutenzione.

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

In prima battuta non si capisce bene il senso di questo articolo del Corriere. Vi si legge che Anas gestisce oltre 29.000 km di strade e autostrade e che riceve dallo Stato tutti i fondi pubblici necessari per la manutenzione (30 miliardi), però non li spende se non in minima parte. Vi si legge anche che nel 2016 "ci scappò il morto" (addirittura il morto, esattamente un morto, n.1 morti negli ultimi 4 anni) per il crollo di un "cavalcavia" per difetto di manutenzione. Ma probabilmente anche per difetto di comunicazione perché non era chiaro, par di capire, chi fosse l'affidatario di quel cavalcavia (provincia, comune o consorzio) che avrebbe dovuto chiedere la manutenzione all'Anas. Da tutto ciò il Corriere sembra dedurre che nazionalizzare i meno di 3000 km oggi in concessione ad "Autostrade per l'Italia" (cioè Atlantia, Benetton) comporterebbe una riduzione della sicurezza. Roba da matti! Qui si stravolge la Legge dei Grandi Numeri! Nessuna strage da cattiva manutenzione lontanamente paragonabile a quelle recenti di Genova (43 morti nel crollo di un ponte notoriamente a rischio da decenni) e di Avellino (40 morti in un bus precipitato da un viadotto con i guard rail in pessime condizioni) si è mai verificata sulle strade e autostrade curate da Anas. Un solo morto negli ultimi anni su una rete di oltre 29.000 km contro 83 morti su una rete di meno di 3000 km in concessione ai Benetton. I numeri dicono senza ombra di dubbio che NAZIONALIZZARE È BELLO ANCHE (O SOPRATTUTTO) SOTTO IL PROFILO DELLA SICUREZZA. Le strade gestite dallo Stato sono tenute molto meglio di quelle gestite dai privati. Ed evidentemente, essendo in migliori condizioni, necessitano di minori spese. Nazionalizziamo dunque al più presto Autostrade per l'Italia (ma io nazionalizzerei TUTTE le autostrade italiane), così miglioriamo la sicurezza per gli utenti e creiamo migliaia di nuovi posti di lavoro spendendo i fondi Anas per la manutenzione.

 

Evidentemente  non  hai  sentito   cosa   dice  la   Gabanelli..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Porello   sei  misero  e  insignificante  come  diretoinreto ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963