Ecologisti fosforosi della domenica ...

L'inutile e dannoso divieto dei diesel Euro 6 a Roma e' l'epitome del fallimento dell'ambientalismo religioso, della furia nichilista della ideologia AGW ( Antrhropic Global Warming): la teoria colpevolista della CO2 che si e' impossessata della tematica del riscaldamento climatico e l'ha trasformata in una mistura di politiche errate e controproducenti: per combattere la CO2 ( che non e' un inquinante) si dimentica l'inquinamento vero da carbonio ( particolato, polveri, veleni, ossidi ),  si scoraggia la tecnologia ( nei diesel attuali, grazie ad essa l'inquinamento vero e' stato quasi annullato), si gettano in confusione i consumatori che non sanno come dovrebbero sostituire i loro veicoli. Il conformismo climatista che si e' impossessato di tutti i politici impedisce di vedere i guasti dell'ambientalismo religioso. Si e' posto sul clima un obiettivo irragionevole e impossibile: azzerare in 30 anni le emissioni di CO2 ( che in 30 anni precedenti sono sempre cresciute). A questo obiettivo irraggiungibile si sacrifica la lotta all'inquinamento vero ( polveri, ossidi, veleni, arsenico, diossine). La gente, in un clima di disinformazione demonizzante e antiscientifica, pensa ormai che un gas innocuo alteroclimante ( la CO2) sia un inquinante come i carburanti che producono ossidi e polveri. E questa incultura e irragionevolezza fanatica produce le disastrose, inutili e dannose  politiche di citta' come Roma. Inquietante. E non c'e' un politico- di sinistra, di destra o di centro- che, in nome della verita' scientifica, abbia il coraggio di mettere in discussione le falsita' dell'ecologismo come religione fanatica.                                        M.U.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Avrò parlato almeno 10 volte in questo forum e in quello sull'Ambiente del problema, grande come una montagna ma semplicemente ignorato dalle norme europee e dai test europei per l'immatricolazione delle vetture, legato al filtro antiparticolato (FAP) dei motori diesel. Cioè di TUTTI i diesel che lo montano, inclusi gli euro6. La fase di rigenerazione del filtro riemette nell'ambiente il particolato che lo intasa, ma lo riemette con gli interessi (a carico della salute pubblica) cioè dopo averne ridotto il diametro, rendendolo più subdolo e più penetrante nei polmoni e negli alveoli, e più invisibile agli strumenti rilevatori. Durante la fase di rigenerazione l'inquinamento di un motore diesel viene moltiplicato anche di un fattore 1000! Cioè equivale a quello di 1000 vetture diesel dello stesso tipo e presenti nello stesso posto ma in funzionamento ordinario.

https://www.galileonet.it/diesel-euro-6-inquinano/

https://www.transportenvironment.org/publications/new-diesels-new-problems

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, mark222220 ha scritto:

L'inutile e dannoso divieto dei diesel Euro 6 a Roma e' l'epitome del fallimento dell'ambientalismo religioso, della furia nichilista della ideologia AGW ( Antrhropic Global Warming): la teoria colpevolista della CO2 che si e' impossessata della tematica del riscaldamento climatico e l'ha trasformata in una mistura di politiche errate e controproducenti: per combattere la CO2 ( che non e' un inquinante) si dimentica l'inquinamento vero da carbonio ( particolato, polveri, veleni, ossidi ),  si scoraggia la tecnologia ( nei diesel attuali, grazie ad essa l'inquinamento vero e' stato quasi annullato), si gettano in confusione i consumatori che non sanno come dovrebbero sostituire i loro veicoli. Il conformismo climatista che si e' impossessato di tutti i politici impedisce di vedere i guasti dell'ambientalismo religioso. Si e' posto sul clima un obiettivo irragionevole e impossibile: azzerare in 30 anni le emissioni di CO2 ( che in 30 anni precedenti sono sempre cresciute). A questo obiettivo irraggiungibile si sacrifica la lotta all'inquinamento vero ( polveri, ossidi, veleni, arsenico, diossine). La gente, in un clima di disinformazione demonizzante e antiscientifica, pensa ormai che un gas innocuo alteroclimante ( la CO2) sia un inquinante come i carburanti che producono ossidi e polveri. E questa incultura e irragionevolezza fanatica produce le disastrose, inutili e dannose  politiche di citta' come Roma. Inquietante. E non c'e' un politico- di sinistra, di destra o di centro- che, in nome della verita' scientifica, abbia il coraggio di mettere in discussione le falsita' dell'ecologismo come religione fanatica.                                        M.U.

Lo smog che si vede avvicinandosi alle città cosa contiene? Chi è cosa lo produce?

Molti anni fa, in estate, ho vissuto un periodo a Torino, ricordo ancora il sapore, che mi aveva invaso la bocca fin dai primi giorni, che neppure Saila Menta riusciva a lenire.

I riscaldamenti delle case erano spenti e i condizionatori ancora non c'erano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo: a quel tempo le auto viaggiavano tutte a benzina.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, mark222220 ha scritto:

L'inutile e dannoso divieto dei diesel Euro 6 a Roma e' l'epitome del fallimento dell'ambientalismo religioso, della furia nichilista della ideologia AGW ( Antrhropic Global Warming): la teoria colpevolista della CO2 che si e' impossessata della tematica del riscaldamento climatico e l'ha trasformata in una mistura di politiche errate e controproducenti: per combattere la CO2 ( che non e' un inquinante) si dimentica l'inquinamento vero da carbonio ( particolato, polveri, veleni, ossidi ),  si scoraggia la tecnologia ( nei diesel attuali, grazie ad essa l'inquinamento vero e' stato quasi annullato), si gettano in confusione i consumatori che non sanno come dovrebbero sostituire i loro veicoli. Il conformismo climatista che si e' impossessato di tutti i politici impedisce di vedere i guasti dell'ambientalismo religioso. Si e' posto sul clima un obiettivo irragionevole e impossibile: azzerare in 30 anni le emissioni di CO2 ( che in 30 anni precedenti sono sempre cresciute). A questo obiettivo irraggiungibile si sacrifica la lotta all'inquinamento vero ( polveri, ossidi, veleni, arsenico, diossine). La gente, in un clima di disinformazione demonizzante e antiscientifica, pensa ormai che un gas innocuo alteroclimante ( la CO2) sia un inquinante come i carburanti che producono ossidi e polveri. E questa incultura e irragionevolezza fanatica produce le disastrose, inutili e dannose  politiche di citta' come Roma. Inquietante. E non c'e' un politico- di sinistra, di destra o di centro- che, in nome della verita' scientifica, abbia il coraggio di mettere in discussione le falsita' dell'ecologismo come religione fanatica.                                        M.U.

Da "Noicompriamoauto.it", sito non ideologico:

" Le auto Euro 6, immatricolate dal 2015, sono meno inquinanti ma comunque soggette ai blocchi del traffico in alcune città italiane.

Le auto euro 6 diesel e benzina potranno circolare sempre meno dato che alcuni Comuni, come Milano, ne prevedono il blocco totale entro il 2029."

Che lei sia a MILANO o ROMA, i blocchi del traffico non scattano per la CO2, ma per le "polveri", ossia, genericamente, tutti quegli inquinanti veri e dannosi per la salute che lei dottamente cita.

Quindi DIVIETI TEMPORANEI DI CIRCOLAZIONE e RISCALDAMENTO GLOBALE sono indipendenti.

Non si blocca la circolazione a Roma o Milano per raffreddare il clima, ma per tutelare la salute degli individui, riducendo la quantità di smog respirato.

Terrei quindi separate le questioni, e le chiedo: " discutiamo delle auto Euro6 o del riscaldamento globale ? "

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Da "Noicompriamoauto.it", sito non ideologico:

" Le auto Euro 6, immatricolate dal 2015, sono meno inquinanti ma comunque soggette ai blocchi del traffico in alcune città italiane.

Le auto euro 6 diesel e benzina potranno circolare sempre meno dato che alcuni Comuni, come Milano, ne prevedono il blocco totale entro il 2029."

Che lei sia a MILANO o ROMA, i blocchi del traffico non scattano per la CO2, ma per le "polveri", ossia, genericamente, tutti quegli inquinanti veri e dannosi per la salute che lei dottamente cita.

Quindi DIVIETI TEMPORANEI DI CIRCOLAZIONE e RISCALDAMENTO GLOBALE sono indipendenti.

Non si blocca la circolazione a Roma o Milano per raffreddare il clima, ma per tutelare la salute degli individui, riducendo la quantità di smog respirato.

Terrei quindi separate le questioni, e le chiedo: " discutiamo delle auto Euro6 o del riscaldamento globale ? "

Guardi, non deve dirlo a me che sono abbastanza  d’accordo con lei . Si rivolga , invece , al solito Cazzaro napoletano che , per anni ed anni , c’ha sfrucugliato i co@lioni blaterando che erano proprio le vetture Diesel , considerare dallo stesso molto più inquinanti di quelle a benzina verde , una delle maggiori cause dell’inquinamento e del riscaldamento globale tramite la CO2. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sembra vogliano fare funzionare a gasogeno anche le navi, gli aerei, i camion🤭

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963