Direttoretto deve essersi distratto . Di solito certe notizie le da ...

 

Capotreno presa a pugni per aver chiesto il biglietto. Nessun passeggero interviene per difenderla

L'aggressore un italiano di mezza età. La donna, 25 anni, lo aveva ripreso perché, sdraiato, occupava diversi posti a sedere. La violenza è avvenuta all’altezza di Seregno, in Brianza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Noi italiani  a parole siamo sempre coraggiosi, ma più spesso, nei fatti, siamo paurosi o vigliacchi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, mark222220 ha scritto:
 

Capotreno presa a pugni per aver chiesto il biglietto. Nessun passeggero interviene per difenderla

L'aggressore un italiano di mezza età. La donna, 25 anni, lo aveva ripreso perché, sdraiato, occupava diversi posti a sedere. La violenza è avvenuta all’altezza di Seregno, in Brianza

se pm610 avesse commentato questo fatto avrebbe subito messo in evidenza come l'aggressore senza biglietto sia un Italiano anziché un extracomunitario; però mettiamoci nei panni di questo italiano (ovviamente senza giustificarlo) avrà detto: se migliaia di extracomunitari viaggiano gratis senza biglietto aggrediscono il controllore che chiede il biglietto  e nessuno dice loro niente perché io devo pagare?  

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se migliaia di extracomunitari viaggiano gratis senza biglietto aggrediscono il controllore che chiede il biglietto  e nessuno dice loro niente perché io devo pagare?  

E lei come fa a dire che sono migliaia, sig etrusco. Era presente?

E se viaggiano senza biglietto (lo farei anch'io se sono senza lavoro e lo sto cercando, lei no? chi glielo ha permesso?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

E lei come fa a dire che sono migliaia, sig etrusco. Era presente?

E se viaggiano senza biglietto (lo farei anch'io se sono senza lavoro e lo sto cercando, lei no? chi glielo ha permesso?

Ma li leggi i giornali? notizie di aggressioni ai controllori avvengono quotidianamente in tutta Italia, migliaia di persone viaggiano gratis pensando che sia un loro diritto; se si da per scontato che chi è senza lavoro può viaggiare gratis, che chi non ha soldi può attaccarsi alla rete elettrica baipassando il contatore, che chi non ha casa può occupare le case sfitte,  che per sfamarsi  si può fare la spesa proletaria ai supermercati,  allora vuol dire che in Italia non siamo più uno stato di diritto.   Chi è nel bisogno va aiutato ma le regole vanno rispettate da tutti; certi messaggi che si tenta di far passare fanno pensare a certi anarchici e al loro modello  (io direi non modello)  di società

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questi  sono  invece  gli  Italiani  che  pagano  il   biglietto e ormai  si  sentono autorizzati  tanto  il  coso permette  tutto  purché non   siano di  pura  razza  padana... ed 
Etrusco  gli fa  da  sponda  a  braccetto  del  diretoinretoeuvapassita

Valentina ha 19 anni, è una ragazza di origini cinesi cresciuta in Italia. Racconta su Facebook di aver conosciuto bene il razzismo, sin da quando era piccola, quando per strada le gridavano “mangiariso di mer*a” o “cinese”, come se “cinese” fosse un insulto.

Valentina vive in quel luogo sempre più problematico che è la provincia veneta, culla della degenerazione umana e culturale che sta attraversando il Paese. Oggi, mentre era sul treno che la riportava a Mestre, un gruppo di ragazzini ha iniziato a insultarla e a schernirla con frasi come: “prova a pronunciare la erre, tanto non riesci, incapace”, “mangiamer*a tornatene al tuo paese”, “succhiamelo putt*na che tanto ti piace farlo”. Prima di scendere a Padova per tornare in quel luogo disagiato che chiamano casa, quei ragazzini le hanno sputato addosso facendole il segno del dito medio.

Questa è l’Italia figlia del razzismo, un Paese sottosviluppato e analfabeta dove la peste dell’odio fomentata da chi sull’odio fonda il suo consenso politico, infetta anche le nuove generazioni. Un Paese dove basta avere dei lineamenti diversi o la pelle nera per essere discriminati e insultati. Un Paese che ogni giorno ci “regala” la sua dose di vergogna.

MALA  OPPOSIZIONE  , SPERO PER  SEMPRE   DELLA  DESTRA  DI  CONDANNATI , PREGIUDICATI , AMNISTIATI ,INDAGATI ,  INQUISITI , RINVIATI A  GIUDIZIO , E  PRESCRITTI

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Ma li leggi i giornali? notizie di aggressioni ai controllori avvengono quotidianamente in tutta Italia, migliaia di persone viaggiano gratis pensando che sia un loro diritto; se si da per scontato che chi è senza lavoro può viaggiare gratis, che chi non ha soldi può attaccarsi alla rete elettrica baipassando il contatore, che chi non ha casa può occupare le case sfitte,  che per sfamarsi  si può fare la spesa proletaria ai supermercati,  allora vuol dire che in Italia non siamo più uno stato di diritto.   Chi è nel bisogno va aiutato ma le regole vanno rispettate da tutti; certi messaggi che si tenta di far passare fanno pensare a certi anarchici e al loro modello  (io direi non modello)  di società

Probabilmente non leggo i giornali che legge lei.

In quelli che leggo io, trovo ogni tanto la notizia di qualche delinquente di colore ma non ho mai letto " migliaia di persone viaggiano gratis" o " migliaia di assassini di colore".

Qualche volta è vero, ho letto di italiani che hanno occupato abusivamente un palazzo romano nel quale si sentono i padroni e poi puntano il dito verso quelli che occupano case sfitte. Lo ha letto anche lei nei suoi giornali oppure no?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nel mio giornale, sig etrusco, oggi ho trovato la notizia della capotreno malmenata in quel di Como, ma ho trovato anche la notizia di una signora insultata da un'altra capotreno che se l'era presa con un paio di persone di origine africana, munite di biglietto, che cercavano di aprire una porta del treno senza sapere che quella porta non si apriva perché rotta.

La signora era intervenuta in difesa dei due ne gri, muniti di biglietto, ripeto, minacciandola di chiamare la polizia, non prima però di averle dato "della buonista per colpa della quale questo paese va in rovina".

Nell'articolo non c'era scritto che migliaia di capotreno leghiste se la prendono con migliaia di ne-gri muniti di biglietto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

no,vecchia ciabatta pisana..no non mi sono distratto..ma vedi, NOI siamo per la NON violenza..quella vera,non quella finta che sbandierate voi benpensanti allucinati d isx...quindi,se l'italiano ha commesso un reato,deve pagare...ma la domanda,senza far retorica viene spontanea: per tutti i casi QUOTIDIANI di violenza verso che porta una divisa,di qualsiasi natura che vengono perpetratati alle nostre forze dell'ordine e/o a ferrovieri,siano di treni,bus,metro' e quantaltro,ecco TU deve eri??  seduto nella tazza del wc a...sudare???e  a pensare come difendere questa fe-ccia?? PAMELA DOC!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, director12 ha scritto:

no,vecchia ciabatta pisana..no non mi sono distratto..ma vedi, NOI siamo per la NON violenza..quella vera,non quella finta che sbandierate voi benpensanti allucinati d isx...quindi,se l'italiano ha commesso un reato,deve pagare...ma la domanda,senza far retorica viene spontanea: per tutti i casi QUOTIDIANI di violenza verso che porta una divisa,di qualsiasi natura che vengono perpetratati alle nostre forze dell'ordine e/o a ferrovieri,siano di treni,bus,metro' e quantaltro,ecco TU deve eri??  seduto nella tazza del wc a...sudare???e  a pensare come difendere questa fe-ccia?? PAMELA DOC!!

PAMELA CHI ? PAMELA CUCCHI ?  OPPURE STEFANO MASTROPIETRO ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963