19 MINUTI ,SONO OCCORSI SOLO 19 MINUTI

 Tanto è durato il Consiglio dei Ministri che ha trovato 17 miliardi (e' la prima  parte dei 40 miliardi ) , ma per i terremotati ,le scuole ,gli asili,o per 

la riforma del lavoro ,pensioni ecc.ecc..( La piu' costosa era di 6 miliardi ,riforma del lavoro)... QUI NON C'ERANO...

Quando arrivate al fallimento, alzate il telefono e chiamate il signor Matteo Renzi (quello che andava dicendo che «abbiamo istituti solidi») o il suo maggiordomo Paolo Gentiloni.

99896_bancherenziindex306552.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Una colossale vergogna! Ma anche un andazzo di questi governacci abusivi del Pd ormai non più tollerabile. Non è tollerabile usare denaro pubblico per salvare sistematicamente banche private decotte. Ma non ci avevano raccontato, questi stessi abusivi e ciarlatani del Pd, che il bail-in voluto dall'Europa era una cosa buona e giusta? Il bail-in è molto semplice e molto logico. Quando una banca fallisce pagano gli azionisti e gli obbligazionisti (che hanno fatto un investimento a rischio in cambio di un dividendo o di un tasso di interesse maggiore di quello dei correntisti) e pagano anche i correntisti sopra i 100.000 euro (che tutto sommato possono accettare un dimagrimento dei loro conti) mentre i conti sotto i 100.000 euro sono garantiti dal sistema interbancario (cioè dall'insieme di tutte le altre banche private). Ora il signor Padoan dice di voler garantire tutti, ma proprio tutti, con i soldi dei contribuenti. Ohibò, siamo nel paese di cuccagna! Ma perché allora lo Stato non salva anche il negozietto di elettrodomestici sotto casa mia (uno dei pochi rimasti in tutta Napoli per effetto dello strapotere della grande distribuzione). E perché non salva le migliaia di fabbriche e di imprese piccole e grandi che chiudono ogni anno? Ma c'è di più. Il governo salva le banche decotte per lasciarle ai loro proprietari o per regalarle a nuovi proprietari. Lo Stato si prende solo la parte cattiva (bad bank) cioè i debiti e i crediti inesigibili, mentre la parte buona (good bank) resta ai privati che potranno realizzare i loro profitti. La solita storia: socializzare le perdite e privatizzare gli utili, ma per favore non ci vengano a raccontare che il Pd è un partito di sinistra. Ma c'è ancora di più. 19 minuti per varare un decreto salvabanche. E per punire i responsabili di questi disastri il governo che fa? La commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche? Ahahahahah!!! A parte il fatto che sono mesi o anni che se ne parla, tutti sanno che in Italia la via più sicura per insabbiare una cosa è una commissione parlamentare d'inchiesta. Tempi biblici e risultati zero, a parte migliaia di pagine inutili da archiviare nel dimenticatoio. Un governo serio avrebbe già provveduto a rimuovere, a calci nel sedere, i vertici degli organi di vigilanza (Bankitalia e Consob) e a varare norme durissime contro i banchieri furbi. Altro che commissione d'inchiesta! In provincia di Napoli c'era una compagnia di navigazione, la DEIULEMAR, che aveva la quarta flotta mercantile privata d'Europa e che si finanziava emettendo obbligazioni in gran parte irregolari. Tutti lo sapevano (GdF, Bankitalia, Consob), nessuno mai è intervenuto fino al crac del 2012 che ha rovinato 13.000 obbligazionisti e le loro famiglie che ci hanno rimesso oltre 1 miliardo di euro. Quella società si comportava sul territorio come una piccola banca, ma non era una banca, dunque il sig. Padoan si disinteressa completamente di quegli obbligazionisti. I quali finora hanno ottenuto dalla curatela fallimentare l'1% (dicasi l'uno per certo) dei loro soldi, mentre il processo penale contro gli armatori è tuttora in alto mare, a parte uno che ha patteggiato 4 anni e mezzo e non ha versato una lira di risarcimento. I giornali e le tv non parlano della vicenda, mentre quella povera gente continua a pagare le tasse e a non occupare ferrovie e autostrade. Ma fino a quando durerà la nostra pazienza?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963