QUANDO CE L'HAI NEL SANGUE (IL REFERENDUM SULLA REPUBBLICA? TRUCCATO! CONFESSIONE SHOCK )

NEL 1946 GLI ITALIANI VOTARONO PER UN REFERENDUM IN CUI FURONO CHIAMATI A SCEGLIERE LA FORMA GOVERNATIVA DI STATO. VINSE LA REPUBBLICA PER POCO PIÙ DI 2 MILIONI DI VOTI. SOLO ORA È VENUTA FUORI UNA CONFESSIONE AGGHIACCIANTE.

A rivelare tale confessione a IL Giornale è il figlio dell’ allora brigadiere Tommaso Beltotto, il quale ha raccontato al figlio Gianpiero (e a nessun altro al di fuori della propria famiglia)  fatti accaduti oltre settant’anni fa che avrebbero potuto cambiare le sorti del nostro paese. Tommaso è morto nel 2001, ed ora è Gianpiero a custodire questo segreto.

Si tratta di una vicenda risalente al 4 giugno del 1946, quando gli italiani furono chiamati a votare per il Referendum in cui si sceglieva la forma governativa di stato tra Monarchia e Repubblica. Una vicenda che parla di schede truccate e di brogli elettorali, la quale è venuta alla luce solamente quest’anno durante il processo sulla trattativa Stato-mafia.

99894_referendum.jpg

Qualche giorno dopo il referendum, a scrutini ovviamente conclusi, e quindi con la Repubblica già in vigore, il brigadiere Beltotto si trovava al Viminale, in quanto gli era stato affidato il compito di controfirmare una relazione scritta dal duca Riario Sforza, che all’epoca era il capo dei corazzieri.

In tale relazione era riportato  il ritrovamento di molti pacchi di schede elettorali simili a quelle utilizzate nel referendum, nascosti nelle cantine del ministero degli interni, sulle quali era presente la spunta di scelta sul simbolo della Repubblica.
Non erano schede scrutinate, altrimenti non sarebbero state ritrovate in tale posto, e ancora oggi non si sa se quelle false schede sarebbero servite per capovolgere un risultato sgradito o se addirittura fossero già state conteggiate per favorire la vittoria della Repubblica.

L’ esistenza di questa relazione è venuta alla luce solo nel settembre scorso, a Palermo, durante il processo per la  trattativa Stato-mafia.
Un generale in congedo dei carabinieri che ha preso parte al processo, Niccolò Gebbia, ha raccontato che essa venne trasmessa al generale Romano Dalla Chiesa, padre del noto generale Carlo alberto, il quale ne ottenne una copia conservata presumibilmente nella cassaforte della prefettura di Palermo.

La cassaforte della prefettura di Palermo venne svuotata nel 1982 poco dopo l’uccisione di Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Che fine abbia fatto il rapporto, insomma, non si sa, e potrebbe essere uno dei tanti misteri e segreti di stato che ancora oggi rimangono tali.

Da: Jeda

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Se lo dice "il giornale" e quasi vero come se lo dice "libero", i misteri in Italia sono anche i depistaggi avuti sulle indagini dei criminali neri che fecero scoppiare le bombe poi furono protetti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, beatrixxx2017 ha scritto:

NEL 1946 GLI ITALIANI VOTARONO PER UN REFERENDUM IN CUI FURONO CHIAMATI A SCEGLIERE LA FORMA GOVERNATIVA DI STATO. VINSE LA REPUBBLICA PER POCO PIÙ DI 2 MILIONI DI VOTI. SOLO ORA È VENUTA FUORI UNA CONFESSIONE AGGHIACCIANTE.

A rivelare tale confessione a IL Giornale è il figlio dell’ allora brigadiere Tommaso Beltotto, il quale ha raccontato al figlio Gianpiero (e a nessun altro al di fuori della propria famiglia)  fatti accaduti oltre settant’anni fa che avrebbero potuto cambiare le sorti del nostro paese. Tommaso è morto nel 2001, ed ora è Gianpiero a custodire questo segreto.

Si tratta di una vicenda risalente al 4 giugno del 1946, quando gli italiani furono chiamati a votare per il Referendum in cui si sceglieva la forma governativa di stato tra Monarchia e Repubblica. Una vicenda che parla di schede truccate e di brogli elettorali, la quale è venuta alla luce solamente quest’anno durante il processo sulla trattativa Stato-mafia.

99894_referendum.jpg

Qualche giorno dopo il referendum, a scrutini ovviamente conclusi, e quindi con la Repubblica già in vigore, il brigadiere Beltotto si trovava al Viminale, in quanto gli era stato affidato il compito di controfirmare una relazione scritta dal duca Riario Sforza, che all’epoca era il capo dei corazzieri.

In tale relazione era riportato  il ritrovamento di molti pacchi di schede elettorali simili a quelle utilizzate nel referendum, nascosti nelle cantine del ministero degli interni, sulle quali era presente la spunta di scelta sul simbolo della Repubblica.
Non erano schede scrutinate, altrimenti non sarebbero state ritrovate in tale posto, e ancora oggi non si sa se quelle false schede sarebbero servite per capovolgere un risultato sgradito o se addirittura fossero già state conteggiate per favorire la vittoria della Repubblica.

L’ esistenza di questa relazione è venuta alla luce solo nel settembre scorso, a Palermo, durante il processo per la  trattativa Stato-mafia.
Un generale in congedo dei carabinieri che ha preso parte al processo, Niccolò Gebbia, ha raccontato che essa venne trasmessa al generale Romano Dalla Chiesa, padre del noto generale Carlo alberto, il quale ne ottenne una copia conservata presumibilmente nella cassaforte della prefettura di Palermo.

La cassaforte della prefettura di Palermo venne svuotata nel 1982 poco dopo l’uccisione di Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Che fine abbia fatto il rapporto, insomma, non si sa, e potrebbe essere uno dei tanti misteri e segreti di stato che ancora oggi rimangono tali.

Da: Jeda

Non ci sarebbe nulla da meravigliarsi se nel 46 ha vinto "A repubblica"Erano già noti allora i brogli che hanno fatto,E questa è storia....I comunisti sono buoni a nulla ma capaci di tutto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

Se lo dice "il giornale" e quasi vero come se lo dice "libero", i misteri in Italia sono anche i depistaggi avuti sulle indagini dei criminali neri che fecero scoppiare le bombe poi furono protetti.

Quello che trovo ignobile, non sono gli eventi, ma le finte ideologie, e la finta libertà di espressione, è soprattutto con questo che prima o poi ci ritroviamo a fare i conti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, beatrixxx2017 ha scritto:

Quello che trovo ignobile, non sono gli eventi, ma le finte ideologie, e la finta libertà di espressione, è soprattutto con questo che prima o poi ci ritroviamo a fare i conti

..La finta libertà di espressione... che tradotto vuol dire puoi dire tutto quello che vuoi basta che  sia in linea con il pensiero politico dominante; se invece non è in linea può capitare anche  questo:  https://it.aleteia.org/2017/06/23/censura-radio-maria-padre-livio-fanzaga/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

..La finta libertà di espressione... che tradotto vuol dire puoi dire tutto quello che vuoi basta che  sia in linea con il pensiero politico dominante; se invece non è in linea può capitare anche  questo:  https://it.aleteia.org/2017/06/23/censura-radio-maria-padre-livio-fanzaga/

CIAO ETRUSCO HO PROVATO CREDIMI A VEDERE IL LINK ,MA IO CON LA ......,HO SVILUPPATO UNA CERTA ALLERGIA ,

SU DI ME HA LO STESSO EFFETTO ,CHE HA IL CROCIFI... PER UNA VAMPIRA.... KISSS

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, beatrixxx2017 ha scritto:

CIAO ETRUSCO HO PROVATO CREDIMI A VEDERE IL LINK ,MA IO CON LA ......,HO SVILUPPATO UNA CERTA ALLERGIA ,

SU DI ME HA LO STESSO EFFETTO ,CHE HA IL CROCIFI... PER UNA VAMPIRA.... KISSS

Guarda che non ci sono problemi; se aprire quel link ti crea disturbo puoi fare ricerche su Google e trovare altri siti che raccontano quello che è avvenuto; le tv di stato certe cose non le raccontano,  ma la rete, per fortuna,  perlomeno per ora  in Italia è ancora  libera

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, virus128 ha scritto:

Non ci sarebbe nulla da meravigliarsi se nel 46 ha vinto "A repubblica"Erano già noti allora i brogli che hanno fatto,E questa è storia....I comunisti sono buoni a nulla ma capaci di tutto.

Poi avete brogliato voi x quasi 70 anni .?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La sconfitta più bruciante,più sentita....Solamente per il fatto che le truppe del Gen.Mainhold  si sono arrese ai partigiani e NON agli alleati...Sesto S.Giovanni è niente in confronto a questo smacco.Genova medaglia d'oro alla resistenza.Tolta quella ne rimane solamente un bidone vuoto.Privata di tutto.Alla fame.Dopo 72 anni di PCI.Adesso ci siamo NOI.Brogli elettorali o decisione drastica dei Genovesi di essersi levati dai co***ni il PCI-PDS-DS-PD?Fattene una ragione.Non è Portoscuso....

Modificato da virus128

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, virus128 ha scritto:

La sconfitta più bruciante,più sentita....Solamente per il fatto che le truppe del Gen.Mainhold  si sono arrese ai partigiani e NON agli alleati...Sesto S.Giovanni è niente in confronto a questo smacco.Genova medaglia d'oro alla resistenza.Tolta quella ne rimane solamente un bidone vuoto.Privata di tutto.Alla fame.Dopo 72 anni di PCI.Adesso ci siamo NOI.Brogli elettorali o decisione drastica dei Genovesi di essersi levati dai co***ni il PCI-PDS-DS-PD?Fattene una ragione.Non è Portoscuso....

Bravo questa volta hai scritto bene.....Portoscuso...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, virus128 ha scritto:

La sconfitta più bruciante,più sentita....Solamente per il fatto che le truppe del Gen.Mainhold  si sono arresi ai partigiani e NON agli alleati...Sesto S.Giovanni è niente in confronto a questo smacco.Genova medaglia d'oro alla resistenza.Tolta quella ne rimane solamente un bidone vuoto.Privata di tutto.Alla fame.Dopo 72 anni di PCI.Adesso ci siamo NOI.Brogli elettorali o decisione drastica dei Genovesi di essersi levati dai co***ni il PCI-PDS-DS-PD?Fattene una ragione.

Son contenta per voi credimi, quando il PD lascia qualcosa o perché l'ha spolpata del tutto, o perché è una fossa comune,dove per anni ha nascosto i suoi scheletri, a furia di scavare vedrai quanti ne troverete, per i pentastellati ne basta una( Roma) non l'abbiamo proprio del tutto conquista noi, il meritato è anche loro che l'anno lasciata. Io come sai pur essendo una simpatizzante grillina,ho votato lega( Monza), ma il mio timore non è Salvini, più o meno le idee son quelle, ma il legame col nano, vedrai che a gomitate lo farà fuori, è nella sua indole, per tutto il resto non ci resta che sperare, Salvini fai come ti hanno insegnato.. .. Tieni duro 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, beatrixxx2017 ha scritto:

Son contenta per voi credimi, quando il PD lascia qualcosa o perché l'ha spolpata del tutto, o perché è una fossa comune,dove per anni ha nascosto i suoi scheletri, a furia di scavare vedrai quanti ne troverete, per i pentastellati ne basta una( Roma) non l'abbiamo proprio del tutto conquista noi, il meritato è anche loro che l'anno lasciata. Io come sai pur essendo una simpatizzante grillina,ho votato lega( Monza), ma il mio timore non è Salvini, più o meno le idee son quelle, ma il legame col nano, vedrai che a gomitate lo farà fuori, è nella sua indole, per tutto il resto non ci resta che sperare, Salvini fai come ti hanno insegnato.. .. Tieni duro 

Questa vittoria l'aspettavo da 43 anni Beatrixx.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963