Parto in casa per 500 nel 2015, per neonatologi è un rischio

Sono in aumento le donne che decidono di partorire in casa. Anche se la percentuale è ancora molto bassa rispetto al totale dei neonati (0,1%) la tendenza è in crescita e lo scorso anno si stima siano venuti alla luce tra le mura domestiche circa 500 bambini. Un numero inferiore a quello reale e approssimativo, difficile da determinare per mancanza di dati completi. Tra le mura domestiche, il rischio è che non siano garantite le misure di sicurezza necessarie in caso di problemi (ad esempio non c'è una rete capillare di ambulanze e, quando questa è garantita, bisogna fare i conti con la vicinanza e raggiungibilità di Terapie Intensive Neonatali) per questo l'ospedale è da considerare comunque il posto più sicuro. 

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2016/12/12/parto-in-casa-per-500-nel-2015per-neonatologi-e-un-rischio_9fdfac03-d3d2-4d51-a587-9fbe3c74d830.html

e voi, partorireste in casa?... io no!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

neanche sapevo si potesse partorire ancora in casa volontariamente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io, anni fa, sono nato in casa. Altri tempi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ancora oggi si può morire in ospedale, figuriamoci a casa... no per me è fuori discussione e sono un uomo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, aljadida5 ha scritto:

Sono in aumento le donne che decidono di partorire in casa. Anche se la percentuale è ancora molto bassa rispetto al totale dei neonati (0,1%) la tendenza è in crescita e lo scorso anno si stima siano venuti alla luce tra le mura domestiche circa 500 bambini. Un numero inferiore a quello reale e approssimativo, difficile da determinare per mancanza di dati completi. Tra le mura domestiche, il rischio è che non siano garantite le misure di sicurezza necessarie in caso di problemi (ad esempio non c'è una rete capillare di ambulanze e, quando questa è garantita, bisogna fare i conti con la vicinanza e raggiungibilità di Terapie Intensive Neonatali) per questo l'ospedale è da considerare comunque il posto più sicuro. 

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2016/12/12/parto-in-casa-per-500-nel-2015per-neonatologi-e-un-rischio_9fdfac03-d3d2-4d51-a587-9fbe3c74d830.html

e voi, partorireste in casa?... io no!

Un rischio??? Beh direi!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma a che scopo decidono di partorire in casa? e se per sfortuna ci sono complicazioni?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963