Ex marito di Anna Oxa si suicida dopo esclusione da Sanremo

Inviata (modificato)

L’esclusione al Festival di Sanremo 2020 è stata probabilmente la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Franco Ciani, nel biglietto d’addio che ha scritto prima di togliersi la vita, fra i motivi ha citato anche il recente ‘no’ al festival.

Funesta il Festival come il suicidio di Tenco, Ciani musicista, autore e produttore ed ex marito di Anna Oxa si è ucciso in una stanza d'albergo, era autore di successi come ‘Tutti i brividi del mondo’, cantato da Anna Oxa, e ‘Ti lascerò’ (che vinse il Festival di Sanremo 1989)
Il suo amico Nando Sepe ha raccontato: “Ciani stava lavorando al progetto di una giovane cantante Barbara De Santis e l’obiettivo era portare la sua canzone a Sanremo. Il brano era stato presentato come un duetto con l’ex Matia Bazar Roberta Faccani. La canzone però è stata poi scartata, vanificando tutte le speranze di Franco. “Non era facile passare, gliel’avevo detto mille volte. Si era dato una scadenza dentro di sé, nonostante avessimo mille progetti insieme. Con il senno di poi posso dire che Sanremo è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso”.
Intanto la seconda moglie, Manuela Falorni, la ex p ornostar Venere Bianca , si scaglia contro il commento di Anna Oxa: «Ho saputo che si è suicidato. Faccio fatica a credere a questo gesto, sapeva molte cose, se fossi un familiare io approfondirei».
«Dopo 30 anni che non si scambiano neppure un ciao e sentire la sua risposta mi fa venire il vomito!!». Così Manuela Falorni, in un lungo post su Facebook si lascia andare a uno sfogo contro le parole pronunciate da Anna Oxa e contro la stampa accusata di essere andata a «chiedere alla sua prima moglie un parere su ciò che è successo». 
Tutto questo mi appare surreale, ma fa capire come Sanremo possa essere davvero speranza di vita per alcuni cantanti e autori, che ne pensi?

Risultati immagini per manuela falorni franco ciani

Modificato da tanticanti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

mi spiace x l'accaduto.

siamo un paese in cui il valore dell'individuo e della sua arte gli é riconosciuto solo post mortem. pronti acclamare mezze calzette ma ignorare x ragioni politike, finanziarie o altre capperate, ki nn é nel partito giusto, al momento giusto, con le spalle coperte al momento giusto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora